Posta militare

-
loading
Solo con l'immagine

STORIA MILITARE - 2012

Cedo in blocco i fascicoli nr. 220 e 221 (gennaio e febbraio) del 2012 della rivista STORIA MILITARE Articoli fascicolo 220: - Il North American B-25 "Mitchell" (parte 1°) - Il cacciatorpediniere degli anni Cinquanta - L'elmetto italiano della Grande Guerra - Il battaglione "Duca di Aosta" della Regia Aeronautica - Pearl Harbor, 7 dicembre 1941 Articoli fascicolo 221: - I semicingolati Sd.Kfz. 251 - Le torrette aeronautiche italiane della seconda guerra mondiale - I cannoni di Punta Stilo - Le operazioni "Gerboises" e "Pierres Précieuses" - Il North American B-25 "Mitchell" (2° e ultima parte) 2 fascicoli in ottimo stato di conservazione. Costi di spedizione: 2.5 euro con posta ordinaria piego libri, busta imbottita 5.5 euro con posta raccomandata piego libri, busta imbottita
Brescia (Lombardia)

13 €

STORIA MILITARE - 2007

Cedo i fascicoli dal nr. 168 (settembre) al nr. 171 (dicembre) del 2007 della rivista STORIA MILITARE 4 fascicoli in ottimo stato di conservazione. Costi di spedizione: 2.5 euro con posta ordinaria piego libri, busta imbottita 5.5 euro con posta raccomandata piego libri, busta imbottita
Brescia (Lombardia)

25 €

RIVISTA STORIA MILITARE - NR. 183

Cedo copia della bella rivista di storia: STORIA MILITARE nr. 183 del dicembre 2008 Albertelli Edizioni Speciali Formato rivista cm. 29.5 x 21 pag. 68 Articoli: La Corazzata Richelieu Aviano 1953 Carlo Calvi di Bergolo Documenti - Immagine inedite di soggetto aeronautico e navale dei primi anni Venti I "Rapporti Pietromarchi" del 1940 La Linea Maginot delle Alpi Pregevole rivista di storia, con ricco apparato fotografico, tenuta come nuova. Costi di spedizione:  posta ordinaria piego libri  da 2 euro (busta normale) o 2,5 euro (busta imbottita)  posta raccomandata piego libri  da 5 euro (busta normale) o 5,5 euro (busta imbottita)
Italia

RIVISTA STORIA MILITARE - NR. 182

Cedo copia della bella rivista di storia: STORIA MILITARE nr. 182 del novembre 2008 Albertelli Edizioni Speciali Formato rivista cm. 29.5 x 21 pag. 68 Articoli: Il 105/28 del Regio Esercito Guerra elettronica sulla Germania Le "T 2 " Il regime di Vichy e l'Operazione "Torch" Cattaro, aprile 1941 Il cinema italiano di guerra 1940-1943 Pregevole rivista di storia, con ricco apparato fotografico, tenuta come nuova. Costi di spedizione:  posta ordinaria piego libri  da 2 euro (busta normale) o 2,5 euro (busta imbottita)  posta raccomandata piego libri  da 5 euro (busta normale) o 5,5 euro (busta imbottita)
Italia

STORIA MILITARE - 2007

Cedo i fascicoli dal nr. 170 (novembre) al nr. 171 (dicembre) del 2007 della rivista STORIA MILITARE 2 fascicoli in ottimo stato di conservazione. Costi di spedizione: 2.5 euro con posta ordinaria piego libri, busta imbottita 5.5 euro con posta raccomandata piego libri, busta imbottita
Italia (Tutte le città)

RIVISTA STORIA MILITARE - NR. 170

Cedo copia della bella rivista di storia: STORIA MILITARE nr. 170 del novembre 2007 Albertelli Edizioni Speciali Formato rivista cm. 29.5 x 21 pag. 68 Articoli: - Agguato nel Mediterraneo? - Bir Hacheim - Aerei Italiani in Libia (1911-1912) - Le Marine del Manchukuò e della Cina Nazionale - Sciacca, giugno 1940-luglio 1943 (parte 1°) - Roma, 24 agosto 1917 - Ancora sull'attacco alla HMS Illustriors - Recensioni - Tavole per l'identificazione dei principali mezzi militari Regio Esercito: autovettura Fiat 508 M Pregevole rivista di storia, con ricco apparato fotografico, tenuta come nuova. Costi di spedizione:  posta ordinaria piego libri  da 2 euro (busta normale) o 2,5 euro (busta imbottita)  posta raccomandata piego libri  da 5 euro (busta normale) o 5,5 euro (busta imbottita)
Italia (Tutte le città)

RIVISTA STORIA MILITARE - NR. 171

Cedo copia della bella rivista di storia: STORIA MILITARE nr. 171 del dicembre 2007 Albertelli Edizioni Speciali Formato rivista cm. 29.5 x 21 pag. 68 Articoli: - L'obice da 210/22 Mod. 35 - Il Brasile in guerra - I Tribal - Gli aerosiluranti bimoori dell'USAAF - L'altra Lissa - Sciacca, giugno 1940-luglio 1943 (parte 2°) - Recensioni - Tavole per l'identificazione dei principali mezzi militari Aviazione Italiana: Idrovolanti Macchi serie "M" (M8 - M9) Pregevole rivista di storia, con ricco apparato fotografico, tenuta come nuova. Costi di spedizione:  posta ordinaria piego libri  da 2 euro (busta normale) o 2,5 euro (busta imbottita)  posta raccomandata piego libri  da 5 euro (busta normale) o 5,5 euro (busta imbottita)
Italia (Tutte le città)

MARESCIALLO DI 3^ CLASSE - AERONAUTICA MILITARE - GRADI

Rif. 109 - stato: discreti, plastica piuttosto scurita, usati, originali maresciallo di 3^ classe coppia gradi tubolari in plastica e stoffa dimensioni larghe per soprabito aeronautica militare italiana spedizione in italia con posta raccomandata - € 5,80 non spedisco in prioritaria
Modena (Emilia Romagna)

ZONA CASERMA MILITARE FITTASI APPARTAMENTO BREVI PERIODO

Fittasi per BREVI PERIODI quadrilocale di 100 mq situato a 4 minuti di auto dalla caserma militare 80° Reggimento di Cassino e 8 minuti dal centro cittadino. Nella zona sono presenti numerosi servizi dalla palestra alla posta, dalla farmacia alla chiesa, dal tabacchino alla banca, nonché la presenza di due centri commerciali a pochissimi km e anche discount come Lidl e Eurospin. L’appartamento arredato al 2 piano è composto da ingresso, sala con angolo cottura, due bagni e 3 camere, balconato con ascensore, 2 posti auto riservati all’interno del cortile e riscaldamento autonomo. Le tariffe indipendentemente dal numero degli occupanti sono comprese di consumi e condominio: Giornaliero 70 euro Settimanale 420 euro Quindicinale 750 euro Trisettimanale 1000 euro Mensile 1200 euro Acconto del 50% alla prenotazione e saldo alla consegna delle chiavi. Su richiesta: lettino da viaggio per bimbi < di 3 anni senza supplemento. Non è prevista biancheria da letto, da bagno e da cucina.
Frosinone (Lazio)

CRONOGRAFO VINTAGE MILITARE QUADRANTE NERO LANDERON

Cronografo Militare a carica manuale quadrante landeron nero numeri arabi, cassa a vite, pulsanti a pompa, ghiera girevole graduata, condizioni estetiche e di funzionamento perfette, appena controllato dall'orologiaio, dimensioni cassa 40 mm corona esclusa, vendo con bonifico bancario e spedisco con posta raccomandata 1 al costo di 15 euro, i miei feedback sono la migliore garanzia.astenersi perditempo e offerte ridicole.
Roma (Lazio)

335 €

WW2 RADIO MILITARE BC 610 LOTTO 6 FUSIBILI

Lotto 6 fusibili originali d epoca per radio militare americana BC 610 spese di spedizione 3,50 euro(posta prioritaria o ritiro gratis pagamenti: paypal bonifico bancario e postale info:3314829478 Francesco
Ancona (Marche)

