Animali passato

-
loading
Solo con l'immagine

ANIMALI KELLY. GUARDALA NEGLI OCCHI: SONO 14 ANNI CHE ASPET

Napoli, 30 dicembre 2016 - Guardala negli occhi. Un momento solo. Guardala negli occhi e leggi tutto il suo passato da dimenticare e il suo presente fatto di tanto amore dei volontari ma, comunque, di una vita che non decolla. Kelly ha 14 anni e pesa solo 10 Kg. E' una taglia piccola, come piccole sono le sue pretese: un po' di amore per accogliere il nuovo anno e inseguire quel sogno di vita che lei non ha mai conosciuto. Adotta una nonnina, adotta Kelly. Per lei spendono parole commosse i volontari degli Angeli di Pasquale che le danno amore e cibo ma non riescono a trovarle una famiglia. Lei, Kelly, è una vecchietta del rifugio. È davvero molto anziana, sarebbe bello regalarle qualche anno in famiglia. Momenti di gioia dopo tanto dolore, tanto silenzio, tanta solitudine, tanto presente mancato. Dopo tutto Kelly potrebbe essere la gioia di una famiglia. Non importa per quanto tempo, quello che conta è solo il "come". Lei è arzilla e affettuosa, è un piccolo tesoro che aspetta da 14 anni di essere scoperto. Per informazioni: Daniela 3926529443 Lorella 3395656171- adozioni.gliangelidipasquale@gmail.com Associazione Gli Angeli di Pasquale
Torino (Piemonte)

PENSIONE ESTIVA PICCOLI ANIMALI

Da sempre amante degli animali, offro servizio di pensione e alloggio casalinga per piccoli animali, criceti, uccellini, furetti solo cuccioli non grandi, conigli, pesciolini, tartarughe di piccola taglia e tutti i piccoli animali, tranne cani e gatti, in quanto non ho lo spazio necessario e ho la mia cagnolina. Per tutti i piccoli amici si garantisce a richiesta, lo sgambamento durante la giornata a turno. Garantisco la pulizia quotidiana della gabbietta, cambio acqua, alimentazione secondo le vostre abitudini, la cura di loro con tutte le attenzioni che i nostri amici richiedono. A richiesta, invio foto su Whatsapp con cadenza giornaliera. Chiedo e preferisco che portiate il cibo a cui è abituato il vostro amico per evitare bruschi cambi di alimentazione. Gli animali ospitati devono essere sani (non si tratta infatti di un ospedale o ricovero per animali). Il ritiro del nostro amico, dovrà avvenire previo appuntamento presso il nostro domicilio a San Giorgio a Cremano (NA), l'indirizzo sarà comunicato telefonicamente. Non offro assistenza veterinaria. Tariffe giornaliere per singolo animale, il pagamento è anticipato per evitare che l’ospite non venga ritirato, come si è verificato in passato, Coniglio € 5.00 Criceti € 5.00 Porcellini d'india, Cavie peruviane € 5.00 Furetti € 5.00 Uccelli € 5.00 Tartarughe d'acqua € 5.00 Pesci € 5.00 (solo con vasca vostra di piccole dimensioni) N.B. Per pensioni di 30 giorni, il prezzo è 120 euro invece di 150! Per ulteriori informazioni contattatemi Signor Alessio Cel. 329 8130107 Tel. 081 5745122
San Giorgio Cremano (Campania)

PENSIONE PER PICCOLI ANIMALI

Da sempre amante degli animali, offro servizio di pensione e alloggio casalinga per piccoli animali, criceti, uccellini, furetti solo cuccioli non grandi, conigli, pesciolini, tartarughe di piccola taglia e tutti i piccoli animali, tranne cani e gatti, in quanto non ho lo spazio necessario e ho la mia cagnolina. Per tutti i piccoli amici si garantisce a richiesta, lo sgambamento durante la giornata a turno. Garantisco la pulizia quotidiana della gabbietta, cambio acqua, alimentazione secondo le vostre abitudini, la cura di loro con tutte le attenzioni che i nostri amici richiedono. A richiesta, invio foto su Whatsapp con cadenza giornaliera. Chiedo e preferisco che portiate il cibo a cui è abituato il vostro amico per evitare bruschi cambi di alimentazione. Gli animali ospitati devono essere sani (non si tratta infatti di un ospedale o ricovero per animali). Il ritiro del nostro amico, dovrà avvenire previo appuntamento presso il nostro domicilio a San Giorgio a Cremano (NA), l'indirizzo sarà comunicato telefonicamente. Non offro assistenza veterinaria. Tariffe giornaliere per singolo animale, il pagamento è anticipato per evitare che l’ospite non venga ritirato, come si è verificato in passato, Coniglio € 5.00 Criceti € 5.00 Porcellini d'india, Cavie peruviane € 5.00 Furetti € 5.00 Uccelli € 5.00 Tartarughe d'acqua € 5.00 Pesci € 5.00 (solo con vasca vostra di piccole dimensioni) Per ulteriori informazioni, Alessio o Cristina Cel. 329 8130107 Tel. 339 4801153
Italia

PENSIONE ESTIVA PER PICCOLI ANIMALI

Da sempre amante degli animali, offro servizio di pensione e alloggio casalinga per piccoli animali, criceti, uccellini, furetti solo cuccioli non grandi, conigli, pesciolini, tartarughe di piccola taglia e tutti i piccoli animali, tranne cani e gatti, in quanto non ho lo spazio necessario e ho la mia cagnolina. Per tutti i piccoli amici si garantisce a richiesta, lo sgambamento durante la giornata a turno. Garantisco la pulizia quotidiana della gabbietta, cambio acqua, alimentazione secondo le vostre abitudini, la cura di loro con tutte le attenzioni che i nostri amici richiedono. A richiesta, invio foto su Whatsapp con cadenza giornaliera. Chiedo e preferisco che portiate il cibo a cui è abituato il vostro amico per evitare bruschi cambi di alimentazione. Gli animali ospitati devono essere sani (non si tratta infatti di un ospedale o ricovero per animali). Il ritiro del nostro amico, dovrà avvenire previo appuntamento presso il nostro domicilio a San Giorgio a Cremano (NA), l'indirizzo sarà comunicato telefonicamente. Non offro assistenza veterinaria. Tariffe giornaliere per singolo animale, il pagamento è anticipato per evitare che l’ospite non venga ritirato, come si è verificato in passato, Coniglio € 5.00 Criceti € 5.00 Porcellini d'india, Cavie peruviane € 5.00 Furetti € 5.00 Uccelli € 5.00 Tartarughe d'acqua € 5.00 Pesci € 5.00 (solo con vasca vostra di piccole dimensioni) Per ulteriori informazioni, Alessio o Cristina Alessio Cel. 329 8130107 Cristina Cel. 339 4801153
Italia (Tutte le città)

PENSIONE ESTIVA PER PICCOLI ANIMALI

Offro servizio di pensione e alloggio casalinga per piccoli animali, criceti, uccellini, furetti solo cuccioli non grandi, conigli, pesciolini, tartarughe di piccola taglia e tutti i piccoli animali, tranne cani e gatti, in quanto non ho lo spazio necessario e ho la mia cagnolina. Per tutti i piccoli amici si garantisce a richiesta, lo sgambamento durante la giornata a turno. Garantisco la pulizia quotidiana della gabbietta, cambio acqua, alimentazione secondo le vostre abitudini, la cura di loro con tutte le attenzioni che i nostri amici richiedono. N.B. Chiedo e preferisco che portiate il cibo a cui è abituato il vostro amico per evitare bruschi cambi di alimentazione. Gli animali ospitati devono essere sani (non si tratta infatti di un ospedale o ricovero per animali). Il ritiro del nostro amico, dovrà avvenire previo appuntamento presso il nostro domicilio a San Giorgio a Cremano (NA), l'indirizzo sarà comunicato telefonicamente. Non offro assistenza veterinaria. Tariffe giornaliere per singolo animale, il pagamento è anticipato per evitare che l’ospite non venga ritirato, come si è verificato in passato. Coniglio € 5.00 Criceti € 5.00 Porcellini d'india, Cavie peruviane € 5.00 Furetti € 5.00 Uccelli € 5.00 Tartarughe d'acqua € 5.00 Pesci € 5.00 (solo con vasca vostra di piccole dimensioni) Per ulteriori informazioni contattatemi Signora Cristina Cel. 339 4801153
San Giorgio Cremano (Campania)

AZIENDA AGRICOLA, PENSIONE E ALLEVAMENTO ANIMALI

Anagrafe canina informatizzata REGIONE PIEMONTE, al 26 92011 i cani presenti in Piemonte, erano 597.152 Il giro d'affari totale degli alimenti cane e gatto è passato da € 1.792.700,00 del 2013 a € 1.971.400 del 2016 (fonte ASSALCO, associazione nazionale per l'alimentazione e la cura degli Animali da Compagnia, rapporto 2017) Classifica finale rapporto animali in città (2013), Torino al 4° posto, preceduta da Verona, Firenze, Padova STRUTTURA da 800 mq (autorizzata ampliamenti fino a 619,50 mq) giacitura collinare AUTORIZZAZIONI COMUNALI AUTORIZZAZIONI ASL proprietà completamente recintata strada privata parcheggi 20 posti auto Le strutture di servizio comprendono: - taxy dog - area servizi; - sala toelettatura - piscina canina - reparto con box adibiti a sanitario; - reparto cuccioli; - n. 30 box riscaldati (m 2,1 x 2,1) - n. 02 box per cani impegnativi e pericolosi; - n. 05 box esterni - reparto con box destinati ad ospitare cani pronti per l'affidamento; - aree di sgambamento - Ufficio - Servizi igienici e spogliatoi per il personale addetto - Ambulatorio - Locale per il deposito e la preparazione degli alimenti - Magazzino - Deposito del materiale impiegato per la pulizia - Locale idoneo al deposito degli animali morti - Aula didattica/area ricreativa SISTEMA DI CANALIZZAZIONE DEIEZIONI ANIMALI pozzetto raccolta liquami 1) 1600 lt, pozzetto raccolta liquami 2) 1500 lt ALLACCIAMENTO FOGNARIO 1 ABITATIVO RURALE 138,86 mq (totale 239,18 mq) 1 ABITATIVO DI RECENTE COSTRUZIONE 165 mq primo piano fuori terra 1 MAGAZZINO DA 165 mq cad. (gattile + laboratorio, si variazione destinazione uso) 1 STRUTTURA DA 205 MQ CON 32 BOX RISCALDATI (2,1 X 2,1 M) Isolamento cani mq 8,28 + 2 box da mq 4,12 cad TELEFONO INTERNET TV SATELLITARE TERRENI 96.982 mq (prati + bosco ceduo) In fase di ampliamento RICHIESTA PER LA COMMERCIALIZZAZIONE 1) unica soluzione: 700.000 2) acquisto programmato: 375.000 con assegno circolare, + n.35 rate da 2500 (87.500) + mutuo 287.500 possibilità di mutuo agevolato
Italia

PENSIONE PER PICCOLI ANIMALI

Offro servizio di pensione e alloggio casalinga per piccoli animali, criceti, uccellini, furetti solo cuccioli non grandi, conigli, pesciolini, tartarughe di piccola taglia e tutti i piccoli animali, tranne cani e gatti, in quanto non ho lo spazio necessario e ho la mia cagnolina. Per tutti i piccoli amici si garantisce a richiesta, lo sgambamento durante la giornata a turno. Garantisco la pulizia quotidiana della gabbietta, cambio acqua, alimentazione secondo le vostre abitudini, la cura di loro con tutte le attenzioni che i nostri amici richiedono. N.B. Chiedo e preferisco che portiate il cibo a cui è abituato il vostro amico per evitare bruschi cambi di alimentazione. Gli animali ospitati devono essere sani (non si tratta infatti di un ospedale o ricovero per animali). Il ritiro del nostro amico, dovrà avvenire previo appuntamento presso il nostro domicilio a San Giorgio a Cremano (NA), l'indirizzo sarà comunicato telefonicamente. Non offro assistenza veterinaria. Tariffe giornaliere per singolo animale, il pagamento è anticipato per evitare che l’ospite non venga ritirato, come si è verificato in passato. Coniglio € 5.00 Criceti € 5.00 Porcellini d'india, Cavie peruviane € 5.00 Furetti € 5.00 Uccelli € 5.00 Tartarughe d'acqua € 5.00 Pesci € 5.00 (solo con vasca vostra di piccole dimensioni) Per ulteriori informazioni contattatemi Signora Cristina Cel. 339 4801153 Signor Alessio 3298130107
Italia

DOG SITTER ANIMALS SITTER AMANTE ANIMALI IN LIBERTA'

Se sei assente per un periodo o vuoi semplicemente far fare amicizia al tuo pet, desiderando di affidare il tuo amico/a in mani esperte, chiamami. Sono amante di tutte le specie animali con anni di esperienza nella cura dei nostri cuccioli che seguo 24h al giorno, mai in gabbia!... Disponibile sempre per compagnia e passeggiate nel verde per i nostri amici cani. Amo dedicarmi ad uno/due amici al massimo in modo da poter donare il massimo dell'attenzione (3/4 uscite al giorno e acqua fresca cambiata più volte). Non mangerà schifezze...non uso caramelle o ricompense varie per rabbonire il cane, solamente qualche sano biscottino d'obbligo!! Disponibile ad ospitare ogni razza dei nostri amici animali nella libertà del mio giardino ma protetti. I vostri amici ringrazieranno del periodo passato assieme, ricco di passeggiate attorno casa loro, lungo la pista ciclopedonale o altri percorsi al riparo dal traffico e dai pericoli. Come dicono tanti non vorrà più tornare a casa;-) Automunito Per qualsiasi info chiamami a 340 10 82 253 Tiziano
Trieste (Friuli Venezia Giulia)

HIP UN PASSATO IN PERRERA

HIP...una gattona che ne ha passate....ma finalmente è in Italia. Si affida in nord/centro Italia previo controllo preaffido e firma modulo.STERILIZZATA TEST FIV/FELV NEGATIVA.I mici sono in assoluto i meno tutelati, se vi diciamo che valgono molto meno di niente dove si trovano mi credereste? a nessuno importa il loro panico, ed essendo forse meno espressivi dei cani scatenano quasi il sadismo di chi li accalappia con la forza.. E' terribile la vita dei nostri mici in perrera, ma terribile non può rendere l'idea perchè se solo vedeste come ho fatto io in che modo disumano vengono trattati...allora forse capireste quanta urgenza abbia questo appello...i sopravvissuti cercano di combattere e resistere ogni giorno...spesso non riescono...e ne troviamo pochi al momento del viaggio. Con il cuore in mano vi chiediamo per i nostri mici delle adozioni speciali, nella maggior parte dei casi si tratta di esseri nonostante tutto fiduciosi coccoloni a dismisura e grati fino ad essere commuoventi. I pochi che non sono ancora così lo diverranno con l'amore di una famiglia. Sono disperati i nostri gatti...e il loro grido è completamente muto, vivono davanti a cani che sono considerati nullità quanto loro. Questo è quello che vivono questi animali in perrera, quelli che vedete in questo album sono salvi e sono qui in Italia, servono adozioni, senza adozioni non possiamo a continuare a salvarne altri! Vi chiediamo col cuore in mano di aiutarci a trovare adozioni... PER ADOZIONI VITTORIA 338/60884 oppure scrivete una mail con i vostri dati...sarete contattati
Venezia (Veneto)

HIP UN PASSATO IN PERRERA

HIP...una gattona che ne ha passate....ma finalmente è in Italia. Si affida in nord/centro Italia previo controllo preaffido e firma modulo.STERILIZZATA TEST FIV/FELV NEGATIVA.I mici sono in assoluto i meno tutelati, se vi diciamo che valgono molto meno di niente dove si trovano mi credereste? a nessuno importa il loro panico, ed essendo forse meno espressivi dei cani scatenano quasi il sadismo di chi li accalappia con la forza.. E' terribile la vita dei nostri mici in perrera, ma terribile non può rendere l'idea perchè se solo vedeste come ho fatto io in che modo disumano vengono trattati...allora forse capireste quanta urgenza abbia questo appello...i sopravvissuti cercano di combattere e resistere ogni giorno...spesso non riescono...e ne troviamo pochi al momento del viaggio. Con il cuore in mano vi chiediamo per i nostri mici delle adozioni speciali, nella maggior parte dei casi si tratta di esseri nonostante tutto fiduciosi coccoloni a dismisura e grati fino ad essere commuoventi. I pochi che non sono ancora così lo diverranno con l'amore di una famiglia. Sono disperati i nostri gatti...e il loro grido è completamente muto, vivono davanti a cani che sono considerati nullità quanto loro. Questo è quello che vivono questi animali in perrera. Vi chiediamo col cuore in mano di aiutarci a trovare adozioni... PER ADOZIONI VITTORIA 338/60884 oppure scrivete una mail con i vostri dati...sarete contattati
Bologna (Emilia Romagna)

PENSIONE PER ANIMALI E SERVIZIO PET SITTING

Da sempre amante degli animali, offro servizio di pensione e alloggio casalinga IN CASA IN CAMPAGNA IMMERSA NEL VERDE POSSIBILITà SERVIZIO TAXI Garantisco la pulizia quotidiana cambio acqua, alimentazione secondo le vostre abitudini, la cura di loro con tutte le attenzioni che i nostri amici richiedono. A richiesta, invio foto su Whatsapp con cadenza giornaliera. l pagamento è anticipato per evitare che l ospite non venga ritirato, come si è verificato in passato PER INFO 3921116423 15 euro giornalieri INFO 3921116423
Bari (Puglia)

