Tecnico sicurezza igiene degli

-
loading
Solo con l'immagine

COLLABORATORE POLIVALENTE NELLE STRUTTURE RICETTIVE

Via Ruggero Leoncavallo, 8 - Milano Corso on line di Collaboratore Polivalente nelle Strutture Ricettive e Ristorative Il corso della durata di due mesi, permette di acquisire competenze professionali spendibili nel settore ricettivo. Il corso è finalizzato a trasmettere ai partecipanti competenze tecnico professionali per la realizzazione di attività di supporto e manutenzione negli alberghi ed altre strutture ricettive. Assicurare la funzionalità della struttura, operazioni di pulizia e di riassetto dei locali, delle attrezzature, del materiale operativo in genere; eseguire operazioni di cucina, di sala e di servizio colazioni; collaborare al ricevimento, immagazzinamento e stoccaggio dei prodotti; fornire informazioni di routine alla clientela e svolgere attività di facchinaggio. Sbocchi professionali: Strutture ricettive e ristorative. Alberghi, Bed & Breakfast, ristoranti, pizzerie. Programma: Turismo Accoglienza Cucina, sala, bar Inglese Facchinaggio Igiene degli alimenti Prospettive: Il corso permette di sviluppare competenze per: assicurare lâ€(TM)igiene e la funzionalità della struttura (albergo, ristorante, ecc) segnalando eventuali anomalie al responsabile; eseguire operazioni di cucina, di sala e di servizio colazioni; svolgere attività di facchinaggio e collaborare al ricevimento e immagazzinamento dei prodotti; collaborare al ricevimento e fornire allâ€(TM)occorrenza informazioni alla clientela. Rilascio attestato di qualifica professionale per Addetto Strutture ricettive e ristorative. Alberghi, Bed & Breakfast, ristoranti, pizzerie., in cinque lingue: Italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco. Attestato sulla sicurezza sui luoghi di lavoro (basso rischio). Promo: -20% per iscrizioni pervenute entro il 30 giugno 2016 Presidenza e segreteria corsi: dott.ssa Jenny Ruggeri: tel. 392 2840115 â€" 338.9140687 dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 20 * il sabato dalle 10.00 alle 13.00 Quota di iscrizione € 1.200,00 + iva che potrà essere versata con bonifico bancario in 2 comode rate di cui una all'atto dell'iscrizione e la seconda alla consegna del titolo di studio che verrà tramite contrassegno. Dati per iscrizione: -cognome e nome -data di nascita -indirizzo con CAP -codice fiscale  -numero di telefono valido ed email del corsista.
Milano (Lombardia)

1.200 €

COLLABORATORE POLIVALENTE NELLE STRUTTURE RICETTIVE

Via Ruggero Leoncavallo, 8 - Milano Corso on line di Collaboratore Polivalente nelle Strutture Ricettive e Ristorative Il corso della durata di due mesi, permette di acquisire competenze professionali spendibili nel settore ricettivo. Il corso è finalizzato a trasmettere ai partecipanti competenze tecnico professionali per la realizzazione di attività di supporto e manutenzione negli alberghi ed altre strutture ricettive. Assicurare la funzionalità della struttura, operazioni di pulizia e di riassetto dei locali, delle attrezzature, del materiale operativo in genere; eseguire operazioni di cucina, di sala e di servizio colazioni; collaborare al ricevimento, immagazzinamento e stoccaggio dei prodotti; fornire informazioni di routine alla clientela e svolgere attività di facchinaggio. Sbocchi professionali: Strutture ricettive e ristorative. Alberghi, Bed & Breakfast, ristoranti, pizzerie. Programma: Turismo Accoglienza Cucina, sala, bar Inglese Facchinaggio Igiene degli alimenti Prospettive: Il corso permette di sviluppare competenze per: assicurare l’igiene e la funzionalità della struttura (albergo, ristorante, ecc) segnalando eventuali anomalie al responsabile; eseguire operazioni di cucina, di sala e di servizio colazioni; svolgere attività di facchinaggio e collaborare al ricevimento e immagazzinamento dei prodotti; collaborare al ricevimento e fornire all’occorrenza informazioni alla clientela. Rilascio attestato di qualifica professionale per Addetto Strutture ricettive e ristorative. Alberghi, Bed & Breakfast, ristoranti, pizzerie., in cinque lingue: Italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco. Attestato sulla sicurezza sui luoghi di lavoro (basso rischio). Promo: -20% per iscrizioni pervenute entro il 30 giugno 2016 Presidenza e segreteria corsi: dott.ssa Jenny Ruggeri: tel. 392 2840115 – 338.9140687 dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 20 * il sabato dalle 10.00 alle 13.00 Quota di iscrizione € 1.200,00 + iva che potrà essere versata con bonifico bancario in 2 comode rate di cui una all'atto dell'iscrizione e la seconda alla consegna del titolo di studio che verrà tramite contrassegno. Dati per iscrizione: -cognome e nome -data di nascita -indirizzo con CAP -codice fiscale  -numero di telefono valido ed email del corsista.
Milano (Lombardia)

1.200 €

CORSO PATENTINO TRATTORI AGRICOLI O FORESTALI - VERONA

Il corso è finalizzato ad assolvere l’obbligo di formazione specifica degli addetti all’uso del trattore agricolo o forestale come previsto dall’art. 73 del D.Lgs 81/08 e dall‘Accordo Stato Regioni del 22/02/2012. Gli argomenti del corso sono: Modulo giuridico, teoria (1 ora): norme generali in materia di igiene e sicurezza del lavoro, con particolare riferimento all’uso di attrezzature di lavoro semoventi con operatore a bordo (D.Lgs. n. 81/2008). Modulo tecnico, teoria (3 ore): categorie di trattori; componenti principali; dispositivi di comando e di sicurezza; controlli visivi e funzionali da effettuare prima dell’utilizzo; DPI specifici da utilizzare con i trattori; modalità di utilizzo in sicurezza e rischi, con analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nell’utilizzo dei trattori, avviamento, spostamento, collegamento alla macchina operatrice, azionamenti e manovre. Verifica intermedia dell’apprendimento teorico (extra orario) - questionario a risposta multipla sugli argomenti trattati nei moduli giuridico e tecnico (minimo 70% di risposte corrette). Modulo pratico (4 ore): individuazione dei componenti principali, individuazione dei dispositivi di comando e di sicurezza; controlli pre-utilizzo visivi e funzionali; pianificazione delle operazioni in campo in riferimento a pendenze, accesso, ostacoli sul percorso e condizioni del terreno; esercitazioni pratiche operative sulle tecniche di guida e sulla gestione delle situazioni di pericolo; guida del trattore in campo; messa a riposo del trattore (parcheggio e rimessaggio) in area idonea e precauzioni contro l’utilizzo non autorizzato. Prezzo: €130,00+IVA Per maggiori informazioni contatta la segreteria di Penta Formazione Tel. 045.8969006 e-mail: safetylab@pentaformazione.it Skype: penta.formazione
Italia (Tutte le città)