5 €

MAGLIONE MARINA MILITARE ORIGINALE UOMO TG. S

Maglione Marina Militare Originale uomo tg. s come nuovo senza il minimo problema o filo tirato vendo causa cambio taglia. Disponibile per consegna a mano gratuita nei pressi delle uscite autostradali -Sgc della Toscana ed Umbria dal lunedì al venerdì. In alternativa posso spedire con posta tracciata a 10 € in più (con pacco celere 3 di poste italiane)
Italia (Tutte le città)

ANONIMO OPERA MECCANA MILITARE MOD. 2004 ANCHE SCAMBIO

Anonimo Opera Meccana - Militare tutto originale Movimento svizzero carica manuale (ETA ut6497-1) Corona di carica posta ad ore 6 misura 44mm Cinturino in pelle nera Kodiak originale con fibbia originale solo orologio no scatola e garanzia condizioni buone con normali segni d'uso vetro senza graffi revisionato a luglio 2018 vendo oppure scambio/permuto
Pavia (Lombardia)

1.000 €

ATLANTE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE

Cedo le prime dieci dispense di: ATLANTE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE dispense in allegato sulla rivista STORIA ILLUSTRATA formato dispensa cm. 28 x 19 pagine totali: 84 Capitoli: - L'ascesa della Germania - La campagnia di Polonia - La Russia invade la Finlandia - L'invasione della Norvegia - Equilibrio militare all'ovest - L'avanzata in occidente - Dunkerque e la caduta della Francia - L'operazione Leone Marino - La Battaglia d'Inghilterra - Territori francesi d'oltremare - L'Italia attacca la Grecia - L'invaione della Iugoslavia - L'invasione della Grecia - L'attacco a Creta - Wavell inizia l'offensiva - La campagna d'Etiopia - La prima offensiva di Rommel - L'Operazione Brevity - L'Operazione Battleaxe - L'Operazione Crusader - Rommel avanza su Gazala - La caduta di Tobruk - L'avanzata tedesca verso El Alamein - La prima battaglia di El Alamein - La battaglia di Alam Halfa - La battaglia di El Alamein - L'Operazione Torch - L'avanzata dell'Ottava Armata - La battaglia di Kasserine - S'infrange la lina del Mareth - Fine della guerra in Africa - L'equilibrio militare sul fronte orientale - L'attacco tedesco - La Finlandia attacca - L'attacco a Leningrado - La prima battaglia per Mosca - La seconda battaglia per Mosca - La situazione nel Pacifico - Pearl Harbor - L'invasione della Malesia - La caduta di Hong Kong e la perdita della Forza Z - La caduta delle Filippine - La presa di Bataan - La caduta delle Indie Orientali Olandesi - La caduta della Birmania - L'invasione della Sicilia - Gli sbarchi in Italia - Verso la Linea Gustav - Le battaglie di Cassino - Anzio e l'avanzata verso Roma - Lo sfondamento della Linea Gotica - Fine della campagna in Italia - La battaglia del Mar dei Coralli - La battaglia di Midway - Guadalcanal Costi di spedizione: 2.5 euro con posta ordinaria piego libri, busta imbottita 5.5 euro con posta raccomandata piego libri, busta imbottita
Italia

PORTACHIAVI IN PARACORD: "MARE"

Elegante ed originale cordoncino pendente (può anche fungere da portachiavi) realizzato in paracord verde militare con la tecnica di intreccio "Scoubidou Tondo". Le due estremità, superiore ed inferiore, finiscono rispettivamente in un moschettone e in una puleggia, entrambi in acciaio. E' disponibile nei seguenti colori: nero, khaki e verde militare. Spedisco tramite raccomandata (6,00 euro) o posta prioritaria (3,00 euro). Per spedizioni tramite posta prioritaria non assumo responsabilità in caso di smarrimento. E' previsto il ritiro in zona, senza ulteriori spese, previo pagamento anticipato. Senza l'avvenuto pagamento non fisso appuntamenti per il ritiro. In caso scegliate il ritiro in zona si richiede puntualità nell'appuntamento concordato. Se avete qualsiasi dubbio sull'oggetto in asta chiedete gentilmente dei chiarimenti prima di fare l'offerta per essere sicuri di acquistare l'oggetto giusto. Personalmente ci metto comunque il mio meglio nel descrivere (foto e testi) l'oggetto in vendita ed in alcuni casi, per gli oggetti che lo richiedono, invio delle guide in formato digitale Non sono responsabile dei ritardi, smarrimenti e/o mancate consegne degli oggetti spediti, chi sceglie la raccomandata avrà il codice di tracciabilità per poter seguire personalmente la spedizione. La spedizione in prioritaria è un servizio abbastanza sicuro ma non garantisce al 100% la consegna. Non accetto reclami e/o feedback negativi da parte di chi la sceglie come modo di spedizione in quanto contemporaneamente se ne assume la responsabilità accettandone anche i rischi. In caso di acquisti multipli potrebbe convenire la spedizione come pacco (ordinario o celere, secondo accordi), in tal caso controllate sempre che il pacco consegnatoVi non sia aperto o rovinato e in tal caso firmate la ricevuta con riserva. Per maggiori informazioni sulle mie creazioni si prega di collegarsi al mio sito www.cretanseagull.weebly.com seguendo successivamente il percorso "Hobbies" => "Creazioni". GRAZIE DELLA VISITA!
Bari (Puglia)

