Docenti generale luoghi

-
loading
Solo con l'immagine

CORSO FORMAZIONE ADDESTRAMENTO ADDETTI CARRELLI ELEVATORI |

CORSO RICONOSCIUTO DALLA REGIONE PIEMONTE FORMA LE FIGURE DELLA SICUREZZA IN SICUREZZA! ISCRIVITI ONLINE DAL NOSTRO SITO INTERNET O SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE. Destinatari: utilizzatori e gestori di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo Obiettivi: Il percorso formativo è finalizzato all'apprendimento di tecniche operative adeguate per utilizzare in condizioni di sicurezza le attrezzature di che trattasi, evidenziando obblighi, regole generali, normative vigenti, responsabilità ed importanti suggerimenti. art. 73 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato Regioni 22.02.2012 Docenti: personale con esperienza documentata, almeno triennale, sia nel settore della formazione sia nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e da personale con esperienza professionale pratica, documentata, almeno triennale, nelle tecniche dell’utilizzazione delle attrezzature di che trattasi. Durata: 12 ore (4 ore teoria + 8 ore pratica) - la frequenza è obbligatoria per il 90% del monte ore previsto Ore Prove Finali: 2 ore Contenuti trattati: Presentazione del corso. 1. Modulo giuridico - normativo [1 ora] Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro. Responsabilità dell’operatore. 2. Modulo tecnico [7 ore] Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso. Principali rischi connessi all’impiego di carrelli semoventi: caduta del carico, rovesciamento, ribaltamento, urti delle persone con il carico o con elementi mobili del carrello, rischi legati all’ambiente (ostacoli, linee elettriche, ecc.), rischi legati all’uso delle diverse forme di energia (elettrica, idraulica, ecc.). Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo. Stabilità (concetto del baricentro del carico e della leva di primo grado). Linee di ribaltamento. Stabilità statica e dinamica e influenza dovuta alla mobilità del carrello e dell’ambiente di lavoro (forze centrifughe e d'inerzia). Portata del carrello elevatore. Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti. Meccanismi, loro caratteristiche, loro funzione e principi di funzionamento. Componenti principali: forche e/o organi di presa (attrezzature supplementari, ecc.). Montanti di sollevamento (simplex - duplex - triplex - quadruplex - ecc., ad alzata libera e non). Posto di guida con descrizione del sedile, degli organi di comando (leve, pedali, piantone sterzo e volante, freno di stazionamento, interruttore generale a chiave, interruttore d'emergenza), dei dispositivi di segnalazione (clacson, beep di retromarcia, segnalatori luminosi, fari di lavoro, ecc.) e controllo (strumenti e spie dì funzionamento). Freni (freno di stazionamento e di servizio). Ruote e tipologie di gommature: differenze per i vari tipi di utilizzo, ruote sterzanti e motrici. Fonti di energia (batterie di accumulatori o motori endotermici). Contrappeso. Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione all'ambiente. Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. Sistemi di protezione attiva e passiva. Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilità. Portate (nominale/effettiva). Illustrazione e lettura delle targhette, tabelle o diagrammi di portata nominale ed effettiva. Influenza delle condizioni di utilizzo sulle caratteristiche nominali di portata. Gli ausili alla conduzione (indicatori di carico e altri indicatori, ecc.). Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche (stato generale e prova, montanti, attrezzature, posto di guida, freni, ruote e sterzo, batteria o motore, dispositivi di sicurezza). Illustrazione dell'importanza di un corretto utilizzo dei manuali di uso e manutenzione a corredo del carrello. Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi: procedure di movimentazione. Segnaletica di sicurezza nei luoghi di lavoro. Procedura di sicurezza durante la movimentazione e io stazionamento del mezzo. Viabilità: ostacoli, percorsi pedonali, incroci, strettoie, portoni, varchi, pendenze, ecc.. Lavori in condizioni particolari ovvero all’esterno, su terreni scivolosi e su pendenze e con scarsa visibilità. Nozioni di guida. Norme sulla circolazione, movimentazione dei carichi, stoccaggio, ecc.. Nozioni sui possibili rischi per la salute e la sicurezza collegati alla guida del carrello ed in particolare ai rischi riferibili: a) all'ambiente di lavoro; b) al rapporto uomo/macchina; c) allo stato di salute del guidatore. Nozioni sulle modalità tecniche, organizzative e comportamentali e di protezione personale idonee a prevenire i rischi. Prova intermedia di verifica parte teorica consistente in questionario a risposta multipla [1 ora]. Il superamento della prova (70% risposte esatte) consentirà il passaggio ai moduli pratici 3. Modulo pratico ai fini dell'abilitazione all'utilizzo di carrelli industriali semoventi [4 ore] Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze. Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello. Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione sul carrello, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello, ecc.). Prova pratica di verifica finale consistente nell'esecuzione delle prove previste dall'All. IV punto 4 dell'Accordo CSR 22.02.12 [1 ora] a) Al termine del modulo pratico (al di fuori dei tempi previsti per il modulo pratico) avrà luogo una prova pratica di verifica finale Tutte le prove pratiche devono essere superate. Il mancato superamento della prova di verifica finale comporta l'obbligo di ripetere il modulo pratico. Documentazione rilasciata: rilascio materiale didattico online; rilascio copia dei registri di presenza dei partecipanti al corso e verbale finale del corso. Certificazioni: L'esito positivo delle prove di verifica intermedia e finale, unitamente a una presenza pari ad almeno il 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell'attestato di abilitazione [pt. 5 Accordo CSR 22.02.12]. Sede del corso: Via Gaspare Saccarelli, 3 – 10144 Torino SESSIONE ABILITANTE Modulo teorico Giovedì 18 Aprile 2019 | ore 09.00 – 13.00 14.00 – 18.00 Modulo pratico Venerdì 19 Aprile 2019 | ore 09.00 – 13.00 [ai fini del modulo pratico sarà necessario essere dotati di idonee scarpe antinfortunistiche] SESSIONE AGGIORNAMENTO Modulo pratico Venerdì 19 Aprile 2019 | ore 09.00 – 13.00
Italia (Tutte le città)