CORSO FORMAZIONE ADDESTRAMENTO ADDETTI CARRELLI ELEVATORI |

CORSO RICONOSCIUTO DALLA REGIONE PIEMONTE FORMA LE FIGURE DELLA SICUREZZA IN SICUREZZA! ISCRIVITI ONLINE DAL NOSTRO SITO INTERNET O SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE. Destinatari: utilizzatori e gestori di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo Obiettivi: Il percorso formativo è finalizzato all'apprendimento di tecniche operative adeguate per utilizzare in condizioni di sicurezza le attrezzature di che trattasi, evidenziando obblighi, regole generali, normative vigenti, responsabilità ed importanti suggerimenti. art. 73 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato Regioni 22.02.2012 Docenti: personale con esperienza documentata, almeno triennale, sia nel settore della formazione sia nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e da personale con esperienza professionale pratica, documentata, almeno triennale, nelle tecniche dell’utilizzazione delle attrezzature di che trattasi. Durata: 12 ore (4 ore teoria + 8 ore pratica) - la frequenza è obbligatoria per il 90% del monte ore previsto Ore Prove Finali: 2 ore Contenuti trattati: Presentazione del corso. 1. Modulo giuridico - normativo [1 ora] Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro. Responsabilità dell’operatore. 2. Modulo tecnico [7 ore] Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso. Principali rischi connessi all’impiego di carrelli semoventi: caduta del carico, rovesciamento, ribaltamento, urti delle persone con il carico o con elementi mobili del carrello, rischi legati all’ambiente (ostacoli, linee elettriche, ecc.), rischi legati all’uso delle diverse forme di energia (elettrica, idraulica, ecc.). Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo. Stabilità (concetto del baricentro del carico e della leva di primo grado). Linee di ribaltamento. Stabilità statica e dinamica e influenza dovuta alla mobilità del carrello e dell’ambiente di lavoro (forze centrifughe e d'inerzia). Portata del carrello elevatore. Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti. Meccanismi, loro caratteristiche, loro funzione e principi di funzionamento. Componenti principali: forche e/o organi di presa (attrezzature supplementari, ecc.). Montanti di sollevamento (simplex - duplex - triplex - quadruplex - ecc., ad alzata libera e non). Posto di guida con descrizione del sedile, degli organi di comando (leve, pedali, piantone sterzo e volante, freno di stazionamento, interruttore generale a chiave, interruttore d'emergenza), dei dispositivi di segnalazione (clacson, beep di retromarcia, segnalatori luminosi, fari di lavoro, ecc.) e controllo (strumenti e spie dì funzionamento). Freni (freno di stazionamento e di servizio). Ruote e tipologie di gommature: differenze per i vari tipi di utilizzo, ruote sterzanti e motrici. Fonti di energia (batterie di accumulatori o motori endotermici). Contrappeso. Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione all'ambiente. Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. Sistemi di protezione attiva e passiva. Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilità. Portate (nominale/effettiva). Illustrazione e lettura delle targhette, tabelle o diagrammi di portata nominale ed effettiva. Influenza delle condizioni di utilizzo sulle caratteristiche nominali di portata. Gli ausili alla conduzione (indicatori di carico e altri indicatori, ecc.). Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche (stato generale e prova, montanti, attrezzature, posto di guida, freni, ruote e sterzo, batteria o motore, dispositivi di sicurezza). Illustrazione dell'importanza di un corretto utilizzo dei manuali di uso e manutenzione a corredo del carrello. Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi: procedure di movimentazione. Segnaletica di sicurezza nei luoghi di lavoro. Procedura di sicurezza durante la movimentazione e io stazionamento del mezzo. Viabilità: ostacoli, percorsi pedonali, incroci, strettoie, portoni, varchi, pendenze, ecc.. Lavori in condizioni particolari ovvero all’esterno, su terreni scivolosi e su pendenze e con scarsa visibilità. Nozioni di guida. Norme sulla circolazione, movimentazione dei carichi, stoccaggio, ecc.. Nozioni sui possibili rischi per la salute e la sicurezza collegati alla guida del carrello ed in particolare ai rischi riferibili: a) all'ambiente di lavoro; b) al rapporto uomo/macchina; c) allo stato di salute del guidatore. Nozioni sulle modalità tecniche, organizzative e comportamentali e di protezione personale idonee a prevenire i rischi. Prova intermedia di verifica parte teorica consistente in questionario a risposta multipla [1 ora]. Il superamento della prova (70% risposte esatte) consentirà il passaggio ai moduli pratici 3. Modulo pratico ai fini dell'abilitazione all'utilizzo di carrelli industriali semoventi [4 ore] Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze. Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello. Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione sul carrello, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello, ecc.). Prova pratica di verifica finale consistente nell'esecuzione delle prove previste dall'All. IV punto 4 dell'Accordo CSR 22.02.12 [1 ora] a) Al termine del modulo pratico (al di fuori dei tempi previsti per il modulo pratico) avrà luogo una prova pratica di verifica finale Tutte le prove pratiche devono essere superate. Il mancato superamento della prova di verifica finale comporta l'obbligo di ripetere il modulo pratico. Documentazione rilasciata: rilascio materiale didattico online; rilascio copia dei registri di presenza dei partecipanti al corso e verbale finale del corso. Certificazioni: L'esito positivo delle prove di verifica intermedia e finale, unitamente a una presenza pari ad almeno il 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell'attestato di abilitazione [pt. 5 Accordo CSR 22.02.12]. Sede del corso: Via Gaspare Saccarelli, 3 – 10144 Torino SESSIONE ABILITANTE Modulo teorico Giovedì 18 Aprile 2019 | ore 09.00 – 13.00 14.00 – 18.00 Modulo pratico Venerdì 19 Aprile 2019 | ore 09.00 – 13.00 [ai fini del modulo pratico sarà necessario essere dotati di idonee scarpe antinfortunistiche] SESSIONE AGGIORNAMENTO Modulo pratico Venerdì 19 Aprile 2019 | ore 09.00 – 13.00
Italia (Tutte le città)