25 €

IL GIORNO DELLA MEMORIA PER NON DIMENTICARE

L'Autore Il Prof. Giorgio Giannini, nato a Roma nel 1949, è docente di discipline giuridiche nelle Scuole Superiori di Roma. È autore di altri 8 libri e di un centinaio di articoli, essenzialmente a carattere storico, sulla obiezione di coscienza al servizio militare e sulla Resistenza popolare non armata, ha inteso dare un contributo concreto per la conservazione della Memoria delle tragedie compiute nel secolo scorso dal nazifascismo, affinchè non siano dimenticate e restino come monito per le nuove generazioni, come dispone la Legge 20 luglio 2000 n. 211, che ha istituito il Giorno della Memoria, celebrato il 27 gennaio di ogni anno, soprattutto nelle scuole. RETROCOPERTINA vari-triangoli-viola-300 INTRODUZIONE Perché il "Giorno della Memoria" La Legge 20 luglio 2000 n. 211 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31.7.2000) prevede la Istituzione del Giorno della Memoria in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei Campi nazisti, che si celebra il 27 gennaio di ogni anno. In questo giorno, nel 1945, furono abbattuti i cancelli del Lager di Auschwitz, il più grande di quelli creati dai nazisti per la "soluzione finale" del problema ebraico1, da parte dei soldati sovietici dell'Armata Rossa, che liberarono alcune migliaia di deportati, sopravvissuti allo sterminio Lo scopo principale della Legge è quello di ricordare non solo la Shoah (lo sterminio del popolo ebraico nell'Europa occupata dai nazisti) e la discriminazione dei cittadini italiani di religione ebraica, dopo l'emanazione delle Leggi Razziali da parte del regime fascista nel 1938, e la loro deportazione nei Campi di sterminio, ma anche la deportazione nei Lager del Terzo Reich degli oppositori politici durante l'occupazione nazista del nostro Paese e dei soldati italiani catturati dopo l'Armistizio dell'8 settembre 1943. Inoltre si vuole ricordare «coloro che, anche in Campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati» (Art. 1). A questo scopo, la Legge prevede che il 27 gennaio di ogni anno siano organizzati «cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione» (anche con protagonisti e testimoni di quelle tragiche vicende), «in modo particolare nelle scuole», allo scopo di «conservare nel futuro dell'Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese ed in Europa, affinché simili eventi non possano mai più accadere» (Art. 2). Questa esigenza di ricordare e di riflettere è ancora più sentita oggigiorno sia perché cresce l'indifferenza della popolazione, soprattutto delle nuove generazioni, che tende a non voler ricordare quei tragici fatti sia perché si vanno diffondendo i tentativi di revisionisrno storico, tendenti addirittura a negare anche quei fatti ampiamente documentati, come la Shoah. La discussione alla Camera dei Deputati Il 10.2.1997 è presentata alla Camera dei Deputati una Mozione, firmata da 138 Deputati di Partiti diversi, con la quale si chiede al Governo di istituire un Giorno della Memoria per non dimenticare l'orrore dello sterminio razziale e per condannare le ragioni che hanno ispirato quei tragici eventi, affinché non si ripetano più. Si propone anche di ricordare quegli italiani, come Giorgio Perlasca, che si sono prodigati per cercare di salvare il maggior numero possibile di vittime, o Primo Levi, che invece si è attivato, con i sui scritti, per tramandarne il ricordo, soprattutto alle nuove generazioni. Nella Mozione si indica come Giorno della Memoria il 16 ottobre, giorno in cui nel 1943 i nazisti attuarono la "razzia degli ebrei romani", poi deportati il 18 ottobre, con un treno merci partito dalla Stazione Tiburtina, al Lager di Auschwitz, dal quale solo in 15 ritornarono. Il 20.1.2000 (XIII Legislatura) è presentata alla Camera dei Deputati (con il numero 6698 degli Atti Parlamentari) la Proposta di Legge per l'istituzione del Giorno della Memoria dagli On. Furio Colombo (primo firmatario, ex giornalista della RAI, corrispondente dagli USA), Palmizio, Gnaga, Acciarini e Voglino, appartenenti a Partiti di opposti schieramenti politici. La Proposta ha un procedimento parlamentare rapido. Infatti, nel mese di febbraio 2000 è esaminata preliminarmente nella competente Commissione Cultura, che accoglie la proposta di promuovere le iniziative «nelle scuole di ogni ordine e grado»; poi riceve il parere favorevole delle Commissioni Bilancio (che accerta l'assenza di oneri a carico dello Stato) ed Affari Costituzionali. Quindi, il 23 marzo è presentata la Relazione da parte del Relatore, l'On. Diego Novelli. La proposta è discussa in Aula nelle Sedute del 27 e del 28 marzo 2000, con gli interventi dell'On. Novelli, che illustra la sua Relazione, e di altri Deputati. In p arcicofare, il Rclatore, sottolinea che lo scopo della Legge è quello di rimuovere la «frequente e diffusa assenza di memoria storica tra i cittadini, soprattutto tra i giovani», riguardo ai tragici fatti della Shoah e della deportazione di milioni di persone nei Campi di sterminio, che si manifesta «in fatti brutali che avvengono anche nelle manifestazioni sportive e nel mondo della scuola». Infatti, le cronache riferiscono spesso di «efferati episodi di razzismo ... nei confronti di coloro che sono diversi da noi». Il Relatore conclude facendo riferimento a quanto detto dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, pochi giorni prima, al sacrario delle Fosse Ardeatine, a Roma, durante la commemorazione delle 335 vittime, barbaramente trucidate dai nazisti il 24.3.1944 come rappresaglia per l'azione partigiana di Via Rasella: «La memoria dell' abisso, nel quale la superbia e l'odio hanno precipitato l'uomo, ci dia la forza e la fede di costruire la pace. Mai più Shoah, mai più eccidi».2 L'On. Palmizio afferma che «larghi strati della cittadinanza, specie giovani, non conoscono minimamente i fatti gravissimi accaduti anche in Italia a causa delle leggi razziali emanate nel 1938» e ricorda che anche il Papa Giovanni Paolo II, nel suo recente viaggio in Israele, ha visitato il Museo dell'Olocausto (Yad Yasbemi) ed ha infilato tra le pietre del Muro del Pianto (muro residuo del Tempio di Gerusalemme, fatto costruire dal mitico Re Salomone nel X sec. a.c.) una «richiesta di perdono per le sofferenze inflitte al popolo ebraico, vittima di un feroce pregiudizio anti-giudaico, che solo recentemente è stato superato». Afferma inoltre che «la deportazione degli ebrei e la loro eliminazione nelle camere a gas non sarebbero state possibili senza la complicità di molti». Infine ricorda che molte persone si sono opposte alle deportazioni ed allo sterminio degli ebrei e quindi meritano di essere ricordate. L'On. Colombo (primo firmatario della Proposta di Legge) ricorda quando, dopo la promulgazione delle Leggi Razziali fasciste nel 1938, nelle classi delle scuole italiane veniva «l'ispettore della razza per misurare i volti, i crani ed i profili dei bambini», per individuare i tratti somatici degli appartenenti alla "razza ariana" ed alle "altre razze". Ricorda inoltre che "tanti" sono stati i complici dei nazisti e dei fascisti nelle operazioni dello sterminio. Infatti, «perché queste cose possano accadere ci vuole un mare di silenzio, di acquiescenza, di opportunismo e persino il tornaconto di coloro che si sono impossessati delle cattedre dei docenti ebrei che venivano eliminati dalle scuole, delle loro proprietà e della titolarità di uffici e funzioni a cuiforse non avrebbero mai avuto accesso sulla base dei loro meriti...». Ricorda inoltre che nella stessa aula parlamentare, nel 1938, quando furono approvate le Leggi Razziali, tutti i presenti, ben 351 Deputati, votarono a favore e l'esito della votazione fu accolto con un prolungato applauso. Pertanto, per cancellare quella vergogna, auspica che la Proposta di Legge sia approvata all'unanimità. Infine afferma l'opportunità di ricordare, nel Giorno della Memoria, i "giusti" che si sono prodigati per salvare gli ebrei e gli altri perseguitati. A favore della Proposta si esprime il rappresentante del Governo, l'Ono Morgando, Sottosegretario di Stato per l'Industria, il Commercio e l'Artigianato. Nella Seduta del giorno seguente, 28 marzo, si procede all'esame dei vari Ordini del giorno presentati sull'argomento. Intervengono numerosi Deputati. In particolare, l'Ono Manzione ricorda l'angoscia di «non essere creduto», che assillava Primo Levi, come forse tutti i sopravvissuti alla deportazione ed alla Shoah. Sottolinea inoltre che «se non vi fosse stata la condiscendenza del popolo tedesco, l'Olocausto non sarebbe mai stato possibile o, per lo meno, non avrebbe avuto le dimensione che poi ha auuto". Allora «c'è da chiedersi cosa abbia portato questa gente comune ad indossare l'abito degli assassini, se non l'ignoranza, il pregiudizio, la non conoscenza della propria storia e della storia dell'altro». L'On. Voglino (altro firmatario della Proposta) ricorda l'impegno di Nuto Revelli, espresso nei suoi scritti, per far ricordare la tragedia della guerra affinché «i giovani sapessero, capissero, aprissero gli occhi ... perché la libertà è un bene immenso: senza libertà non si vive, ma si vegeta». Posta in votazione la Proposta di Legge è approvata all'unanimità, con 443 voti favorevoli e 4 astenuti.3 L'approvazione al Senato della Repubblica La Proposta di Legge, nel testo approvato dalla Camera dei Deputati, è subito trasmessa al Senato della Repubblica e riceve il n. 4557 degli Atti Parlamentari. È discussa preliminarmente nella Prima Commissione Permanente" Affari Costituzionali" il5 aprile 2000, congiuntamente con i Disegni di Legge n. 2232 (presentato il 17.3.1997 da 48 Senatori, primo firmatario il Seno Athos De Luca.) e n. 4450 (presentato il 3.2.2000 da tre Senatori, primo firmatario il Seno Terracini), relativi entrambi alla Istituzione di una giornata nazionale dedicata a tutti i deportati nei Campi di concentramento nel corso della guerra del 1939-1945. La Relatrice, Seno Bucciarelli, nella Seduta del 5 aprile, illustra brevemente il Disegno di legge n. 4557, che contiene il testo approvato dalla Camera il 28 marzo e propone che sia assunto dalla Commissione come testo base per la discussione.4 Il Seno Villone, Presidente della Prima Commissione, recependo la richiesta di alcuni Senatori, propone il trasferimento alla Sede Deliberante dell'esame dei tre Disegni di Legge n. 2232, n. 4450 e n. 4557 e di assumere come testo base per la discussione il Disegno di Legge n. 4557, proponendo un brevissimo termine (fino alle ore 14 dello stesso giorno) per