SCUOLE E CORSI CORSO SPECIALISTICO DI CRIMINOLOGIA CLINICA E

Corso Specialistico di Criminologia Clinica e delle Investigazioni Aperte le iscrizioni per il corso di Criminologia Clinica e Psicopatologia Forense. Un corso – giunto quest’anno alla 15°edizione – della durata di 125 ore, suddivise in moduli di lezioni, che annovera tra i doicenti, esperti in Criminologia Clinica, Diritto Penale, Medicina Legale, Psicologia Giuridica, esponenti della Polizia di Stato. Il Corso Specialistico di Criminologia Clinica e Psicopatologia Forense mira ad approfondire i contenuti delle scienze criminologiche applicate al diritto – spiega il responsabile scientifico del Corso, dott. Marco Luongo – e, in particolare, a definire i campi di operatività della Criminologia, della Psicologia Forense e Giuridica, in aggiunta ad una disamina delle principali tecniche afferenti alla Criminalistica. Alla fine del corso l’allievo sarà in grado di preparare autonomamente un’ equipe di lavoro di sostegno alla propria figura di Criminologo Clinico dirigendo l’interevento pluridisciplinare di più figure professionali. Acquisirà inoltre la capacità di poter redigere una cartella clinica, una CTU, una CTP, una certificazione con finalità medico-legali col supporto di quest’ultimo, in ultimo una Perizia. Sarà altresì preparato ai compiti professionali inerenti una eventuale sua assunzione presso una struttura penitenziaria o nei luoghi previsti dalla legge detti “Alternativi alla detenzione”. Parimenti, mediante lo studio sistematico in aula di specifiche tecniche, l’allievo apprenderà anche le competenze per redigere una certificazione clinica, delle memorie e delle controdeduzioni. Il corso, infatti, costantemente, mette l’allievo di fronte alle difficoltà che spesso si incontrano sul campo applicativo dell’esperto in criminologia come ad esempio la comunicazione interdisciplinare tra più professionisti. Infine, il corso, mira sin dal principio a far emergere, attraverso lezioni tecnico-esperienziali appositamente costruite dai vari docenti, potenziali gap emotivi che potrebbero mettere a rischio, sul campo, l’esperto in Criminologia e tali da esprimersi, in maniera irrisolta, negli errori “tipici” di tale figura professionale: il Falso Positivo e il Falso Negativo. Le lezioni avranno inizioai primi di dicembre. Metodologia Le lezioni privilegeranno un taglio teorico-pratico con riferimento ad una reale casistica criminosa e processuale anche con l’ausilio di strumenti informatici e audiovisivi. Parte integrante del programma è l'attività in aula di analisi su casi clinici – Laboratori tecnico/esperienziali (40 ore) – che si configura come ulteriore momento di approfondimento delle tematiche trattate. L’obiettivo è la trasmissione di strumenti operativi per la lettura di situazioni familiari e sociali, caratterizzate da multiproblematicità, e per la progettazione di interventi capaci di rispettare non solo il tempo psicologico (ad es. i bisogni del minore e/o della famiglia) ma anche il tempo giuridico (ad es. le esigenze delle diverse figure giuridiche coinvolte). Docenti La didattica sarà svolta da