CORSO ADDESTRAMENTO CARRELLI ELEVATORI | 12 ORE | CORSO

Patentino Muletti CORSO RICONOSCIUTO DALLA REGIONE PIEMONTE FORMA LE FIGURE DELLA SICUREZZA IN SICUREZZA! ISCRIVITI ONLINE DAL NOSTRO SITO INTERNET O SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE. Destinatari: utilizzatori e gestori di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo Obiettivi: Il percorso formativo è finalizzato all'apprendimento di tecniche operative adeguate per utilizzare in condizioni di sicurezza le attrezzature di che trattasi, evidenziando obblighi, regole generali, normative vigenti, responsabilità ed importanti suggerimenti. art. 73 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato Regioni 22.02.2012 Docenti: personale con esperienza documentata triennale Durata: 12 ore (4 ore teoria + 8 ore pratica) frequenza obbligatoria 90% monte ore Ore Prove Finali: 2 ore Contenuti trattati: Presentazione del corso. 1. Modulo giuridico - normativo [1 ora] Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro. Responsabilità dell’operatore. 2. Modulo tecnico [7 ore] Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso. Principali rischi connessi all’impiego di carrelli semoventi: caduta del carico, rovesciamento, ribaltamento, urti delle persone con il carico o con elementi mobili del carrello, rischi legati all’ambiente (ostacoli, linee elettriche, ecc.), rischi legati all’uso delle diverse forme di energia (elettrica, idraulica, ecc.). Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo. Stabilità (concetto del baricentro del carico e della leva di primo grado). Linee di ribaltamento. Stabilità statica e dinamica e influenza dovuta alla mobilità del carrello e dell’ambiente di lavoro (forze centrifughe e d'inerzia). Portata del carrello elevatore. Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti. Meccanismi, loro caratteristiche, loro funzione e principi di funzionamento. Componenti principali: forche e/o organi di presa (attrezzature supplementari, ecc.). Montanti di sollevamento (simplex - duplex - triplex - quadruplex - ecc., ad alzata libera e non). Posto di guida con descrizione del sedile, degli organi di comando (leve, pedali, piantone sterzo e volante, freno di stazionamento, interruttore generale a chiave, interruttore d'emergenza), dei dispositivi di segnalazione (clacson, beep di retromarcia, segnalatori luminosi, fari di lavoro, ecc.) e controllo (strumenti e spie dì funzionamento). Freni (freno di stazionamento e di servizio). Ruote e tipologie di gommature: differenze per i vari tipi di utilizzo, ruote sterzanti e motrici. Fonti di energia (batterie di accumulatori o motori endotermici). Contrappeso. Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione all'ambiente. Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. Sistemi di protezione attiva e passiva. Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilità. Portate (nominale/effettiva). Illustrazione e lettura delle targhette, tabelle o diagrammi di portata nominale ed effettiva. Influenza delle condizioni di utilizzo sulle caratteristiche nominali di portata. Gli ausili alla conduzione (indicatori di carico e altri indicatori, ecc.). Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche (stato generale e prova, montanti, attrezzature, posto di guida, freni, ruote e sterzo, batteria o motore, dispositivi di sicurezza). Illustrazione dell'importanza di un corretto utilizzo dei manuali di uso e manutenzione a corredo del carrello. Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi: procedure di movimentazione. Segnaletica di sicurezza nei luoghi di lavoro. Procedura di sicurezza durante la movimentazione e io stazionamento del mezzo. Viabilità: ostacoli, percorsi pedonali, incroci, strettoie, portoni, varchi, pendenze, ecc.. Lavori in condizioni particolari ovvero all’esterno, su terreni scivolosi e su pendenze e con scarsa visibilità. Nozioni di guida. Norme sulla circolazione, movimentazione dei carichi, stoccaggio, ecc.. Nozioni sui possibili rischi per la salute e la sicurezza collegati alla guida del carrello ed in particolare ai rischi riferibili: a) all'ambiente di lavoro; b) al rapporto uomo/macchina; c) allo stato di salute del guidatore. Nozioni sulle modalità tecniche, organizzative e comportamentali e di protezione personale idonee a prevenire i rischi. Prova intermedia di verifica parte teorica consistente in questionario a risposta multipla [1 ora]. Il superamento della prova (70% risposte esatte) consentirà il passaggio ai moduli pratici 3. Modulo pratico ai fini dell'abilitazione all'utilizzo di carrelli industriali semoventi [4 ore] Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze. Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello. Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione sul carrello, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello, ecc.). Prova pratica di verifica finale consistente nell'esecuzione delle prove previste dall'All. IV punto 4 dell'Accordo CSR 22.02.12 [1 ora] a) Al termine del modulo pratico (al di fuori dei tempi previsti per il modulo pratico) avrà luogo una prova pratica di verifica finale Tutte le prove pratiche devono essere superate. Il mancato superamento della prova di verifica finale comporta l'obbligo di ripetere il modulo pratico. Documentazione rilasciata: rilascio materiale didattico online; rilascio copia dei registri di presenza dei partecipanti al corso e verbale finale del corso. Certificazioni: L'esito positivo delle prove di verifica intermedia e finale, unitamente a una presenza pari ad almeno il 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell'attestato di abilitazione [pt. 5 Accordo CSR 22.02.12]. Sede del corso: Via Gaspare Saccarelli, 3 – 10144 Torino SESSIONE ABILITANTE Modulo teorico Giovedì 27 febbraio 2020 | ore 09.00 – 13.00 14.00 – 18.00 Modulo pratico Venerdì 28 febbraio 2020 | ore 09.00 – 13.00 [ai fini del modulo pratico sarà necessario essere dotati di idonee scarpe antinfortunistiche] SESSIONE AGGIORNAMENTO Modulo pratico Venerdì 28 febbraio 2020 | ore 09.00 – 13.00
Italia (Tutte le città)