la presentazione degli emendamenti. La sua proposta è accolta all'unanimità. L'esame congiunto dei tre Disegni di legge è rinviato al pomeriggio, quando il Presidente Villone decide, su richiesta di vari Senatori, di spostare la presentazione degli emendamenti al giorno 18 aprile. Vengono così presentati numerosi emendamenti al Disegno di Legge n. 4557, assunto come testo base, la maggior parte dei quali chiedono, compreso quello presentato all'art. 1 del Disegno di Legge n. 4557 dalla Relatrice, Seno Bucciarelli, di ricordare, nel Giorno della Memoria, «tutte le violenze e le stragi perpetrate in nome di ideologie oppressive prima, durante e dopo la guerra 1939-1945 per motivi razziali, etnici, religiosi, politici». Il 5 luglio 2000 riprende nella Prima Commissione la discussione congiunta dei tre Disegni di Legge e si procede all' esame del Disegno di Legge n. 4557 e degli emendamenti presentati, i quali però sono tutti ritirati dai rispettivi proponenti. Intervengono alcuni Senatori. In particolare, il Sen. Besostri illustra il suo Ordine del Giorno con il quale si impegna il Governo ad attivarsi affinché nelle iniziative del Giorno della Memoria siano ricordate «le persecuzioni razziali in tutta Europa, le repressioni politiche, le vittime del lavoro forzato sotto le dittature di ogni genere e le stragi perpetrate in nome di ideologie oppressive per motivi etnici, religiosi o politici». Il Sottosegretario di Stato, On. Cananzi, in rappresentanza del Governo, accoglie l'Ordine del Giorno che pertanto non è posto in votazione. Quindi, il Presidente Villone, dopo aver formalmente accertato il ritiro di tutti gli emendamenti, pone in votazione, separatamente, i due articoli del Disegno di Legge n. 4557, che sono approvati senza modifiche nel testo trasmesso dalla Camera. Infine è approvato nel suo complesso il Disegno di Legge n. 4557, che è promulgato dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi il 20 luglio 2000 con il n. 211 ed è pubblicato il 31 luglio sulla Gazzetta Ufficiale n. 177. Il Giorno della Memoria negli altri Paesi Il Giorno della Memoria è stato istituito in altri Paesi europei: - in Germania, Gran Bretagna e Svezia è il 27 gennaio; - in Belgio è 1'8 maggio, giorno della fine della seconda guerra mondiale; - in Danimarca ed Olanda è il4 maggio, giorno dell'invasione tedesca nel 1940; - in Francia è il 16 luglio, giorno della deportazione, nel 1942, di circa 13.000 ebrei, catturati e rinchiusi nel Velodromo d'inverno a Parigi (cosiddetta razzia del "velodrome d'hiver"); - in Polonia è il 19 aprile, giorno dell'insurrezione nel 1943 degli abitanti nel ghetto di Varsavia, crudelmente repressa dalle truppe naziste. NOTE 1Nel Lager di Auschwitz, il più grande dei Campi di sterminio nazisti, furono trucidati nelle camere a gas e bruciati nei forni crematori oltre due milioni di persone (ebrei, prigionieri russi, oppositori politici, provenienti da tutti i Paesi europei occupati dai nazisti), la metà delle quali ebrei. 2 Gli interventi del Relatore e degli altri Deputati sono tratti dagli Atti Parlamentari della Camera dei Deputati, XIII Legislatura, Resoconto Stenografico delle Sedute dell' Aula del 27 e del 28 marzo 2000. 3 Le astensioni non inficiano l'unanimità. In verità vi è un voto contrario. Però l'Ono Giuseppe Giulietti, chiesta la parola, afferma di essersi sbagliato nel votare per cui il suo voto contrario è annullato. 4 Gli interventi della Relatrice e degli altri Senatori sono tratti dagli Atti Parlamentari del Senato della Repubblica, XIII Legislatura, Resoconto Stenografico delle Sedute della Prima Commissione (Affari Costituzionali) del 5 aprile 2000 (in Sede Referente ed in Sede deliberante) e del 5 luglio 2000 (in Sede Deliberante). INDICE Introduzione 7 - Perché il Giorno della Memoria 8 - L'approvazione della Legge n. 211 del 2000 8 La discussione alla Camera dei Deputati 8 L'approvazione al Senato della Repubblica 10 - Il Giorno della Memoria negli altri Paesi 12 Note 13 DOCUMENTI 15 La Legge 20 luglio 2000 n. 211 PARTE I DALL' ANTISEMITISMO ALLA SHOAH 17 L'antisemitismo in Europa 18 - Le origini dell'antisemitismo 18 Le prime ostilità contro gli ebrei 18 L'antigiudaismo cristiano 19 - Le prime leggi discriminatorie contro gli ebrei 20 - La discriminazione degli ebrei nell'Impero Romano 23 - La discriminazione degli ebrei negli altri Paesi 25 - La discriminazione degli ebrei nel Medio Evo 26 - Le accuse infamanti contro gli ebrei 28 - L'espulsione degli ebrei dai Paesi europei 29 - I nuovi provvedimenti discriminatori 30 - L'emancipazione degli ebrei 32 - La diffusione dell'antisemitismo nel XIX secolo 33 - L'antisernitismo in Europa all'inizio del Novecento 35 L'antisemitismo nazista 38 - L'antisemitismo in Germania prima del nazismo 38 - La supremazia della razza ariana nell'ideologia nazista 39 - I nazisti conquistano il potere 42 - I Campi di rieducazione 45 - I primi provvedimenti contro gli ebrei 46 - L'eliminazione dei disabili e dei malati di mente 47 - Il "Lebensborn" 48 - Le Leggi di Norimberga 48 - L'emigrazione degli ebrei tedeschi 49 - La notte dei cristalli 51 - L'Operazione T4 per la "purificazione" del Reich 52 - La guerra e la costituzione dei ghetti ad Est 53 - La vita nei ghetti 56 - Il ghetto di Lodz 58 - Il ghetto di Varsavia 59 - Il Piano Madagascar 61 La Shoah 62 - Le uccisioni di massa degli Einsatzgruppen 62 - La deportazione degli ebrei nei ghetti dell'Est 63 - Verso la "soluzione finale del problema ebraico": La conferenza di Gross Wannsee 65 - Le deportazioni degli ebrei del Reich nei Campi di sterminio 66 - Le deportazioni degli ebrei degli altri Paesi europei 67 - I Campi di sterminio 70 Il Campo di Chelmo 72 Il Campo di Belzec 73 Il Campo di Sobibor 75 Il Campo di Treblinka 76 Il "Campo misto" di Auschwitz-Birkenau 77 Il Campo di Auschwitz I 77 Il Campo di Auschwitz II - Birkenau 79 Il Campo di Auschwitz IlI-Monowiz 81 Il Campo misto di Lublino-Maidanek 82 - La vita dei deportati 82 - Lo sfruttamento del lavoro dei deportati 84 - Gli esperimenti pseudoscientifici 86 - Le modalità del genocidio 87 - Le fughe e le rivolte nei Campi 89 - Lo sterminio: chi sapeva? 93 - Il Processo di Norimberga 97 - L'opposizione delle Chiese al N azismo 99 - La posizione della Chiesa Cattolica sulla Shoah 100 Note 104 Cronologia della Shoah 130 DOCUMENTI 143 - Mappa dei centri di sterminio - Pianta dell' ex Campo di concentramento di Auschwitz I - Il verbale della conferenza di Gross Wansee - Il decreto "Notte e Nebbia" PARTE II IL GENOCIDIO DIMENTICATO DEI ROM 155 - Introduzione 156 - L'arrivo dei Rom in Europa 158 - La diffusione dei Rom in Europa 159 - Le cause delle migrazioni 161 - La persecuzione secolare dei Rom 162 - La persecuzione dei Rom all'inizio del Novecento 167 - La persecuzione da parte dei nazisti 168 - La normativa nazista contro gli zingari 170 - La soluzione finale della questione zingara 172 - L'internamento e lo sterminio dei Rom negli altri Paesi 173 - La politica fascista verso i Rom 175 - Le condizioni dei Rom dopo la guerra 176 Note 178 DOCUMENTI 187 PARTE III LE VITTIME DIMENTICATE DEL REGIME NAZISTA 193 I testimoni di Geova 194 - Introduzione 194 - La repressione prima del nazismo 195 - La persecuzione da parte del nazismo 196 - Si intensifica la repressione 199 - La persecuzione dei testimoni di Geova durante il fascismo 203 Le origini e la diffusione del Movimento in Italia 203 Inizia la repressione 204 La distruzione del Movimento 207 Gli omosessuali 210 - Introduzione 210 - La persecuzione prima del nazismo 211 - La persecuzione durante il regime nazista 215 - L'internamento nei Lager 217 - La condizione degli omosessuali in Italia durante il fascismo 218 Note 220 PARTE IV IL FASCISMO E LE LEGGI RAZZIALI 233 - La diffusione degli ebrei in Italia 234 - La discriminazione secolare degli ebrei 235 - li ghetto di Roma 237 - L'emancipazione degli ebrei 239 - L'antisemitismo prima del fascismo 240 - La prima normativa fascista antiebraica 242 - La campagna antisemita sulla stampa 243 - li "Manifesto della razza" 246 - La Rivista "La Difesa della Razza" 248 - L'espulsione degli ebrei dalle scuole 248 - I provvedimenti nei confronti degli ebrei stranieri 251 - La "Dichiarazione della razza" 253 - I nuovi provvedimenti antiebraici per la scuola e l'Università 255 - "I provvedimenti per la difesa della razza italiana" 256 - L'approvazione in Parlamento delle Leggi Razziali 259 - L'esclusione definitiva degli ebrei dalla società 260 - I Campi di concentramento per gli ebrei 264 - La posizione della Chiesa Cattolica 266 - La caduta del fascismo e l'occupazione nazista 267 - Inizia la deportazione degli ebrei italiani 269 La "razzia" degli ebrei romani 270 Continua la deportazione degli ebrei 272 - I Lager nazisti in Italia 273 Il Lager di Fossoli 273 Il Lager di Gries 274 La Risiera di S. Sabba 275 Conclusioni 276 Note 278 Cronologia dell'antisemitismo in Italia 296 DOCUMENTI 305 - Vignette antisemite 306 - Alcune tra le principali leggi "Per la difesa della razza italiana" 308 - Manifesto degli scienziati razzisti 315 - Pianta della Risiera di S. Sabba 318 PARTE V GLI INTERNATI MILITARI ITALIANI IN GERMANIA 319 - Le disfatte militari 320 - La caduta del fascismo 321 - li Governo Badoglio 322 - Le trattative per l'Armistizio 325 - La firma dell' armistizio a Cassibile 327 - La proclamazione dell'Armistizio l'otto settembre 1943 329 - La fuga da Roma del Re e di Badoglio 332 - La dissoluzione dell'Esercito 333 - La resistenza dei reparti italiani contro i tedeschi 334 - La resa della Marina e dell'Aeronautica 336 - L'occupazione militare tedesca dell'Italia 337 - La costituzione della Repubblica Sociale Italiana 338 - L'internamento di militari italiani 339 I militari internati nei Lager 339 L'organizzazione dei Lager 340 Le modalità dell'internamento 341 Lo status di internato militare 342 Lo status di lavoratore civile 343 L'assistenza sanitaria 344 Il rifiuto di aderire alla RSI 345 La resistenza nei Lager 346 Note 347 DOCUMENTI 367 - Manifesti e volantini di propaganda nazifascista - Gli inviti agli internati ad aderire alla RSI Appendice 374 - Gli Schindler Italiani: 374 Giorgio Perlasca 374 Giovanni Palatucci 375 - I simboli antisemiti 377 - Gli emblemi etnici nazisti 378 - I simboli nazisti 379 - Le divise naziste 381 - Motti, inni e saluti nazisti 382 - I simboli fascisti 383 - Organizzazioni fasciste 384 - Le organizzazioni giovanili fasciste 384 - Le uniformi fasciste 385 - Le festività fasciste 385 Note 387 Bibliografia 389 In vendita a 18,00 euro+3,65 spese postali
Italia

