Presentazione scuola

-
loading
Solo con l'immagine

PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA DEL CORSO PUBLIC SPEAKING & OLTRE COMUNICARE: VOCE CORPO MENTE CON

PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA DEL CORSO PUBLIC SPEAKING & OLTRE - COMUNICARE: VOCE-CORPO-MENTE Condotto da Giuseppina Morara PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA MARTEDÌ 6 NOVEMBRE ALLE ORE 20:15 (NECESSARIA PRENOTAZIONE) presso il Centro Socio-Culturale Tolmino, Via Podgora 41 (ingresso auto e moto da Via Tolmino n.9) Migliorare la propria comunicazione per ragioni professionali e personali. Un percorso attivo di scoperta ed allenamento alla comunicazione attraverso la metodologia teatrale. Tutti i Martedì dal 13 Novembre al 18 Dicembre 2018 (6 Incontri) dalle 20:00 alle 23:00 Al Centro Socio Culturale "Tolmino" - Via Podgora 41 - Bologna (ingresso auto e moto da Via Tolmino n.9) Saper comunicare in modo efficace è importante, necessario ed essenziale. Chi lavora a contatto con il pubblico (Insegnanti, Avvocati, Venditori, Manager....) troverà in questa serie di incontri pratici una valida risposta ai numerosi problemi con i quali quotidianamente si imbatte. Una comunicazione efficace richiede libertà e naturalezza in chi comunica, richiede cioè una Voce libera, un Corpo rilassato e l’organizzazione della parte verbale – Parola - che risvegli interesse e coinvolgimento in chi ascolta. Saper PARLARE IN PUBBLICO presuppone un'integrazione di mente, corpo ed emotività da cui partire ed a cui saper tornare durante la costruzione della relazione comunicativa con l'Altro/i. Il processo di elaborazione necessita di un "graduale " (versus "intensivo") percorso di affiancamento ed applicazione di quanto appreso durante gli incontri. Gli incontri si prefiggono lo scopo di migliorare la propria capacità comunicativa e di trovare un proprio stile personale attraverso: Lavoro sulla Voce (Corpo libero, Voce libera: respiro, movimento e rilassamento; potenziamento e ricerca della propria voce); Consapevolezza del Linguaggio Non Verbale (Prossemica, Postura, Gestualità); Parte Verbale - Parola - della propria comunicazione: organizzazione efficace del discorso; Esercizi di simulazione di situazioni specifiche proposte dai partecipanti. Utilizzo mezzo audio-visivo per permettere riscontro e verifica dei propri miglioramenti. Sei interessato? Contattaci! Cel: 331 63 48 205 Giuseppina E-mail: teatrocreativo2@gmail.com Siamo presenti su Fb: Associazione Culturale Teatro Creativo – Giuseppina Morara GIUSEPPINA MORARA Attrice, Regista e Pedagoga Teatrale, Cantante, Conduttrice di gruppi coi Metodi d’Azione e Consulente in Public Speaking e Tecniche di Comunicazione. Diplomata alla Scuola di Teatro di Bologna, diplomata come Conduttrice di Gruppi coi Metodi d’Azione presso la Società Metodi di Milano, diplomata Regista Pedagoga al Corso triennale internazionale di formazione dei formatori teatrali “Pedagogia della scena” diretto dal M° Anatolij Vasil’ev (UBU 2012 Premio Speciale al Maestro). Laureata in Economia e Commercio all’Università di Bologna.
Bologna (Emilia Romagna)

SCUOLA CERCA MAESTRI DI MUSICA

Scuola di musica cerca maestri per corsi di musica in zona Tuscolana, anno scolastico 2018-2019. Mandare curriculum e breve presentazione per candidarsi. Ass. Cult. L'Isola dell'Arte.
Roma (Lazio)

PRESENTAZIONE/PROVA GRATUITA CORSO "PUBLIC SPEAKING & OLTRE COMUNICARE: VOCE CORPO MENTE"