CORSO PATENTINO PER GUIDA CARRELLO ELEVATORE/MULETTO

Il recente accordo in materia di sicurezza ha individuato le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione. Il corso è destinato a tutti coloro che già utilizzano o hanno intenzione di inserirsi in un luogo di lavoro che prevede l'utilizzo del carrello elevatore. Per le aziende organizziamo percorsi personalizzati. Il corso permette di ottenere un patentino che risponde alla preparazione prevista dal Testo Unico della sicurezza in ottemperanza al D.Lgs 81/08 aggiornato ai sensi dell'Accordo Stato Regioni del 22 Febbraio 2012 ed è finalizzato a far acquisire le informazioni utili al destinatario per lavorare in sicurezza. Gli argomenti che verranno trattati durante il corso sono: Modulo giuridico e tecnico (8 ore) - Normativa di igiene e sicurezza del lavoro - Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso. - Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo. - Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti. - Principali componenti: forche e/o organi di presa; montanti di sollevamento; il posto di guida; dispositivi di segnalazione e controllo; freni; ruote e tipologie di gommature; fonti di energia e contrappeso. - Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione allâ€(TM)ambiente. - Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. - Sistemi di protezione attiva e passiva - Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilità - Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche - Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi: procedure di movimentazione Modulo pratico (4 ore) - Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze - Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello - Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico. Per effettuare la prova pratica è necessario essere forniti di scarpe antinfortunistiche. Al termine del corso saranno fornite le dispense per l'approfondimento degli argomenti. Il docente del corso “Utilizzo in sicurezza del carrello elevatore” è abilitato secondo le normative vigenti e possiede unâ€(TM)esperienza pluriennale nellâ€(TM)insegnamento in materia di sicurezza sul lavoro e nellâ€(TM)utilizzo di strumentazione tecniche. Penta Formazione poiché è ente accreditato ai Servizi per il Lavoro dalla Regione Veneto ti può offrire il servizio di segnalazione del tuo profilo alle aziende del territorio e alle Agenzie per il lavoro locali. PER INFORMAZIONI Penta Formazione Tel. 045.8969006 Fax: 045.2109239 Skype: penta.formazione
Verona (Veneto)

195 €

CORSO PER ADDETTI AI MEZZI DI MOVIMENTAZIONE TERRA E SCAVI

Il corso consente di formare addetti alla conduzione di escavatori idraulici, pale caricatrici frontali, terne e autoribaltabili a cingoli. Il corso ha una durata di 16 ore, ed è strutturato in 3 lezioni: una prima lezione a carattere normativo, della durata di 1 ora; una seconda lezione a carattere tecnico, della durata di 3 ore; e una terza ed ultima lezione a carattere pratico, della durata di 6 ore per tipologia. Programma del corso - Lezione 1. Normativa (1 ora) - Presentazione del corso. Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro, con particolare riferimento all'uso di attrezzature di lavoro semoventi con operatore a bordo (D.Lgs. 81/2008). Responsabilità dell'operatore - Lezione 2. Tecnica (3 ore) - Categorie di attrezzature: i vari tipi di macchine movimento terra e descrizione delle caratteristiche generali e specifiche, con particolare riferimento a escavatori, caricatori, terne e autoribaltabili a cingoli. - Componenti strutturali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, circuiti di comando, impianto idraulico, impianto elettrico (ciascuna componente riferita alle attrezzature oggetto del corso). - Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. Visibilità dell'attrezzatura e identificazione delle zone cieche, sistemi di accesso. - Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi. - Protezione nei confronti degli agenti fisici: rumore, vibrazioni al corpo intero ed al sistema mano-braccio. - Lezione 3 - Pratica (6 ore per tipologia) - Individuazione dei componenti strutturali: struttura portante, organi di trasmissione, organi di propulsione, organi di direzione e frenatura, dispositivi di accoppiamento e azionamento delle macchine operatrici. - Individuazione dei dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione, conoscenza del pattern di comando. - Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali della macchina, dei dispositivi di comando e di sicurezza. - Pianificazione delle operazioni di campo: accesso, sbancamento, livellamento, scavo offset, spostamento in pendenza a vuoto ed a carico nominale. Operazioni di movimentazione carichi, manovra di agganci rapidi per attrezzi. - Esercitazioni di pratiche operative: tecniche di manovra e gestione delle situazioni di pericolo. - Guida dell'escavatore ruotato su strada. Le esercitazioni devono prevedere: predisposizione del mezzo e posizionamento organi di lavoro; guida con attrezzature. - Uso dell'escavatore in campo. Le esercitazioni prevedono: esecuzione di manovre di scavo e riempimento; accoppiamento attrezzature in piano e non; manovre di livellamento; operazioni di movimentazione carichi di precisione; aggancio di attrezzature speciali e loro impiego. - Messa a riposo e trasporto dell'escavatore: parcheggio e rimessaggio (ricovero) in area idonea, precauzioni contro l'utilizzo non autorizzato. Salita sul carrellone di trasporto. Individuazione dei punti di aggancio per il sollevamento. Il corso si svolgerà presso la sede di About You, in via Costa Calcinara 85, a Monselice (PD), nei giorni 18 e 19 Gennaio 2018, con orario 9/13-14/18. Il corso ha un costo di € 300 + IVA.
Monselice (Veneto)

300 €

AGGIORNAMENTO PATENTINO TRATTORI AGRICOLI O FORESTALI

Il corso si rivolge a ogni lavoratore che durante lo svolgimento del proprio lavoro debba utilizzare un trattore agricolo o forestale. In particolare si rivolge agli addetti allâ€(TM)utilizzo dei trattori che, dopo l'entrata in vigore del Testo Unico 81 del 2008, abbiano frequentato: - corsi composti di modulo teorico e pratico e con verifica di apprendimento di durata inferiore a quella prevista dallâ€(TM)Accordo (8 ore); - corsi senza verifica di apprendimento di qualsiasi durata. Il corso è finalizzato ad assolvere lâ€(TM)obbligo di Aggiornamento formazione specifica degli addetti allâ€(TM)uso del trattore agricolo o forestale come previsto dallâ€(TM)art. 73 del D.Lgs 81/08 e dallâ€~Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 Il corso tratterà i seguenti argomenti: - Modulo Giuridico â€" normativo (1 ora): Presentazione del corso - Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro per le operazioni di movimentazione di carichi (D.Lgs 81/2008). Responsabilità dellâ€(TM)operatore. - Modulo tecnico/pratico (3 ore): Tipologie e caratteristiche dei veicoli, rischi connessi allâ€(TM)impiego di trattori agricoli o forestali, tecnologia e componenti di trattori agricoli o forestali, sistemi di ricarica batterie, dispositivi di comando e di sicurezza, condizioni di equilibrio, controlli e manutenzioni, modalità di utilizzo in sicurezza, guida di trattori agricoli o forestali su percorso di prova (corretta posizione sul trattore, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del trattore). Il docente del corso “Aggiornamento Patentino Trattori Agricoli o forestali” è abilitato secondo le normative vigenti e possiede unâ€(TM)esperienza pluriennale nellâ€(TM)insegnamento in materia di sicurezza sul lavoro e nellâ€(TM)utilizzo di strumentazione tecniche. Penta Formazione poichè è un ente accreditato ai Servizi per il Lavoro dalla Regione Veneto ti può offrire il servizio di segnalazione del tuo profilo alle aziende del territorio e alle Agenzie per il lavoro locali. Il corso è conforme ai requisiti previsti dall'accordo Stato Regioni e si svolge in collaborazione con EBG UGLCONFIMEA. PER INFORMAZIONI: Penta Formazione Tel. 045.8969006 Fax: 045.2109239 Skype: penta.formazione
Verona (Veneto)