18 €

BANBAO ELIAMBULANZA 8253

L'eliambulanza della BanBao svolge un ruolo importante nell'esercito. Durante una grande battaglia, un sacco di soldati rimangono feriti e l'elicottero medico viene in soccorso. Si tratta di una posizione difficile da raggiungere, ma questo elicottero agile e veloce non ha nessuno tipo di problema. Un soldato ferito viene individuato e l'elicottero cala una barella e le medicine. La vittima è posta sulla barella, ed è ora di spostarla lontano dal pericolo. Il soldato viene portato all'ospedale militare. Senza l'elicottero medico, questo soldato probabilmente non sarebbe sopravvissuto! Costruisci l'elicottero medico con i mattoncini della BanBao. Questo elicottero è un veicolo fondamentale per l'esercito dei militari della BanBao, con il quale avrai un divertimento senza fine. Dai una mano ai soldati feriti con l'elicottero medico e porta i soldati all'ospedale militare! Questo set di costruzioni è composto da un elicottero medico, quattro personaggi (Tobees), un'ambulanza e diversi accessori. Numero di blocchi: 263Età consigliata: Dai 5 anni in suPeso: 0,72 kgDi cui 1 x elicottero medico, 4 x personaggi (Tobees), 1 x ambulanza, ecc..AVVERTIMENTO: Da usare sotto la diretta sorveglianza di un adultoAVVERTIMENTO: Non adatto a bambini di età inferiore a 36 mesi
Italia

28 €

BANBAO ELIAMBULANZA 8253

L'eliambulanza della BanBao svolge un ruolo importante nell'esercito. Durante una grande battaglia, un sacco di soldati rimangono feriti e l'elicottero medico viene in soccorso. Si tratta di una posizione difficile da raggiungere, ma questo elicottero agile e veloce non ha nessuno tipo di problema. Un soldato ferito viene individuato e l'elicottero cala una barella e le medicine. La vittima è posta sulla barella, ed è ora di spostarla lontano dal pericolo. Il soldato viene portato all'ospedale militare. Senza l'elicottero medico, questo soldato probabilmente non sarebbe sopravvissuto! Costruisci l'elicottero medico con i mattoncini della BanBao. Questo elicottero è un veicolo fondamentale per l'esercito dei militari della BanBao, con il quale avrai un divertimento senza fine. Dai una mano ai soldati feriti con l'elicottero medico e porta i soldati all'ospedale militare! Questo set di costruzioni è composto da un elicottero medico, quattro personaggi (Tobees), un'ambulanza e diversi accessori.
Rieti (Lazio)