15 €

ANSIA, PANICO, FOBIE: L'IPNOSI REGRESSIVA PER RISOLVERLE

ANSIA, PANICO, FOBIE: L\'IPNOSI REGRESSIVA PER SCONFIGGERLE. L\'ipnosi regressiva Dinamica per scoprirne le cause, riportare alla luce della coscienza, fatti, conflitti, del passato, nascosti nell\'ombra dell\'inconscio. ANSIA, ANGOSCIA, PAURA, PANICO, FOBIE: Le cause, la cura. Sono malesseri facenti parte dei classici disturbi dell\'emotività. Rappresentano dei veri e propri vincoli emotivi che bloccano gradualmente l\'individuo nell\'espletamento delle proprie funzioni. L\' ansia è uno stato caratterizzato da una sensazione di paura non connessa ad alcuno stimolo specifico. Si distingue dalla paura vera e propria dal fatto di essere aspecifica, vaga o derivata da un conflitto interiore. I segni somatici sono una iperattività del sistema nervoso autonomo e in generale della classica risposta del sistema simpatico di tipo \"combatti o fuggi\". L\'ansia è una complessa combinazione di emozioni negative che includono paura, apprensione e preoccupazione, ed è spesso accompagnata da sensazioni fisiche come palpitazioni, dolori al petto e/o respiro corto, nausea, tremore intenso. Se l\'ansia ricorre cronicamente e questa ha un forte impatto sulla vita di una persona, si può diagnosticare un disturbo d\'ansia. I più comuni sono: Disturbo d\'ansia generalizzata (DAG). Ansia da prestazione. Disturbo da attacchi di panico (DP). Fobie: fobia sociale, fobie specifiche. Disturbo d\'ansia generalizzato: è un disturbo cronico caratterizzato da un\' ansia durevole che non è concentrata su un particolare oggetto o situazione:è aspecifica e fluttuante. Le persone che soffrono di questo disturbo sentono di temere qualcosa ma sono incapaci di esprimere specificatamente di che paura si tratti. Temono costantemente e trovano molto difficile controllare le loro preoccupazioni. A causa della tensione muscolare persistente e le reazioni autonomiche della paura, possono sviluppare emicrania, palpitazioni, vertigini e insonnia. Alcuni disturbi d\'ansia da prestazione: Ansia da esami; scolastici, patente, ansia da gare sportive. Ansia da palcoscenico; attori, musicisti, conferenzieri, parlare in pubblico, ecc. Ansia da prestazione sessuale. L\'ansia da prestazione è alimentata da paure che si attivano a dismisura come: il timore del giudizio negativo, paura dell\'abbandono affettivo, paura di perdere stima e considerazione da parte di persone significative e per sensi di colpa. Disturbo da attacchi di panico: una persona soffre di brevi attacchi di terrore e apprensione intensi che causano tremore e scosse, vertigini e difficoltà respiratorie. Fobie: dal greco \"paura\" è un irrazionale e persistente paura e repulsione di certe situazioni, oggetti, animali, insetti, attività o persone. Il sintomo principale di questo disturbo è l\'irrefrenabile desiderio di evitare il soggetto che incute timore, terrore. Alcuni tipi di fobie: Fobia sociale: paura di essere giudicati negativi dagli altri, paura da palcoscenico, forte paura e tremore della mano nel dover firmare davanti a qualcuno. Agorafobia: paura degli spazi aperti. Aracnofobia: paura dei ragni. Claustrofobia: paura dei luoghi chiusi. Amaxofobia: paura di guidare l\'automobile. Aviatofobia: paura di prendere un aereo. Idrofobia: paura dell\'acqua Bacillofobia: paura dei microbi Bacteriofobia: paura dei batteri. Rupofobia: paura dello sporco, dalla quale spesso deriva l\'ossessione di pulire. LA CURA: E\' possibile risolvere questi stati gravi di malessere attraverso la revisione delle cause storiche, cioè quelle che realmente hanno dato origine al problema, una ristrutturazione intrapsichica dell\'individuo, ritornare su quei conflitti del passato che si sono riattivati e che rigenerano le paure inconsce,amplificando quei vincoli che non permettono alla persona di appagarsi emotivamente per quanto gli necessita e di conseguenza si ha la formazione dei disturbi d\'ansia. Ricordando che se la causa dei nostri problemi non è nel presente certamente è nel passato. L\'ipnosi regressiva è uno strumento di grande efficacia per la cura dei disturbi d\'ansia perchè permette di effettuare una ristrutturazione personale in tempi relativamente brevi, ci permette di scoprire gli antefatti, ossia le cause, che sono responsabili di quelle paure inconsce, amplificate dalla riattivazione di quei conflitti genitoriali, vissuti nel periodo infantile/adolescenziale. Riportarli a coscienza alla razionalità liberandone le emozioni negative, rimaste compresse, così da ridurne gli effetti fino a cancellarli, riportarli definitivamente in superficie permettendo così alla razionalità di digerirli e disintegrarli nel loro contenuto di dolore, origine delle paure che alimentano i disturbi d\'ansia. Valter Gentili psicologo ipnologo Per ulteriori informazioni tel. 334.320.97.96 - 011.23.59.505 oppure www.emotivia.it ALCUNE CREDENZE ERRATE SULL\'IPNOSI: 1-Andare in ipnosi vuol dire dormire o perdere la coscienza: FALSO il più delle volte la procedura ipnotica comporta una condizione che potremmo paragonare al dormiveglia. Questo stato può indurre talvolta una sorta di torpore che rende percezione e ricordo annebbiati; ma più comunemente, la trans è una rilassata vigilanza. 2-Se non si viene \'risvegliati\', si può non uscire più dallo stato ipnotico: FALSO in realtà, per quanto in realtà la trans sia un\'esperienza piacevole, se non si ricevono sollecitazioni, dopo un po\' ci si riprende da sé. 3-L\'ipnotizzatore può far quello che vuole dell\'ipnotizzato: FALSO: durante la trans si produce una maggiore disinibizione, ma se l\'individuo normalmente o per volontà non vuole veramente fare qualcosa non lo fa. 4-Con l\'ipnosi possono emergere impulsi, pensieri e ricordi che possono far star male: VERO/FALSO: si tratta di un evento piuttosto raro; più di frequente, l\'individuo può avere crisi di pianto, tremori o provare forti emozioni all\'inizio dell\'induzione, quando il rilassamento favorisce lo scarico di tensioni fino a quel momento trattenute; ma lo stesso può fare la scena di un film o un racconto particolarmente commovente.
Italia (Tutte le città)

SILLA:DOLCE PITBULL CERCA AFFETTO

SILLA:dolce pitbull cerca affetto Ecco la splendida Silla, giovane pitbull (di circa tre anni) in cerca di casa e affetto!! Una storia triste alle spalle: trovata abbandonata(probabile passato come fattrice di cani da combattimento) affamata, con dei piccoli da sfamare, spaventata, randagia in una paesino del Sud, è finita in canile con i suoi cuccioli. Le gabbie e lo stress provato nel canile sovraffollato le hanno tolto la voglia di vivere:cuccioli adottati, lei sola a lasciarsi morire di fame. Non mangiava. Non si muoveva. Dimagriva. PERSI sei chili in due mesi. Senza speranze passava il tempo guardando nel vuoto. POI un giorno un bravo ragazzo arriva e.. la salva! la porta a casa. SILLA È FINALMENTE FELICE. Ricomincia a mangiare e sta sempre meglio...ma..che fatica con l altro cane di casa! SILLA viene da un passato di strada,di lotte,di stenti. Non tollera gli altri cani se tentano di dominarla. Con gli amici umani è una dolcezza, equilibrata e obbediente. Il ragazzo decide quindi per il bene si Silla e del suo cane di trovarle una nuova adozione,una famiglia tutta per lei che le dedichi affetto e tempo senza il disagio di altri animali in casa che per lei sono difficili da tollerare. Chi si offre ? Sara ceduta solo a persone valide, con compilazione di appositi moduli di adozione. SILLA è sana. È Vaccinata, sverminata, sterilizzata. È SPLENDIDA ORA. Al guinzaglio è docile e tranquilla. In esterno non cerca la rissa ma è indifferente agli altri cani. È in casa che fa fatica. Con le persone ha un carattere dolce e remissivo. È di taglia media(18kg)..e vi.aspetta! Non facciamola.tornare in un canile. Ne morirebbe. Per info:vailatiugo@alice.it Cell. 3474512872
Firenze (Toscana)

CORSO INTERATTIVO PER ANIMAL COMMUNICATOR

Corso interattivo per Animal Communicator: come comunicare telepaticamente con gli animali L'Animal Communicator è una figura sempre più richiesta nella nostra società in cui la sensibilità verso gli animali e verso i loro problemi è in aumento. Grazie a questa tecnica, già utilizzata su larga scala nei Paesi di lingua anglosassone, potrai imparare a comprendere meglio i tuoi amici a quattro zampe e offrire i tuoi servizi ad altre persone, per aiutarle a relazionarsi in modo appropriato e costruttivo coi propri animali. Questo tipo di comunicazione consente il trasferimento diretto di pensieri, immagini, sensazioni, emozioni. Non si basa su ipotesi derivate dall'osservazione del comportamento o del linguaggio del corpo, la maggior parte dei professionisti che la utilizzano lavora a distanza, raramente viene loro fornita una fotografia dell'animale, di solito devono accontentarsi di una semplice descrizione. La capacità di comunicare telepaticamente non è una dote esclusiva di poche persone. Tutti noi abbiamo gli "strumenti" per farlo e possiamo imparare ad utilizzarli. La comunicazione telepatica con gli animali può essere utile per risolvere molti problemi comuni agli animali domestici e sicuramente migliora il rapporto animale-persona, rendendolo più profondo. Può inoltre avere le seguenti applicazioni: - Risolvere problemi di comportamento - paura, aggressività , ansia da separazione, comportamenti indesiderati. - Favorire l'addestramento. - Risolvere problemi di qualità della vita - capire cosa l'animale desidera veramente; migliorare le relazioni. - Ritrovare animali smarriti. - Sostenere gli animali durante la malattia e il trapasso. - Ricevere informazioni utili nella fase di adozione o nell'inserimento dell'animale all'interno di un gruppo. - Avere notizie sul passato di un animale ritrovato o sequestrato. Il corso comprende: - Un manuale contenente tutti i principi e le tecniche per la pratica della comunicazione telepatica con gli animali. - Dieci sessioni di pratica interattive con i miei animali - Supporto continuativo - Certificato attestante le capacità acquisite Prezzo: Euro 75,00 Il corso si svolge interamente via email. Contattami per ricevere ulteriori informazioni Sito web: www.kundalini-reiki-healing.net Facebook: www.facebook.com/AnimalCommunicationHealing Email: elisabetta@kundalini-reiki-healing.net Tel. 338/8841303
Italia

75 €

PERCORSI DIDATTICI LIGURI

Viaggi istruzione in Liguria. Grotte Toriano e Liguria PERCORSI GUIDATI E LABORATORI DIDATTICI PER LA SCUOLA PRIMARIA Provincia di Savona A.s. 2009-10 La Nostra Liguria propone 8 percorsi guidati e 5 laboratori didattici (durata: 2/3 ore ciascuno) per viaggi di istruzione e uscite didattiche delle scuole primarie. Il programma della giornata va costruito abbinando 2 proposte a vostra scelta. Su richiesta inviamo il dettaglio delle opzioni contenute nel dépliant. In caso di maltempo il pranzo e le attività didattiche si svolgeranno in locali coperti. PER INFORMAZIONI: 339-4402668 I PERCORSI GUIDATI IN VIAGGIO NELLA… PREISTORIA 1) FINALBORGO, UN GIARDINO DI PIETRA. Facciate, sculture, colonne sono ricche di fossili e conchiglie: è la pietra del Finale, una roccia nata in mare, e che oggi forma i nostri altopiani. Dopo una breve introduzione sulla formazione delle grotte finalesi, rifugio dei nostri antenati fin dal paleolitico, visiteremo il Museo archeologico. Qui ci imbatteremo nel gigantesco scheletro dell’orso delle caverne, con il suo cucciolo, e i bambini conosceranno la commovente vicenda del “giovane principe” e del “bambino degli scoiattoli”. Laboratorio didattico di archeologia sperimentale presso il Museo (a scelta: il mestiere dell’archeologo, la pittura sulle pareti delle caverne, la produzione di oggetti in ceramica…). LE GROTTE …CHI HA PAURA DEL BUIO? 2) GROTTE DI TOIRANO. Scendere nelle viscere della terra e ammirare le straordinarie architetture della natura…Ascoltare i suoni delle stalattiti e scoprire misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi). UNA GIORNATA CON… GLI ANTICHI ROMANI 3) ALBENGA, VIVERE SOPRA UN ‘CASTRUM’ ROMANO. L’itinerario nel centro storico sarà articolato in momenti ludici in cui i bambini scopriranno le vestigia di Albingaunum e approfondiranno aspetti di storia romana (le guerre di conquista, la sottomissione delle tribù liguri, vita sociale, religione…). Visita del Museo Navale Romano: tra anfore e preziosi reperti della nave oneraria affondata scopriremo alcune curiosità, come i dadi da gioco dell’equipaggio e nocciole del I sec. A.C. 4) LA VIA JULIA AUGUSTA. Passeggiata storico-naturalistica lungo la necropoli romana e la via Julia Augusta, di fronte all’isola Gallinaria. Otium e negotium: le passioni e gli svaghi dei romani (visita ai resti dell’anfiteatro e delle terme). L’UOMO E IL MARE 5) NOLI: GLI ULTIMI “LUPI DI MARE”. La V° Repubblica Marinara è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. Introduzione con un percorso giocato nei carruggi per conoscere la storia di Noli e il funzionamento dei principali sistemi difensivi (torri, castello, case-forti, cinta muraria…). VITA DA MARINAI. I commerci tra mare ed entroterra, la navigazione (orientarsi in mare con stelle e bussola, i venti di mare, l’alimentazione, le tempeste e i naufragi che… ci faranno comprendere il significato del detto nolese: “U mâ u l’a u numme cun le”). In spiaggia, tra reti e gozzi, incontro i pescatori. MARE E… NATURA 6) VARIGOTTI… UN COVO DI SARACENI? Passeggiata tra storia e natura lungo un sentiero che, salendo tra “fasce”, ulivi e macchia mediterranea, raggiunge l’antica e silenziosa chiesa di S. Lorenzo (visita interno). Alta su uno sperone roccioso a dominio della baia dei Saraceni, San Lorenzo ricorda la lirica “Sere di Liguria”, dove V. Cardarelli paragona le nostre chiese a “navi che stanno per salpare”. Tutto attorno uno strapiombo vertiginoso di candide rocce, che si tingono di rosa alla luce del tramonto. ITINERARIO STORICO – ARTISTICO 7) FINALBORGO, UN MARE D’ARTE.. Stretti nell’abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, i Chiostri di Santa Caterina ne fanno uno dei “Borghi più belli d’Italia”. Attraverso un originale percorso i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari, simboli legati a curiose vicende. Rivivremo in modo divertente la storia di Finale. (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), un’autentica “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura!). In alternativa: “Il castello fantasma”: caccia al tesoro alla ricerca dei resti di castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...); perché in Liguria non si butta via niente! Premio per i vincitori. LA CULTURA DELL’OLIVO 8) COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. I LABORATORI (a Finale, Varigotti, Noli) Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. LA VEGETAZIONE: A) A CACCIA DI…PIANTE. Una particolare caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le forme di adattamento dei vegetali rispetto alle condizioni climatiche dell’ambiente (luce, temperatura, siccità, salinità…), di esaminare alcuni aspetti delle foglie (dimensione, forma, consistenza, odore…) e le caratteristiche generali della flora mediterranea. Il tesoro sarà dato dall’erbario che nascerà unendo il lavoro di ogni ragazzo. B) IL SENTIERO DEI CINQUE SENSI. I bambini impareranno ad ascoltare i messaggi dell’ambiente naturale attraverso l’uso dei sensi. L’attività proseguirà con la “tombola della macchia mediterranea”, divertente gioco a squadre per verificare ed approfondire quanto appreso durante l’escursione. L’AMBIENTE MARINO C) UN MOSAICO DI MARE. Dopo un’escursione per conoscere le differenti forme di vita animale e vegetale presenti in una costa rocciosa ed in una sabbiosa, i bambini potranno realizzare un semplice mosaico con pietre, alghe, conchiglie ed altri materiali raccolti sulla spiaggia… un’originale opera d’arte da portare con sé come ricordo. D) ALLA SCOPERTA DELLA SPIAGGIA E DEL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali dell’ambiente marino mediterraneo, le proprietà fisiche e chimiche del mare, i fattori che regolano l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”. E)COSTRUIAMO L’ACQUARIO MEDITERRANEO. Il laboratorio illustra peculiarità anatomiche e strategie difensive di organismi marini e pesci del mar Ligure. ALTRI LABORATORI: Costruiamo la nassa, un’antica trappola per i pesci! – Il risseu, una pavimentazione di ciottoli di mare – Le casette di Varigotti – Costruiamo un accampamento romano in miniatura – La realizzazione di un mosaico – I nodi dei marinai – Albisola, la ceramica - I muretti a secco delle fasce. SONO DISPONIBILI I PROGRAMMI RELATIVI ALLA… § PROVINCIA DI GENOVA: L’Acquario di Genova; in abbinamento: itinerario nel centro storico, oppure visita ad un Museo a scelta (Palazzo Reale; Musei di strada Nuova; Museo Archeologico di Pegli, tra preistoria, antichi egizi, greci e romani; Museo Navale; Museo di Storia Naturale). Portofino e il Golfo Paradiso. § PROVINCIA DI IMPERIA: I Giardini Hanbury. Ventimiglia romana. San Remo e il Museo civico (preistoria). Imperia e il Museo dell’Olivo. Triora, il paese delle streghe… Dove il tempo si è fermato: Dolceacqua, Apricale, Pigna. Cervo, come un’ostrica sullo scoglio. Taggia. § PROVINCIA DI LA SPEZIA: la magia delle Cinque Terre. § COSTA AZZURRA: Monaco e il Museo Oceanografico (laboratorio didattico: la vasca tattile). PERCORSI GUIDATI E LABORATORI DIDATTICI PER LE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO Provincia di Savona A.s. 2009-10 La Nostra Liguria propone 9 percorsi guidati e alcuni laboratori didattici (durata: 2/3 ore ciascuno) per i viaggi di istruzione delle scuole secondarie di primo grado. Il programma della giornata va costruito abbinando 2 proposte a vostra scelta. Su richiesta inviamo il dettaglio delle opzioni contenute nel presente dépliant. In caso di maltempo il pranzo e le attività didattiche si svolgeranno in locali coperti. PER INFORMAZIONI: 339-4402668 I PERCORSI GUIDATI Storico - Artistici IL MEDIOEVO 1) NOLI…QUINTA REPUBBLICA MARINARA? Ricordata da Dante nel IV canto del Purgatorio (“Vassi in San Leo e discendesi in Noli…”) l’antica Repubblica ha un passato glorioso. Attraverso un Percorso giocato nei carruggi i ragazzi conosceranno le caratteristiche del Castello feudale, la nascita del Comune e il funzionamento dei principali sistemi difensivi di Noli (metodi di comunicazione tra le torri, case-forti, cinta muraria…). VITA DA MARINAI: i commerci tra mare ed entroterra, la navigazione con gli strumenti del tempo, l’alimentazione e i naufragi che…ci spiegheranno il significato del detto “U mâ u l’a u numme cun le”. Terra di impavidi naviganti, diede un importante contributo nell’epoca delle scoperte geografiche: Anton da Noli raggiunse le isole di Capo Verde. La potente Repubblica è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. In spiaggia, tra reti e gozzi, incontreremo i pescatori. 2) ALBENGA, ALL’OMBRA DELLE TORRI MEDIEVALI Tra logge e palazzi medievali, si svelano ambienti raccolti e silenziosi, come la suggestiva Piazzetta dei Leoni. Con l’ausilio di schede didattiche (o attraverso un Percorso giocato, per le classi prime) i ragazzi approfondiranno temi legati alle attività commerciali, alle lotte tra guelfi e ghibellini, alla spiritualità. Visiteremo lo splendido Battistero paleocristiano (V°sec.) che conserva un magnifico mosaico in stile bizantino, tra i pochi presenti nel nord Italia insieme a Ravenna. 3) CASTEVECCHIO, IL FASCINO SENZA TEMPO DELLA LIGURIA. Per approfondire la differenza architettonica ed amministrativa tra feudo e Comune si può abbinare ad Albenga la visita di Castelvecchio di Rocca Barbena e di Villanova. Il primo è un borgo dai vicoli contorti e labirintici, abbarbicato alla rupe su cui sorge il Castello dei marchesi di Clavesana. Villanova è un paese-fortezza creato nel ‘200 dal Comune di Albenga per difendere la sua liberà dalle minacce dei feudatari. L’ETA’ MODERNA 4) FINALBORGO, UN GIARDINO DI PIETRA. Stretti nell’abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, il Convento Domenicano ne fanno uno dei “Borghi più belli d’Italia”. La ricca storia consente, con l’ausilio di schede didattiche, molteplici chiavi di lettura. I marchesi Del Carretto, che ne ebbero il dominio dal medioevo fino al 1598, furono i mecenati che durante il Rinascimento vollero i Chiostri di S. Caterina, lo splendido Castel Gavone, i tanti polittici cinquecenteschi. Dopo la pace di Cateau-Cambrèsis Finale fu acquistata dalla Spagna e ne divenne l’accesso marittimo per raggiungere il ducato di Milano: il XVII sec. Fu un’altra epoca d’oro per il Borgo, che si arricchì di monumenti secondo il nuovo gusto barocco. Splendide le statue vestite conservate in S. Biagio, ispirate ai princìpi della Controriforma. § Per le classi prime: potremo rivivremo in modo divertente la storia di Finale attraverso un originale percorso: i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari locali, simboli legati a curiose vicende storiche… § In alternativa: “Il castello fantasma”: caccia al tesoro alla ricerca dei resti di castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...); perché in Liguria non si butta via niente! Premio speciale per i vincitori! (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), una “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura). 5) SAVONA, CITTA’ DI PAPI. 6) ITINERARIO NAPOLENICO, Savona e Valbormida. Ambientali LE GROTTE …CHI HA PAURA DEL BUIO? 7) GROTTE DI TOIRANO. Scendere nelle viscere della terra e ammirare le straordinarie architetture della natura…Ascoltare i suoni delle stalattiti e scoprire misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…Le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi). MARE E… NATURA 8) VARIGOTTI… UN COVO DI SARACENI? Passeggiata tra storia e natura lungo un sentiero che, salendo tra “fasce”, ulivi e macchia mediterranea, raggiunge l’antica e silenziosa chiesa di S. Lorenzo (visita interno). Alta su uno sperone roccioso a dominio della baia dei Saraceni, San Lorenzo ricorda la lirica “Sere di Liguria”, dove V. Cardarelli paragona le nostre chiese a “navi che stanno per salpare”. Tutto attorno uno strapiombo vertiginoso di candide rocce, che si tingono di rosa alla luce del tramonto. LA CULTURA DELL’OLIVO 9) COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. I LABORATORI (a Finale, Varigotti, Noli) Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. LA VEGETAZIONE: A) A CACCIA DI…PIANTE. Una caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le forme di adattamento dei vegetali rispetto alle condizioni climatiche dell’ambiente (luce, temperatura, siccità, salinità…), di esaminare alcuni aspetti delle foglie (dimensione, forma, consistenza, odore…) e le caratteristiche della flora mediterranea. L’AMBIENTE MARINO B) ALLA SCOPERTA DELLA SPIAGGIA E DEL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali presenti in una costa rocciosa ed in una sabbiosa, i fattori che regolano l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”: la Posidonia, perché è tanto importante; le cause dell’impoverimento della flora nelle coste; il Santuario dei cetacei: morfologia, strategie di orientamento, evoluzione. Su richiesta: escursione in battello o barca a vela. ALTRI LABORATORI: Costruiamo la nassa, un’antica trappola per i pesci! – Il risseu, una pavimentazione di ciottoli di mare – La realizzazione di un mosaico – Albisola, la ceramica - I muretti a secco delle fasce. SONO DISPONIBILI I PROGRAMMI IN.... § PROVINCIA DI GENOVA.: ACQUARIO - Genova, la Superba… Itinerario nel centro storico più vasto d’Europa. Il contrasto tra i “carruggi” e le strade dell’aristocrazia. La Repubblica marinara e il “secolo d’Oro”. La chiesa di S. Matteo e la famiglia D’Oria. La Cattedrale di San Lorenzo. La casa di Colombo, Porta Soprana, il Palazzo Ducale, Piazza De Ferrari, il Porto antico. Itinerario in un Museo, a scelta tra: Palazzo Reale, saloni di rappresentanza, ambienti di vita quotidiana e la celeberrima galleria degli specchi. Galleria Nazionale di Palazzo Spinola. Palazzo Bianco, Rosso, Doria - Tursi con il violino di Paganini. Museo del Risorgimento e casa natale di Giuseppe Mazzini. Portofino e il Golfo Paradiso. § PROVINCIA DI IMPERIA: I Giardini Hanbury a Ventimiglia. San Remo. Imperia e il museo dell’Olivo. Triora, quale scenografia migliore dei suoi oscuri carruggi per la folle realtà della caccia alle streghe? - Dove il tempo si è fermato: Dolceacqua, Apricale, Pigna. Cervo, come un’ostrica sullo scoglio. § PROVINCIA DI LA SPEZIA: magiche Cinque Terre. § COSTA AZZURRA: Monaco e il Museo Oceanografico (laboratorio didattico: la vasca tattile) I membri di “La nostra Liguria” non sono solo guide turistiche ed ambientali abilitate dalla Provincia e operatori didattici con formazione universitaria, ma in primo luogo liguri che amano la loro terra e le sue tradizioni. Grazie al suo radicamento sul territorio “La Nostra Liguria” ha accesso ad ambienti di rilevante interesse storico e artistico ma normalmente chiusi al pubblico (il Teatro Aycardi e la Pieve Paleocristiana a Finale, la chiesa di S.Lorenzo Vecchio a Varigotti, salita su torri medievali, antiche fornaci di ceramica…). “La Nostra Liguria” progetta e conduce percorsi guidati e laboratori adeguando linguaggio e contenuto all’età dei ragazzi. Attraverso partecipazione attiva e coinvolgimento gli studenti diventano protagonisti delle visite e non solo osservatori della realtà esterna. Tra sentieri immersi nel verde a strapiombo sul mare ed antichi villaggi di pescatori scopriremo insieme la bellezza segreta della Liguria. LA NOSTRA LIGURIA P.I. 01437710096 VIA PARCO DEGLI ULIVI, 1 17029 VARIGOTTI (SV) TEL: 339-4402668. Inserzionista: Guide Turistiche
Toirano (Liguria)