L'Associazione Culturale Teatro Creativo invita alla PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA DEL CORSO "PUBLIC SPEAKING & OLTRE - COMUNICARE: VOCE-CORPO-MENTE" condotto da Giuseppina Morara Rivolto a coloro che desiderano migliorare la propria comunicazione per ragioni professionali e personali, attraverso la metodologia teatrale. Il corso ha ricevuto il Patrocinio del Quartiere PortoSaragozza MARTEDÌ 25 OTTOBRE 2016 ALLE ORE 20:00 (NECESSARIA PRENOTAZIONE) presso il CENTRO SOCIOCULTURALE "TOLMINO", Via Podgora 41 (ingresso auto da Via Tolmino 9 ) GLI INCONTRI sono I MARTEDI' dal 8 NOVEMBRE 2016 al 17 GENNAIO 2017 dalle ore 20:00 alle 22:30 (9 incontri) presso il CENTRO SOCIOCULTURALE "TOLMINO", Via Podgora 41 (ingresso auto da Via Tolmino 9 ) Saper comunicare in modo efficace è importante, necessario ed essenziale. Chi lavora a contatto con il pubblico (Insegnanti, Avvocati, Venditori, Manager....) troverà in questa serie di incontri pratici una valida risposta ai numerosi problemi con i quali quotidianamente si imbatte. Una comunicazione efficace richiede libertà e naturalezza in chi comunica, richiede cioè una Voce libera, un Corpo rilassato e l'organizzazione della parte verbale – Parola - che risvegli interesse e coinvolgimento in chi ascolta. Saper PARLARE IN PUBBLICO presuppone un'integrazione di mente, corpo ed emotività da cui partire ed a cui saper tornare durante la costruzione della relazione comunicativa con l'Altro/i. Il processo di elaborazione necessita di un "graduale " (versus "intensivo") percorso di affiancamento ed applicazione di quanto appreso durante gli incontri. Gli incontri si prefiggono lo scopo di migliorare la propria capacità comunicativa e di trovare un proprio stile personale attraverso: •Lavoro sulla Voce (Corpo libero, Voce libera: respiro, movimento e rilassamento; potenziamento e ricerca della propria voce); •Consapevolezza del Linguaggio Non Verbale (Prossemica, Postura, Gestualità); •Parte Verbale - Parola - della propria comunicazione: organizzazione efficace del discorso; •Esercizi di simulazione di situazioni specifiche proposte dai partecipanti. •Utilizzo mezzo audio-visivo per permettere riscontro e verifica dei propri miglioramenti. Info ed iscrizioni: 3316348205 Siamo presenti su Facebook: Associazione Culturale Teatro Creativo - Giuseppina Morara e su flashgiovani.it/teatro/corsiGiuseppina Morara Dott.ssa Giuseppina Morara Attrice, Insegnate di recitazione, Regista e Pedagoga Teatrale, Cantante, Conduttrice di gruppi coi Metodi d’Azione e Consulente in Public Speaking e Tecniche di Comunicazione. E’ l’unica attrice italiana ad aver lavorato in uno spettacolo del M° Vasiliev (sia in Italia che a Mosca) ad essersi poi diplomata Regista Pedagoga al Master Triennale Internazionale di Alta Formazione dei Formatori Teatrali “Pedagogia della scena” diretto dal M° Anatolij Vasil’ev (UBU 2012 Premio Speciale al Maestro), vantando un’esperienza di 25 anni. Attrice diplomata con lode alla Scuola di Teatro di Bologna, si è formata inoltre con Yuri Alshitz, Greta Seacat (Actors’studio di N.Y.), Orazio Costa, Pierre Byland, Nicolaj Karpov (Accademia Lunacharsky - Gitis Mosca).Ha vinto il premio Montegrotto alla Vocazione (ora Premio Hystrio). Come attrice di teatro ha lavorato a Mosca con Anatolij Vasil’ev agli spettacoli “Ciascuno a suo modo” di Luigi Pirandello, “Fiorenza” di Thomas Mann e “Dialoghi” di Platone, ed in Italia, tra gli altri, con Vittorio Franceschi, Ottavia Piccolo, Sandro Sequi, Lorenzo Salveti, Remondi&Caporossi, Pino Micol. Al cinema ha lavorato tra gli altri con Fulvio Wetzl (SOLE IN CASA) 2° Cortometraggio Assoluto al Medicino Corto Festival Internazionale del Cinema 9° Edizone 2014 , Davide Labanti-Margherita Ferri-Renato Giugliano (STATUS SERIE WEB) Status Official selection al San Francisco Web Fest: Best Directing, Best Acting , Best Cinematography, Best Production Design ed altri numerosi premi; William Molducci; Giorgia Muzzioli. Diplomata come conduttrice di gruppi coi metodi d’azione si forma, inoltre, con il Dottor Mario Buchbinder (Istituto delle Maschere di Buenos Aires) e vanta tra le altre collaborazioni con la società di formazione Metodi S.r.l. di Milano e con il Dottor Andrea Cocchi al ciclo di incontri di psicodramma pubblico “La Mente sul palcoscenico”. Collabora con la Dottoressa Paola Fava alle conferenze spettacolo “Cibo e Mente” e “Omeopatia a teatro”. Studia voce con Iva Formigoni (Piccolo Teatro di Milano) e canto con Martina Grosse Burlage (Jazz, Pop); G. Jurova (Solista e Coro - Teatro Scuola d’Arte Drammatica di Mosca); Ada Contavalli (Lirico); Igor Olivier Ezendam (Canto Armonico; Curarsi con il suono). L'Associazione Culturale Teatro Creativo presenta il
Italia

PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA LABORATORI DI TEATRO CREATIVO

Le attività culturali dell'Associazione Culturale Teatro Creativo stanno per riprendere! Stiamo cercando nuovi associati! Vi invitiamo alla PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA DEI LABORATORI DI TEATRO "L'INCONTRO" E "IL LAVORO DELL’ATTORE" dove si potrà assistere al monologo di un attore del gruppo Condotti da Giuseppina Morara (NECESSARIA PRENOTAZIONE) MERCOLED' 28 MARZO 2018 ore 20:15 Presso CCENTRO SOCIOCULTURALE TOLMINO - Via Podgora 41 (ingresso auto e moto Via Tolmino n.9) ABITI COMODI E SCARPE NON SCIVOLOSE E SENZA TACCO Sei interessato? Contattaci! Cel: 331 63 48 205 Giuseppina E-mail: teatrocreativo2@gmail.com Siamo presenti su Fb: Associazione Culturale Teatro Creativo – Giuseppina Morara LABORATORIO DI TEATRO CREATIVO "L'INCONTRO" Sperimentare il proprio potenziale creativo-espressivo in ambito teatrale “Teatro in Gioco”: esplorare, sperimentare, confrontarsi L’esperienza dell’Incontro attraverso l’azione scenica: un grande strumento per “allenarsi” all’incontro con sé, con l’altro, con lo spazio circostante attraverso i colori, i suoni, i profumi, le maschere, le immagini, il gioco, le improvvisazioni in un ambiente dove il giudizio è sospeso. Un CALEIDOSCOPIO DI GIOCHI ED ESERCIZI mirati a: °° migliorare l’ascolto di noi stessi e degli altri; °° migliorare la capacità creativa di fronte ad ostacoli, difficoltà e paure; °° far crescere la fiducia in sé; °° creare elasticità ed apertura al nuovo, all’inaspettato; °° scoprire nuove forme di comunicazione; °° migliorare le capacità relazionali °° sviluppare la nostra sensibilità, immaginazione e creatività; °° trovare autenticità nell’incontro con se stessi e con l’altro; °° migliorare la capacità di lavorare collettivamente; °° conoscere e gestire al meglio le proprie capacità espressive e comunicative. Periodo: 9 APRILE - 28 MAGGIO 2018 (8 incontri) TUTTI I LUNEDI' dalle 20:30 alle 22:30 (saranno valutate anche le domande di partecipazione giunte dopo i primi incontri) Presso “Hara il Centro” - Via della Ghisiliera, 27 b – Bologna Festa finale aperta al pubblico al CostArena – Via Azzo Gardino 44 LABORATORIO di TEATRO - IL LAVORO DELL’ATTORE Utilizzando il metodo del Maestro Vasiliev, un percorso di conquista della propria naturalezza e libertà scenica, innovativo per il teatro occidentale, che sta coinvolgendo artisti in tutta Europa. Al pari di uno spartito musicale, un testo teatrale ha delle leggi, comprese le quali si può ottenere l’energia per affrontare la scena. Il laboratorio mira ad individuare queste leggi, così da rendere l’attore autonomo ed autore del proprio ruolo. La metodologia prevede un training atto a fornire all'attore strumenti per il lavoro sul testo (lavoro sulle immagini, sulle