25 €

VILLA A SCHIERA IN VENDITA A LERICI - RIF.1303563

MLS ID: 20821119-47. Vendesi Villa, Appartamenti Lerici, vista mare, giardino, piscina, località Martino Via Militare, Proponiamo una bellissima abitazione indipendente con una meravigliosa vista panoramica sul Golfo dei Poeti a Lerici, sita in località Martino, Via Militare Lerici. La Villetta di Tre Locali è sito al piano secondo, ed è composto da un ampio giardino terrazzato di 150 mq con vista panoramica sul mare, due verande di cui una motorizzata, una meravigliosa Piscina dove si può godere di tutta privacy in quanto posta alle spalle dell'abitazione. All'interno invece troviamo un ambiente molto curato nei dettagli, dove colori e materiali in stile marino trasmettono freschezza ed allegria, Cosi disposto: Accediamo direttamente alla luminosa ed ampia zona living con vista mozzafiato sul mare, composta da una zona pranzo e cucina su misura a vista oltre salotto angolo tv. Nella zona notte troviamo due camere da letto di cui una con bagno in camera con doccia, ambe due le camere oltre a godere di una vista meravigliosa hanno una veranda in comune ed ingressi indipendenti dal giardino, ideale per ospitare amici o parenti. La proprietà si completa con un box auto e posto auto, un terreno terrazzato e piantumato con alberi di ulivi e da frutta, inoltre la residenza dispone di una meravigliosa e rilassante Piscina vista Mare. Gli appartamenti sono stati costruiti con finiture di prestigio e con caratteri costruttivi di tipo Classe C: Portoncini d'ingresso blindati, infissi esterni taglio termico con doppi vetri e persiane oscuranti basculanti in alluminio, porte interne in legno, pavimenti in gress effetto legno in tutti gli ambienti, a differenza dei bagni che sono rivestiti con ceramica colorata, Aria condizionata e riscaldamento autonomo APE Classe C 88.64 kWh/m2anno Possibilità di acquisto al piano primo di un altro appartamento caratteristiche simili. Le informazioni della presente scheda sono puramente indicative e non costituiscono condizioni contrattuali.
Italia (Tutte le città)

I TIRATORI SCELTI, MARTIN PEGLER ILL. DI RAMIRO BUJEIRO, 2012.

Martin Pegler – illustrazioni di Ramiro Bujeiro I tiratori scelti (The Military Sniper since 1914) Storia: franchi tiratori Editore Milano: RBA Italia, 2012 Collana Biblioteca Osprey. Forze d'Élite Copertina rigida illustrata a colori, rilegatura editoriale, pagine 72, formato cm. 19,5X25. Stato di conservazione: NUOVO come mostrano le immagini. Grazie alla poderosa simbiosi della nuova tecnologia degli armamenti con l’efficacia dei mirini telescopici, i primi tiratori scelti giocarono un ruolo fondamentale durante la Prima Guerra Mondiale. L’evoluzione delle armi impiegate, la precisione delle ottiche, così come la tattica e gli equipaggiamenti speciali utilizzati da questi abili soldati, sono alcuni degli interessanti aspetti svelati da questa imperdibile monografia. Un tiratore scelto è una persona addestrata ed equipaggiata per colpire con precisione bersagli molto distanti. In ambito militare è fornito di un fucile ad alto potenziale con un mirino telescopico (fucile di precisione), che gli permette di ingaggiare bersagli a distanze dell'ordine di svariate centinaia, se non migliaia di metri. La dotazione prevede spesso anche arma corta, pugnale e altre armi di supporto quali esplosivi o puntatori per il coordinamento di attacchi guidati. I tiratori vengono addestrati in pratiche come il camuffamento, la ricognizione, l'infiltrazione e l'osservazione. I tiratori scelti ricoprono un ruolo decisivo nella guerriglia urbana e nelle giungle. Martin Pegler è laureato in storia medievale e moderna e, insieme alla moglie, in Francia gestisce un bed & breakfast posizionato sul vecchio fronte germanico. Ha fondato il The Somme Historical Centre (www.martinpegler.com) dove i visitatori possono osservare la tecnologia usata nella periodo 1914-18. Fra le altre cose, ha scritto per Osprey due altre monografie: British Tommy 1914-18 (1996) e Out of Nowhere. A History of the Military Sniper (2004). Proprio quest’anno la casa editrice LEG di Gorizia ha portato in Italia il suo saggio Il mitra Thompson (The Thompson Submachine Gun, 2010), nella collana Biblioteca di Arte Militare (n. 12). Ramiro Bujeiro si è affermato come uno dei migliori artisti militari nel suo paese natale, l'Argentina. La sua reputazione gli ha permesso di lavorare su una vasta gamma di progetti. È considerato uno dei migliori artisti di Osprey. Spese di spedizione Euro 2 con posta "piego di libri" opportunamente protetto in custodia di cellofan e inviato dentro apposita busta postale. NON E’ PREVISTA LA CONSEGNA BREVI MANU Pagamento: postepay bonifico bancario vaglia postale paypal
Udine (Friuli Venezia Giulia)

6 €

LA NAVE, G. D'ANNUNZIO, IL VITTORIALE DEGLI ITALIANI 1941.

GABRIELE D'ANNUNZIO LA NAVE IMPRESSO IN ROMA IL VITTORIALE DEGLI ITALIANI Giugno 1941 – XIX SERIE DELLE PUBBLICAZIONI DEL SODALIZIO “L’OLEANDRO” (Brilla di rose il lauro trionfale entro corona) Brossura editoriale con sovraccopertina, pagine 261, formato cm. 16X22,5. Stato di conservazione: ESEMPLARE IN OTTIMO STATO Gabriele D'Annunzio, a volte scritto d'Annunzio, nome con cui usava firmarsi, dal 1924 Principe di Montenevoso (Pescara, 12 marzo 1863 – Gardone Riviera, 1º marzo 1938), è stato uno scrittore, poeta, drammaturgo, aviatore, militare, politico, patriota e giornalista italiano, simbolo del Decadentismo italiano, del quale fu il più illustre rappresentante assieme a Giovanni Pascoli, ed eroe di guerra. Soprannominato il Vate, cioè "il profeta", cantore dell'Italia umbertina, occupò una posizione preminente nella letteratura italiana dal 1889 al 1910 circa e nella vita politica dal 1914 al 1924. Come letterato fu «eccezionale e ultimo interprete della più duratura tradizione poetica italiana e come politico lasciò un segno nella sua epoca e una influenza sugli eventi che gli sarebbero succeduti. Sinossi Una tragedia segna le origini della città di Venezia: Basiola, figlia di Orso Faledro, un tribuno pagano destituito e accecato dai Gràtici, suoi avversari cristiani, medita la più crudele delle vendette. La donna, colma di risentimento, usa la sua bellezza e sensualità per spingere i fratelli, Marco, il nuovo tribuno, e Sergio Gràtico, il vescovo, ad un duello fratricida: Marco uccide Sergio, ma Basiola viene condannata alla stessa pena cui fu condannato il padre. Punita la donna, Marco salpa verso l’Egitto su una nave imponente, per riportare a Venezia le spoglie di San Marco. Spese di spedizione euro 2,00 con posta prioritaria "piego di libri, non tracciabile" o euro 4,00 con posta raccomandata "piego di libri, tracciabile", opportunamente protetto in busta di cellofan e inviato dentro apposita busta postale imbottita a bolle d'aria. NON e' prevista la consegna brevi manu Pagamento: Postepay Bonifico bancario Vaglia postale
Italia

12 €

UFFICIO A GENOVA - ZONA CENTRO CITTÀ

CENTRO CITTA' ASSAROTTI (VIA BERTORA) NELLE IMMEDIATE ADIACENZE DI PIAZZA CORVETTO, UFFICIO IN LOCAZIONE ARREDATO. In stabile dotato di portineria e ascensore 4°piano proponiamo luminoso e silenzioso ufficio completamente arredato in locazione così composto: ingresso/reception (con finestra), stanza, doppio salone (due scrivanie), stanza archivio o uso ufficio, bagno, dotato altresì di due poggioli. Contratto uso ufficio transitorio annuale. Canone 700,00 Euro/mese. Per qualsiasi informazione: MARIO FARINELLA IMMOBILIARE TEL. 010.588799 www.farinellaimmobiliare.com - Alcune curiosità: Piazza Corvetto, intitolata a Luigi Emanuele Corvetto, uomo politico genovese dell'epoca napoleonica, è una delle più vaste ed eleganti piazze di Genova. Fa parte del quartiere di Portoria ed è posta in posizione centrale. Dista poche centinaia di metri dalla centrale piazza De Ferrari. E' caratterizzata dai giardini e dalle aiuole fiorite del viale che conduce al vicino parco dell'Acquasola e dall'imponente statua equestre posta al centro della rotatoria, dedicata a Vittorio Emanuele II di Savoia (aspetto molto curioso in quanto fu il Re a ordinare la repressione militare dei Moti di Genova del 1849), opera dello scultore Francesco Barzaghi. Classe Energetica: G (DM 26/06/2015) - EPgl, nren: 175.00 kw/mc - SC4441129 Altre caratteristiche: Superficie: 60mq 2 Balconi
Genova (Liguria)