90 €

CORSO DI AGGIORNAMENTO PATENTINO TRATTORE AGRICOLO- VR

Il corso è finalizzato ad assolvere l’obbligo di Aggiornamento formazione specifica degli addetti all’uso del trattore agricolo o forestale come previsto dall’art. 73 del D.Lgs 81/08 e dall‘Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 Modulo Giuridico – normativo (1 ora): Presentazione del corso - Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro per le operazioni di movimentazione di carichi (D.Lgs 81/2008).Responsabilità dell’operatore. Modulo tecnico/pratico (3 ore): Tipologie e caratteristiche dei veicoli, rischi connessi all’impiego di trattori agricoli o forestali, tecnologia e componenti di trattori agricoli o forestali, sistemi di ricarica batterie, dispositivi di comando e di sicurezza, condizioni di equilibrio, controlli e manutenzioni, modalità di utilizzo in sicurezza, guida di trattori agricoli o forestali su percorso di prova (corretta posizione sul trattore, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del trattore). Sede: Sommacampagna (VR) Prezzo: € 60 + IVA Per ulteriori informazioni contatta la segreteria di Penta Formazione al numero 045 8969006
Italia (Tutte le città)

CORSO DI AGGIORNAMENTO PATENTINO TRATTORI AGRICOLI- VERONA

Il corso si rivolge a ogni lavoratore che durante lo svolgimento del proprio lavoro debba utilizzare un trattore agricolo o forestale. In particolare si rivolge agli addetti allâ€(TM)utilizzo dei trattori che, dopo l'entrata in vigore del Testo Unico 81 del 2008 abbiamo frequentato: - corsi composti di modulo teorico e pratico e con verifica di apprendimento di durata inferiore a quella prevista dallâ€(TM)Accordo (8 ore); - corsi senza verifica di apprendimento di qualsiasi durata. Il corso è finalizzato ad assolvere lâ€(TM)obbligo di Aggiornamento formazione specifica degli addetti allâ€(TM)uso del trattore agricolo o forestale come previsto dallâ€(TM)art. 73 del D.Lgs 81/08 e dallâ€~Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 Gli argomenti del corso sono: - Modulo Giuridico â€" normativo (1 ora): Presentazione del corso - Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro per le operazioni di movimentazione di carichi (D.Lgs 81/2008).Responsabilità dellâ€(TM)operatore. - Modulo tecnico/pratico (3 ore): Tipologie e caratteristiche dei veicoli, rischi connessi allâ€(TM)impiego di trattori agricoli o forestali, tecnologia e componenti di trattori agricoli o forestali, sistemi di ricarica batterie, dispositivi di comando e di sicurezza, condizioni di equilibrio, controlli e manutenzioni, modalità di utilizzo in sicurezza, guida di trattori agricoli o forestali su percorso di prova (corretta posizione sul trattore, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del trattore).
Verona (Veneto)