PERCORSI DIDATTICI LIGURI

Viaggi istruzione in Liguria. Grotte Toriano e Liguria PERCORSI GUIDATI E LABORATORI DIDATTICI PER LA SCUOLA PRIMARIA Provincia di Savona A.s. 2016-17 La Nostra Liguria propone 8 percorsi guidati e 5 laboratori didattici (durata: 2/3 ore ciascuno) per viaggi di istruzione e uscite didattiche delle scuole primarie. Il programma della giornata va costruito abbinando 2 proposte a vostra scelta. Su richiesta inviamo il dettaglio delle opzioni contenute nel dépliant. In caso di maltempo il pranzo e le attività didattiche si svolgeranno in locali coperti. PER INFORMAZIONI: 339-4402668 I PERCORSI GUIDATI IN VIAGGIO NELLA… PREISTORIA 1) FINALBORGO, UN GIARDINO DI PIETRA. Facciate, sculture, colonne sono ricche di fossili e conchiglie: è la pietra del Finale, una roccia nata in mare, e che oggi forma i nostri altopiani. Dopo una breve introduzione sulla formazione delle grotte finalesi, rifugio dei nostri antenati fin dal paleolitico, visiteremo il Museo archeologico. Qui ci imbatteremo nel gigantesco scheletro dell’orso delle caverne, con il suo cucciolo, e i bambini conosceranno la commovente vicenda del “giovane principe” e del “bambino degli scoiattoli”. Laboratorio didattico di archeologia sperimentale presso il Museo (a scelta: il mestiere dell’archeologo, la pittura sulle pareti delle caverne, la produzione di oggetti in ceramica…). LE GROTTE …CHI HA PAURA DEL BUIO? 2) GROTTE DI TOIRANO. Scendere nelle viscere della terra e ammirare le straordinarie architetture della natura…Ascoltare i suoni delle stalattiti e scoprire misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi). UNA GIORNATA CON… GLI ANTICHI ROMANI 3) ALBENGA, VIVERE SOPRA UN ‘CASTRUM’ ROMANO. L’itinerario nel centro storico sarà articolato in momenti ludici in cui i bambini scopriranno le vestigia di Albingaunum e approfondiranno aspetti di storia romana (le guerre di conquista, la sottomissione delle tribù liguri, vita sociale, religione…). Visita del Museo Navale Romano: tra anfore e preziosi reperti della nave oneraria affondata scopriremo alcune curiosità, come i dadi da gioco dell’equipaggio e nocciole del I sec. A.C. 4) LA VIA JULIA AUGUSTA. Passeggiata storico-naturalistica lungo la necropoli romana e la via Julia Augusta, di fronte all’isola Gallinaria. Otium e negotium: le passioni e gli svaghi dei romani (visita ai resti dell’anfiteatro e delle terme). L’UOMO E IL MARE 5) NOLI: GLI ULTIMI “LUPI DI MARE”. La V° Repubblica Marinara è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. Introduzione con un percorso giocato nei carruggi per conoscere la storia di Noli e il funzionamento dei principali sistemi difensivi (torri, castello, case-forti, cinta muraria…). VITA DA MARINAI. I commerci tra mare ed entroterra, la navigazione (orientarsi in mare con stelle e bussola, i venti di mare, l’alimentazione, le tempeste e i naufragi che… ci faranno comprendere il significato del detto nolese: “U mâ u l’a u numme cun le”). In spiaggia, tra reti e gozzi, incontro i pescatori. MARE E… NATURA 6) VARIGOTTI… UN COVO DI SARACENI? Passeggiata tra storia e natura lungo un sentiero che, salendo tra “fasce”, ulivi e macchia mediterranea, raggiunge l’antica e silenziosa chiesa di S. Lorenzo (visita interno). Alta su uno sperone roccioso a dominio della baia dei Saraceni, San Lorenzo ricorda la lirica “Sere di Liguria”, dove V. Cardarelli paragona le nostre chiese a “navi che stanno per salpare”. Tutto attorno uno strapiombo vertiginoso di candide rocce, che si tingono di rosa alla luce del tramonto. ITINERARIO STORICO – ARTISTICO 7) FINALBORGO, UN MARE D’ARTE.. Stretti nell’abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, i Chiostri di Santa Caterina ne fanno uno dei “Borghi più belli d’Italia”. Attraverso un originale percorso i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari, simboli legati a curiose vicende. Rivivremo in modo divertente la storia di Finale. (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), un’autentica “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura!). In alternativa: “Il castello fantasma”: caccia al tesoro alla ricerca dei resti di castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...); perché in Liguria non si butta via niente! Premio per i vincitori. LA CULTURA DELL’OLIVO 8) COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. I LABORATORI (a Finale, Varigotti, Noli) Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. LA VEGETAZIONE: A) A CACCIA DI…PIANTE. Una particolare caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le forme di adattamento dei vegetali rispetto alle condizioni climatiche dell’ambiente (luce, temperatura, siccità, salinità…), di esaminare alcuni aspetti delle foglie (dimensione, forma, consistenza, odore…) e le caratteristiche generali della flora mediterranea. Il tesoro sarà dato dall’erbario che nascerà unendo il lavoro di ogni ragazzo. B) IL SENTIERO DEI CINQUE SENSI. I bambini impareranno ad ascoltare i messaggi dell’ambiente naturale attraverso l’uso dei sensi. L’attività proseguirà con la “tombola della macchia mediterranea”, divertente gioco a squadre per verificare ed approfondire quanto appreso durante l’escursione. L’AMBIENTE MARINO C) UN MOSAICO DI MARE. Dopo un’escursione per conoscere le differenti forme di vita animale e vegetale presenti in una costa rocciosa ed in una sabbiosa, i bambini potranno realizzare un semplice mosaico con pietre, alghe, conchiglie ed altri materiali raccolti sulla spiaggia… un’originale opera d’arte da portare con sé come ricordo. D) ALLA SCOPERTA DELLA SPIAGGIA E DEL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali dell’ambiente marino mediterraneo, le proprietà fisiche e chimiche del mare, i fattori che regolano l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”. E)COSTRUIAMO L’ACQUARIO MEDITERRANEO. Il laboratorio illustra peculiarità anatomiche e strategie difensive di organismi marini e pesci del mar Ligure. ALTRI LABORATORI: Costruiamo la nassa, un’antica trappola per i pesci! – Il risseu, una pavimentazione di ciottoli di mare – Le casette di Varigotti – Costruiamo un accampamento romano in miniatura – La realizzazione di un mosaico – I nodi dei marinai – Albisola, la ceramica - I muretti a secco delle fasce. SONO DISPONIBILI I PROGRAMMI RELATIVI ALLA… § PROVINCIA DI GENOVA: L’Acquario di Genova; in abbinamento: itinerario nel centro storico, oppure visita ad un Museo a scelta (Palazzo Reale; Musei di strada Nuova; Museo Archeologico di Pegli, tra preistoria, antichi egizi, greci e romani; Museo Navale; Museo di Storia Naturale). Portofino e il Golfo Paradiso. § PROVINCIA DI IMPERIA: I Giardini Hanbury. Ventimiglia romana. San Remo e il Museo civico (preistoria). Imperia e il Museo dell’Olivo. Triora, il paese delle streghe… Dove il tempo si è fermato: Dolceacqua, Apricale, Pigna. Cervo, come un’ostrica sullo scoglio. Taggia. § PROVINCIA DI LA SPEZIA: la magia delle Cinque Terre. § COSTA AZZURRA: Monaco e il Museo Oceanografico (laboratorio didattico: la vasca tattile). PERCORSI GUIDATI E LABORATORI DIDATTICI PER LE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO Provincia di Savona A.s. 2009-10 La Nostra Liguria propone 9 percorsi guidati e alcuni laboratori didattici (durata: 2/3 ore ciascuno) per i viaggi di istruzione delle scuole secondarie di primo grado. Il programma della giornata va costruito abbinando 2 proposte a vostra scelta. Su richiesta inviamo il dettaglio delle opzioni contenute nel presente dépliant. In caso di maltempo il pranzo e le attività didattiche si svolgeranno in locali coperti. PER INFORMAZIONI: 339-4402668 I PERCORSI GUIDATI Storico - Artistici IL MEDIOEVO 1) NOLI…QUINTA REPUBBLICA MARINARA? Ricordata da Dante nel IV canto del Purgatorio (“Vassi in San Leo e discendesi in Noli…”) l’antica Repubblica ha un passato glorioso. Attraverso un Percorso giocato nei carruggi i ragazzi conosceranno le caratteristiche del Castello feudale, la nascita del Comune e il funzionamento dei principali sistemi difensivi di Noli (metodi di comunicazione tra le torri, case-forti, cinta muraria…). VITA DA MARINAI: i commerci tra mare ed entroterra, la navigazione con gli strumenti del tempo, l’alimentazione e i naufragi che…ci spiegheranno il significato del detto “U mâ u l’a u numme cun le”. Terra di impavidi naviganti, diede un importante contributo nell’epoca delle scoperte geografiche: Anton da Noli raggiunse le isole di Capo Verde. La potente Repubblica è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. In spiaggia, tra reti e gozzi, incontreremo i pescatori. 2) ALBENGA, ALL’OMBRA DELLE TORRI MEDIEVALI Tra logge e palazzi medievali, si svelano ambienti raccolti e silenziosi, come la suggestiva Piazzetta dei Leoni. Con l’ausilio di schede didattiche (o attraverso un Percorso giocato, per le classi prime) i ragazzi approfondiranno temi legati alle attività commerciali, alle lotte tra guelfi e ghibellini, alla spiritualità. Visiteremo lo splendido Battistero paleocristiano (V°sec.) che conserva un magnifico mosaico in stile bizantino, tra i pochi presenti nel nord Italia insieme a Ravenna. 3) CASTEVECCHIO, IL FASCINO SENZA TEMPO DELLA LIGURIA. Per approfondire la differenza architettonica ed amministrativa tra feudo e Comune si può abbinare ad Albenga la visita di Castelvecchio di Rocca Barbena e di Villanova. Il primo è un borgo dai vicoli contorti e labirintici, abbarbicato alla rupe su cui sorge il Castello dei marchesi di Clavesana. Villanova è un paese-fortezza creato nel ‘200 dal Comune di Albenga per difendere la sua liberà dalle minacce dei feudatari. L’ETA’ MODERNA 4) FINALBORGO, UN GIARDINO DI PIETRA. Stretti nell’abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, il Convento Domenicano ne fanno uno dei “Borghi più belli d’Italia”. La ricca storia consente, con l’ausilio di schede didattiche, molteplici chiavi di lettura. I marchesi Del Carretto, che ne ebbero il dominio dal medioevo fino al 1598, furono i mecenati che durante il Rinascimento vollero i Chiostri di S. Caterina, lo splendido Castel Gavone, i tanti polittici cinquecenteschi. Dopo la pace di Cateau-Cambrèsis Finale fu acquistata dalla Spagna e ne divenne l’accesso marittimo per raggiungere il ducato di Milano: il XVII sec. Fu un’altra epoca d’oro per il Borgo, che si arricchì di monumenti secondo il nuovo gusto barocco. Splendide le statue vestite conservate in S. Biagio, ispirate ai princìpi della Controriforma. § Per le classi prime: potremo rivivremo in modo divertente la storia di Finale attraverso un originale percorso: i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari locali, simboli legati a curiose vicende storiche… § In alternativa: “Il castello fantasma”: caccia al tesoro alla ricerca dei resti di castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...); perché in Liguria non si butta via niente! Premio speciale per i vincitori! (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), una “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura). 5) SAVONA, CITTA’ DI PAPI. 6) ITINERARIO NAPOLENICO, Savona e Valbormida. Ambientali LE GROTTE …CHI HA PAURA DEL BUIO? 7) GROTTE DI TOIRANO. Scendere nelle viscere della terra e ammirare le straordinarie architetture della natura…Ascoltare i suoni delle stalattiti e scoprire misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…Le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi). MARE E… NATURA 8) VARIGOTTI… UN COVO DI SARACENI? Passeggiata tra storia e natura lungo un sentiero che, salendo tra “fasce”, ulivi e macchia mediterranea, raggiunge l’antica e silenziosa chiesa di S. Lorenzo (visita interno). Alta su uno sperone roccioso a dominio della baia dei Saraceni, San Lorenzo ricorda la lirica “Sere di Liguria”, dove V. Cardarelli paragona le nostre chiese a “navi che stanno per salpare”. Tutto attorno uno strapiombo vertiginoso di candide rocce, che si tingono di rosa alla luce del tramonto. LA CULTURA DELL’OLIVO 9) COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. I LABORATORI (a Finale, Varigotti, Noli) Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. LA VEGETAZIONE: A) A CACCIA DI…PIANTE. Una caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le forme di adattamento dei vegetali rispetto alle condizioni climatiche dell’ambiente (luce, temperatura, siccità, salinità…), di esaminare alcuni aspetti delle foglie (dimensione, forma, consistenza, odore…) e le caratteristiche della flora mediterranea. L’AMBIENTE MARINO B) ALLA SCOPERTA DELLA SPIAGGIA E DEL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali presenti in una costa rocciosa ed in una sabbiosa, i fattori che regolano l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”: la Posidonia, perché è tanto importante; le cause dell’impoverimento della flora nelle coste; il Santuario dei cetacei: morfologia, strategie di orientamento, evoluzione. Su richiesta: escursione in battello o barca a vela. ALTRI LABORATORI: Costruiamo la nassa, un’antica trappola per i pesci! – Il risseu, una pavimentazione di ciottoli di mare – La realizzazione di un mosaico – Albisola, la ceramica - I muretti a secco delle fasce. SONO DISPONIBILI I PROGRAMMI IN.... § PROVINCIA DI GENOVA.: ACQUARIO - Genova, la Superba… Itinerario nel centro storico più vasto d’Europa. Il contrasto tra i “carruggi” e le strade dell’aristocrazia. La Repubblica marinara e il “secolo d’Oro”. La chiesa di S. Matteo e la famiglia D’Oria. La Cattedrale di San Lorenzo. La casa di Colombo, Porta Soprana, il Palazzo Ducale, Piazza De Ferrari, il Porto antico. Itinerario in un Museo, a scelta tra: Palazzo Reale, saloni di rappresentanza, ambienti di vita quotidiana e la celeberrima galleria degli specchi. Galleria Nazionale di Palazzo Spinola. Palazzo Bianco, Rosso, Doria - Tursi con il violino di Paganini. Museo del Risorgimento e casa natale di Giuseppe Mazzini. Portofino e il Golfo Paradiso. § PROVINCIA DI IMPERIA: I Giardini Hanbury a Ventimiglia. San Remo. Imperia e il museo dell’Olivo. Triora, quale scenografia migliore dei suoi oscuri carruggi per la folle realtà della caccia alle streghe? - Dove il tempo si è fermato: Dolceacqua, Apricale, Pigna. Cervo, come un’ostrica sullo scoglio. § PROVINCIA DI LA SPEZIA: magiche Cinque Terre. § COSTA AZZURRA: Monaco e il Museo Oceanografico (laboratorio didattico: la vasca tattile) I membri di “La nostra Liguria” non sono solo guide turistiche ed ambientali abilitate dalla Provincia e operatori didattici con formazione universitaria, ma in primo luogo liguri che amano la loro terra e le sue tradizioni. Grazie al suo radicamento sul territorio “La Nostra Liguria” ha accesso ad ambienti di rilevante interesse storico e artistico ma normalmente chiusi al pubblico (il Teatro Aycardi e la Pieve Paleocristiana a Finale, la chiesa di S.Lorenzo Vecchio a Varigotti, salita su torri medievali, antiche fornaci di ceramica…). “La Nostra Liguria” progetta e conduce percorsi guidati e laboratori adeguando linguaggio e contenuto all’età dei ragazzi. Attraverso partecipazione attiva e coinvolgimento gli studenti diventano protagonisti delle visite e non solo osservatori della realtà esterna. Tra sentieri immersi nel verde a strapiombo sul mare ed antichi villaggi di pescatori scopriremo insieme la bellezza segreta della Liguria. LA NOSTRA LIGURIA P.I. 01437710096 VIA PARCO DEGLI ULIVI, 1 17029 VARIGOTTI (SV) TEL: 339-4402668. Inserzionista: Guide Turistiche
Toirano (Liguria)