circostanze, sul racconto orale, lavoro sensoriale, di contatto e ascolto, momenti privati, improvvisazioni; esercizi fisici e vocali ecc). Un approccio personalizzato e collettivo di conoscenza di sè e di attitudine allo stare in scena. Il Metodo prevede un continuo allenamento dell’apparato dell’attore attraverso training mirato e prove in etjud (K.S. Stanislavskij - A.A. Vasieliev). Chi si approccia al Metodo per la prima volta lavorerà su un Personaggio di fantasia. RAPPRESENTAZIONE FINALE al COSTARENA Giovedì 7 Giugno Periodo: 4 APRILE – 7 GIUGNO 2018 (Saranno valutate anche le domande di partecipazione giunte dopo i primi incontri) TUTTI I MERCOLEDI' dalle ore 20:00 alle 22:30 Presso Centro Socio Culturale "TOLMINO" Via Podgora 41 (ingresso auto da Via Tolmino 9) Giuseppina Morara Attrice, Regista e Pedagoga Teatrale, Cantante, Conduttrice di gruppi coi Metodi d’Azione e Consulente in Public Speaking e Tecniche di Comunicazione. Diplomata Regista-Pedagoga al Corso quadriennale internazionale di formazione dei formatori teatrali “Pedagogia della scena” diretto dal M° Anatolij Vasil’ev (UBU 2012 Premio Speciale al Maestro) Attrice diplomata con lode alla Scuola di Teatro di Bologna, si è formata inoltre con Yuri Alshitz, Greta Seacat (Actors’studio di N.Y.), Orazio Costa, Pierre Byland, Nicolaj Karpov (Accademia Lunacharsky - Gitis Mosca).Ha vinto il premio Montegrotto alla Vocazione (ora Premio Hystrio). Come attrice di teatro ha lavorato a Mosca con Anatolij Vasil’ev agli spettacoli “Ciascuno a suo modo” di Luigi Pirandello, “Fiorenza” di Thomas Mann e “Dialoghi” di Platone, ed in Italia, tra gli altri, con Vittorio Franceschi, Ottavia Piccolo, Sandro Sequi, Lorenzo Salveti, Remondi&Caporossi, Pino Micol. Al cinema ha lavorato tra gli altri con Fulvio Wetzl (SOLE IN CASA) 2° Cortometraggio Assoluto al Medicino Corto Festival Internazionale del Cinema 9° Edizone 2014, Davide Labanti-Margherita Ferri-Renato Giugliano (STATUS SERIE WEB) Status Official selection al San Francisco Web Fest: Best Directing, Best Acting, Best Cinematography, Best Production Design. Diplomata come conduttrice di gruppi coi metodi d’azione si forma, inoltre, con il Dottor Mario Buchbinder (Istituto delle Maschere di Buenos Aires) e vanta tra le altre collaborazioni con la società di formazione Metodi S.r.l. di Milano e con il Dottor Andrea Cocchi al ciclo di incontri di psicodramma pubblico “La Mente sul palcoscenico”. Collabora con la Dottoressa Paola Fava alle conferenze spettacolo “Cibo e Mente” e “Omeopatia a teatro”. Studia voce con Iva Formigoni (Piccolo Teatro di Milano) e canto con Martina Grosse Burlage (Jazz, Pop); G. Jurova (Solista e Coro - Teatro Scuola d’Arte Drammatica di Mosca); Ada Contavalli (Lirico); Igor Olivier Ezendam (Canto Armonico; Curarsi con il suono).
Italia (Tutte le città)

PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA LABORATORI DI TEATRO CREATIVO

Le attività culturali dell'Associazione Culturale Teatro Creativo stanno per riprendere! Stiamo cercando nuovi associati! Vi invitiamo alla PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA DEI LABORATORI DI TEATRO "L'INCONTRO" E "IL LAVORO DELL’ATTORE" dove si potrà assistere al monologo di un attore del gruppo Condotti da Giuseppina Morara (NECESSARIA PRENOTAZIONE) LUNEDI’ 26 MARZO 2018 ore 20:15 Presso COSTARENA - Via Azzo Gardino 48 ABITI COMODI E SCARPE NON SCIVOLOSE E SENZA TACCO Sei interessato? Contattaci! Cel: 331 63 48 205 Giuseppina E-mail: teatrocreativo2@gmail.com Siamo presenti su Fb: Associazione Culturale Teatro Creativo – Giuseppina Morara LABORATORIO DI TEATRO CREATIVO "L'INCONTRO" Sperimentare il proprio potenziale creativo-espressivo in ambito teatrale “Teatro in Gioco”: esplorare, sperimentare, confrontarsi L’esperienza dell’Incontro attraverso l’azione scenica: un grande strumento per “allenarsi” all’incontro con sé, con l’altro, con lo spazio circostante attraverso i colori, i suoni, i profumi, le maschere, le immagini, il gioco, le improvvisazioni in un ambiente dove il giudizio è sospeso. Un CALEIDOSCOPIO DI GIOCHI ED ESERCIZI mirati a: °° migliorare l’ascolto di noi stessi e degli altri; °° migliorare la capacità creativa di fronte ad ostacoli, difficoltà e paure; °° far crescere la fiducia in sé; °° creare elasticità ed apertura al nuovo, all’inaspettato; °° scoprire nuove forme di comunicazione; °° migliorare le capacità relazionali °° sviluppare la nostra sensibilità, immaginazione e creatività; °° trovare autenticità nell’incontro con se stessi e con l’altro; °° migliorare la capacità di lavorare collettivamente; °° conoscere e gestire al meglio le proprie capacità espressive e comunicative. Periodo: 9 APRILE - 28 MAGGIO 2018 (8 incontri) TUTTI I LUNEDI' dalle 20:30 alle 22:30 (saranno valutate anche le domande di partecipazione giunte dopo i primi incontri) Presso “Hara il Centro” - Via della Ghisiliera, 27 b – Bologna Festa finale aperta al pubblico al CostArena – Via Azzo Gardino 44 LABORATORIO di TEATRO - IL LAVORO DELL’ATTORE Utilizzando il metodo del Maestro Vasiliev, un percorso di conquista della propria naturalezza e libertà scenica, innovativo per il teatro occidentale, che sta coinvolgendo artisti in tutta Europa. Al pari di uno spartito musicale, un testo teatrale ha delle leggi, comprese le quali si può ottenere l’energia per affrontare la scena. Il laboratorio mira ad individuare queste leggi, così da rendere l’attore autonomo ed autore del proprio ruolo. La metodologia prevede un training atto a fornire all'attore strumenti per il lavoro sul testo (lavoro sulle immagini, sulle circostanze, sul racconto orale, lavoro sensoriale, di contatto e ascolto, momenti privati, improvvisazioni; esercizi fisici e vocali ecc). Un approccio personalizzato e collettivo di conoscenza di sè e di attitudine allo stare in scena. Il Metodo prevede un continuo allenamento dell’apparato dell’attore attraverso training mirato e prove in etjud (K.S. Stanislavskij - A.A. Vasieliev). Chi si approccia al Metodo per la prima volta lavorerà su un Personaggio di fantasia. RAPPRESENTAZIONE FINALE al COSTARENA Giovedì 7 Giugno Periodo: 4 APRILE – 7 GIUGNO 2018 (Saranno valutate anche le domande di partecipazione giunte dopo i primi incontri) TUTTI I MERCOLEDI' dalle ore 20:00 alle 22:30 Presso Centro Socio Culturale "TOLMINO" Via Podgora 41 (ingresso auto da Via Tolmino 9) Giuseppina Morara Attrice, Regista e Pedagoga Teatrale, Cantante, Conduttrice di gruppi coi Metodi d’Azione e Consulente in Public Speaking e Tecniche di Comunicazione. Diplomata Regista-Pedagoga al Corso quadriennale internazionale di formazione dei formatori teatrali “Pedagogia della scena” diretto dal M° Anatolij Vasil’ev (UBU 2012 Premio Speciale al Maestro) Attrice diplomata con lode alla Scuola di Teatro di Bologna, si è formata inoltre con Yuri Alshitz, Greta Seacat (Actors’studio di N.Y.), Orazio Costa, Pierre Byland, Nicolaj Karpov (Accademia Lunacharsky - Gitis Mosca).Ha vinto il premio Montegrotto alla Vocazione (ora Premio Hystrio). Come attrice di teatro ha lavorato a Mosca con Anatolij Vasil’ev agli spettacoli “Ciascuno a suo modo” di Luigi Pirandello, “Fiorenza” di Thomas Mann e “Dialoghi” di Platone, ed in Italia, tra gli altri, con Vittorio Franceschi, Ottavia Piccolo, Sandro Sequi, Lorenzo Salveti, Remondi&Caporossi, Pino Micol. Al cinema ha lavorato tra gli altri con Fulvio Wetzl (SOLE IN CASA) 2° Cortometraggio Assoluto al Medicino Corto Festival Internazionale del Cinema 9° Edizone 2014, Davide Labanti-Margherita Ferri-Renato Giugliano (STATUS SERIE WEB) Status Official selection al San Francisco Web Fest: Best Directing, Best Acting, Best Cinematography, Best Production Design. Diplomata come conduttrice di gruppi coi metodi d’azione si forma, inoltre, con il Dottor Mario Buchbinder (Istituto delle Maschere di Buenos Aires) e vanta tra le altre collaborazioni con la società di formazione Metodi S.r.l. di Milano e con il Dottor Andrea Cocchi al ciclo di incontri di psicodramma pubblico “La Mente sul palcoscenico”. Collabora con la Dottoressa Paola Fava alle conferenze spettacolo “Cibo e Mente” e “Omeopatia a teatro”. Studia voce con Iva Formigoni (Piccolo Teatro di Milano) e canto con Martina Grosse Burlage (Jazz, Pop); G. Jurova (Solista e Coro - Teatro Scuola d’Arte Drammatica di Mosca); Ada Contavalli (Lirico); Igor Olivier Ezendam (Canto Armonico; Curarsi con il suono).
Italia (Tutte le città)

PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA DEL CORSO DI TEATRO STUDI SU