docenti universitari e da esperti nel settore psicologico, giuridico e criminologico. Tipo di corso: Corso Post Laurea Metodo: In aula / Sede NAPOLI / Tesina / Ammissione esame finale / Voto espresso in Trentesimi Durata: 125 Ore Requisiti: Laurea v.o. Laurea n.o. (anche laureandi o triennalisti iscritti alla specialistica) Titolo rilasciato: Esperto in Criminologia Clinica e delle Investigazioni Rivolto a: Previo superamento di un colloquio d'idoneità, il corso è aperto ai laureati in Psicologia, Medicina e Chirurgia, Sociologia, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Pedagogia, Lettere e Filosofia che intendano specializzarsi o indirizzarsi allo studio della Criminologia Clinica e della Psicopatologia Forense. In tali ambiti disciplinari trovano largo impiego i CTU (Consulente Tecnico d’Ufficio) e i CTP (Consulente Tecnico di Parte). Il corso è altresì rivolto ai laureandi o triennalisti iscritti alla Specialistica, agli operatori nel campo del diritto e della medicina, agli investigatori appartenenti alle forze dell’ordine, ai periti e ai consulenti tecnici. Possibilità di accesso, agli operatori di cui sopra, anche se non in possesso di una Laurea, precisando che la qualifica di Esperto eventualmente acquisita, in dette circostanze, recherà il titolo di Sig. o Sig.ra invece di Dott. o Dott.ssa, con i limiti che ciò comporta ai fini della sua spendibilità. Requisiti essenziali: una forte motivazione. Classe: max. 25 alunni per classe Programma Criminologia generale: concetti introduttivi, definizione ed ambito di applicazione di criminologia, psicologia forense e psicologia giuridica Psicopatologia forense. Psicologia giuridica e Criminal profiling. Scena del Crimine Criminogenesi Criminodinamica Elementi di Psicodiagnostica Forense (la scheda clinica e i test grafici; i test intellettivi; la SCID II) Fenomenologia dei crimini violenti. Family Murder, Stalking, Omicidi e Serial Killer, Reati sessuali, Pedofilia; Fenomenologia e Comportamento negli Assassini Seriali Esegesi de «La Coppia Criminale» Il Male; Esegesi del Male e della Superstizione Antropologia Forense Fondamenti di Medicina Legale e Forense in Criminologia; Tanatologia; Etnomografia; Livor Mortis Archeologia Forense. Dinamiche del colloquio, la Valutazione della Menzogna Il profilo criminale del Child Molester Le misure di sicurezza e l’ospedale psichiatrico-giudiziario I Meccanismi di difesa nei contesti Familiari Capacità genitoriale e affidamento dei minori L'Esperto e il Tribunale per i Minorenni Analisi della devianza, abuso e maltrattamento dei minori L’ascolto del minore Tecniche di investigazione. La Perizia nei contesti giuridici Il Ruolo del Perito Criminologo Il Criminologo nella CTU Il Criminologo nella CTP Aspetti Tecnico-Teorici della Psicopatologia Penitenziaria Il Referto al Servizio Nuovi Giunti Cartella Clinica Certificazione Clinica Le Memorie La Controdeduzione La comunicazione interdisciplinare Grafologia applicata alle Scienze Forensi Progettazione ed intervento in Criminologia Minorile Elementi di diritto e procedura penale Legislazione peritale
Italia (Tutte le città)