PERCORSI DIDATTICI LIGURI

Viaggi istruzione in Liguria. Grotte Toriano e Liguria PERCORSI GUIDATI E LABORATORI DIDATTICI PER LA SCUOLA PRIMARIA Provincia di Savona A.s. 2018-19 La Nostra Liguria propone 8 percorsi guidati e 5 laboratori didattici (durata: 2/3 ore ciascuno) per viaggi di istruzione e uscite didattiche delle scuole primarie. Il programma della giornata va costruito abbinando 2 proposte a vostra scelta. Su richiesta inviamo il dettaglio delle opzioni contenute nel dépliant. In caso di maltempo il pranzo e le attività didattiche si svolgeranno in locali coperti. PER INFORMAZIONI: 339-4402668 I PERCORSI GUIDATI IN VIAGGIO NELLA… PREISTORIA 1) FINALBORGO, UN GIARDINO DI PIETRA. Facciate, sculture, colonne sono ricche di fossili e conchiglie: è la pietra del Finale, una roccia nata in mare, e che oggi forma i nostri altopiani. Dopo una breve introduzione sulla formazione delle grotte finalesi, rifugio dei nostri antenati fin dal paleolitico, visiteremo il Museo archeologico. Qui ci imbatteremo nel gigantesco scheletro dell’orso delle caverne, con il suo cucciolo, e i bambini conosceranno la commovente vicenda del “giovane principe” e del “bambino degli scoiattoli”. Laboratorio didattico di archeologia sperimentale presso il Museo (a scelta: il mestiere dell’archeologo, la pittura sulle pareti delle caverne, la produzione di oggetti in ceramica…). LE GROTTE …CHI HA PAURA DEL BUIO? 2) GROTTE DI TOIRANO. Scendere nelle viscere della terra e ammirare le straordinarie architetture della natura…Ascoltare i suoni delle stalattiti e scoprire misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi). UNA GIORNATA CON… GLI ANTICHI ROMANI 3) ALBENGA, VIVERE SOPRA UN ‘CASTRUM’ ROMANO. L’itinerario nel centro storico sarà articolato in momenti ludici in cui i bambini scopriranno le vestigia di Albingaunum e approfondiranno aspetti di storia romana (le guerre di conquista, la sottomissione delle tribù liguri, vita sociale, religione…). Visita del Museo Navale Romano: tra anfore e preziosi reperti della nave oneraria affondata scopriremo alcune curiosità, come i dadi da gioco dell’equipaggio e nocciole del I sec. A.C. 4) LA VIA JULIA AUGUSTA. Passeggiata storico-naturalistica lungo la necropoli romana e la via Julia Augusta, di fronte all’isola Gallinaria. Otium e negotium: le passioni e gli svaghi dei romani (visita ai resti dell’anfiteatro e delle terme). L’UOMO E IL MARE 5) NOLI: GLI ULTIMI “LUPI DI MARE”. La V° Repubblica Marinara è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. Introduzione con un percorso giocato nei carruggi per conoscere la storia di Noli e il funzionamento dei principali sistemi difensivi (torri, castello, case-forti, cinta muraria…). VITA DA MARINAI. I commerci tra mare ed entroterra, la navigazione (orientarsi in mare con stelle e bussola, i venti di mare, l’alimentazione, le tempeste e i naufragi che… ci faranno comprendere il significato del detto nolese: “U mâ u l’a u numme cun le”). In spiaggia, tra reti e gozzi, incontro i pescatori. MARE E… NATURA 6) VARIGOTTI… UN COVO DI SARACENI? Passeggiata tra storia e natura lungo un sentiero che, salendo tra “fasce”, ulivi e macchia mediterranea, raggiunge l’antica e silenziosa chiesa di S. Lorenzo (visita interno). Alta su uno sperone roccioso a dominio della baia dei Saraceni, San Lorenzo ricorda la lirica “Sere di Liguria”, dove V. Cardarelli paragona le nostre chiese a “navi che stanno per salpare”. Tutto attorno uno strapiombo vertiginoso di candide rocce, che si tingono di rosa alla luce del tramonto. ITINERARIO STORICO – ARTISTICO 7) FINALBORGO, UN MARE D’ARTE.. Stretti nell’abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, i Chiostri di Santa Caterina ne fanno uno dei “Borghi più belli d’Italia”. Attraverso un originale percorso i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari, simboli legati a curiose vicende. Rivivremo in modo divertente la storia di Finale. (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), un’autentica “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura!). In alternativa: “Il castello fantasma”: caccia al tesoro alla ricerca dei resti di castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...); perché in Liguria non si butta via niente! Premio per i vincitori. LA CULTURA DELL’OLIVO 8) COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. I LABORATORI (a Finale, Varigotti, Noli) Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. LA VEGETAZIONE: A) A CACCIA DI…PIANTE. Una particolare caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le forme di adattamento dei vegetali rispetto alle condizioni climatiche dell’ambiente (luce, temperatura, siccità, salinità…), di esaminare alcuni aspetti delle foglie (dimensione, forma, consistenza, odore…) e le caratteristiche generali della flora mediterranea. Il tesoro sarà dato dall’erbario che nascerà unendo il lavoro di ogni ragazzo. B) IL SENTIERO DEI CINQUE SENSI. I bambini impareranno ad ascoltare i messaggi dell’ambiente naturale attraverso l’uso dei sensi. L’attività proseguirà con la “tombola della macchia mediterranea”, divertente gioco a squadre per verificare ed approfondire quanto appreso durante l’escursione. L’AMBIENTE MARINO C) UN MOSAICO DI MARE. Dopo un’escursione per conoscere le differenti forme di vita animale e vegetale presenti in una costa rocciosa ed in una sabbiosa, i bambini potranno realizzare un semplice mosaico con pietre, alghe, conchiglie ed altri materiali raccolti sulla spiaggia… un’originale opera d’arte da portare con sé come ricordo. D) ALLA SCOPERTA DELLA SPIAGGIA E DEL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali dell’ambiente marino mediterraneo, le proprietà fisiche e chimiche del mare, i fattori che regolano l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”. E)COSTRUIAMO L’ACQUARIO MEDITERRANEO. Il laboratorio illustra peculiarità anatomiche e strategie difensive di organismi marini e pesci del mar Ligure. ALTRI LABORATORI: Costruiamo la nassa, un’antica trappola per i pesci! – Il risseu, una pavimentazione di ciottoli di mare – Le casette di Varigotti – Costruiamo un accampamento romano in miniatura – La realizzazione di un mosaico – I nodi dei marinai – Albisola, la ceramica - I muretti a secco delle fasce. SONO DISPONIBILI I PROGRAMMI RELATIVI ALLA… § PROVINCIA DI GENOVA: L’Acquario di Genova; in abbinamento: itinerario nel centro storico, oppure visita ad un Museo a scelta (Palazzo Reale; Musei di strada Nuova; Museo Archeologico di Pegli, tra preistoria, antichi egizi, greci e romani; Museo Navale; Museo di Storia Naturale). Portofino e il Golfo Paradiso. § PROVINCIA DI IMPERIA: I Giardini Hanbury. Ventimiglia romana. San Remo e il Museo civico (preistoria). Imperia e il Museo dell’Olivo. Triora, il paese delle streghe… Dove il tempo si è fermato: Dolceacqua, Apricale, Pigna. Cervo, come un’ostrica sullo scoglio. Taggia. § PROVINCIA DI LA SPEZIA: la magia delle Cinque Terre. § COSTA AZZURRA: Monaco e il Museo Oceanografico (laboratorio didattico: la vasca tattile). PERCORSI GUIDATI E LABORATORI DIDATTICI PER LE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO Provincia di Savona A.s. 2009-10 La Nostra Liguria propone 9 percorsi guidati e alcuni laboratori didattici (durata: 2/3 ore ciascuno) per i viaggi di istruzione delle scuole secondarie di primo grado. Il programma della giornata va costruito abbinando 2 proposte a vostra scelta. Su richiesta inviamo il dettaglio delle opzioni contenute nel presente dépliant. In caso di maltempo il pranzo e le attività didattiche si svolgeranno in locali coperti. PER INFORMAZIONI: 339-4402668 I PERCORSI GUIDATI Storico - Artistici IL MEDIOEVO 1) NOLI…QUINTA REPUBBLICA MARINARA? Ricordata da Dante nel IV canto del Purgatorio (“Vassi in San Leo e discendesi in Noli…”) l’antica Repubblica ha un passato glorioso. Attraverso un Percorso giocato nei carruggi i ragazzi conosceranno le caratteristiche del Castello feudale, la nascita del Comune e il funzionamento dei principali sistemi difensivi di Noli (metodi di comunicazione tra le torri, case-forti, cinta muraria…). VITA DA MARINAI: i commerci tra mare ed entroterra, la navigazione con gli strumenti del tempo, l’alimentazione e i naufragi che…ci spiegheranno il significato del detto “U mâ u l’a u numme cun le”. Terra di impavidi naviganti, diede un importante contributo nell’epoca delle scoperte geografiche: Anton da Noli raggiunse le isole di Capo Verde. La potente Repubblica è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. In spiaggia, tra reti e gozzi, incontreremo i pescatori. 2) ALBENGA, ALL’OMBRA DELLE TORRI MEDIEVALI Tra logge e palazzi medievali, si svelano ambienti raccolti e silenziosi, come la suggestiva Piazzetta dei Leoni. Con l’ausilio di schede didattiche (o attraverso un Percorso giocato, per le classi prime) i ragazzi approfondiranno temi legati alle attività commerciali, alle lotte tra guelfi e ghibellini, alla spiritualità. Visiteremo lo splendido Battistero paleocristiano (V°sec.) che conserva un magnifico mosaico in stile bizantino, tra i pochi presenti nel nord Italia insieme a Ravenna. 3) CASTEVECCHIO, IL FASCINO SENZA TEMPO DELLA LIGURIA. Per approfondire la differenza architettonica ed amministrativa tra feudo e Comune si può abbinare ad Albenga la visita di Castelvecchio di Rocca Barbena e di Villanova. Il primo è un borgo dai vicoli contorti e labirintici, abbarbicato alla rupe su cui sorge il Castello dei marchesi di Clavesana. Villanova è un paese-fortezza creato nel ‘200 dal Comune di Albenga per difendere la sua liberà dalle minacce dei feudatari. L’ETA’ MODERNA 4) FINALBORGO, UN GIARDINO DI PIETRA. Stretti nell’abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, il Convento Domenicano ne fanno uno dei “Borghi più belli d’Italia”. La ricca storia consente, con l’ausilio di schede didattiche, molteplici chiavi di lettura. I marchesi Del Carretto, che ne ebbero il dominio dal medioevo fino al 1598, furono i mecenati che durante il Rinascimento vollero i Chiostri di S. Caterina, lo splendido Castel Gavone, i tanti polittici cinquecenteschi. Dopo la pace di Cateau-Cambrèsis Finale fu acquistata dalla Spagna e ne divenne l’accesso marittimo per raggiungere il ducato di Milano: il XVII sec. Fu un’altra epoca d’oro per il Borgo, che si arricchì di monumenti secondo il nuovo gusto barocco. Splendide le statue vestite conservate in S. Biagio, ispirate ai princìpi della Controriforma. § Per le classi prime: potremo rivivremo in modo divertente la storia di Finale attraverso un originale percorso: i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari locali, simboli legati a curiose vicende storiche… § In alternativa: “Il castello fantasma”: caccia al tesoro alla ricerca dei resti di castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...); perché in Liguria non si butta via niente! Premio speciale per i vincitori! (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), una “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura). 5) SAVONA, CITTA’ DI PAPI. 6) ITINERARIO NAPOLENICO, Savona e Valbormida. Ambientali LE GROTTE …CHI HA PAURA DEL BUIO? 7) GROTTE DI TOIRANO. Scendere nelle viscere della terra e ammirare le straordinarie architetture della natura…Ascoltare i suoni delle stalattiti e scoprire misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…Le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi). MARE E… NATURA 8) VARIGOTTI… UN COVO DI SARACENI? Passeggiata tra storia e natura lungo un sentiero che, salendo tra “fasce”, ulivi e macchia mediterranea, raggiunge l’antica e silenziosa chiesa di S. Lorenzo (visita interno). Alta su uno sperone roccioso a dominio della baia dei Saraceni, San Lorenzo ricorda la lirica “Sere di Liguria”, dove V. Cardarelli paragona le nostre chiese a “navi che stanno per salpare”. Tutto attorno uno strapiombo vertiginoso di candide rocce, che si tingono di rosa alla luce del tramonto. LA CULTURA DELL’OLIVO 9) COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. I LABORATORI (a Finale, Varigotti, Noli) Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. LA VEGETAZIONE: A) A CACCIA DI…PIANTE. Una caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le forme di adattamento dei vegetali rispetto alle condizioni climatiche dell’ambiente (luce, temperatura, siccità, salinità…), di esaminare alcuni aspetti delle foglie (dimensione, forma, consistenza, odore…) e le caratteristiche della flora mediterranea. L’AMBIENTE MARINO B) ALLA SCOPERTA DELLA SPIAGGIA E DEL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali presenti in una costa rocciosa ed in una sabbiosa, i fattori che regolano l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”: la Posidonia, perché è tanto importante; le cause dell’impoverimento della flora nelle coste; il Santuario dei cetacei: morfologia, strategie di orientamento, evoluzione. Su richiesta: escursione in battello o barca a vela. ALTRI LABORATORI: Costruiamo la nassa, un’antica trappola per i pesci! – Il risseu, una pavimentazione di ciottoli di mare – La realizzazione di un mosaico – Albisola, la ceramica - I muretti a secco delle fasce. SONO DISPONIBILI I PROGRAMMI IN.... § PROVINCIA DI GENOVA.: ACQUARIO - Genova, la Superba… Itinerario nel centro storico più vasto d’Europa. Il contrasto tra i “carruggi” e le strade dell’aristocrazia. La Repubblica marinara e il “secolo d’Oro”. La chiesa di S. Matteo e la famiglia D’Oria. La Cattedrale di San Lorenzo. La casa di Colombo, Porta Soprana, il Palazzo Ducale, Piazza De Ferrari, il Porto antico. Itinerario in un Museo, a scelta tra: Palazzo Reale, saloni di rappresentanza, ambienti di vita quotidiana e la celeberrima galleria degli specchi. Galleria Nazionale di Palazzo Spinola. Palazzo Bianco, Rosso, Doria - Tursi con il violino di Paganini. Museo del Risorgimento e casa natale di Giuseppe Mazzini. Portofino e il Golfo Paradiso. § PROVINCIA DI IMPERIA: I Giardini Hanbury a Ventimiglia. San Remo. Imperia e il museo dell’Olivo. Triora, quale scenografia migliore dei suoi oscuri carruggi per la folle realtà della caccia alle streghe? - Dove il tempo si è fermato: Dolceacqua, Apricale, Pigna. Cervo, come un’ostrica sullo scoglio. § PROVINCIA DI LA SPEZIA: magiche Cinque Terre. § COSTA AZZURRA: Monaco e il Museo Oceanografico (laboratorio didattico: la vasca tattile) I membri di “La nostra Liguria” non sono solo guide turistiche ed ambientali abilitate dalla Provincia e operatori didattici con formazione universitaria, ma in primo luogo liguri che amano la loro terra e le sue tradizioni. Grazie al suo radicamento sul territorio “La Nostra Liguria” ha accesso ad ambienti di rilevante interesse storico e artistico ma normalmente chiusi al pubblico (il Teatro Aycardi e la Pieve Paleocristiana a Finale, la chiesa di S.Lorenzo Vecchio a Varigotti, salita su torri medievali, antiche fornaci di ceramica…). “La Nostra Liguria” progetta e conduce percorsi guidati e laboratori adeguando linguaggio e contenuto all’età dei ragazzi. Attraverso partecipazione attiva e coinvolgimento gli studenti diventano protagonisti delle visite e non solo osservatori della realtà esterna. Tra sentieri immersi nel verde a strapiombo sul mare ed antichi villaggi di pescatori scopriremo insieme la bellezza segreta della Liguria. LA NOSTRA LIGURIA P.I. 01437710096 VIA PARCO DEGLI ULIVI, 1 17029 VARIGOTTI (SV) TEL: 339-4402668. Inserzionista: Guide Turistiche
Toirano (Liguria)