60 €

NIDI D'INFANZIA

Master “Educatore e Coordinatore dei Nidi D’Infanzia” riconosciuto MIUR Il Master proposto dall’INPEF, ente autorizzato alla formazione dal MIUR, permette di conoscere le diverse strutture educative per l’infanzia: asili nido, nidi aziendali, micronidi, nidi famiglia, ludoteche, centri ludici estivi e spazi-gioco ma anche spazi-famiglia, ovunque sia forte la richiesta di personale specializzato nella cura del neonato e dei bambini fino a 3 anni. Il Master è costituito da 2 Moduli finalizzati a fornire una formazione completa in ambito psicopedagogico-gestionale dei Servizi Educativi per l’infanzia. È comunque possibile limitare la frequenza ad uno solo dei Moduli proposti se si è interessati alla sola figura dell’Educatore per l’Infanzia, mentre per la figura del Coordinatore Pedagogico sarà necessario seguire entrambi i moduli Obiettivo Gli obiettivi del primo modulo sono quelli di fornire conoscenze e strumenti per: - Elaborare e realizzare progetti educativi per la prima infanzia - Saper gestire la relazione con le famiglie - Favorire lo sviluppo, cognitivo, emotivo e sociale del bambino - Organizzare gli spazi a misura di bambino - Utilizzare strumenti osservativi per l’infanzia e strumenti di gioco, creatività, solidarietà - Organizzare e condurre le attività nel gruppo dei bambini Gli obiettivi del secondo modulo sono quelli di fornire conoscenze e strumenti per: -Elaborare, coordinare, gestire e verificare progetti educativi -Saper gestire la relazione con le famiglie, secondo prospettive Pedagogico – Familiari -Raccogliere i bisogni delle famiglie presenti sul territorio secondo un Approccio Familiare coordinato multidisciplinare -Riconoscere i buoni e cattivi indicatori: progettare per incrementare i plus point e per risolvere gli outpoint rilevati -Organizzare e utilizzare una comunicazione efficace all’interno di un gruppo di lavoro -Sostenere, orientare, supervisionare le attività del personale educativo -Creare una rete con altre istituzioni e migliorare l’offerta formativa del Servizio -Gestire il personale e l’organizzazione stessa, applicando tutela e sicurezza del personale e dei bambini Struttura Il Master si struttura in 1500 ore di formazione. Frequenza degli incontri: un weekend al mese. La metodologia è pratico-laboratoriale ed è caratterizzata da esercitazioni, simulazioni, discussioni di gruppo, utilizzo di strumenti (tecnica di ascolto attivo, lezioni frontali, brainstorming, learning by doing e role-playing) e analisi di materiali di lavoro (griglie, schede, questionari ecc.). Nuova edizione: 18 novembre 2017 Programma * Il programma è articolato nei seguenti macropunti: I° MODULO Educatore per Nidi d'infanzia, Tagesmutter (Educatore Nido Familiare), operatore d’infanzia, tecnico di ludoteca - La nuova normativa che regolamenta la gestione dei Nidi d’Infanzia - Legislazione dei Servizi Educativi. - I Servizi per L’infanzia- le diverse tipologie di asilo nido, i servizi educativi alternativi al nido. - Elementi di Pedagogia - DPPS Disostruzione e Medicina Pediatrica, - Igiene e spazi - Didattica1: laboratori ludici (fiaba, teatro, giochi euristici, gioco simbolico e scatola azzurra) Psicologia della Prima Infanzia 1 - Psicologia della Prima Infanzia 2 - L’Inserimento (cosa sono gli inserimenti individuali e di gruppo, e come si organizzano: dall’iscrizione del bambino, al colloquio pre –inserimento con i genitori, alla compilazione del quaderno di inserimento; gestione dell’ansia del genitore, griglia di osservazione del bambino; le principali cause di difficoltà all’ambientamento) - Rapporto con i Genitori - La comunicazione ordinaria, tempi e modi. - Colloquio relazionale familiare - Tesi di Specializzazione II° MODULO Coordinatore pedagogico nei servizi educativi per l’Infanzia - Osservazione e Supervisione Educativa - Gestione delle Risorse Umane - Legislazione dei Servizi Educativi 2 - Gestione e Organizzazione dei Servizi Educativi - Organizzazione e Progettazione spazi educativi - Tesi di Specializzazione *per accedere al programma dettagliato vi invitiamo a visitare il nostro Sito istituzionale Destinatari Il Master è rivolto preferibilmente a chi ha un diploma o una laurea in ambito psico - pedagogico, indispensabile per poter svolgere un ruolo educativo nei servizi per la prima infanzia: Diploma Magistrale, Liceo Psicopedagogico, Dirigente di Comunità, Tecnico dei Servizi Sociali, Laurea triennale in Scienze dell’Educazione, Psicologia, Sociologia e Scienze Sociali, Scienze della Formazione Primaria, Educatore Professionale di Comunità, Lettere. Modalità di ammissione Le iscrizioni dovranno pervenire via mail corredate di CV e saranno accettate secondo l'ordine di arrivo fino a raggiungimento del numero previsto. Sede Il corso si svolgerà presso la sede dell’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare, Via dei Papareschi, 11 (Angolo Piazzale della Radio) – Roma, con possibilità di variare la sede a seconda del numero dei partecipanti. Contatti Per ulteriori informazioni vi invitiamo a rispondere all’annuncio o a contattare l’Istituto ai recapiti indicati nel nostro profilo. Inserzionista: Inpef
Roma (Lazio)

MASTER IN SERVIZI EDUCATIVI PER L'INFANZIA

2 Moduli finalizzati a fornire una formazione completa in ambito psicopedagogico-gestionale dei Servizi Educativi per lâ€(TM)infanzia. Ã^ comunque possibile limitare la frequenza ad uno solo dei Moduli proposti se si è interessati alla sola figura dellâ€(TM)Educatore per lâ€(TM)Infanzia, mentre per la figura del Coordinatore Pedagogico sarà necessario seguire entrambi i moduli Obiettivo Gli obiettivi del primo modulo sono quelli di fornire conoscenze e strumenti per:  - Elaborare e realizzare progetti educativi per la prima infanzia - Saper gestire la relazione con le famiglie - Favorire lo sviluppo, cognitivo, emotivo e sociale del bambino - Organizzare gli spazi a misura di bambino - Utilizzare strumenti osservativi per lâ€(TM)infanzia e strumenti di gioco, creatività, solidarietà - Organizzare e condurre le attività nel gruppo dei bambini Gli obiettivi del secondo modulo sono quelli di fornire conoscenze e strumenti per:  -Elaborare, coordinare, gestire e verificare progetti educativi -Saper gestire la relazione con le famiglie, secondo prospettive Pedagogico â€" Familiari -Raccogliere i bisogni delle famiglie presenti sul territorio secondo un Approccio Familiare coordinato multidisciplinare -Riconoscere i buoni e cattivi indicatori: progettare per incrementare i plus point e per risolvere gli outpoint rilevati -Organizzare e utilizzare una comunicazione efficace allâ€(TM)interno di un gruppo di lavoro -Sostenere, orientare, supervisionare le attività del personale educativo -Creare una rete con altre istituzioni e migliorare lâ€(TM)offerta formativa del Servizio -Gestire il personale e lâ€(TM)organizzazione stessa, applicando tutela e sicurezza del personale e dei bambini Struttura 1500 ore di formazione con frequenza degli incontri di una volta al mese â€" formula weekend La metodologia è pratico-laboratoriale ed è caratterizzata da esercitazioni, simulazioni, discussioni di gruppo, utilizzo di strumenti e analisi di materiali di lavoro Programma * Il programma è articolato nei seguenti macropunti:  I° MODULO Educatore per Nidi d'infanzia, Tagesmutter (Educatore Nido Familiare), operatore dâ€(TM)infanzia, tecnico di ludoteca - La nuova normativa che regolamenta la gestione dei Nidi dâ€(TM)Infanzia - Legislazione dei Servizi Educativi. - I Servizi per Lâ€(TM)infanzia- le diverse tipologie di asilo nido, i servizi educativi alternativi al nido. - Elementi di Pedagogia - DPPS Disostruzione e Medicina Pediatrica, - Igiene e spazi - Didattica1: laboratori ludici (fiaba, teatro, giochi euristici, gioco simbolico e scatola azzurra) Psicologia della Prima Infanzia 1 - Psicologia della Prima Infanzia 2 - Lâ€(TM)Inserimento (cosa sono gli inserimenti individuali e di gruppo, e come si organizzano: dallâ€(TM)iscrizione del bambino, al colloquio pre â€"inserimento con i genitori, alla compilazione del quaderno di inserimento; gestione dellâ€(TM)ansia del genitore, griglia di osservazione del bambino; le principali cause di difficoltà allâ€(TM)ambientamento) - Rapporto con i Genitori - La comunicazione ordinaria, tempi e modi. - Colloquio relazionale familiare - Tesi di Specializzazione II° MODULO Coordinatore pedagogico nei servizi educativi per lâ€(TM)Infanzia - Osservazione e Supervisione Educativa - Gestione delle Risorse Umane - Legislazione dei Servizi Educativi 2 - Gestione e Organizzazione dei Servizi Educativi - Organizzazione e Progettazione spazi educativi - Tesi di Specializzazione *programma dettagliato disponibile sul sito dell'Istituto Stage: Iscrizione gratuita sulla piattaforma iAgoraEmagister con le migliori offerte di Stage e Lavoro in ben 81 Paesi.Tutto ciò, in aggiunta alla possibilità di effettuare un tirocinio scelto dal candidato nel territorio di provenienza in convenzione con lâ€(TM)Istituto. Destinatari Il Master è rivolto preferibilmente a chi ha un diploma o una laurea in ambito psico - pedagogico, indispensabile per poter svolgere un ruolo educativo nei servizi per la prima infanzia: Diploma Magistrale, Liceo Psicopedagogico, Dirigente di Comunità, Tecnico dei Servizi Sociali, Laurea triennale in Scienze dellâ€(TM)Educazione, Psicologia, Sociologia e Scienze Sociali, Scienze della Formazione Primaria, Educatore Professionale di Comunità, Lettere. Modalità di ammissione Le iscrizioni dovranno pervenire via mail corredate di CV e saranno accettate secondo l'ordine di arrivo fino a raggiungimento del numero previsto. Sede Il corso si svolgerà presso la sede dellâ€(TM)Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare, Via dei Papareschi, 11 (Angolo Piazzale della Radio) â€" Roma, con possibilità di variare la sede a seconda del numero dei partecipanti. Contatti Per ulteriori informazioni vi invitiamo a rispondere allâ€(TM)annuncio o a contattare lâ€(TM)Istituto ai recapiti indicati nel nostro profilo. N.B. Il costo del Master è da intendersi IVA esclusa
Roma (Lazio)