Le attività culturali dell'Associazione Culturale Teatro Creativo stanno per riprendere! Stiamo cercando nuovi associati! Vi invitiamo alla PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA DEL CORSO DI TEATRO STUDI SU “IL GABBIANO DI A.P. CECHOV” con MONOLOGO DI UN ATTORE Condotto da Giuseppina Morara (Necessaria Prenotazione) MERCOLEDI’ 24 OTTOBRE 2018 ore 20:15 Presso COSTARENA - Via Azzo Gardino 48 ABITI COMODI E SCARPE NON SCIVOLOSE E SENZA TACCO Un percorso di conquista della propria naturalezza e libertà scenica. Al pari di uno spartito musicale, un testo teatrale ha delle leggi, comprese le quali si può ottenere l’energia per affrontare la scena. Il laboratorio mira ad individuare queste leggi, così da rendere l’attore autonomo ed autore del proprio ruolo. La metodologia prevede: training fisico e vocale (lavoro sulle immagini, lavoro sensoriale, di contatto e ascolto, improvvisazioni). analisi collettiva e personale del testo e rielaborazione di proposte di studio scenico sui ruoli attraverso il metodo degli etjud (K.S. Stanislavskj - A.A. Vasiliev) Il corso consente di sviluppare competenza ed autonomia nell’approccio al testo teatrale ed alla recitazione. RAPPRESENTAZIONE FINALE al COSTARENA ED ALTRE DATE DA DEFINIRE Necessaria la lettura preliminare del testo “Il Gabbiano” dai “Capolavori” di A.P. Cechov Ed. Einaudi. Consigliato abbigliamento comodo, penna e quaderno. Quando: Tutti i Mercoledì dalle 20:00 alle 22:30 più mezza giornata di workshop mensile nel weekend Periodo: dal 7 Novembre 2018 al 29 Maggio 2019 (saranno valutate anche le domande di partecipazione giunte dopo i primi incontri) Dove: al Centro Socio Culturale Tolmino – Via Podgora 41 (ingresso auto e moto da Via Tolmino 9) Sei interessato? Contattaci!? Cel: 331 63 48 205 Giuseppina? E-mail: teatrocreativo2@gmail.com?Siamo presenti su Fb: Associazione Culturale Teatro Creativo Giuseppina Morara Attrice, Regista e Pedagoga Teatrale, Cantante, Conduttrice di gruppi coi Metodi d’Azione e Consulente in Public Speaking e Tecniche di Comunicazione. Diplomata Regista-Pedagoga al Corso quadriennale internazionale di formazione dei formatori teatrali “Pedagogia della scena” diretto dal M° Anatolij Vasil’ev (UBU 2012 Premio Speciale al Maestro) Attrice diplomata con lode alla Scuola di Teatro di Bologna, si è formata inoltre con Yuri Alshitz, Greta Seacat (Actors’studio di N.Y.), Orazio Costa, Pierre Byland, Nicolaj Karpov (Accademia Lunacharsky - Gitis Mosca).Ha vinto il premio Montegrotto alla Vocazione (ora Premio Hystrio). Come attrice di teatro ha lavorato a Mosca con Anatolij Vasil’ev agli spettacoli “Ciascuno a suo modo” di Luigi Pirandello, “Fiorenza” di Thomas Mann e “Dialoghi” di Platone, ed in Italia, tra gli altri, con Vittorio Franceschi, Ottavia Piccolo, Sandro Sequi, Lorenzo Salveti, Remondi&Caporossi, Pino Micol. Al cinema ha lavorato tra gli altri con Fulvio Wetzl (SOLE IN CASA) 2° Cortometraggio Assoluto al Medicino Corto Festival Internazionale del Cinema 9° Edizone 2014, Davide Labanti-Margherita Ferri-Renato Giugliano (STATUS SERIE WEB) Status Official selection al San Francisco Web Fest: Best Directing, Best Acting, Best Cinematography, Best Production Design. Diplomata come conduttrice di gruppi coi metodi d’azione si forma, inoltre, con il Dottor Mario Buchbinder (Istituto delle Maschere di Buenos Aires) e vanta tra le altre collaborazioni con la società di formazione Metodi S.r.l. di Milano e con il Dottor Andrea Cocchi al ciclo di incontri di psicodramma pubblico “La Mente sul palcoscenico”. Collabora con la Dottoressa Paola Fava alle conferenze spettacolo “Cibo e Mente” e “Omeopatia a teatro”. Studia voce con Iva Formigoni (Piccolo Teatro di Milano) e canto con Martina Grosse Burlage (Jazz, Pop); G. Jurova (Solista e Coro - Teatro Scuola d’Arte Drammatica di Mosca); Ada Contavalli (Lirico); Igor Olivier Ezendam (Canto Armonico; Curarsi con il suono).
Italia (Tutte le città)

PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA DEL CORSO PUBLIC SPEAKING