1 €

USCITE DIDATTICHE LIGURIA

Laboratori didattici e attività didattiche in LIGuria VIAGGI DI ISTRUZIONE IN LIGURIA RIVIERA DELL’OUTDOOR SCUOLA PRIMARIA GUIDE TURISTICHE-AMBIENTALI LA NOSTRA LIGURIA Info tel: 339-4402668 ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email) PERCORSI GUIDATI_ (durata 2 h ciascuno)_____ PREISTORIA FINALBORGO, IL MUSEO ARCHEOLOGICO. Dopo un’introduzione sulla formazione delle grotte finalesi, rifugio dei nostri antenati fin dal paleolitico, inizierà il percorso nel Museo archeologico. Qui ci imbatteremo nel gigantesco scheletro dell’orso delle caverne, con il suo cucciolo, e i bambini conosceranno la commovente vicenda del “giovane principe” e del “bambino degli scoiattoli”. Laboratorio didattico di archeologia sperimentale presso il Museo (a scelta: il mestiere dell’archeologo, la pittura sulle pareti delle caverne, la produzione di oggetti in ceramica…). GROTTE DI TOIRANO. Scendere nelle viscere della terra e ammirare le straordinarie architetture della natura…Ascoltare i suoni delle stalattiti e scoprire misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…Le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi). UNA GIORNATA CON… GLI ANTICHI ROMANI ALBENGA, VIVERE SOPRA UN ‘CASTRUM’ ROMANO. L’itinerario nel centro storico sarà articolato in momenti ludici in cui i bambini scopriranno le vestigia di Albingaunum e approfondiranno aspetti di storia romana (il divide et impera, lo scontro con le tribù liguri, vita sociale, religiosità…). Ogni bambino avrà la fotografia di un reperto romano riutilizzato nella città medievale: i particolari verranno scoperti durante il percorso. Visita del Museo Navale Romano: tra anfore e preziosi reperti della nave oneraria affondata scopriremo alcune curiosità, come i dadi da gioco dell’equipaggio, nocciole del I sec. A.C. Ed un fedele modellino della nave. LA VIA JULIA AUGUSTA. Passeggiata storico-naturalistica lungo la necropoli romana e la via Julia Augusta, di fronte all’isola Gallinaria, dalla curiosa forma di tartaruga. Otium e negotium: le passioni e gli svaghi dei romani (visita ai resti dell’anfiteatro e delle terme). L’UOMO E IL MARE NOLI: UN ANTICO BORGO DI PESCATORI. La V° Repubblica Marinara è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. Percorso giocato nei carruggi per conoscere la storia di Noli e il funzionamento dei principali sistemi difensivi (torri, castello, case-forti, cinta muraria…). VITA DA… lupi di mare! I commerci tra mare ed entroterra, la navigazione (l’alimentazione in mare, le tempeste e i naufragi… ci faranno comprendere il significato del detto nolese: “U mâ u l’a u numme cun le”). In spiaggia, tra reti e gozzi, incontro i pescatori. ITINERARIO STORICO – ARTISTICO FINALBORGO, UNO SCRIGNO D’ARTE… Attraverso un originale percorso i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari, simboli legati a curiose vicende. Rivivremo in modo divertente la storia di Finale – uno dei “Borghi più belli d’Italia” –, e scopriremo insieme il… “castello fantasma”: i resti di Castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...), perché in Liguria non si butta via niente! (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), un’autentica “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura!). LA CULTURA DELL’OLIVO COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. Passeggiata in un uliveto. Degustazione. LABORATORI E ATTIVITA’ DIDATTICHE_ Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. Durata: 2 ore. Materiale che ogni bambino deve portare: astuccio con matite colorate, scotch, forbici, colla. LA VEGETAZIONE DELLA COSTA LIGURE A) A CACCIA DI…PIANTE. Lungo un sentiero di fronte al mare, una caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le caratteristiche generali della flora mediterranea. Dopo una breve lezione sulla macchia mediterranea e sulla gariga, verranno distribuite delle schede con un disegno ed alcune informazioni sulla pianta da cercare. Durante l’escursione ciascuno dovrà trovare la sua pianta, leggere ciò che è scritto sulla scheda, e rispondere ad alcune domande. B) LA TOMBOLA DELLA MACCHIA MEDITERRANEA. Risalendo un sentiero di fronte al mare, i bambini apprenderanno le peculiarità della vegetazione costiera ligure. L’attività proseguirà con la “tombola della macchia mediterranea”, divertente gioco per verificare ed approfondire quanto appreso. Si gioca a squadre. Viene estratto un numero: la squadra che lo possiede deve guadagnarselo riconoscendo il nome della pianta corrispondente, rappresentata nel cartellone della tombola, e fornendo alcuni dati. Naturalmente vinceranno coloro che completeranno la casella per primi. L’AMBIENTE MARINO C) ESPLORANDO LA SPIAGGIA E IL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali dell’ambiente marino mediterraneo, i fattori che regolano l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”. D) COSTRUIAMO L’ACQUARIO MEDITERRANEO. Il laboratorio illustra peculiarità anatomiche e strategie difensive di organismi marini e pesci del mar Ligure. Costruzione di alcuni acquari con sassolini, sabbia e sagome di pesci, stelle marine, cavallucci…da ritagliare e colorare. E) UN MOSAICO IN SPIAGGIA. Dopo un’escursione per conoscere le forme di vita animale e vegetale presenti in prossimità della costa, i bambini realizzeranno un piccolo mosaico con pietre, alghe, conchiglie ed altri materiali raccolti in spiaggia. Un simpatico ricordo del mare di Varigotti… ALTRI LABORATORI: Costruiamo un accampamento romano in miniatura – Albisola, produzione di oggetti in ceramica. SOGGIORNI IN LIGURIA (scuole primarie)____ 1) In viaggio nella Preistoria, tra mare e natura Primo giorno: un'avventura nella Preistoria... Percorso guidato e laboratorio di archeologia sperimentale presso il Museo Archeologico di Finalborgo – Pranzo – Grotte di Toirano: chi ha paura del buio? (o grotte di Borgio Verezzi). Secondo giorno: Noli...antico borgo di pescatori – Pranzo – Varigotti, un covo di pirati saraceni? Laboratorio sull'ambiente marino o attività didattica sulla vegetazione costiera. 2) Itinerario Romano. Primo giorno: Albenga, vivere sopra un “castrum romano”- visita al museo Navale Romano – Pranzo – Percorso lungo la via romana Julia Augusta. Possibile visita di un frantoio con degustazione. Secondo giorno: Finalborgo...antico paese ligure scrigno di tesori – Pranzo – Varigotti, un covo di pirati saraceni? Laboratorio sull'ambiente marino o attività didattica sulla vegetazione costiera. 3) Itinerario tra Arte, Mare e Natura. Primo giorno: Finalborgo...antico paese ligure scrigno di tesori – Pranzo – Varigotti, un covo di pirati saraceni? Laboratorio sull'ambiente marino o attività didattica sulla vegetazione costiera. Secondo giorno: Noli...antico borgo di pescatori – Pranzo – Grotte di Toirano: chi ha paura del buio? (o grotte di Borgio Verezzi). Contattateci per ricevere il dettaglio delle attività INFORMAZIONI: 339-4402668 ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email) LA NOSTRA LIGURIA - P.I. 01437710096 - VIA PARCO DEGLI ULIVI, 1 - 17029 VARIGOTTI (SV) – 0196988029 - ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email) §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§ VIAGGI DI ISTRUZIONE IN LIGURIA RIVIERA DELL’OUTDOOR SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO GUIDE TURISTICHE-AMBIENTALI LA NOSTRA LIGURIA Info tel: 339-4402668 ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email) PERCORSI GUIDATI_ (durata 2 h ciascuno)_____ Percorsi Storico – Artistici: IL MEDIOEVO NOLI…QUINTA REPUBBLICA MARINARA? Ricordata da Dante nel IV canto del Purgatorio (“Vassi in San Leo e discendesi in Noli…”) l’antica Repubblica ha un passato glorioso. Attraverso un Percorso giocato nei carruggi i ragazzi conosceranno le caratteristiche del Castello feudale, la nascita del Comune e il funzionamento dei principali sistemi difensivi di Noli (metodi di comunicazione tra le torri, case-forti, cinta muraria…). Vita da...lupi di mare: i commerci tra mare ed entroterra, l’alimentazione e i naufragi che…ci spiegheranno il significato del detto “U mâ u l’a u numme cun le”. Terra di impavidi naviganti, diede un importante contributo nell’epoca delle scoperte geografiche: Anton da Noli raggiunse le isole di Capo Verde. La potente Repubblica è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. In spiaggia, tra reti e gozzi, incontreremo i pescatori. ALBENGA, ALL’OMBRA DELLE TORRI MEDIEVALI Tra logge e palazzi medievali, si svelano ambienti raccolti e silenziosi, come la suggestiva Piazzetta dei Leoni. Con un Percorso giocato i ragazzi approfondiranno temi legati all'architettura medioevale, alle lotte tra guelfi e ghibellini, allo sviluppo dei Comuni. Visiteremo lo splendido Battistero paleocristiano (V°sec.) che conserva un magnifico mosaico in stile bizantino, tra i pochi presenti nel nord Italia insieme a Ravenna. CASTELVECCHIO DI ROCCA BARBENA, IL FASCINO SENZA TEMPO DELLA LIGURIA. Per approfondire la differenza architettonica ed amministrativa tra feudo e Comune si può abbinare ad Albenga la visita di Castelvecchio di Rocca Barbena e di Villanova. Il primo è un borgo dai vicoli contorti e labirintici, aggrappato alla rupe su cui sorge il Castello dei marchesi di Clavesana. Villanova è un paese-fortezza creato nel ‘200 dal Comune di Albenga per difendere la sua liberà dalle minacce dei feudatari. L’ETA’ MODERNA FINALBORGO, UN GIARDINO DI PIETRA. Stretti nell’abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, il Convento Domenicano ne fanno uno dei “Borghi più belli d’Italia”. La ricca storia consente, con l’ausilio di schede didattiche, molteplici chiavi di lettura. I marchesi Del Carretto, che ne ebbero il dominio dal medioevo fino al 1598, furono i mecenati che durante il Rinascimento vollero i Chiostri di S. Caterina, lo splendido Castel Gavone, i tanti polittici cinquecenteschi. Dopo la pace di Cateau-Cambrèsis Finale fu acquistata dalla Spagna e ne divenne l’accesso marittimo per raggiungere il ducato di Milano: il XVII sec. Fu un’altra epoca d’oro per il Borgo, che si arricchì di monumenti secondo il gusto barocco. Splendide le statue vestite conservate in S. Biagio, ispirate ai princìpi della Controriforma. § Per le classi prime: potremo rivivremo in modo divertente la storia di Finale attraverso un originale percorso: i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari locali, simboli legati a curiose vicende storiche… Scopriremo insieme il… “castello fantasma”: i resti di Castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...), perché in Liguria non si butta via niente! (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), un’autentica “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura!). Percorsi Ambientali: LE GROTTE… CHI HA PAURA DEL BUIO? GROTTE DI BORGIO VEREZZI. Scenderemo nelle viscere della terra e contempleremo le fantasiose architetture della natura…Ascolteremo i suoni delle stalattiti …le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Toirano). LA CULTURA DELL’OLIVO COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo le caratteristiche dell’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e di raccolta. Passeggiata in un uliveto. Degustazione. LABORATORI E ATTIVITA’ DIDATTICHE_ Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. Durata: 2 ore. Materiale che ogni bambino deve portare: astuccio con matite colorate, scotch, forbici, colla. LA VEGETAZIONE DELLA COSTA LIGURE A) A CACCIA DI…PIANTE. Lungo un sentiero di fronte al mare, una caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le caratteristiche generali della flora mediterranea. Dopo una breve lezione sulla macchia mediterranea e sulla gariga, verranno distribuite delle schede con un disegno ed alcune informazioni sulla pianta da cercare. Durante l’escursione ciascuno dovrà trovare la sua pianta, leggere ciò che è scritto sulla scheda, e rispondere ad alcune domande. B) LA TOMBOLA DELLA MACCHIA MEDITERRANEA. Risalendo un sentiero di fronte al mare, i bambini apprenderanno le peculiarità della vegetazione costiera ligure. L’attività proseguirà con la “tombola della macchia mediterranea”, divertente gioco per verificare ed approfondire quanto appreso. Si gioca a squadre. Viene estratto un numero: la squadra che lo possiede deve guadagnarselo riconoscendo il nome della pianta corrispondente, rappresentata nel cartellone della tombola, e fornendo alcuni dati. Naturalmente vinceranno coloro che completeranno la casella per primi. L’AMBIENTE MARINO C) ALLA SCOPERTA DELLA SPIAGGIA E DEL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali dell’ambiente marino mediterraneo, l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”. ALTRI LABORATORI: Albisola, produzione di oggetti in ceramica.. SOGGIORNI IN LIGURIA_____________ Proponiamo soggiorni combinando mete da voi prescelte o seguendo tracce da noi proposte. 1) In viaggio nel Medioevo Primo giorno: Il fascino della Liguria segreta: Albenga medioevale – Pranzo – Varigotti, un covo di pirati saraceni? Laboratorio sull'ambiente marino o attività didattica sulla vegetazione costiera. Secondo giorno: Noli...antico borgo di pescatori – Pranzo – Come funziona un frantoio? In alternativa (o come 3° giorno): Finalborgo...antico paese ligure scrigno di tesori – Pranzo – Grotte di Toirano: chi ha paura del buio? (o grotte di Borgio Verezzi). 2) Itinerario tra Arte, Mare e Natura. Primo giorno: Finalborgo...antico paese ligure scrigno di tesori – Pranzo – Varigotti, un covo di pirati saraceni? Laboratorio sull'ambiente marino o attività didattica sulla vegetazione costiera. Secondo giorno: Noli...antico borgo di pescatori – Pranzo – Grotte di Toirano: chi ha paura del buio? (o grotte di Borgio Verezzi). Contattateci per ricevere il dettaglio delle attività INFORMAZIONI: 339-4402668 ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email) LA NOSTRA LIGURIA - P.I. 01437710096 - VIA PARCO DEGLI ULIVI, 1 - 17029 VARIGOTTI (SV) – 0196988029 - ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email). Inserzionista: Guide Turistiche
Toirano (Liguria)