MASTER IN SERVIZI EDUCATIVI PER L'INFANZIA

Master erogato da Ente autorizzato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Il Master è costituito da 2 Moduli finalizzati a fornire una formazione completa in ambito psicopedagogico-gestionale dei Servizi Educativi per l’infanzia. È comunque possibile limitare la frequenza ad uno solo dei Moduli proposti se si è interessati alla sola figura dell’Educatore per l’Infanzia, mentre per la figura del Coordinatore Pedagogico sarà necessario seguire entrambi i moduli Obiettivi del I Modulo -Elaborare e realizzare progetti educativi per la prima infanzia -Saper gestire la relazione con le famiglie -Favorire lo sviluppo, cognitivo, emotivo e sociale del bambino -Riconoscere i bisogni del bambino -Organizzare gli spazi a misura di bambino -Lavorare in gruppo -Organizzare e condurre le attività nel gruppo dei bambini -Conoscere le fasi di crescita del bambino e progettare attività in linea con lo sviluppo -Conoscenza di elementi di primo soccorso Obiettivi del II Modulo -Elaborare, coordinare, gestire e verificare progetti educativi -Saper gestire la relazione con le famiglie, secondo prospettive Pedagogico Familiari -Raccogliere i bisogni delle famiglie presenti nel territorio secondo un Approccio Familiare coordinato multidisciplinare -Riconoscere i buoni e cattivi indicatori: progettare per incrementare i plus point e per risolvere gli outpoint rilevati -Organizzare e utilizzare una comunicazione efficace all'interno di un gruppo di lavoro -Sostenere, orientare, supervisionare le attività del personale educativo -Creare una rete con altre istituzioni e migliorare l'offerta formativa del Servizio -Gestire il personale e l'organizzazione stessa applicando tutela e sicurezza del personale e de bambini Durata del Master, frequenza, orari delle lezioni Il Master ha una durata di 6-8 mesi. 1500 ore di formazione comprensive dell’intero carico didattico (lezioni in aula, moduli formativi a distanza con esercitazioni, lettura di tesi consigliati, simulazioni, elaborazione di progetti, eventuale tirocinio, stesura e discussione dell’elaborato finale) Le lezioni in aula si terranno una volta al mese in formula weekend: Sabato ore 10.00-17.00/18.00 Domenica ore 10.00-13.00/14.00 Destinatari Il Master è rivolto preferibilmente a chi ha un diploma o una laurea in ambito psico - pedagogico, indispensabile per poter svolgere un ruolo educativo nei servizi per la prima infanzia: Diploma Magistrale, Liceo Psicopedagogico, Dirigente di Comunità, Tecnico dei Servizi Sociali, Laurea triennale in Scienze dell’Educazione, Psicologia, Sociologia e Scienze Sociali, Scienze della Formazione Primaria, Educatore Professionale di Comunità, Lettere. Programma I° MODULO Educatore per Nidi d'infanzia, Tagesmutter (Educatore Nido Familiare), operatore d’infanzia, tecnico di ludoteca Programma -La nuova normativa che regolamenta la gestione dei Nidi d’Infanzia -Legislazione dei Servizi Educativi. -Dall’assistenza all’infanzia ai servizi educativi: dalle prime scuole di carità all’asilo nido oggi -I Servizi per L’infanzia- le diverse tipologie di asilo nido, i servizi educativi alternativi al nido. -L’asilo nido: definizione funzioni finalità organizzazione -Elementi di Pedagogia -DPPS Disostruzione e Medicina Pediatrica, -Sicurezza e tutela della salute (I comportamenti di prevenzione: misure igieniche routinarie, alla preparazione degli alimenti alla pulizia dei giocattoli, ai casi di allontanamento dal nido) -Igiene e spazi (Spazi esterni e spazi interni, Strutture in open pace e strutture con ambienti separati. -Come organizzare lo spazio riservato al pranzo, con particolare riferimento alla cucina, al menu stabilito dall’Usl e al personale addetto; l’ambiente per la ninna, l’ambiente per l’igiene, i centri di interesse per le attività in relazione alle diverse fasce dì età presenti, arredi e norme igieniche) -Didattica1: laboratori ludici (fiaba, teatro, giochi euristici, gioco simbolico e scatola azzurra) -Psicologia della Prima Infanzia 1 -Esame intermedio -Alimentazione in età pediatrica, diete, allergie, intolleranze, diabete infantile, alimentazione scorretta -Psicologia della Prima Infanzia 2 -L’Inserimento (cosa sono gli inserimenti individuali e di gruppo, e come si organizzano: dall’iscrizione del bambino, al colloquio pre –inserimento con i genitori, alla compilazione del quaderno di inserimento; gestione dell’ansia del genitore, griglia di osservazione del bambino; le principali cause di difficoltà all’ambientamento) -L’organizzazione della giornata, i rituali, le routines (a cosa servono i rituali e come organizzarli; come gestire le pratiche di cura ossia accoglienza, nei tempi e modi idonei sia nei confronti del bambino che de i genitori, il bagno con la gestione del gruppo nei momenti del cambio, i gesti del cambio, i tempi del cambio, il pranzo con le sue ricadute educative di socialità e autonomia, le difficoltà che si possono incontrare nella gestione del pranzo, la nanna: come organizzare i momenti di riposo bei bambini) -Rapporto con i Genitori -La comunicazione ordinaria, tempi e modi. -Saper rispondere a richieste e domande in maniera professionale e congrua. -Quando e come predisporre un colloquio con i genitori -Le riunioni con i genitori. Le gite con i genitori -Colloquio relazionale familiare Tesi di Specializzazione II° MODULO Coordinatore pedagogico nei servizi educativi per l’Infanzia Programma -Osservazione e Supervisione Educativa -Gestione delle Risorse Umane -Legislazione dei Servizi Educativi 2 -Gestione e Organizzazione dei Servizi Educativi -Organizzazione e Progettazione spazi educativi Tesi di Specializzazione Attestato finale Il Master rilascerà un Attestato di Frequenza ed un Certificato di Competenze con riconoscimento MIUR. Il Certificato ha validità per tutti gli usi consentiti dalla Legge, per esigenze concorsuali, curricolari, per aggiornamento, qualificazione e riqualificazione professionale. Sede del Corso Le lezioni del Corso si svolgeranno a Roma presso una delle sedi dell’Istituto, distanti tra loro poche centinaia di metri: Sede di Via dei Papareschi, 11 - Angolo Piazza della Radio (Palazzo Fedeli ex Gruppo Clark). Sede di Viale Trastevere, 209 N.B. Il costo del Master è da intendersi IVA esclusa.iti indicati nel profilo
Roma (Lazio)