PROFESSIONISTI CORSO DI CRIMINOLOGIA CLINICA E DELLE

Corso Specialistico di Criminologia Clinica e delle Investigazioni Aperte le iscrizioni per il corso di Criminologia Clinica e delle Investigazioni. Un corso – giunto quest’anno alla 16°edizione – della durata di 125 ore, suddivise in moduli di lezioni, che annovera tra i doicenti, esperti in Criminologia Clinica, Diritto Penale, Medicina Legale, Psicologia Giuridica, esponenti della Polizia di Stato. Il Corso Specialistico di Criminologia Clinica e Psicopatologia Forense mira ad approfondire i contenuti delle scienze criminologiche applicate al diritto – spiega il responsabile scientifico del Corso, dott. Marco Luongo – e, in particolare, a definire i campi di operatività della Criminologia, della Psicologia Forense e Giuridica, in aggiunta ad una disamina delle principali tecniche afferenti alla Criminalistica. Alla fine del corso l’allievo sarà in grado di preparare autonomamente un’ equipe di lavoro di sostegno alla propria figura di Criminologo Clinico dirigendo l’interevento pluridisciplinare di più figure professionali. Acquisirà inoltre la capacità di poter redigere una cartella clinica, una CTU, una CTP, una certificazione con finalità medico-legali col supporto di quest’ultimo, in ultimo una Perizia. Sarà altresì preparato ai compiti professionali inerenti una eventuale sua assunzione presso una struttura penitenziaria o nei luoghi previsti dalla legge detti “Alternativi alla detenzione”. Parimenti, mediante lo studio sistematico in aula di specifiche tecniche, l’allievo apprenderà anche le competenze per redigere una certificazione clinica, delle memorie e delle controdeduzioni. Il corso, infatti, costantemente, mette l’allievo di fronte alle difficoltà che spesso si incontrano sul campo applicativo dell’esperto in criminologia come ad esempio la comunicazione interdisciplinare tra più professionisti. Infine, il corso, mira sin dal principio a far emergere, attraverso lezioni tecnico-esperienziali appositamente costruite dai vari docenti, potenziali gap emotivi che potrebbero mettere a rischio, sul campo, l’esperto in Criminologia e tali da esprimersi, in maniera irrisolta, negli errori “tipici” di tale figura professionale: il Falso Positivo e il Falso Negativo. Le lezioni avranno inizioai primi di dicembre. Metodologia Le lezioni privilegeranno un taglio teorico-pratico con riferimento ad una reale casistica criminosa e processuale anche con l’ausilio di strumenti informatici e audiovisivi. Parte integrante del programma è l'attività in aula di analisi su casi clinici – Laboratori tecnico/esperienziali (40 ore) – che si configura come ulteriore momento di approfondimento delle tematiche trattate. L’obiettivo è la trasmissione di strumenti operativi per la lettura di situazioni familiari e sociali, caratterizzate da multiproblematicità, e per la progettazione di interventi capaci di rispettare non solo il tempo psicologico (ad es. i bisogni del minore e/o della famiglia) ma anche il tempo giuridico (ad es. le esigenze delle diverse figure giuridiche coinvolte). Docenti La didattica sarà svolta da docenti universitari e da esperti nel settore psicologico, giuridico e criminologico. Tipo di corso: Corso Post Laurea Metodo: In aula / Sede NAPOLI / Tesina / Ammissione esame finale / Voto espresso in Trentesimi Durata: 125 Ore Requisiti: Laurea v.o. Laurea n.o. (anche laureandi o triennalisti iscritti alla specialistica) Titolo rilasciato: Esperto in Criminologia Clinica e delle Investigazioni Rivolto a: Previo superamento di un colloquio d'idoneità, il corso è aperto ai laureati in Psicologia, Medicina e Chirurgia, Sociologia, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Pedagogia, Lettere e Filosofia che intendano specializzarsi o indirizzarsi allo studio della Criminologia Clinica e della Psicopatologia Forense. In tali ambiti disciplinari trovano largo impiego i CTU (Consulente Tecnico d’Ufficio) e i CTP (Consulente Tecnico di Parte). Il corso è altresì rivolto ai laureandi o triennalisti iscritti alla Specialistica, agli operatori nel campo del diritto e della medicina, agli investigatori appartenenti alle forze dell’ordine, ai periti e ai consulenti tecnici. Possibilità di accesso, agli operatori di cui sopra, anche se non in possesso di una Laurea, precisando che la qualifica di Esperto eventualmente acquisita, in dette circostanze, recherà il titolo di Sig. o Sig.ra invece di Dott. o Dott.ssa, con i limiti che ciò comporta ai fini della sua spendibilità. Requisiti essenziali: una forte motivazione. Classe: max. 25 alunni per classe Programma Criminologia generale: concetti introduttivi, definizione ed ambito di applicazione di criminologia, psicologia forense e psicologia giuridica Psicopatologia forense. Psicologia giuridica e Criminal profiling. Scena del Crimine Criminogenesi Criminodinamica Elementi di Psicodiagnostica Forense (la scheda clinica e i test grafici; i test intellettivi; la SCID II) Fenomenologia dei crimini violenti. Family Murder, Stalking, Omicidi e Serial Killer, Reati sessuali, Pedofilia; Fenomenologia e Comportamento negli Assassini Seriali Esegesi de «La Coppia Criminale» Il Male; Esegesi del Male e della Superstizione Antropologia Forense Fondamenti di Medicina Legale e Forense in Criminologia; Tanatologia; Etnomografia; Livor Mortis Archeologia Forense. Dinamiche del colloquio, la Valutazione della Menzogna Il profilo criminale del Child Molester Le misure di sicurezza e l’ospedale psichiatrico-giudiziario I Meccanismi di difesa nei contesti Familiari Capacità genitoriale e affidamento dei minori L'Esperto e il Tribunale per i Minorenni Analisi della devianza, abuso e maltrattamento dei minori L’ascolto del minore Tecniche di investigazione. La Perizia nei contesti giuridici Il Ruolo del Perito Criminologo Il Criminologo nella CTU Il Criminologo nella CTP Aspetti Tecnico-Teorici della Psicopatologia Penitenziaria Il Referto al Servizio Nuovi Giunti Cartella Clinica Certificazione Clinica Le Memorie La Controdeduzione La comunicazione interdisciplinare Grafologia applicata alle Scienze Forensi Progettazione ed intervento in Criminologia Minorile Elementi di diritto e procedura penale Legislazione peritale
Italia (Tutte le città)