1 €

ESCURSIONI PORTOFINO

Uscite didattiche e laboratori per scuole a Portofino e Liguria PERCORSI GUIDATI E LABORATORI DIDATTICI PER LA SCUOLA PRIMARIA Provincia di Savona A.s. 2018-2019 La Nostra Liguria propone 8 percorsi guidati e 5 laboratori didattici (durata: 2/3 ore ciascuno) per viaggi di istruzione e uscite didattiche delle scuole primarie. Il programma della giornata va costruito abbinando 2 proposte a vostra scelta. Su richiesta inviamo il dettaglio delle opzioni contenute nel dépliant. In caso di maltempo il pranzo e le attività didattiche si svolgeranno in locali coperti. PER INFORMAZIONI: 339-4402668 I PERCORSI GUIDATI IN VIAGGIO NELLA… PREISTORIA 1) FINALBORGO, UN GIARDINO DI PIETRA. Facciate, sculture, colonne sono ricche di fossili e conchiglie: è la pietra del Finale, una roccia nata in mare, e che oggi forma i nostri altopiani. Dopo una breve introduzione sulla formazione delle grotte finalesi, rifugio dei nostri antenati fin dal paleolitico, visiteremo il Museo archeologico. Qui ci imbatteremo nel gigantesco scheletro dell’orso delle caverne, con il suo cucciolo, e i bambini conosceranno la commovente vicenda del “giovane principe” e del “bambino degli scoiattoli”. Laboratorio didattico di archeologia sperimentale presso il Museo (a scelta: il mestiere dell’archeologo, la pittura sulle pareti delle caverne, la produzione di oggetti in ceramica…). LE GROTTE …CHI HA PAURA DEL BUIO? 2) GROTTE DI TOIRANO. Scendere nelle viscere della terra e ammirare le straordinarie architetture della natura…Ascoltare i suoni delle stalattiti e scoprire misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi). UNA GIORNATA CON… GLI ANTICHI ROMANI 3) ALBENGA, VIVERE SOPRA UN ‘CASTRUM’ ROMANO. L’itinerario nel centro storico sarà articolato in momenti ludici in cui i bambini scopriranno le vestigia di Albingaunum e approfondiranno aspetti di storia romana (le guerre di conquista, la sottomissione delle tribù liguri, vita sociale, religione…). Visita del Museo Navale Romano: tra anfore e preziosi reperti della nave oneraria affondata scopriremo alcune curiosità, come i dadi da gioco dell’equipaggio e nocciole del I sec. A.C. 4) LA VIA JULIA AUGUSTA. Passeggiata storico-naturalistica lungo la necropoli romana e la via Julia Augusta, di fronte all’isola Gallinaria. Otium e negotium: le passioni e gli svaghi dei romani (visita ai resti dell’anfiteatro e delle terme). L’UOMO E IL MARE 5) NOLI: GLI ULTIMI “LUPI DI MARE”. La V° Repubblica Marinara è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. Introduzione con un percorso giocato nei carruggi per conoscere la storia di Noli e il funzionamento dei principali sistemi difensivi (torri, castello, case-forti, cinta muraria…). VITA DA MARINAI. I commerci tra mare ed entroterra, la navigazione (orientarsi in mare con stelle e bussola, i venti di mare, l’alimentazione, le tempeste e i naufragi che… ci faranno comprendere il significato del detto nolese: “U mâ u l’a u numme cun le”). In spiaggia, tra reti e gozzi, incontro i pescatori. MARE E… NATURA 6) VARIGOTTI… UN COVO DI SARACENI? Passeggiata tra storia e natura lungo un sentiero che, salendo tra “fasce”, ulivi e macchia mediterranea, raggiunge l’antica e silenziosa chiesa di S. Lorenzo (visita interno). Alta su uno sperone roccioso a dominio della baia dei Saraceni, San Lorenzo ricorda la lirica “Sere di Liguria”, dove V. Cardarelli paragona le nostre chiese a “navi che stanno per salpare”. Tutto attorno uno strapiombo vertiginoso di candide rocce, che si tingono di rosa alla luce del tramonto. ITINERARIO STORICO – ARTISTICO 7) FINALBORGO, UN MARE D’ARTE.. Stretti nell’abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, i Chiostri di Santa Caterina ne fanno uno dei “Borghi più belli d’Italia”. Attraverso un originale percorso i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari, simboli legati a curiose vicende. Rivivremo in modo divertente la storia di Finale. (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), un’autentica “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura!). In alternativa: “Il castello fantasma”: caccia al tesoro alla ricerca dei resti di castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...); perché in Liguria non si butta via niente! Premio per i vincitori. LA CULTURA DELL’OLIVO 8) COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. I LABORATORI (a Finale, Varigotti, Noli) Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. LA VEGETAZIONE: A) A CACCIA DI…PIANTE. Una particolare caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le forme di adattamento dei vegetali rispetto alle condizioni climatiche dell’ambiente (luce, temperatura, siccità, salinità…), di esaminare alcuni aspetti delle foglie (dimensione, forma, consistenza, odore…) e le caratteristiche generali della flora mediterranea. Il tesoro sarà dato dall’erbario che nascerà unendo il lavoro di ogni ragazzo. B) IL SENTIERO DEI CINQUE SENSI. I bambini impareranno ad ascoltare i messaggi dell’ambiente naturale attraverso l’uso dei sensi. L’attività proseguirà con la “tombola della macchia mediterranea”, divertente gioco a squadre per verificare ed approfondire quanto appreso durante l’escursione. L’AMBIENTE MARINO C) UN MOSAICO DI MARE. Dopo un’escursione per conoscere le differenti forme di vita animale e vegetale presenti in una costa rocciosa ed in una sabbiosa, i bambini potranno realizzare un semplice mosaico con pietre, alghe, conchiglie ed altri materiali raccolti sulla spiaggia… un’originale opera d’arte da portare con sé come ricordo. D) ALLA SCOPERTA DELLA SPIAGGIA E DEL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali dell’ambiente marino mediterraneo, le proprietà fisiche e chimiche del mare, i fattori che regolano l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”. E)COSTRUIAMO L’ACQUARIO MEDITERRANEO. Il laboratorio illustra peculiarità anatomiche e strategie difensive di organismi marini e pesci del mar Ligure. ALTRI LABORATORI: Costruiamo la nassa, un’antica trappola per i pesci! – Il risseu, una pavimentazione di ciottoli di mare – Le casette di Varigotti – Costruiamo un accampamento romano in miniatura – La realizzazione di un mosaico – I nodi dei marinai – Albisola, la ceramica - I muretti a secco delle fasce. SONO DISPONIBILI I PROGRAMMI RELATIVI ALLA… § PROVINCIA DI GENOVA: L’Acquario di Genova; in abbinamento: itinerario nel centro storico, oppure visita ad un Museo a scelta (Palazzo Reale; Musei di strada Nuova; Museo Archeologico di Pegli, tra preistoria, antichi egizi, greci e romani; Museo Navale; Museo di Storia Naturale). Portofino e il Golfo Paradiso. § PROVINCIA DI IMPERIA: I Giardini Hanbury. Ventimiglia romana. San Remo e il Museo civico (preistoria). Imperia e il Museo dell’Olivo. Triora, il paese delle streghe… Dove il tempo si è fermato: Dolceacqua, Apricale, Pigna. Cervo, come un’ostrica sullo scoglio. Taggia. § PROVINCIA DI LA SPEZIA: la magia delle Cinque Terre. § COSTA AZZURRA: Monaco e il Museo Oceanografico (laboratorio didattico: la vasca tattile). PERCORSI GUIDATI E LABORATORI DIDATTICI PER LE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO Provincia di Savona A.s. 2009-10 La Nostra Liguria propone 9 percorsi guidati e alcuni laboratori didattici (durata: 2/3 ore ciascuno) per i viaggi di istruzione delle scuole secondarie di primo grado. Il programma della giornata va costruito abbinando 2 proposte a vostra scelta. Su richiesta inviamo il dettaglio delle opzioni contenute nel presente dépliant. In caso di maltempo il pranzo e le attività didattiche si svolgeranno in locali coperti. PER INFORMAZIONI: 339-4402668 I PERCORSI GUIDATI Storico - Artistici IL MEDIOEVO 1) NOLI…QUINTA REPUBBLICA MARINARA? Ricordata da Dante nel IV canto del Purgatorio (“Vassi in San Leo e discendesi in Noli…”) l’antica Repubblica ha un passato glorioso. Attraverso un Percorso giocato nei carruggi i ragazzi conosceranno le caratteristiche del Castello feudale, la nascita del Comune e il funzionamento dei principali sistemi difensivi di Noli (metodi di comunicazione tra le torri, case-forti, cinta muraria…). VITA DA MARINAI: i commerci tra mare ed entroterra, la navigazione con gli strumenti del tempo, l’alimentazione e i naufragi che…ci spiegheranno il significato del detto “U mâ u l’a u numme cun le”. Terra di impavidi naviganti, diede un importante contributo nell’epoca delle scoperte geografiche: Anton da Noli raggiunse le isole di Capo Verde. La potente Repubblica è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. In spiaggia, tra reti e gozzi, incontreremo i pescatori. 2) ALBENGA, ALL’OMBRA DELLE TORRI MEDIEVALI Tra logge e palazzi medievali, si svelano ambienti raccolti e silenziosi, come la suggestiva Piazzetta dei Leoni. Con l’ausilio di schede didattiche (o attraverso un Percorso giocato, per le classi prime) i ragazzi approfondiranno temi legati alle attività commerciali, alle lotte tra guelfi e ghibellini, alla spiritualità. Visiteremo lo splendido Battistero paleocristiano (V°sec.) che conserva un magnifico mosaico in stile bizantino, tra i pochi presenti nel nord Italia insieme a Ravenna. 3) CASTEVECCHIO, IL FASCINO SENZA TEMPO DELLA LIGURIA. Per approfondire la differenza architettonica ed amministrativa tra feudo e Comune si può abbinare ad Albenga la visita di Castelvecchio di Rocca Barbena e di Villanova. Il primo è un borgo dai vicoli contorti e labirintici, abbarbicato alla rupe su cui sorge il Castello dei marchesi di Clavesana. Villanova è un paese-fortezza creato nel ‘200 dal Comune di Albenga per difendere la sua liberà dalle minacce dei feudatari. L’ETA’ MODERNA 4) FINALBORGO, UN GIARDINO DI PIETRA. Stretti nell’abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, il Convento Domenicano ne fanno uno dei “Borghi più belli d’Italia”. La ricca storia consente, con l’ausilio di schede didattiche, molteplici chiavi di lettura. I marchesi Del Carretto, che ne ebbero il dominio dal medioevo fino al 1598, furono i mecenati che durante il Rinascimento vollero i Chiostri di S. Caterina, lo splendido Castel Gavone, i tanti polittici cinquecenteschi. Dopo la pace di Cateau-Cambrèsis Finale fu acquistata dalla Spagna e ne divenne l’accesso marittimo per raggiungere il ducato di Milano: il XVII sec. Fu un’altra epoca d’oro per il Borgo, che si arricchì di monumenti secondo il nuovo gusto barocco. Splendide le statue vestite conservate in S. Biagio, ispirate ai princìpi della Controriforma. § Per le classi prime: potremo rivivremo in modo divertente la storia di Finale attraverso un originale percorso: i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari locali, simboli legati a curiose vicende storiche… § In alternativa: “Il castello fantasma”: caccia al tesoro alla ricerca dei resti di castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...); perché in Liguria non si butta via niente! Premio speciale per i vincitori! (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), una “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura). 5) SAVONA, CITTA’ DI PAPI. 6) ITINERARIO NAPOLENICO, Savona e Valbormida. Ambientali LE GROTTE …CHI HA PAURA DEL BUIO? 7) GROTTE DI TOIRANO. Scendere nelle viscere della terra e ammirare le straordinarie architetture della natura…Ascoltare i suoni delle stalattiti e scoprire misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…Le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi). MARE E… NATURA 8) VARIGOTTI… UN COVO DI SARACENI? Passeggiata tra storia e natura lungo un sentiero che, salendo tra “fasce”, ulivi e macchia mediterranea, raggiunge l’antica e silenziosa chiesa di S. Lorenzo (visita interno). Alta su uno sperone roccioso a dominio della baia dei Saraceni, San Lorenzo ricorda la lirica “Sere di Liguria”, dove V. Cardarelli paragona le nostre chiese a “navi che stanno per salpare”. Tutto attorno uno strapiombo vertiginoso di candide rocce, che si tingono di rosa alla luce del tramonto. LA CULTURA DELL’OLIVO 9) COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. I LABORATORI (a Finale, Varigotti, Noli) Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. LA VEGETAZIONE: A) A CACCIA DI…PIANTE. Una caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le forme di adattamento dei vegetali rispetto alle condizioni climatiche dell’ambiente (luce, temperatura, siccità, salinità…), di esaminare alcuni aspetti delle foglie (dimensione, forma, consistenza, odore…) e le caratteristiche della flora mediterranea. L’AMBIENTE MARINO B) ALLA SCOPERTA DELLA SPIAGGIA E DEL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali presenti in una costa rocciosa ed in una sabbiosa, i fattori che regolano l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”: la Posidonia, perché è tanto importante; le cause dell’impoverimento della flora nelle coste; il Santuario dei cetacei: morfologia, strategie di orientamento, evoluzione. Su richiesta: escursione in battello o barca a vela. ALTRI LABORATORI: Costruiamo la nassa, un’antica trappola per i pesci! – Il risseu, una pavimentazione di ciottoli di mare – La realizzazione di un mosaico – Albisola, la ceramica - I muretti a secco delle fasce. SONO DISPONIBILI I PROGRAMMI IN.... § PROVINCIA DI GENOVA.: ACQUARIO - Genova, la Superba… Itinerario nel centro storico più vasto d’Europa. Il contrasto tra i “carruggi” e le strade dell’aristocrazia. La Repubblica marinara e il “secolo d’Oro”. La chiesa di S. Matteo e la famiglia D’Oria. La Cattedrale di San Lorenzo. La casa di Colombo, Porta Soprana, il Palazzo Ducale, Piazza De Ferrari, il Porto antico. Itinerario in un Museo, a scelta tra: Palazzo Reale, saloni di rappresentanza, ambienti di vita quotidiana e la celeberrima galleria degli specchi. Galleria Nazionale di Palazzo Spinola. Palazzo Bianco, Rosso, Doria - Tursi con il violino di Paganini. Museo del Risorgimento e casa natale di Giuseppe Mazzini. Portofino e il Golfo Paradiso. § PROVINCIA DI IMPERIA: I Giardini Hanbury a Ventimiglia. San Remo. Imperia e il museo dell’Olivo. Triora, quale scenografia migliore dei suoi oscuri carruggi per la folle realtà della caccia alle streghe? - Dove il tempo si è fermato: Dolceacqua, Apricale, Pigna. Cervo, come un’ostrica sullo scoglio. § PROVINCIA DI LA SPEZIA: magiche Cinque Terre. § COSTA AZZURRA: Monaco e il Museo Oceanografico (laboratorio didattico: la vasca tattile) I membri di “La nostra Liguria” non sono solo guide turistiche ed ambientali abilitate dalla Provincia e operatori didattici con formazione universitaria, ma in primo luogo liguri che amano la loro terra e le sue tradizioni. Grazie al suo radicamento sul territorio “La Nostra Liguria” ha accesso ad ambienti di rilevante interesse storico e artistico ma normalmente chiusi al pubblico (il Teatro Aycardi e la Pieve Paleocristiana a Finale, la chiesa di S.Lorenzo Vecchio a Varigotti, salita su torri medievali, antiche fornaci di ceramica…). “La Nostra Liguria” progetta e conduce percorsi guidati e laboratori adeguando linguaggio e contenuto all’età dei ragazzi. Attraverso partecipazione attiva e coinvolgimento gli studenti diventano protagonisti delle visite e non solo osservatori della realtà esterna. Tra sentieri immersi nel verde a strapiombo sul mare ed antichi villaggi di pescatori scopriremo insieme la bellezza segreta della Liguria. LA NOSTRA LIGURIA P.I. 01437710096 VIA PARCO DEGLI ULIVI, 1 17029 VARIGOTTI (SV) TEL: 339-4402668. Inserzionista: Guide Turistiche
Portofino (Liguria)

1 €

VIAGGI ISTRUZIONE LIGURIA

Uscite didattiche elementari primarie medie secondarie primo grado VIAGGI DI ISTRUZIONE IN LIGURIA RIVIERA DELL’OUTDOOR SCUOLA PRIMARIA GUIDE TURISTICHE-AMBIENTALI LA NOSTRA LIGURIA Info tel: 339-4402668 ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email) PERCORSI GUIDATI_ (durata 2 h ciascuno)_____ PREISTORIA FINALBORGO, IL MUSEO ARCHEOLOGICO. Dopo un’introduzione sulla formazione delle grotte finalesi, rifugio dei nostri antenati fin dal paleolitico, inizierà il percorso nel Museo archeologico. Qui ci imbatteremo nel gigantesco scheletro dell’orso delle caverne, con il suo cucciolo, e i bambini conosceranno la commovente vicenda del “giovane principe” e del “bambino degli scoiattoli”. Laboratorio didattico di archeologia sperimentale presso il Museo (a scelta: il mestiere dell’archeologo, la pittura sulle pareti delle caverne, la produzione di oggetti in ceramica…). GROTTE DI TOIRANO. Scendere nelle viscere della terra e ammirare le straordinarie architetture della natura…Ascoltare i suoni delle stalattiti e scoprire misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…Le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi). UNA GIORNATA CON… GLI ANTICHI ROMANI ALBENGA, VIVERE SOPRA UN ‘CASTRUM’ ROMANO. L’itinerario nel centro storico sarà articolato in momenti ludici in cui i bambini scopriranno le vestigia di Albingaunum e approfondiranno aspetti di storia romana (il divide et impera, lo scontro con le tribù liguri, vita sociale, religiosità…). Ogni bambino avrà la fotografia di un reperto romano riutilizzato nella città medievale: i particolari verranno scoperti durante il percorso. Visita del Museo Navale Romano: tra anfore e preziosi reperti della nave oneraria affondata scopriremo alcune curiosità, come i dadi da gioco dell’equipaggio, nocciole del I sec. A.C. Ed un fedele modellino della nave. LA VIA JULIA AUGUSTA. Passeggiata storico-naturalistica lungo la necropoli romana e la via Julia Augusta, di fronte all’isola Gallinaria, dalla curiosa forma di tartaruga. Otium e negotium: le passioni e gli svaghi dei romani (visita ai resti dell’anfiteatro e delle terme). L’UOMO E IL MARE NOLI: UN ANTICO BORGO DI PESCATORI. La V° Repubblica Marinara è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. Percorso giocato nei carruggi per conoscere la storia di Noli e il funzionamento dei principali sistemi difensivi (torri, castello, case-forti, cinta muraria…). VITA DA… lupi di mare! I commerci tra mare ed entroterra, la navigazione (l’alimentazione in mare, le tempeste e i naufragi… ci faranno comprendere il significato del detto nolese: “U mâ u l’a u numme cun le”). In spiaggia, tra reti e gozzi, incontro i pescatori. ITINERARIO STORICO – ARTISTICO FINALBORGO, UNO SCRIGNO D’ARTE… Attraverso un originale percorso i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari, simboli legati a curiose vicende. Rivivremo in modo divertente la storia di Finale – uno dei “Borghi più belli d’Italia” –, e scopriremo insieme il… “castello fantasma”: i resti di Castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...), perché in Liguria non si butta via niente! (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), un’autentica “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura!). LA CULTURA DELL’OLIVO COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. Passeggiata in un uliveto. Degustazione. LABORATORI E ATTIVITA’ DIDATTICHE_ Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. Durata: 2 ore. Materiale che ogni bambino deve portare: astuccio con matite colorate, scotch, forbici, colla. LA VEGETAZIONE DELLA COSTA LIGURE A) A CACCIA DI…PIANTE. Lungo un sentiero di fronte al mare, una caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le caratteristiche generali della flora mediterranea. Dopo una breve lezione sulla macchia mediterranea e sulla gariga, verranno distribuite delle schede con un disegno ed alcune informazioni sulla pianta da cercare. Durante l’escursione ciascuno dovrà trovare la sua pianta, leggere ciò che è scritto sulla scheda, e rispondere ad alcune domande. B) LA TOMBOLA DELLA MACCHIA MEDITERRANEA. Risalendo un sentiero di fronte al mare, i bambini apprenderanno le peculiarità della vegetazione costiera ligure. L’attività proseguirà con la “tombola della macchia mediterranea”, divertente gioco per verificare ed approfondire quanto appreso. Si gioca a squadre. Viene estratto un numero: la squadra che lo possiede deve guadagnarselo riconoscendo il nome della pianta corrispondente, rappresentata nel cartellone della tombola, e fornendo alcuni dati. Naturalmente vinceranno coloro che completeranno la casella per primi. L’AMBIENTE MARINO C) ESPLORANDO LA SPIAGGIA E IL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali dell’ambiente marino mediterraneo, i fattori che regolano l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”. D) COSTRUIAMO L’ACQUARIO MEDITERRANEO. Il laboratorio illustra peculiarità anatomiche e strategie difensive di organismi marini e pesci del mar Ligure. Costruzione di alcuni acquari con sassolini, sabbia e sagome di pesci, stelle marine, cavallucci…da ritagliare e colorare. E) UN MOSAICO IN SPIAGGIA. Dopo un’escursione per conoscere le forme di vita animale e vegetale presenti in prossimità della costa, i bambini realizzeranno un piccolo mosaico con pietre, alghe, conchiglie ed altri materiali raccolti in spiaggia. Un simpatico ricordo del mare di Varigotti… ALTRI LABORATORI: Costruiamo un accampamento romano in miniatura – Albisola, produzione di oggetti in ceramica. SOGGIORNI IN LIGURIA (scuole primarie)____ 1) In viaggio nella Preistoria, tra mare e natura Primo giorno: un'avventura nella Preistoria... Percorso guidato e laboratorio di archeologia sperimentale presso il Museo Archeologico di Finalborgo – Pranzo – Grotte di Toirano: chi ha paura del buio? (o grotte di Borgio Verezzi). Secondo giorno: Noli...antico borgo di pescatori – Pranzo – Varigotti, un covo di pirati saraceni? Laboratorio sull'ambiente marino o attività didattica sulla vegetazione costiera. 2) Itinerario Romano. Primo giorno: Albenga, vivere sopra un “castrum romano”- visita al museo Navale Romano – Pranzo – Percorso lungo la via romana Julia Augusta. Possibile visita di un frantoio con degustazione. Secondo giorno: Finalborgo...antico paese ligure scrigno di tesori – Pranzo – Varigotti, un covo di pirati saraceni? Laboratorio sull'ambiente marino o attività didattica sulla vegetazione costiera. 3) Itinerario tra Arte, Mare e Natura. Primo giorno: Finalborgo...antico paese ligure scrigno di tesori – Pranzo – Varigotti, un covo di pirati saraceni? Laboratorio sull'ambiente marino o attività didattica sulla vegetazione costiera. Secondo giorno: Noli...antico borgo di pescatori – Pranzo – Grotte di Toirano: chi ha paura del buio? (o grotte di Borgio Verezzi). Contattateci per ricevere il dettaglio delle attività INFORMAZIONI: 339-4402668 ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email) Http: // digilander.libero.it/guideliguria LA NOSTRA LIGURIA - P.I. 01437710096 - VIA PARCO DEGLI ULIVI, 1 - 17029 VARIGOTTI (SV) – 0196988029 - ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email) §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§ VIAGGI DI ISTRUZIONE IN LIGURIA RIVIERA DELL’OUTDOOR SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO GUIDE TURISTICHE-AMBIENTALI LA NOSTRA LIGURIA Info tel: 339-4402668 ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email) Http: //digilander.libero.it/guideliguria PERCORSI GUIDATI_ (durata 2 h ciascuno)_____ Percorsi Storico – Artistici: IL MEDIOEVO NOLI…QUINTA REPUBBLICA MARINARA? Ricordata da Dante nel IV canto del Purgatorio (“Vassi in San Leo e discendesi in Noli…”) l’antica Repubblica ha un passato glorioso. Attraverso un Percorso giocato nei carruggi i ragazzi conosceranno le caratteristiche del Castello feudale, la nascita del Comune e il funzionamento dei principali sistemi difensivi di Noli (metodi di comunicazione tra le torri, case-forti, cinta muraria…). Vita da...lupi di mare: i commerci tra mare ed entroterra, l’alimentazione e i naufragi che…ci spiegheranno il significato del detto “U mâ u l’a u numme cun le”. Terra di impavidi naviganti, diede un importante contributo nell’epoca delle scoperte geografiche: Anton da Noli raggiunse le isole di Capo Verde. La potente Repubblica è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. In spiaggia, tra reti e gozzi, incontreremo i pescatori. ALBENGA, ALL’OMBRA DELLE TORRI MEDIEVALI Tra logge e palazzi medievali, si svelano ambienti raccolti e silenziosi, come la suggestiva Piazzetta dei Leoni. Con un Percorso giocato i ragazzi approfondiranno temi legati all'architettura medioevale, alle lotte tra guelfi e ghibellini, allo sviluppo dei Comuni. Visiteremo lo splendido Battistero paleocristiano (V°sec.) che conserva un magnifico mosaico in stile bizantino, tra i pochi presenti nel nord Italia insieme a Ravenna. CASTELVECCHIO DI ROCCA BARBENA, IL FASCINO SENZA TEMPO DELLA LIGURIA. Per approfondire la differenza architettonica ed amministrativa tra feudo e Comune si può abbinare ad Albenga la visita di Castelvecchio di Rocca Barbena e di Villanova. Il primo è un borgo dai vicoli contorti e labirintici, aggrappato alla rupe su cui sorge il Castello dei marchesi di Clavesana. Villanova è un paese-fortezza creato nel ‘200 dal Comune di Albenga per difendere la sua liberà dalle minacce dei feudatari. L’ETA’ MODERNA FINALBORGO, UN GIARDINO DI PIETRA. Stretti nell’abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, il Convento Domenicano ne fanno uno dei “Borghi più belli d’Italia”. La ricca storia consente, con l’ausilio di schede didattiche, molteplici chiavi di lettura. I marchesi Del Carretto, che ne ebbero il dominio dal medioevo fino al 1598, furono i mecenati che durante il Rinascimento vollero i Chiostri di S. Caterina, lo splendido Castel Gavone, i tanti polittici cinquecenteschi. Dopo la pace di Cateau-Cambrèsis Finale fu acquistata dalla Spagna e ne divenne l’accesso marittimo per raggiungere il ducato di Milano: il XVII sec. Fu un’altra epoca d’oro per il Borgo, che si arricchì di monumenti secondo il gusto barocco. Splendide le statue vestite conservate in S. Biagio, ispirate ai princìpi della Controriforma. § Per le classi prime: potremo rivivremo in modo divertente la storia di Finale attraverso un originale percorso: i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali, reali o fantastici: sono allegorie di vizi e virtù, personificazioni di casate nobiliari locali, simboli legati a curiose vicende storiche… Scopriremo insieme il… “castello fantasma”: i resti di Castel Gavone (distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli dai finalesi (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni...), perché in Liguria non si butta via niente! (Su richiesta visita del Teatro Aycardi (1806), un’autentica “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura!). Percorsi Ambientali: LE GROTTE… CHI HA PAURA DEL BUIO? GROTTE DI BORGIO VEREZZI. Scenderemo nelle viscere della terra e contempleremo le fantasiose architetture della natura…Ascolteremo i suoni delle stalattiti …le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Toirano). LA CULTURA DELL’OLIVO COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo le caratteristiche dell’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e di raccolta. Passeggiata in un uliveto. Degustazione. LABORATORI E ATTIVITA’ DIDATTICHE_ Attività che uniscono una fase teorica di spiegazione ad una attività pratica. Durata: 2 ore. Materiale che ogni bambino deve portare: astuccio con matite colorate, scotch, forbici, colla. LA VEGETAZIONE DELLA COSTA LIGURE A) A CACCIA DI…PIANTE. Lungo un sentiero di fronte al mare, una caccia al tesoro tra olivi e macchia mediterranea permetterà di conoscere le caratteristiche generali della flora mediterranea. Dopo una breve lezione sulla macchia mediterranea e sulla gariga, verranno distribuite delle schede con un disegno ed alcune informazioni sulla pianta da cercare. Durante l’escursione ciascuno dovrà trovare la sua pianta, leggere ciò che è scritto sulla scheda, e rispondere ad alcune domande. B) LA TOMBOLA DELLA MACCHIA MEDITERRANEA. Risalendo un sentiero di fronte al mare, i bambini apprenderanno le peculiarità della vegetazione costiera ligure. L’attività proseguirà con la “tombola della macchia mediterranea”, divertente gioco per verificare ed approfondire quanto appreso. Si gioca a squadre. Viene estratto un numero: la squadra che lo possiede deve guadagnarselo riconoscendo il nome della pianta corrispondente, rappresentata nel cartellone della tombola, e fornendo alcuni dati. Naturalmente vinceranno coloro che completeranno la casella per primi. L’AMBIENTE MARINO C) ALLA SCOPERTA DELLA SPIAGGIA E DEL MARE. L’attività comprende una breve escursione lungo la costa per scoprire le principali specie animali e vegetali dell’ambiente marino mediterraneo, l’equilibrio dell’ecosistema mare e gli adattamenti di animali e piante alle condizioni ambientali. In spiaggia si svolgerà il laboratorio “A ciascuno il suo ambiente”. ALTRI LABORATORI: Albisola, produzione di oggetti in ceramica.. SOGGIORNI IN LIGURIA_____________ Proponiamo soggiorni combinando mete da voi prescelte o seguendo tracce da noi proposte. 1) In viaggio nel Medioevo Primo giorno: Il fascino della Liguria segreta: Albenga medioevale – Pranzo – Varigotti, un covo di pirati saraceni? Laboratorio sull'ambiente marino o attività didattica sulla vegetazione costiera. Secondo giorno: Noli...antico borgo di pescatori – Pranzo – Come funziona un frantoio? In alternativa (o come 3° giorno): Finalborgo...antico paese ligure scrigno di tesori – Pranzo – Grotte di Toirano: chi ha paura del buio? (o grotte di Borgio Verezzi). 2) Itinerario tra Arte, Mare e Natura. Primo giorno: Finalborgo...antico paese ligure scrigno di tesori – Pranzo – Varigotti, un covo di pirati saraceni? Laboratorio sull'ambiente marino o attività didattica sulla vegetazione costiera. Secondo giorno: Noli...antico borgo di pescatori – Pranzo – Grotte di Toirano: chi ha paura del buio? (o grotte di Borgio Verezzi). Contattateci per ricevere il dettaglio delle attività INFORMAZIONI: 339-4402668 ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email) Http: // digilander.libero.it/guideliguria LA NOSTRA LIGURIA - P.I. 01437710096 - VIA PARCO DEGLI ULIVI, 1 - 17029 VARIGOTTI (SV) – 0196988029 - ****@****.** (utilizza il modulo di contatto per inviare email). Inserzionista: La Nostra Liguria
Portofino (Liguria)