BRACCIALE PARACORD KIT SOPRAVVIVENZA

SURVIVAL KIT BRACELET BRACCIALE KIT SOPRAVVIVENZA The "Survival Bracelet Kit" allows you to: fishing, hunting, lighting, orient themselves in fog / night, build a shelter or tools, start a fire. The kit is composed of: whistle, compass, LED bulb, swivel, 6 sinkers, 6 hooks, fishing line 10 meters, float (wooden wheel cover), 20 cm copper wire, 5 meters of paracord, flint firestarter, jute rope to start the fire and a small but sharp blade. Entirely designed and developed by Cretanseagull. Note: I ship in worldwide by registered mail at a cost of 9.50 euros Su web si vedono diversi bracciali (alcuni molto belli) che possono esserci utili in caso di emergenza (esempio, perdersi nel bosco, ecc) ma che non permettono di fare più di una cosa contemporaneamente. Esempio: la presenza di una bussola sul bracciale ci permetterebbe (qualora fosse necessario) di orientarci in caso di spostamenti diurni (con nebbia fitta) o notturni imprevisti. La presenza del fischietto sul bracciale ci permetterebbe di farci trovare e soccorrere in caso di emergenza. La presenza di un acciarino sul bracciale ci offrirebbe la possibilità di accendere un fuoco nel caso in cui il nostro accendino fosse bagnato o ne fossimo sprovvisti., ecc... Ma sempre una sola delle cose citate alla volta, mai più di una... Questo bracciale offre la possibilità di riunire in un unico oggetto tutto l'occorrente per affrontare un'emergenza in stile minimalista, senza che sia necessario dover distruggere il bracciale (come succede invece con altri bracciali dotati di firestell) per accendere un fuoco o per pescare. Quello che effettivamente si chiede ad un braccialetto di sopravvivenza completo, è: 1. all'incirca 5 metri di paracord per tendere il telo, appendere in alto il cibo al riparo dagli animali, costruireun attrezzo, ecc...; 2. una bussola per orientarsi i condizioni avverse; 3. un fischietto per farsi trovare (segnalare posizione) e soccorrere; 4. un acciarino ed una piccola ma tagliente lama per accendersi un fuoco (la juta, una volta sfilacciata, serve da esca pronta per il fuoco) e cucinare e/o sterilizzare dell'acqua; 5. l'occorrente per pescare e cacciare uccelli: 6 ami, 10 m di lenza, 6 piombini, gancetto con girella incorporata; 6. l'occorrente per illuminare un rifugio improvvisato: bulbo led, 2 pilette LR44 (non incluse), filo di rame per fare i contatti. 7. la piccola ma tagliente lama, presente sulla faccia posteriore della capsula di sopravvivenza, si presta per tutti gli usi che la richiedono (tagliare cordini, far scintillare l'acciarino, ecc...). Riunendo il tutto si ottiene un kit minimalista (ma efficiente) di sopravvivenza sempre a portata di...POLSO In più il mini kit, progettato come se fosse un orologio, può essere sfilabile e reinseribile (anche in un altro bracciale) con estrema facilità e senza dover per questo distruggere il bracciale (come invece accade con altri bracciali visti su web). Lo stesso vale per l'acciarino, basta sfilarlo e re-infilarlo dopo l'uso. Il bracciale non ingombra più di quanto avrebbe fatto un orologio di tendenza e comunque è modulabile (kit caccia/pesca sfilabile). Insieme al bracciale vi sarà recapitato un foglio di istruzioni che permette di sfruttare al massimo le potenzialità di questo, ormai celebre, bracciale da sopravvivenza. Questo bracciale può essere di colore nero, khaki o verde militare ed è adatto a polsi di circonferenza da 18-19 cm, per misure di giropolso diverse si prega di comunicarmele a fine asta. La fibbia /fischietto può essere bi- o monocolore a seconda la disponibilità. Attenzione: le pilette (2xLR44, non incluse nell'offerta) vanno tenute separatamente (non ci entrano nella rotellina) per non scaricarsi a contatto con i metalli (ami, gancetto girellato, ecc...). Il progetto e la realizzazione del bracciale sono interamente mie (Cretanseagull) e frutti di una lunga ricerca e di diverse ore di lavoro. Nota: cacciare uccelli con gli ami è severamente vietato in Italia e punibile dalla legge. La mia inserzione non intende in nessun modo incoraggiare un uso simile dell'oggetto. Spedisco tramite raccomandata (5,00 euro) o posta prioritaria (3,00 euro). Per spedizioni tramite posta prioritaria non assumo responsabilità in caso di smarrimento. E' previsto il ritiro in zona, senza ulteriori spese, previo pagamento anticipato nelle modalità indicate alla fine dell'asta. Senza l'avvenuto pagamento non fisso appuntamenti per il ritiro. In caso scegliate il ritiro in zona si richiede puntualità nell'appuntamento concordato. Se avete qualsiasi dubbio sull'oggetto in asta chiedete gentilmente dei chiarimenti prima di fare l'offerta per essere sicuri di acquistare l'oggetto giusto. Personalmente ci metto comunque il mio meglio nel descrivere (foto e testi) l'oggetto in vendita ed in alcuni casi, per gli oggetti che lo richiedono, invio delle guide in formato digitale Non sono responsabile dei ritardi, smarrimenti e/o mancate consegne degli oggetti spediti, chi sceglie la raccomandata avrà il codice di tracciabilità per poter seguire personalmente la spedizione. La spedizione in prioritaria è un servizio abbastanza sicuro ma non garantisce al 100% la consegna. Non accetto reclami e/o feedback negativi da parte di chi la sceglie come modo di spedizione in quanto contemporaneamente se ne assume la responsabilità accettandone anche i rischi. In caso di acquisti multipli potrebbe convenire la spedizione come pacco (ordinario o celere, secondo accordi), in tal caso controllate sempre che il pacco consegnatoVi non sia aperto o rovinato e in tal caso firmate la ricevuta con riserva. Maggiori informazioni riguardanti tutte le mie creazioni sul sito www.cretanseagull.weebly.com seguendo il percorso "Hobbies" => "Creazioni" GRAZIE DELLA VISITA
Bari (Puglia)