CORSO ADDESTRAMENTO CARRELLI ELEVATORI | 12 ORE | CORSO

Patentino Muletti CORSO RICONOSCIUTO DALLA REGIONE PIEMONTE FORMA LE FIGURE DELLA SICUREZZA IN SICUREZZA! ISCRIVITI ONLINE DAL NOSTRO SITO INTERNET O SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE. Destinatari: utilizzatori e gestori di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo Obiettivi: Il percorso formativo è finalizzato all'apprendimento di tecniche operative adeguate per utilizzare in condizioni di sicurezza le attrezzature di che trattasi, evidenziando obblighi, regole generali, normative vigenti, responsabilità ed importanti suggerimenti. art. 73 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato Regioni 22.02.2012 Docenti: personale con esperienza documentata triennale Durata: 12 ore (4 ore teoria + 8 ore pratica) frequenza obbligatoria 90% monte ore Ore Prove Finali: 2 ore Contenuti trattati: Presentazione del corso. 1. Modulo giuridico - normativo [1 ora] Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro. Responsabilità dell’operatore. 2. Modulo tecnico [7 ore] Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso. Principali rischi connessi all’impiego di carrelli semoventi: caduta del carico, rovesciamento, ribaltamento, urti delle persone con il carico o con elementi mobili del carrello, rischi legati all’ambiente (ostacoli, linee elettriche, ecc.), rischi legati all’uso delle diverse forme di energia (elettrica, idraulica, ecc.). Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo. Stabilità (concetto del baricentro del carico e della leva di primo grado). Linee di ribaltamento. Stabilità statica e dinamica e influenza dovuta alla mobilità del carrello e dell’ambiente di lavoro (forze centrifughe e d'inerzia). Portata del carrello elevatore. Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti. Meccanismi, loro caratteristiche, loro funzione e principi di funzionamento. Componenti principali: forche e/o organi di presa (attrezzature supplementari, ecc.). Montanti di sollevamento (simplex - duplex - triplex - quadruplex - ecc., ad alzata libera e non). Posto di guida con descrizione del sedile, degli organi di comando (leve, pedali, piantone sterzo e volante, freno di stazionamento, interruttore generale a chiave, interruttore d'emergenza), dei dispositivi di segnalazione (clacson, beep di retromarcia, segnalatori luminosi, fari di lavoro, ecc.) e controllo (strumenti e spie dì funzionamento). Freni (freno di stazionamento e di servizio). Ruote e tipologie di gommature: differenze per i vari tipi di utilizzo, ruote sterzanti e motrici. Fonti di energia (batterie di accumulatori o motori endotermici). Contrappeso. Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione all'ambiente. Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. Sistemi di protezione attiva e passiva. Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilità. Portate (nominale/effettiva). Illustrazione e lettura delle targhette, tabelle o diagrammi di portata nominale ed effettiva. Influenza delle condizioni di utilizzo sulle caratteristiche nominali di portata. Gli ausili alla conduzione (indicatori di carico e altri indicatori, ecc.). Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche (stato generale e prova, montanti, attrezzature, posto di guida, freni, ruote e sterzo, batteria o motore, dispositivi di sicurezza). Illustrazione dell'importanza di un corretto utilizzo dei manuali di uso e manutenzione a corredo del carrello. Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi: procedure di movimentazione. Segnaletica di sicurezza nei luoghi di lavoro. Procedura di sicurezza durante la movimentazione e io stazionamento del mezzo. Viabilità: ostacoli, percorsi pedonali, incroci, strettoie, portoni, varchi, pendenze, ecc.. Lavori in condizioni particolari ovvero all’esterno, su terreni scivolosi e su pendenze e con scarsa visibilità. Nozioni di guida. Norme sulla circolazione, movimentazione dei carichi, stoccaggio, ecc.. Nozioni sui possibili rischi per la salute e la sicurezza collegati alla guida del carrello ed in particolare ai rischi riferibili: a) all'ambiente di lavoro; b) al rapporto uomo/macchina; c) allo stato di salute del guidatore. Nozioni sulle modalità tecniche, organizzative e comportamentali e di protezione personale idonee a prevenire i rischi. Prova intermedia di verifica parte teorica consistente in questionario a risposta multipla [1 ora]. Il superamento della prova (70% risposte esatte) consentirà il passaggio ai moduli pratici 3. Modulo pratico ai fini dell'abilitazione all'utilizzo di carrelli industriali semoventi [4 ore] Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze. Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello. Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione sul carrello, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello, ecc.). Prova pratica di verifica finale consistente nell'esecuzione delle prove previste dall'All. IV punto 4 dell'Accordo CSR 22.02.12 [1 ora] a) Al termine del modulo pratico (al di fuori dei tempi previsti per il modulo pratico) avrà luogo una prova pratica di verifica finale Tutte le prove pratiche devono essere superate. Il mancato superamento della prova di verifica finale comporta l'obbligo di ripetere il modulo pratico. Documentazione rilasciata: rilascio materiale didattico online; rilascio copia dei registri di presenza dei partecipanti al corso e verbale finale del corso. Certificazioni: L'esito positivo delle prove di verifica intermedia e finale, unitamente a una presenza pari ad almeno il 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell'attestato di abilitazione [pt. 5 Accordo CSR 22.02.12]. Sede del corso: Via Gaspare Saccarelli, 3 – 10144 Torino SESSIONE ABILITANTE Modulo teorico Giovedì 27 febbraio 2020 | ore 09.00 – 13.00 14.00 – 18.00 Modulo pratico Venerdì 28 febbraio 2020 | ore 09.00 – 13.00 [ai fini del modulo pratico sarà necessario essere dotati di idonee scarpe antinfortunistiche] SESSIONE AGGIORNAMENTO Modulo pratico Venerdì 28 febbraio 2020 | ore 09.00 – 13.00
Italia (Tutte le città)