3 €

POLPETTA SOGNA UN FUTURO IN UNA FAMIGLIA AMOREVOLE

Polpetta è stata salvata da una un orrenda fine alla quale il suo compagno di strada, purtroppo, non è scampato. Gli hanno sparato. Non conosciamo molto del suo passato, ma basta guardare i suoi occhi per sprofondare nella sua abissale dolcezza che non ha bisogno di racconti. Polpetta si aggirava spaventata sola, pericolosamente, lungo la strada è fortunatamente è stata salvata e condotta al nostro rifugio. È una cagnolina di circa 12 kg, ha 1 anno e mezzo, è compatibile con qualsiasi forma abbia vita, cani, gatti, cuccioli, adulti, maschi, femmine. Il suo fortunatissimo adottante sarà un privilegiato: amore, tenerezze e affetto saranno sempre presenti nella sua vita, perche avrà al suo fianco una compagna di vita di nome Polpetta! in ultimo, ma non meno importante, Polpetta ama dormire sul letto, accanto al suo compagno/a umano/a e ricevere coccole. Polpetta si trova in prov. di Lecce ed è adottabile ovunque ci sia una ottima adozione. Garantiamo staffette nel rispetto delle esigenze del cane. Si affida vaccinata, chippata, sterilizzata con controllo pre/postaffido SI PREFERISCE INIZIALE CONTATTO TELEFONICO AL 3312613214 Se non rispondiamo, lasciate un sms o messaggio whatsapp con il vostro nome e nome del cane al quale siete interessati e vi richiameremo. Associazione Animanimale è stata costituita il 17/01/2013 da un gruppo di volontari da oltre quindici anni impegnati sul territorio del Capo di Leuca per interventi a favore di cani abbandonati sul territorio, fenomeno ancora tristemente molto diffuso e dei cani reclusi nei canili spesso veri e propri lager - della zona, al fine di favorirne il recupero e il reinserimento attraverso adozioni realizzate in condizioni di garanzia per il benessere fisico e psichico degli animali (cfr. Statuto e Atto costitutivo). Obiettivo dellAssociazione è infatti quello di tutelare e salvaguardare la salute, la dignità e il benessere del cane attraverso interventi diretti e/o in collaborazione con le Istituzioni a ciò preposte, azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno del randagismo, attraverso campagne di sterilizzazione e attività di educazione ambientale e diffusione di una cultura dei diritti degli animali. L' associazione Animanimale dispone di una struttura amatoriale idonea allaffido temporaneo degli animali nella fase di preadozione, che viene utilizzata per fronteggiare situazioni di emergenza attraverso stallo, cure e mantenimento di cani adulti e intere cucciolate. Gli animali sono ospitati in ampi recinti dotati di aree coperte e spazio per il movimento ed è costantemente presidiata da volontari; la struttura è in grado di ospitare contemporaneamente n° 10 cani adulti e dispone inoltre di locali al coperto idonei allaccoglienza temporanea di cucciolate. Lattività dellAssociazione persegue due obiettivi di rilevante interesse collettivo mirando, oltre che ad un rilevante contenimento della spesa pubblica, anche al benessere psico-fisico dei cani presenti allinterno della assicurando ad essi dignità, cure veterinarie, attenzione ed affetto, in linea con gli orientamenti legislativi vigenti a livello regionale e nazionale. Oltre ad assicurare infatti accoglienza a cani adulti e cucciolate rinvenuti a seguito di abbandoni, anche su segnalazione delle forze dellordine e delle autorità locali, lAssociazione offre in vista delladozione un percorso riabilitativo psico-fisico, al fine di riequilibrarli psichicamente e caratterialmente, liberandoli dallo stress e dalla depressione acquisita durante gli anni trascorsi in canile e da turbe caratteriali e comportamentali, che renderebbero assai difficili eventuali adozioni; allinterno della struttura i cani sono testati a livello comportamentale con altri cani, gatti e con umani, sempre al fine di poter proporre agli adottanti un cane che possa integrarsi senza alcun successivo problema nella nuova realtà sociale e familiare, tutte condizioni alla base di una adozione serena e di successo, sia per il cane che per gli adottanti; stesso percorso riabilitativo viene seguito per i cani randagi provenienti dal territorio. Allo scopo di rendere possibili adozioni sicure, garantendo al cane amore, dignità e rispetto, lAssociazione dispone di una rete di canali di affido, frutto di un lavoro pluriennale di collegamento con volontari e associazioni operanti sullintero territorio nazionale. I nostri adottanti, famiglie o singole persone, sono rigidamente selezionati, con un processo che prevede una analisi attenta di tutte le caratteristiche necessarie a garantire nel tempo il benessere dellanimale, anche attraverso visite pre e post affido. Lassociazione rimane a disposizione delle famiglie adottanti per sostenerle nelle problematiche che possono caratterizzare linserimento dellanimale nel nuovo ambiente. Tutte le attività sono svolte in collaborazione con le ASL competenti per territorio oltre che con una rete di veterinari esperti che garantisce anche il pronto intervento in caso di necessità. Lutilizzazione di una metodologia di intervento particolarmente attenta ha accresciuto negli anni la credibilità dellAssociazione riconosciuta ormai sul territorio come un punto di riferimento: molte amministrazioni locali, Comandi di Polizia Municipale, forze dell'ordine e privati cittadini, considerano oramai da anni l'Associazione Animanimale quale valido referente di zona per fronteggiare emergenze quali il ritrovamento di cuccioli e cani adulti, bisognosi di cure e/o abbandonati, chiedendone sovente lintervento in via informale. Tale attività, pienamente inquadrata nelle previsioni normative della legislazione regionale e nazionale, è stata svolta sinora gratuitamente, grazie al sostegno dei volontari, generando un risparmio considerevole per le Amministrazioni pubbliche, da riferirsi sia ai costi di mantenimento dei cani presso i canili che al contenimento delle problematiche di sicurezza sul territorio connesse al fenomeno del randagismo; a tal proposito si indicano i riferimenti dellassociazione per chi ne voglia sostenere loperato e quindi continuare a renderne possibile loperativita, qualsiasi donazione, anche la piu piccola, sara graditissima,.. Iban:
Desenzano del Garda (Lombardia)

POLPETTA DESIDERA UN FUTURO DI AFFETTO

Polpetta è stata salvata da una un orrenda fine alla quale il suo compagno di strada, purtroppo, non è scampato. Gli hanno sparato. Non conosciamo molto del suo passato, ma basta guardare i suoi occhi per sprofondare nella sua abissale dolcezza che non ha bisogno di racconti. Polpetta si aggirava spaventata sola, pericolosamente, lungo la strada è fortunatamente è stata salvata e condotta al nostro rifugio. È una cagnolina di circa 12 kg, ha 1 anno e mezzo, è compatibile con qualsiasi forma abbia vita, cani, gatti, cuccioli, adulti, maschi, femmine. Il suo fortunatissimo adottante sarà un privilegiato: amore, tenerezze e affetto saranno sempre presenti nella sua vita, perche avrà al suo fianco una compagna di vita di nome Polpetta! in ultimo, ma non meno importante, Polpetta ama dormire sul letto, accanto al suo compagno/a umano/a e ricevere coccole. Polpetta si trova in prov. di Lecce ed è adottabile ovunque ci sia una ottima adozione. Garantiamo staffette nel rispetto delle esigenze del cane. Si affida vaccinata, chippata, sterilizzata con controllo pre/postaffido SI PREFERISCE INIZIALE CONTATTO TELEFONICO AL 3312613214 Se non rispondiamo, lasciate un sms o messaggio whatsapp con il vostro nome e nome del cane al quale siete interessati e vi richiameremo. Associazione Animanimale è stata costituita il 17/01/2013 da un gruppo di volontari da oltre quindici anni impegnati sul territorio del Capo di Leuca per interventi a favore di cani abbandonati sul territorio, fenomeno ancora tristemente molto diffuso e dei cani reclusi nei canili spesso veri e propri lager - della zona, al fine di favorirne il recupero e il reinserimento attraverso adozioni realizzate in condizioni di garanzia per il benessere fisico e psichico degli animali (cfr. Statuto e Atto costitutivo). Obiettivo dellAssociazione è infatti quello di tutelare e salvaguardare la salute, la dignità e il benessere del cane attraverso interventi diretti e/o in collaborazione con le Istituzioni a ciò preposte, azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno del randagismo, attraverso campagne di sterilizzazione e attività di educazione ambientale e diffusione di una cultura dei diritti degli animali. L' associazione Animanimale dispone di una struttura amatoriale idonea allaffido temporaneo degli animali nella fase di preadozione, che viene utilizzata per fronteggiare situazioni di emergenza attraverso stallo, cure e mantenimento di cani adulti e intere cucciolate. Gli animali sono ospitati in ampi recinti dotati di aree coperte e spazio per il movimento ed è costantemente presidiata da volontari; la struttura è in grado di ospitare contemporaneamente n° 10 cani adulti e dispone inoltre di locali al coperto idonei allaccoglienza temporanea di cucciolate. Lattività dellAssociazione persegue due obiettivi di rilevante interesse collettivo mirando, oltre che ad un rilevante contenimento della spesa pubblica, anche al benessere psico-fisico dei cani presenti allinterno della assicurando ad essi dignità, cure veterinarie, attenzione ed affetto, in linea con gli orientamenti legislativi vigenti a livello regionale e nazionale. Oltre ad assicurare infatti accoglienza a cani adulti e cucciolate rinvenuti a seguito di abbandoni, anche su segnalazione delle forze dellordine e delle autorità locali, lAssociazione offre in vista delladozione un percorso riabilitativo psico-fisico, al fine di riequilibrarli psichicamente e caratterialmente, liberandoli dallo stress e dalla depressione acquisita durante gli anni trascorsi in canile e da turbe caratteriali e comportamentali, che renderebbero assai difficili eventuali adozioni; allinterno della struttura i cani sono testati a livello comportamentale con altri cani, gatti e con umani, sempre al fine di poter proporre agli adottanti un cane che possa integrarsi senza alcun successivo problema nella nuova realtà sociale e familiare, tutte condizioni alla base di una adozione serena e di successo, sia per il cane che per gli adottanti; stesso percorso riabilitativo viene seguito per i cani randagi provenienti dal territorio. Allo scopo di rendere possibili adozioni sicure, garantendo al cane amore, dignità e rispetto, lAssociazione dispone di una rete di canali di affido, frutto di un lavoro pluriennale di collegamento con volontari e associazioni operanti sullintero territorio nazionale. I nostri adottanti, famiglie o singole persone, sono rigidamente selezionati, con un processo che prevede una analisi attenta di tutte le caratteristiche necessarie a garantire nel tempo il benessere dellanimale, anche attraverso visite pre e post affido. Lassociazione rimane a disposizione delle famiglie adottanti per sostenerle nelle problematiche che possono caratterizzare linserimento dellanimale nel nuovo ambiente. Tutte le attività sono svolte in collaborazione con le ASL competenti per territorio oltre che con una rete di veterinari esperti che garantisce anche il pronto intervento in caso di necessità. Lutilizzazione di una metodologia di intervento particolarmente attenta ha accresciuto negli anni la credibilità dellAssociazione riconosciuta ormai sul territorio come un punto di riferimento: molte amministrazioni locali, Comandi di Polizia Municipale, forze dell'ordine e privati cittadini, considerano oramai da anni l'Associazione Animanimale quale valido referente di zona per fronteggiare emergenze quali il ritrovamento di cuccioli e cani adulti, bisognosi di cure e/o abbandonati, chiedendone sovente lintervento in via informale. Tale attività, pienamente inquadrata nelle previsioni normative della legislazione regionale e nazionale, è stata svolta sinora gratuitamente, grazie al sostegno dei volontari, generando un risparmio considerevole per le Amministrazioni pubbliche, da riferirsi sia ai costi di mantenimento dei cani presso i canili che al contenimento delle problematiche di sicurezza sul territorio connesse al fenomeno del randagismo; a tal proposito si indicano i riferimenti dellassociazione per chi ne voglia sostenere loperato e quindi continuare a renderne possibile loperativita, qualsiasi donazione, anche la piu piccola, sara graditissima,..
Chiavari (Liguria)

POLPETTA CERCA AMORE PROFONDO E DURATURO

Polpetta è stata salvata da una un orrenda fine alla quale il suo compagno di strada, purtroppo, non è scampato. Gli hanno sparato. Non conosciamo molto del suo passato, ma basta guardare i suoi occhi per sprofondare nella sua abissale dolcezza che non ha bisogno di racconti. Polpetta si aggirava spaventata sola, pericolosamente, lungo la strada è fortunatamente è stata salvata e condotta al nostro rifugio. È una cagnolina di circa 12 kg, ha 1 anno e mezzo, è compatibile con qualsiasi forma abbia vita, cani, gatti, cuccioli, adulti, maschi, femmine. Il suo fortunatissimo adottante sarà un privilegiato: amore, tenerezze e affetto saranno sempre presenti nella sua vita, perche avrà al suo fianco una compagna di vita di nome Polpetta! in ultimo, ma non meno importante, Polpetta ama dormire sul letto, accanto al suo compagno/a umano/a e ricevere coccole. Polpetta si trova in prov. di Lecce ed è adottabile ovunque ci sia una ottima adozione. Garantiamo staffette nel rispetto delle esigenze del cane. Si affida vaccinata, chippata, sterilizzata con controllo pre/postaffido SI PREFERISCE INIZIALE CONTATTO TELEFONICO AL 3312613214 Se non rispondiamo, lasciate un sms o messaggio whatsapp con il vostro nome e nome del cane al quale siete interessati e vi richiameremo. Associazione Animanimale è stata costituita il 17/01/2013 da un gruppo di volontari da oltre quindici anni impegnati sul territorio del Capo di Leuca per interventi a favore di cani abbandonati sul territorio, fenomeno ancora tristemente molto diffuso e dei cani reclusi nei canili spesso veri e propri lager - della zona, al fine di favorirne il recupero e il reinserimento attraverso adozioni realizzate in condizioni di garanzia per il benessere fisico e psichico degli animali (cfr. Statuto e Atto costitutivo). Obiettivo dellAssociazione è infatti quello di tutelare e salvaguardare la salute, la dignità e il benessere del cane attraverso interventi diretti e/o in collaborazione con le Istituzioni a ciò preposte, azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno del randagismo, attraverso campagne di sterilizzazione e attività di educazione ambientale e diffusione di una cultura dei diritti degli animali. L' associazione Animanimale dispone di una struttura amatoriale idonea allaffido temporaneo degli animali nella fase di preadozione, che viene utilizzata per fronteggiare situazioni di emergenza attraverso stallo, cure e mantenimento di cani adulti e intere cucciolate. Gli animali sono ospitati in ampi recinti dotati di aree coperte e spazio per il movimento ed è costantemente presidiata da volontari; la struttura è in grado di ospitare contemporaneamente n° 10 cani adulti e dispone inoltre di locali al coperto idonei allaccoglienza temporanea di cucciolate. Lattività dellAssociazione persegue due obiettivi di rilevante interesse collettivo mirando, oltre che ad un rilevante contenimento della spesa pubblica, anche al benessere psico-fisico dei cani presenti allinterno della assicurando ad essi dignità, cure veterinarie, attenzione ed affetto, in linea con gli orientamenti legislativi vigenti a livello regionale e nazionale. Oltre ad assicurare infatti accoglienza a cani adulti e cucciolate rinvenuti a seguito di abbandoni, anche su segnalazione delle forze dellordine e delle autorità locali, lAssociazione offre in vista delladozione un percorso riabilitativo psico-fisico, al fine di riequilibrarli psichicamente e caratterialmente, liberandoli dallo stress e dalla depressione acquisita durante gli anni trascorsi in canile e da turbe caratteriali e comportamentali, che renderebbero assai difficili eventuali adozioni; allinterno della struttura i cani sono testati a livello comportamentale con altri cani, gatti e con umani, sempre al fine di poter proporre agli adottanti un cane che possa integrarsi senza alcun successivo problema nella nuova realtà sociale e familiare, tutte condizioni alla base di una adozione serena e di successo, sia per il cane che per gli adottanti; stesso percorso riabilitativo viene seguito per i cani randagi provenienti dal territorio. Allo scopo di rendere possibili adozioni sicure, garantendo al cane amore, dignità e rispetto, lAssociazione dispone di una rete di canali di affido, frutto di un lavoro pluriennale di collegamento con volontari e associazioni operanti sullintero territorio nazionale. I nostri adottanti, famiglie o singole persone, sono rigidamente selezionati, con un processo che prevede una analisi attenta di tutte le caratteristiche necessarie a garantire nel tempo il benessere dellanimale, anche attraverso visite pre e post affido. Lassociazione rimane a disposizione delle famiglie adottanti per sostenerle nelle problematiche che possono caratterizzare linserimento dellanimale nel nuovo ambiente. Tutte le attività sono svolte in collaborazione con le ASL competenti per territorio oltre che con una rete di veterinari esperti che garantisce anche il pronto intervento in caso di necessità. Lutilizzazione di una metodologia di intervento particolarmente attenta ha accresciuto negli anni la credibilità dellAssociazione riconosciuta ormai sul territorio come un punto di riferimento: molte amministrazioni locali, Comandi di Polizia Municipale, forze dell'ordine e privati cittadini, considerano oramai da anni l'Associazione Animanimale quale valido referente di zona per fronteggiare emergenze quali il ritrovamento di cuccioli e cani adulti, bisognosi di cure e/o abbandonati, chiedendone sovente lintervento in via informale. Tale attività, pienamente inquadrata nelle previsioni normative della legislazione regionale e nazionale, è stata svolta sinora gratuitamente, grazie al sostegno dei volontari, generando un risparmio considerevole per le Amministrazioni pubbliche, da riferirsi sia ai costi di mantenimento dei cani presso i canili che al contenimento delle problematiche di sicurezza sul territorio connesse al fenomeno del randagismo; a tal proposito si indicano i riferimenti dellassociazione per chi ne voglia sostenere loperato e quindi continuare a renderne possibile loperativita, qualsiasi donazione, anche la piu piccola, sara graditissima,.. Associazione -ANIMANIMALE- ss.275, km.38- TE. 331.6474174 73040-Leuca-Castrignano del Capo-Le
Firenze (Toscana)