2.000 €

TECHNICAL CHEF

L’attività del Technical Chef riporta alla direzione dell’Operation Manager, sarà finalizzata a monitorare e mantenere gli alti standard qualitativi legati al prodotto ed alle attività di cucina dell’azienda, attraverso il supporto tecnico alle locande di tutto il territorio nazionale. Il professionista selezionato si occuperà nel dettaglio di: • Redigere, proponendo alla direzione aziendale piatti e soluzioni di cucina atte allo sviluppo dei vari menù delle locande della catena, differenziati per fasce orarie, nonché attività mirate a eventi e manifestazioni nel rispetto degli obiettivi di Food Cost. • Attuare Audit programmati nelle locande svolgendo controlli e dando supporto alle attività operative di cucina e di gestione delle derrate alimentari. • Verificare che siano rispettati dalle cucine delle locande della catena i principi di igiene/tempi di esecuzione e funzionamento delle attrezzature e utensili della cucina nel rispetto del manuale HACCP e delle procedure aziendali contenute nel Manuale Operativo. • Ricercare, selezionare e proporre Fornitori di materie prime di alta qualità in un regime di partnership in linea con i principi del Concept. Il Techical Chef che svolgerà parte della sua attività in un regime di trasferta e presenza nelle locande ubicate nel territorio italiano e sarà inserito in un contesto dinamico, all’interno di un’azienda solida e rinomata. OFFERTA: • Qualificante livello di retribuzione con assunzione e inquadramento secondo i migliori livelli del mercato che include Bonus al raggiungimento di risultati quali-quantitativi. • Opportunità di Carriera e possibilità di seguire un processo di formazione e affiancamento integrato in un ambito di crescita professionale ed umana di alto livello. REQUISITI: • Formazione o qualificata esperienza in ambito Food&Beverage in aziende di ristorazione con una struttura organizzata e complessa. • Conoscenza di tecniche di cottura tramite attrezzature innovative e soluzioni moderne di preparazione nonché di semilavorati e materie prime. • Buona conoscenza delle norme haccp e di sicurezza alimentare. • Capacità di gestione del processo di determinazione e attuazione dei principi di food cost. • Eccellenti doti di leadership e comunicazione atte al coinvolgimento degli staff di cucina. • Buona conoscenza di applicazioni Office, necessaria allo sviluppo di attività di reporting e gestione operativa della mansione.
Bologna (Emilia Romagna)

ADDETTO/A ALLA LOGISTICA

IG – Gruppo de Pasquale - Filiale di ROSETO DEGLI ABRUZZI ricerca per Azienda cliente, ADDETTO/A ALLA LOGISTICA Descrizione dell’attività: La risorsa dovrà gestire il flusso di merci sia in entrata che in uscita. Dovrà, inoltre, emettere fatture, bolle e DDT. Requisiti richiesti: Il candidato ideale è in possesso dei seguenti requisiti: Diploma indirizzo tecnico Gestione ordini Preparazione liste di carico Conoscenza delle procedure logistiche Monitoraggio giacenze di magazzino Conoscenza della normativa in materia di igiene e sicurezza Esperienza di almeno tre anni in analoga mansione Completano il profilo: flessibilità, doti relazionali, tolleranza allo stress, capacità organizzative, problem solving. Tipologia contrattuale: Contratto iniziale in somministrazione a tempo determinato. Sede di lavoro: Provincia di Teramo IG - AGENZIA PER IL LAVORO applica una politica di pari opportunità. Il presente annuncio è rivolto ad entrambi i sessi ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03. IG - AGENZIA PER IL LAVORO Polifunzionale iscritta all'albo informatico delle Agenzie per il Lavoro Sezione I, numero protocollo ministeriale 13/I/0017749 del 20/12/2010.
Teramo (Abruzzo)


Pubblicare Annunci Gratuiti - comprare e vendere usato in Italia | CLASF - copyright ©2020 www.clasf.it.