CATENA ASSICURA PORTACHIAVI IN PARACORD CON MOSCHETTONI

Tracolla a catena in paracord - Lanyard Cross Keychian Una catena in robusto paracord originale made in USA, lunga 92cm con entrambe le estremità che finiscono in un moschettone di acciaio inox. Innumerevoli gli usi possibili che vanno dal semplice "assicura" chiavi alla classica tracolla cui appendere qualsiasi cosa. Una serie di nodi cosiddetti "a croce" creano l'effetto catena e rendono particolare l'oggetto in questione. Conoscendo l'alta resistenza del cordino per paracadute e tenendo conto che qui viene usato a due fili per creare la catena l'oggetto può venire usato anche per appendere cose di un certo peso. Attenzione il mazzo di chiavi riprodotto in fotografia non sono comprese nell'offerta, servono semplicemente a spiegare l'eventuale uso pratico dell'oggetto in vendita. La catena in paracord può essere realizzata in diversi colori a vostra scelta: nero, khaki, verde militare, rosso e verde chiaro. Comunicare la preferenza di colore a fine asta. Spedisco tramite raccomandata (5,00 euro) o posta prioritaria (3,00 euro), a vostro carico. Per spedizioni tramite posta prioritaria non assumo responsabilità in caso di smarrimento. E' previsto il ritiro in zona, senza ulteriori spese, previo pagamento anticipato. Senza l'avvenuto pagamento non fisso appuntamenti per il ritiro. In caso scegliate il ritiro in zona si richiede puntualità nell'appuntamento concordato. Se avete qualsiasi dubbio sull'oggetto in asta chiedete gentilmente dei chiarimenti prima di fare l'offerta per essere sicuri di acquistare l'oggetto giusto. Personalmente ci metto comunque il mio meglio nel descrivere (foto e testi) l'oggetto in vendita ed in alcuni casi, per gli oggetti che lo richiedono, invio delle guide in formato digitale Non sono responsabile dei ritardi, smarrimenti e/o mancate consegne degli oggetti spediti, chi sceglie la raccomandata avrà il codice di tracciabilità per poter seguire personalmente la spedizione. La spedizione in prioritaria è un servizio abbastanza sicuro ma non garantisce al 100% la consegna. Non accetto reclami e/o feedback negativi da parte di chi la sceglie come modo di spedizione in quanto contemporaneamente se ne assume la responsabilità accettandone anche i rischi. In caso di acquisti multipli potrebbe convenire la spedizione come pacco (ordinario o celere, secondo accordi), in tal caso controllate sempre che il pacco consegnatoVi non sia aperto o rovinato e in tal caso firmate la ricevuta con riserva. Altre mie creazioni sono visibili sul sito www.cretanseagull.weebly.com seguendo il percorso "Hobbies" => "Creazioni" GRAZIE DELLA VISITA!
Bari (Puglia)

20 €

BRACCIALE DI SOPRAVVIVENZA A RAPIDO SCIOGLIMENTO

Realizzo personalmente i miei articoli con cura ed impiegando materiali di prima qualità, non li importo dalla Cina fatti con chi sa che materiali... Alcuni, parecchi, sono stati addirittura inventati da me (ove specificato). Il basso prezzo di solito non è sinonimo di qualità, nessuno ti regala niente, la qualità costa sempre. L'importante è pagarla al giusto prezzo. Un oggetto fatto con paracord ti deve garantire una certa resistenza e non deve spezzarsi, perché marcio o di qualità scadente, proprio quando a te serve per farti uscire da una brutta situazione. Dopo averli realizzati vengono provati sul campo da me personalmente o da amici fidati, appassionati di escursionismo e pesca come me. Se superano i tests e viene verificata la loro validità sul campo solo allora vengono proposti ad altri. La decisione è vostra Braccialetto di sopravvivenza a scioglimento rapido: più di 4 metri di paracord, intrecciato in un modo particolare che rende il bracciale più largo e piatto dei soliti "cobra" (circa 2.8 - 3 cm di larghezza) Basta afferarlo per le estremità e tirare forte per vederselo sciogliere magicamente Utile nei casi in cui il paracord serve urgentemente o quando una delle mani è occupata ferrita... Un bracciale unico nel suo genere NON PERDETEVELO Per realizzare questo bracciale viene impiegata molta più corda rispetto agli altri. Attenzione: il grillo impiegato nel bracciale mostrato in foto è molto robusto (regge 250 Kg) in acciaio inox platinato che lo garantisce a vita Per le modalità disponibili di pagamento si prega di contattarmi in anticipo. Innumerevoli le sue applicazioni in ambiti civili e militari: 1. sciogliendolo e recuperando la corda si può: -costruire trappole; -legare la tenda, il telo o l'amaca; -costruire reti e filo (con i fili interni) da pesca; -appendere il cibo in alto (rendendolo irraggiungibile agli animali); -costruire un arco da caccia, appendiabiti, stendibucato; -fare riparazioni varie, corde di sicurezza, imbraghi, guinzagli; -fare suture e cucire tessuti, usarla come filo interdentale (fili interni); -assicurare alla riva canoe, barche, ecc.; -usarla come laccio emostatico o per immobilizzare arti lesionati, fratture, ecc.; -usarla come se fosse spago semplice. 2. Il moschettone a grillo, molto robusto, amplia ulteriormente le applicazioni pratiche di questo bracciale in casi di emergenza. Il bracciale è largo circa 2.8cm e viene fatto su misura e nel colore desiderato di paracord (colori paracord disponibili: nero, verde chiaro, verde militare, marrone deserto, rosso corallo). Per non ostacolare la circolazione del sangue e non limitare i vostri movimenti durante lo svolgimento delle varie attività si consiglia di ordinarlo più lungo di 1cm rispetto alla vostra misura effettiva di giropolso. Spedisco tramite raccomandata (6,00 euro) o posta prioritaria (3,50 euro). Per spedizioni tramite posta prioritaria non assumo responsabilità in caso di smarrimento. E' previsto il ritiro in zona, senza ulteriori spese, previo pagamento anticipato nelle modalità indicate alla fine dell'asta. Senza l'avvenuto pagamento non fisso appuntamenti per il ritiro. In caso scegliate il ritiro in zona si richiede puntualità nell'appuntamento concordato. Se avete qualsiasi dubbio sull'oggetto in asta chiedete gentilmente dei chiarimenti prima di fare l'offerta per essere sicuri di acquistare l'oggetto giusto. Personalmente ci metto comunque il mio meglio nel descrivere (foto e testi) l'oggetto in vendita ed in alcuni casi, per gli oggetti che lo richiedono, invio delle guide in formato digitale Non sono responsabile dei ritardi, smarrimenti e/o mancate consegne degli oggetti spediti, chi sceglie la raccomandata avrà il codice di tracciabilità per poter seguire personalmente la spedizione. La spedizione in prioritaria è un servizio abbastanza sicuro ma non garantisce al 100% la consegna. Se volete dare un'occhiata al resto delle mie creazioni visitate il sito "nido del gabbiano
Bari (Puglia)

27 €

BRACCIALE PARACORD ORIGINALE

Bracciale realizzato a mano in Paracord 550. Il paracord utilizzato è conforme GSA. Non si tratta di prodotto cinese! Cos'è il Paracord? Paracord (o Parachute-cord) è una vera e propria corda di paracadute di derivazione militare: un semplice cordino di nylon con all'interno altri 7 cordini sempre in nylon a loro volta costituiti da altri 7 fili di nylon. Il Paracord resiste fino a 250kg di peso, il che lo rende quasi una corda da scalata nonostante le dimensioni ed il peso ridottissimo. La funzione del Paracord è tutto tranne che ornamentale ed ha molti utilizzi sia convenzionali che non come ad esempio: - Possono sostituire lacci e stringhe; - I fili interni possono essere usati per pescare; - I fili interni a matassa sono ottime esche per il fuoco; - Si possono usare per creare rifugi in quanto non marcisce; - Si possono usare come funi per vele e ovviamente come lacci da paracadute; - I fili interni si possono usare per ricucire indumenti; - Filo interdentale - Sciolto può tappare falle nei contenitori dell'acqua; E molto altro ancora.. Disponibile in altri colori (vedere foto): Mimetica blu bianco e rosso, mimetica autunnale, nero, borgogna, viola blu navy, verde fogliame. (Richiedere il colore desiderato al momento dell'acquisto) Spedizione tramite posta prioritaria inclusa nel prezzo. Pagamento tramite Paypal o bonifico bancario. Il prezzo è riferito al singolo bracciale.
Italia

6 €

OROLOGIO ORIS 7512 ARTELIER CLASSIC DATE XXL

ORIS 7512 ARTELIER CLASSIC DATE XXL Militare di razza Cassa 44 mm ! REFERENZA: 633 7512 40 61 MOVIMENTO: meccanico con avvolgimento automatico, 25 jewels, ORIS 633 FUNZIONI: ore, minuti, secondi e data CASSA: acciaio; doppio vetro zaffiro; corona originale, diametro 44 mm, water resistant 3 ATM QUADRANTE: bianco con numeri arabi color argento. Sfere luminose al buio INDICATORI: data posta ore 18 CINTURINO: originale acciaio ORIS Oem
Bergamo (Lombardia)

500 €


Pubblicare Annunci Gratuiti - comprare e vendere usato in Italia | CLASF - copyright ©2019 www.clasf.it.