POLPETTA CERCA L'AMORE VERO DI UNA FAMIGLIA

Polpetta è stata salvata da una un orrenda fine alla quale il suo compagno di strada, purtroppo, non è scampato. Gli hanno sparato. Non conosciamo molto del suo passato, ma basta guardare i suoi occhi per sprofondare nella sua abissale dolcezza che non ha bisogno di racconti. Polpetta si aggirava spaventata sola, pericolosamente, lungo la strada è fortunatamente è stata salvata e condotta al nostro rifugio. È una cagnolina di circa 12 kg, ha 1 anno e mezzo, è compatibile con qualsiasi forma abbia vita, cani, gatti, cuccioli, adulti, maschi, femmine. Il suo fortunatissimo adottante sarà un privilegiato: amore, tenerezze e affetto saranno sempre presenti nella sua vita, perche avrà al suo fianco una compagna di vita di nome Polpetta! in ultimo, ma non meno importante, Polpetta ama dormire sul letto, accanto al suo compagno/a umano/a e ricevere coccole. Polpetta si trova in prov. di Lecce ed è adottabile ovunque ci sia una ottima adozione. Garantiamo staffette nel rispetto delle esigenze del cane. Si affida vaccinata, chippata, sterilizzata con controllo pre/postaffido SI PREFERISCE INIZIALE CONTATTO TELEFONICO AL 3312613214 Se non rispondiamo, lasciate un sms o messaggio whatsapp con il vostro nome e nome del cane al quale siete interessati e vi richiameremo. Associazione Animanimale è stata costituita il 17/01/2013 da un gruppo di volontari da oltre quindici anni impegnati sul territorio del Capo di Leuca per interventi a favore di cani abbandonati sul territorio, fenomeno ancora tristemente molto diffuso e dei cani reclusi nei canili spesso veri e propri lager - della zona, al fine di favorirne il recupero e il reinserimento attraverso adozioni realizzate in condizioni di garanzia per il benessere fisico e psichico degli animali (cfr. Statuto e Atto costitutivo). Obiettivo dellAssociazione è infatti quello di tutelare e salvaguardare la salute, la dignità e il benessere del cane attraverso interventi diretti e/o in collaborazione con le Istituzioni a ciò preposte, azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno del randagismo, attraverso campagne di sterilizzazione e attività di educazione ambientale e diffusione di una cultura dei diritti degli animali. L' associazione Animanimale dispone di una struttura amatoriale idonea allaffido temporaneo degli animali nella fase di preadozione, che viene utilizzata per fronteggiare situazioni di emergenza attraverso stallo, cure e mantenimento di cani adulti e intere cucciolate. Gli animali sono ospitati in ampi recinti dotati di aree coperte e spazio per il movimento ed è costantemente presidiata da volontari; la struttura è in grado di ospitare contemporaneamente n° 10 cani adulti e dispone inoltre di locali al coperto idonei allaccoglienza temporanea di cucciolate. Lattività dellAssociazione persegue due obiettivi di rilevante interesse collettivo mirando, oltre che ad un rilevante contenimento della spesa pubblica, anche al benessere psico-fisico dei cani presenti allinterno della assicurando ad essi dignità, cure veterinarie, attenzione ed affetto, in linea con gli orientamenti legislativi vigenti a livello regionale e nazionale. Oltre ad assicurare infatti accoglienza a cani adulti e cucciolate rinvenuti a seguito di abbandoni, anche su segnalazione delle forze dellordine e delle autorità locali, lAssociazione offre in vista delladozione un percorso riabilitativo psico-fisico, al fine di riequilibrarli psichicamente e caratterialmente, liberandoli dallo stress e dalla depressione acquisita durante gli anni trascorsi in canile e da turbe caratteriali e comportamentali, che renderebbero assai difficili eventuali adozioni; allinterno della struttura i cani sono testati a livello comportamentale con altri cani, gatti e con umani, sempre al fine di poter proporre agli adottanti un cane che possa integrarsi senza alcun successivo problema nella nuova realtà sociale e familiare, tutte condizioni alla base di una adozione serena e di successo, sia per il cane che per gli adottanti; stesso percorso riabilitativo viene seguito per i cani randagi provenienti dal territorio. Allo scopo di rendere possibili adozioni sicure, garantendo al cane amore, dignità e rispetto, lAssociazione dispone di una rete di canali di affido, frutto di un lavoro pluriennale di collegamento con volontari e associazioni operanti sullintero territorio nazionale. I nostri adottanti, famiglie o singole persone, sono rigidamente selezionati, con un processo che prevede una analisi attenta di tutte le caratteristiche necessarie a garantire nel tempo il benessere dellanimale, anche attraverso visite pre e post affido. Lassociazione rimane a disposizione delle famiglie adottanti per sostenerle nelle problematiche che possono caratterizzare linserimento dellanimale nel nuovo ambiente. Tutte le attività sono svolte in collaborazione con le ASL competenti per territorio oltre che con una rete di veterinari esperti che garantisce anche il pronto intervento in caso di necessità. Lutilizzazione di una metodologia di intervento particolarmente attenta ha accresciuto negli anni la credibilità dellAssociazione riconosciuta ormai sul territorio come un punto di riferimento: molte amministrazioni locali, Comandi di Polizia Municipale, forze dell'ordine e privati cittadini, considerano oramai da anni l'Associazione Animanimale quale valido referente di zona per fronteggiare emergenze quali il ritrovamento di cuccioli e cani adulti, bisognosi di cure e/o abbandonati, chiedendone sovente lintervento in via informale. Tale attività, pienamente inquadrata nelle previsioni normative della legislazione regionale e nazionale, è stata svolta sinora gratuitamente, grazie al sostegno dei volontari, generando un risparmio considerevole per le Amministrazioni pubbliche, da riferirsi sia ai costi di mantenimento dei cani presso i canili che al contenimento delle problematiche di sicurezza sul territorio connesse al fenomeno del randagismo; a tal proposito si indicano i riferimenti dellassociazione per chi ne voglia sostenere loperato e quindi continuare a renderne possibile loperativita, qualsiasi donazione, anche la piu piccola, sara graditissima,.. Associazione -ANIMANIMALE- ss.275, km.38- TE. 331.6474174 73040-Leuca-Castrignano del Capo-Le I
Pordenone (Friuli Venezia Giulia)

BLANCO È IN CERCA DI AMORE E FELICITÀ PER LA VITA

Gli ho promesso che l'avrei tirato fuori da quel brutto box, aiutatemi a mantenere la mia promessa. Blanco ha solo un anno e mezzo e pesa 18 kg, ha un carattere espansivo e socievole, con la tendenza alla dominanza. Ha un manto bianco e lucente. È un bellissimo cucciolone con evidenti caratteristiche di un pitbull/ molossoide. Non conosciamo molto del suo passato, ma possiamo dire che smentisce ogni preconcetto su cani di razza pitbull e molossi in generale. Blanco è in ottima salute, è stato vaccinato e sterilizzato, perfettamente socializzato.. ma da circa un mese si trova in canile, motivo per cui si cerca urgentemente adozione. Si trova in provincia di Lecce ma è adottabile ovunque ci sia una ottima adozione. No cacciatori No box, no solo giardino Si affida vaccinato, microchippato, sterilizzato previa compilazione questionario conoscitivo, con visita pre/post affido. Se non rispondiamo, lasciate un sms o messaggio whatsapp con il vostro nome e nome del cane al quale siete interessati e vi richiameremo. SI PREFERISCE INIZIALE CONTATTO TELEFONICO AL 3312613214 Associazione Animanimale è stata costituita il 17/01/2013 da un gruppo di volontari da oltre quindici anni impegnati sul territorio del Capo di Leuca per interventi a favore di cani abbandonati sul territorio, fenomeno ancora tristemente molto diffuso e dei cani reclusi nei canili spesso veri e propri lager - della zona, al fine di favorirne il recupero e il reinserimento attraverso adozioni realizzate in condizioni di garanzia per il benessere fisico e psichico degli animali (cfr. Statuto e Atto costitutivo). Obiettivo dellAssociazione è infatti quello di tutelare e salvaguardare la salute, la dignità e il benessere del cane attraverso interventi diretti e/o in collaborazione con le Istituzioni a ciò preposte, azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno del randagismo, attraverso campagne di sterilizzazione e attività di educazione ambientale e diffusione di una cultura dei diritti degli animali. L' associazione Animanimale dispone di una struttura amatoriale idonea allaffido temporaneo degli animali nella fase di preadozione, che viene utilizzata per fronteggiare situazioni di emergenza attraverso stallo, cure e mantenimento di cani adulti e intere cucciolate. Gli animali sono ospitati in ampi recinti dotati di aree coperte e spazio per il movimento ed è costantemente presidiata da volontari; la struttura è in grado di ospitare contemporaneamente n° 10 cani adulti e dispone inoltre di locali al coperto idonei allaccoglienza temporanea di cucciolate. Lattività dellAssociazione persegue due obiettivi di rilevante interesse collettivo mirando, oltre che ad un rilevante contenimento della spesa pubblica, anche al benessere psico-fisico dei cani presenti allinterno della assicurando ad essi dignità, cure veterinarie, attenzione ed affetto, in linea con gli orientamenti legislativi vigenti a livello regionale e nazionale. Oltre ad assicurare infatti accoglienza a cani adulti e cucciolate rinvenuti a seguito di abbandoni, anche su segnalazione delle forze dellordine e delle autorità locali, lAssociazione offre in vista delladozione un percorso riabilitativo psico-fisico, al fine di riequilibrarli psichicamente e caratterialmente, liberandoli dallo stress e dalla depressione acquisita durante gli anni trascorsi in canile e da turbe caratteriali e comportamentali, che renderebbero assai difficili eventuali adozioni; allinterno della struttura i cani sono testati a livello comportamentale con altri cani, gatti e con umani, sempre al fine di poter proporre agli adottanti un cane che possa integrarsi senza alcun successivo problema nella nuova realtà sociale e familiare, tutte condizioni alla base di una adozione serena e di successo, sia per il cane che per gli adottanti; stesso percorso riabilitativo viene seguito per i cani randagi provenienti dal territorio. Allo scopo di rendere possibili adozioni sicure, garantendo al cane amore, dignità e rispetto, lAssociazione dispone di una rete di canali di affido, frutto di un lavoro pluriennale di collegamento con volontari e associazioni operanti sullintero territorio nazionale. I nostri adottanti, famiglie o singole persone, sono rigidamente selezionati, con un processo che prevede una analisi attenta di tutte le caratteristiche necessarie a garantire nel tempo il benessere dellanimale, anche attraverso visite pre e post affido. Lassociazione rimane a disposizione delle famiglie adottanti per sostenerle nelle problematiche che possono caratterizzare linserimento dellanimale nel nuovo ambiente. Tutte le attività sono svolte in collaborazione con le ASL competenti per territorio oltre che con una rete di veterinari esperti che garantisce anche il pronto intervento in caso di necessità. Lutilizzazione di una metodologia di intervento particolarmente attenta ha accresciuto negli anni la credibilità dellAssociazione riconosciuta ormai sul territorio come un punto di riferimento: molte amministrazioni locali, Comandi di Polizia Municipale, forze dell'ordine e privati cittadini, considerano oramai da anni l'Associazione Animanimale quale valido referente di zona per fronteggiare emergenze quali il ritrovamento di cuccioli e cani adulti, bisognosi di cure e/o abbandonati, chiedendone sovente lintervento in via informale. Tale attività, pienamente inquadrata nelle previsioni normative della legislazione regionale e nazionale, è stata svolta sinora gratuitamente, grazie al sostegno dei volontari, generando un risparmio considerevole per le Amministrazioni pubbliche, da riferirsi sia ai costi di mantenimento dei cani presso i canili che al contenimento delle problematiche di sicurezza sul territorio connesse al fenomeno del randagismo; a tal proposito si indicano i riferimenti dellassociazione per chi ne voglia sostenere loperato e quindi continuare a renderne possibile loperativita, qualsiasi donazione, anche la piu piccola, sara graditissima,.. Associazione -ANIMANIMALE- ss.275, km.38- TE. 331.6474174 73040-Leuca-Castrignano del Capo-Le
Vicenza (Veneto)

MAYA: TIGRATINA DI 45GG IN ADOZIONE

Roma, Amici con la Coda. Cerchiamo adozione per MAYA micina di 45 giorni recuperata a Roma nel giardino di un ristorante in zona Bufalotta. La piccola molto impaurita si era rifugiata in cima a una fioriera da cui non voleva più scendere perché era stata morsa da un cane. Dopo alcuni tentativi per fortuna sono riusciti a prenderla e passato lo spavento è stato portata dal veterinario e curata. Timida durante i primissimi giorni si è rivelata una micina molto affettuosa e delicata, quasi invisibile. Va d'accordo con i suoi simili e usa regolarmente la lettiera. Maya è stata spulciata e sverminata e sarà affidata con vaccinazioni ed in possesso di libretto sanitario a veri amanti animali. Si chiede lâ€(TM)impegno per l'intervento di sterilizzazione al 6^ mese. Non passare oltre se puoi, questa è la nostra preghiera...MAYA si trova a Roma, ma è adottabile in tutto il Centro e Nord Italia, puoi venire a conoscerla potremo accompagnarla noi e lo faremo totalmente gratuitamente e in tempi molto brevi. Viaggerà su ns mezzo privato omologato Asl per il trasporto animali, in massima sicurezza e comodità. Contattaci con estrema fiducia per questo tesoro di micina, non sarà MAI motivo di pentimento per te, questa è una promessa, la nostra promessa. GLI AFFETTI NON SI COMPRANO, SI ADOTTANO. SALVARE UN ESSERE IN DIFFICOLTA' E' UN GRANDE ATTO DI UMANITA' E CIVILTA'. PER OGNI GATTO O CANE ACQUISTATO IN ALLEVAMENTO O FATTO NASCERE IN CASA, CE NE SARA' UN ALTRO CHE TRASCORRERA' TUTTA LA SUA ESISTENZA DIETRO LE SBARRE DI UN GATTILE/CANILE. RIFLETTI!
Italia

RONNY,MICIO TIMIDO.

Ronny,è un gattino giovane, e molto timido ama essere accarezzato, ma il tempo passato in perrera con fame e le botte, lo hanno segnato. Le perreras sono I canili comunali spagnoli, sono un posto maledetto, dove gli animali, aspettano di morire,lo definirei il braccio della morte degli animali.Cani e gatti sono seviziati considerati meno di niente!Ronny ha bisogno di ritrovare la fiducia nelle persone,e sentire di essere amato.Adottate Ronny!Molti altri mici aspettano in perrera di essere salvati! Ronny ha un anno e mezzo circa,si affida in NORD E CENTRO ITALIA previo controllo pre affido e firma modulo. Sterilizzato.Test Fev/Felv negativio-vaccinato antirabbica e trivalente.Per adozione Vittoria 3386088448,se riuscite,per cortesia,dopo le ore 19:30 o Claudia 3287717027, se riuscite dopo le ore 18: 00 oppure mandate un SMS sarete ricontattati.Grazie di cuore.Associazione una zampa per la Spagna Onlus. AIUTATECI!
Bergamo (Lombardia)

GATTINO MASCHIO CERCA CASA

Ciao a tutti,mi chiamo Pino,ho tre mesetti,sto bene di salute,sono gioioso giocherellone,ed amante della forchetta faccio bisognini nella lettiera,quindi non sporco da altre parti,sono ubbidiente ed amo la compagnia ho un passato un po burrascoso per esseere cosi piccino,ma vorrei tanto trovare una bella famiglia amante degli animali come quella che si sta prendendo cura di me in questo momento,ma che purtroppo avendo già altri animali non può tenermi con se per favore adesso arriva l inverno e farà freddo:(non voglio vivere in campagna perchè ho sempre vissuto al caldo,e in campagna non potrei sopravvivere chiamate la mia mamma per vedermi per altre foto in privato,sono fatte da vicino e sembro grande ma vi assicuro che sono piccolino e biricchino
Messina (Sicilia)

LILLI YORKINA DI 6 ANNI

Salve ! sono Lilli, una yorkina di 6 anni molto buona e desiderosa di coccole, fosse per lei resterebbe in braccio tutto il giorno a darti i bacini J sono di piccolissima taglia. Attualmente è in Sardegna ma se trovasse casa potrebbe salire nei pressi di Milano verso il 14 luglio. E’ sverminata, vaccinata, cippata e sterilizzata Verrà data in adozione con compilazione del modulo di affidamento e previo controllo preaffido ADOZIONE SOLO LOMBARDIA Se siete interessati a lei mandate una mail dettagliata sul vostro contesto familiare e abitativo paola.baretti@gmail.com pau.beatrice08@gmail.com (siete una famiglia con o senza bambini, quante ore resterebbe sola la piccola durante la giornata, in casa ci sono altri animali, avete avuto in passato altre esperienze di convivenza con gli animali…)
Milano (Lombardia)

YOGHINA, CAGNOLINA DI 10 ANNI, VETERANA DEL RIFUGIO!

YOGHINA Cagnetta taglia piccola, di circa 10 anni, ormai una veterana del Rifugio! Purtroppo per il suo triste passato, lei è molto diffidente. Recuperata dentro una casa dove viveva con altri animali, al buio, senza mai uscire. Quando è stata recuperata era molto deperita e diffidente: ora, dopo molti anni di rifugio, lo stato di salute è ottimo ma la diffidenza è rimasta. Yoghina non si fa avvicinare da nessuno se non dai volontari, adora le coccole ma odio il guinzaglio… Loretta 3289620233 ( se non rispondo scrivete mess e vi richiamo ) boscolosassariolo@tiscali.it rifugio a.p.a chioggia ( ve) www.rifugioapachioggia.it
Italia

Gratuito


Pubblicare Annunci Gratuiti - comprare e vendere usato in Italia | CLASF - copyright ©2019 www.clasf.it.