FORMAZIONE DEI LAVORATORI

Corso di Formazione dei lavoratori Modulo Generale durata 4 ore. Modi Srl oranizza presso le sedi dei clienti e in aule del Veneto corsi sulla Salute e Sicurezza nei luoghio di Lavoro. Formiamo e aggiornaniamo periodicamente lavoratori, RLS, preposti, dirigenti, RSPP, ASPP, coordinatori sicurezza ecc. Il corso si pone l’obiettivo di adempiere all’obbligo di formazione dei lavoratori, ai sensi dell’art. 37 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. E dell’Accordo Stato - Regioni del 21 dicembre 2011. DESTINATARI Lavoratori come definiti dall’art. 2 comma 1 lettera a del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. PROGRAMMA FORMAZIONE GENERALE (4 ore) • Concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione; • Organizzazione della prevenzione aziendale; • Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali; • Organi di vigilanza, controllo e assistenza. DOCENTI DEL CORSO Il corso è tenuto da consulenti MODI che si occupano della Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro, della valutazione dei rischi e della formazione dei lavoratori. Contattandoci tramite ebacheca potremo offrirvi un sopralluogo gratuito per le aziende Venete da parte di nostri Consulenti esperti. Contattaci anche per bisogni formativi quali corsi di Primo Soccorso, Antincendio, RLS e molto altro e richiedi una demo gratuita dei nostri corsi online validi e certificati in tutta Italia. Vedi nel nostro sito www.modiq.it la lista dei nostri clienti e le loro opinioni nella sezione “Dicono di noi”!. I sistemi di sicurezza possono essere integrati con gli altri sistemi di gestione come per esempio quello della qualità, ambiente e sicurezza iso 45001. MODI assume incarico di RSPP in esterno, DPO per rispetto della legge Privacy Regolamento UE GDPR 2016/679 e membro in ORGANISMI DI VIGILANZA. Chiamaci per un preventivo e una visita. Inserzionista: Francesca Quintavalle
Venezia (Veneto)

49 €

CORSO DI FORMAZIONE SICUREZZA PER PREPOSTI - VICENZA

Il corso è rivolto ai responsabili di funzione, servizio, area o settore, ai capireparto, capisquadra, capisala, capiturno, capocantieri etc., e più in generale a tutti coloro che ricadono nel ruolo di preposto, con o senza investitura formale (quindi anche di fatto), in quanto in posizione di preminenza rispetto ad altri lavoratori, così da poter impartire ordini, istruzioni o direttive nel lavoro da eseguire. Obiettivi L'obiettivo del corso di formazione è fornire conoscenze e metodi ritenuti indispensabili per affrontare e risolvere le problematiche connesse e alla gestione della sicurezza e salute sul lavoro, poter comprendere adeguatamente il proprio ruolo di preposto, i propri obblighi e responsabilità in materia di sicurezza e salute sul lavoro. Programma Il corso di formazione, della durata complessiva di 8 ore, tratterà i seguenti argomenti come specificato da normativa: Principali soggetti del sistema di prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità Relazioni tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione Definizione e individuazione dei fattori di rischio Incidenti e infortuni mancati Tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare neoassunti, somministrati, stranieri Valutazione dei rischi dell'azienda, con particolare riferimento al contesto in cui il preposto opera Individuazione misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione Modalità di esercizio della funzione di controllo dell'osservanza da parte dei lavoratori delle disposizioni di legge e aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro, e di uso dei mezzi di protezione collettivi e individuali messi a loro disposizione Docenti Il docente del corso è un professionista che opera nell'ambito della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e che svolge il ruolo di docente da svariati anni, arricchendo le lezioni teoriche e pratiche con la propria esperienza pluriennale nel campo. Informazioni Costo in presenza: € 160,00 + IVA Penta Formazione Tel: 0444520660 e-mail: info@pentaformazione.it Skype: penta.formazione Ci riserviamo il diritto di posticipare la partenza del corso se non viene raggiunto il numero minimo di partecipanti
Italia