L'Associazione Culturale Teatro Creativo invita a PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA DEL CORSO PUBLIC SPEAKING & OLTRE COMUNICARE: VOCE-CORPO-MENTE Corso Patrocinato dal Quartiere Porto Saragozza PRESENTAZIONE E PROVA GRATUITA MARTEDÌ 11 APRILE 2017 ALLE ORE 20:15 (NECESSARIA PRENOTAZIONE) presso il Centro Socio-Culturale Tolmino, Via Podgora 41 (ingresso auto e moto da Via Tolmino n.9) Rivolto a tutti coloro che desiderano migliorare la propria comunicazione per ragioni professionali e personali. Un percorso attivo di scoperta ed allenamento alla comunicazione attraverso la metodologia teatrale. I Martedì dal 18 Aprile al 6 Giugno 2017 (7 Incontri) dalle 20:00 alle 23:00 Al Centro Socio Culturale "Tolmino" - Via Podgora 41 - Bologna (ingresso auto e moto da Via Tolmino n.9) Saper comunicare in modo efficace è importante, necessario ed essenziale. Chi lavora a contatto con il pubblico (Insegnanti, Avvocati, Venditori, Manager....) troverà in questa serie di incontri pratici una valida risposta ai numerosi problemi con i quali quotidianamente si imbatte. Una comunicazione efficace richiede libertà e naturalezza in chi comunica, richiede cioè una Voce libera, un Corpo rilassato e l’organizzazione della parte verbale – Parola - che risvegli interesse e coinvolgimento in chi ascolta. Saper PARLARE IN PUBBLICO presuppone un'integrazione di mente, corpo ed emotività da cui partire ed a cui saper tornare durante la costruzione della relazione comunicativa con l'Altro/i. Il processo di elaborazione necessita di un "graduale " (versus "intensivo") percorso di affiancamento ed applicazione di quanto appreso durante gli incontri. Gli incontri si prefiggono lo scopo di migliorare la propria capacità comunicativa e di trovare un proprio stile personale attraverso: Lavoro sulla Voce (Corpo libero, Voce libera: respiro, movimento e rilassamento; potenziamento e ricerca della propria voce); Consapevolezza del Linguaggio Non Verbale (Prossemica, Postura, Gestualità); Parte Verbale - Parola - della propria comunicazione: organizzazione efficace del discorso; Esercizi di simulazione di situazioni specifiche proposte dai partecipanti. Utilizzo mezzo audio-visivo per permettere riscontro e verifica dei propri miglioramenti. Per Ulteriori informazioni ed iscrizioni: 331 63 48 205 E-mail: teatrocreativo2@gmail.com Siamo presenti su Fb: Associazione Culturale Teatro Creativo – Giuseppina Morara Condotto da Dott.ssa GIUSEPPINA MORARA Attrice, Regista e Pedagoga Teatrale, Cantante, Conduttrice di gruppi coi Metodi d’Azione e Consulente in Public Speaking e Tecniche di Comunicazione. Diplomata alla Scuola di Teatro di Bologna, diplomata come Conduttrice di Gruppi coi Metodi d’Azione presso la Società Metodi di Milano, diplomata Regista Pedagoga al Corso triennale internazionale di formazione dei formatori teatrali “Pedagogia della scena” diretto dal M° Anatolij Vasil’ev (UBU 2012 Premio Speciale al Maestro). Laureata in Economia e Commercio all’Università di Bologna. (per C.V. esteso guarda evento “Laboratorio di Teatro IL LAVORO DELL’ATTORE” – “Laboratorio di Teatro L’INCONTRO”
Bologna (Emilia Romagna)

Gratuito

SCUOLA DI MUSICA DI CURNO

Corsi di musica per tutti! Da 18 a 36 mesi percorsi di propedeutica musicale per i più piccoli (accompagnati da un adulto di riferimento) GIOVEDì POMERIGGIO ore 17.15 Da 3 a 5 anni propedeutica Orff GIOVEDì POMERIGGIO ore 16.15 Per tutti: lezioni di strumento (pianoforte, chitarra classica, chitarra elettrica, flauto traverso, flauto dolce, clarinetto, clarinetto basso, canto lirico, canto moderno, violino, viola, sax e altri a richiesta). LEZIONE DI PROVA GRATUITA, inizio lezioni ad ottobre 2018 PRESENTAZIONE CORSI VENERDì 21 SETTEMBRE ORE 20.30 presso sala consiliare del comune di Curno OPEN DAY DOMENICA 23 SETTEMBRE DALLE 15 ALLE 18 presso centro vivere 1 a Curno (via IV Novembre).
Bergamo (Lombardia)