CORSO DI AGGIORNAMENTO SICUREZZA LAVORATORI

Visita il nostro sito oppure contattaci al Tel. 0182/589086 e scopri tutti i nostri corsi e servizi! INFORMAZIONI SUL CORSO L'art. 37 del D.Lgs. 81/2008 e lâ€(TM)Accordo Stato, Regioni e Province autonome del 21 dicembre 2011 prevedono l'obbligo per i Lavoratori di ricevere, a cura del Datore di lavoro, un'adeguata e specifica formazione in materia di salute e sicurezza del lavoro e successivi aggiornamenti periodici quinquennali. Lâ€(TM)Accordo stato, regioni e Province autonome del 21/12/2011 dispone quanto segue: Con riferimento ai lavoratori, è previsto un aggiornamento quinquennale, di durata minima di 6 ore, per tutti e tre i livelli di rischio sopra individuati. Nei corsi di aggiornamento per i lavoratori non dovranno essere riprodotti meramente argomenti e contenuti già proposti nei corsi base (formazione iniziale), ma si dovranno trattare significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti che potranno riguardare: approfondimenti giuridico-normativi; aggiornamenti tecnici sui rischi ai quali sono esposti i lavoratori; aggiornamenti su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda; fonti di rischio e relative misure di prevenzione. DESTINATARI Lavoratori, come definiti allâ€(TM)art. 2, comma 1, lettera a) del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i., che abbiano già ricevuto formazione iniziale (generale e specifica) in materia di salute e sicurezza come prevista ai sensi dellâ€(TM)Accordo Stato, Regioni e Province Autonome del 21 dicembre 2011 e per i quali sia necessario procedere con gli aggiornamenti quinquennali previsti dal medesimo Accordo. METODOLOGIA DIDATTICA In linea con quanto definito dallâ€(TM)accordo Stato Regioni il corso verrà svolto privilegiando metodologie interattive con esercitazioni in aula, lavori di gruppo, discussioni, dimostrazioni e simulazioni riferite a problematiche specifiche. DOCUMENTAZIONE A tutti i partecipanti saranno distribuiti materiali didattici (dispense fuori commercio). VERIFICA DELLâ€(TM)APPRENDIMENTO Al termine del corso è prevista la somministrazione di un questionario di verifica volto ad appurare lâ€(TM)effettiva comprensione degli argomenti trattati. ATTESTATI A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato nominativo a seguito della frequenza completa e obbligatoria al corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e al superamento del questionario di verifica dellâ€(TM)apprendimento. PROGRAMMA DEL CORSO Approfondimenti giuridico normativi I luoghi di lavoro Meccanici e uso attrezzature Incendio â€" gestione emergenze Appalti Agenti cancerogeni/mutageni Rumore Rischi psico-sociali Movimenti ripetuti Radiazioni ottiche artificiali Segnaletica di sicurezza Rischio infortuni Rischi elettrici Atmosfere potenzialmente esplosive Agenti chimici Agenti biologici Vibrazioni Movimentazione manuale di carichi Campi elettromagnetici Dispositivi protezione individuale Esercitazioni RELATORI Le docenze saranno tenute da docenti qualificati da AIAS Academy ai sensi della normativa vigente, in possesso di specifiche competenze ed abilitazioni in materia di sicurezza sul lavoro, formati specificatamente per il massimo coinvolgimento dei discenti al fine di assicurare la comprensione e l'apprendimento delle tematiche trattate nel corso. COSTI € 75,00 + IVA a partecipante (91,50 iva inclusa) La quota comprende la partecipazione al corso ed il materiale didattico. ULTERIORI INFORMAZIONI E CONTATTI Per ulteriori informazioni, iscrizioni e chiarimenti rivolgersi ai seguenti contatti: SIGMA SERVIZI S.r.l: Via al Piemonte, 59 â€" Leca 17031 Albenga (SV) Tel 0182589086 - FAX 0182590661
Savona (Liguria)

CORSO DI FORMAZIONE SICUREZZA PER PREPOSTI

Il corso è rivolto ai responsabili di funzione, servizio, area o settore, ai capireparto, capisquadra, capisala, capiturno, capocantieri etc., e più in generale a tutti coloro che ricadono nel ruolo di preposto, con o senza investitura formale (quindi anche di fatto), in quanto in posizione di preminenza rispetto ad altri lavoratori, così da poter impartire ordini, istruzioni o direttive nel lavoro da eseguire. Obiettivi L'obiettivo del corso di formazione è fornire conoscenze e metodi ritenuti indispensabili per affrontare e risolvere le problematiche connesse e alla gestione della sicurezza e salute sul lavoro, poter comprendere adeguatamente il proprio ruolo di preposto, i propri obblighi e responsabilità in materia di sicurezza e salute sul lavoro. Programma Il corso di formazione, della durata complessiva di 8 ore, tratterà i seguenti argomenti come specificato da normativa: Principali soggetti del sistema di prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità Relazioni tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione Definizione e individuazione dei fattori di rischio Incidenti e infortuni mancati Tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare neoassunti, somministrati, stranieri Valutazione dei rischi dell'azienda, con particolare riferimento al contesto in cui il preposto opera Individuazione misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione Modalità di esercizio della funzione di controllo dell'osservanza da parte dei lavoratori delle disposizioni di legge e aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro, e di uso dei mezzi di protezione collettivi e individuali messi a loro disposizione Docenti Il docente del corso è un professionista che opera nell'ambito della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e che svolge il ruolo di docente da svariati anni, arricchendo le lezioni teoriche e pratiche con la propria esperienza pluriennale nel campo.
Verona (Veneto)

190 €

CORSO DI FORMAZIONE SICUREZZA PER PREPOSTI - VERONA

Destinatari Il corso è rivolto ai responsabili di funzione, servizio, area o settore, ai capireparto, capisquadra, capisala, capiturno, capocantieri etc., e più in generale a tutti coloro che ricadono nel ruolo di preposto, con o senza investitura formale (quindi anche di fatto), in quanto in posizione di preminenza rispetto ad altri lavoratori, così da poter impartire ordini, istruzioni o direttive nel lavoro da eseguire. Obiettivi L'obiettivo del corso di formazione è fornire conoscenze e metodi ritenuti indispensabili per affrontare e risolvere le problematiche connesse e alla gestione della sicurezza e salute sul lavoro, poter comprendere adeguatamente il proprio ruolo di preposto, i propri obblighi e responsabilità in materia di sicurezza e salute sul lavoro. Programma Il corso di formazione, della durata complessiva di 8 ore, tratterà i seguenti argomenti come specificato da normativa: Principali soggetti del sistema di prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità Relazioni tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione Definizione e individuazione dei fattori di rischio Incidenti e infortuni mancati Tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare neoassunti, somministrati, stranieri Valutazione dei rischi dell'azienda, con particolare riferimento al contesto in cui il preposto opera Individuazione misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione Modalità di esercizio della funzione di controllo dell'osservanza da parte dei lavoratori delle disposizioni di legge e aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro, e di uso dei mezzi di protezione collettivi e individuali messi a loro disposizione Docenti Il docente del corso è un professionista che opera nell'ambito della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e che svolge il ruolo di docente da svariati anni, arricchendo le lezioni teoriche e pratiche con la propria esperienza pluriennale nel campo. Prezzo: 160 + IVA. Informazioni Penta Formazione Tel: 045.8969006 e-mail: verona@pentaformazione.it Skype: penta.formazione
Italia (Tutte le città)

FORMAZIONE SICUREZZA

Modi S.r.l. di Mestre (VE) offre ai datori di lavoro corso prova gratis SSLL MODI S.R.L. Società di consulenza e formazione certificata ISO 9001 con sedi in Mestre e Spinea (VE), con l’obiettivo di presentare la propria organizzazione, propone ai Datori di Lavoro delle PMI del nostro territorio che abbiano esigenze formative in materia di Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro, di provare gratuitamente un corso di aggiornamento tra quelli di seguito indicati: - addetti primo soccorso ed emergenze; - RSPP; - Antincendio. Oltre ad adempiere agli obblighi formativi previsti dalla più recente normativa, con questa iniziativa diamo l’opportunità di valutare la competenza del nostri docenti formatori e, più in generale, la qualità dei nostri servizi. I corsi sono erogati in Mestre (VE), via Volturno 4/E, facilmente raggiungibile e con parcheggio sotterraneo gratuito. Contattandoci tramite ebacheca potremo offrirvi un sopralluogo gratuito per le aziende Venete da parte di nostri Consulenti esperti. Contattaci anche per bisogni formativi quali corsi di Primo Soccorso, Antincendio, RLS e molto altro e richiedi una demo gratuita dei nostri corsi online validi e certificati in tutta Italia. Vedi nel nostro sito www.modiq.it la lista dei nostri clienti e le loro opinioni nella sezione “Dicono di noi”!. Inserzionista: Modi S.r.l.
Vicenza (Veneto)


Pubblicare Annunci Gratuiti - comprare e vendere usato in Italia | CLASF - copyright ©2020 www.clasf.it.