CORSI DI SCUOLA DI TEATRO LINGUAGGICREATIVI 2018-19

Sono aperte le iscrizioni ai corsi della Scuola di Teatro Linguaggicreativi dell'anno 2018/19 SCONTO A CHI SI ISCRIVE ENTRO IL 30 LUGLIO! ADULTI La Scuola di Teatro Linguaggicreativi offre un piano formativo completo per le discipline del teatro; corsi e prezzi sono pensati per dare il più ampio accesso a chiunque voglia avvicinarsi prima e praticare poi lâ€(TM)arte teatrale. Crediamo che la professionalità dei nostri insegnanti, tutti attori, autori e registi che lavorano quotidianamente in teatro, sia il valore aggiunto. Perché solo chi si confronta ogni giorno con i testi e con il pubblico ha il polso di cosa significhi fare teatro. Noi lo facciamo, e attraverso la scuola lo facciamo insieme, con cura e divertimento. I percorsi di Teatro Linguaggicreativi sono dedicati sia a chi vuole provarsi con il teatro nel dopo lavoro, sia a chi vuole fare del teatro una professione. Il piano didattico tradizionale prevede: Il triennio: un percorso didattico di tre anni, da ottobre a maggio, durante il quale lâ€(TM)allievo sarà gradualmente portato ad apprendere le tecniche dellâ€(TM)arte attorale, attraverso lo sviluppo della consapevolezza di sé e di sé con gli altri. Al termine di ogni corso gli allievi presenteranno un saggio spettacolo di fine anno. Laboratori- spettacolo: al termine del triennio, lâ€(TM)allievo-attore potrà accedere ai Laboratori spettacolo, percorsi quadrimestrali o semestrali dedicati alla costruzione di uno spettacolo partendo da un testo o da un autore definito e guidati da un regista professionista. Il gruppo mette in atto le dinamiche di una compagnia e al termine del laboratorio debutterà con tre serate di spettacolo. Il teatro comprende diverse discipline, proponiamo quindi i Corsi tecnici: scrittura creativa, voce e dizione, teatro in inglese, teatro di narrazione, teatro danza, per chi vuole completare la propria formazione o frequentare corsi mirati allâ€(TM)apprendimento di tecniche specifiche. Agli aspiranti professionisti invece, è dedicato il nuovo percorso “Actorâ€(TM)s Kitchen”, una proposta serale suddivisa anchâ€(TM)essa in tre anni, ma che prevede una frequenza annuale intensiva di 320 ore. Gli incontri di 8 ore settimanali e alcuni weekend di approfondimento sono divisi per materie e coinvolgono lâ€(TM)intero corpo docenti di Linguaggicreativi. Ogni anno il gruppo porterà in scena una presentazione di metà anno e uno spettacolo finale. Previo colloquio, il percorso è dedicato ad aspiranti attori tra i 18 e i 30 anni. Al termine del triennio, lâ€(TM)obiettivo sarà la creazione di una compagnia professionista autonoma. Linguaggicreativi è anche cinema. Accanto al teatro, proponiamo un corso annuale di recitazione cinematografica e un laboratorio film maker con registi professionisti che insegneranno agli allievi come realizzare un prodotto cinematografico, dallâ€(TM)ideazione, alla regia, alla postproduzione. Ogni allievo lavorerà su un proprio progetto che verrà proiettato a fine percorso. BAMBINI 4/5 ANNI E 6/9 ANNI Partendo dai primi anni di età abbiamo pensato a giochi-laboratori dove i bambini possano sperimentare il lavoro in gruppo per accrescere la socialità e allontanare le timidezze. Il metodo ludico-creativo permette al bambino di approcciarsi attraverso una relazione che conosce bene: il gioco. Molti sono gli strumenti didattici che mettiamo a disposizione: la musica, la scrittura collettiva di una fiaba, il gioco di ruolo, il disegno, lâ€(TM)improvvisazione, il canto. Crediamo che in un ambiente liberato da strutture, la creatività del singolo possa esprimersi al meglio e permettergli di condividere lâ€(TM)esperienza con altri bambini. Il gioco sullo spazio, sul movimento tridimensionale, sulla relazione e lâ€(TM)incontro con altri bambini, fornisce la base della tecnica teatrale e del vivere insieme. PREADOLESCENTI 11/13 Per i preadolescenti abbiamo pensato un corso in cui, sempre partendo dal gioco, che è specifica del teatro, si vanno ad aggiungere elementi che possano aiutare i ragazzi nella fase della preadolescenza, a giocare rispettando gli altri; a non imporsi ma ad accogliere idee e proposte diverse dalle proprie. Con i ragazzi preadolescenti il percorso prevede lâ€(TM)inserimento di alcuni elementi più propri del teatro, quali lâ€(TM)uso della voce e di un testo. Lo scopo è allenare a non aver timore di esprimersi (in ambito teatrale, scolastico etc). La scrittura scenica, attraverso lâ€(TM)improvvisazione, aiuta ad avere coscienza delle proprie possibilità espressive, a non temere il confronto, a strutturare il carattere e a renderlo libero ma disciplinato. ADOLESCENTI 14/17 ANNI Gli adolescenti sono portatori di grandi cambiamenti, nel corpo e nel modo di pensare. Gli stimoli sono tanti e diversi. Il corso mira ad incoraggiare i ragazzi ad avere un livello di attenzione molto alto nel breve tempo, per superare le timidezze e rafforzare lâ€(TM)autostima. Tre sono gli obiettivi che ci poniamo: Lavorare in gruppo senza perdere la propria individualità Valorizzare le proprie risorse per scoprire nuove modalità espressive Utilizzare sulla scena i propri strumenti espressivi, in modo consapevole, nel rispetto di sé e degli altri. Alla fine dellâ€(TM)anno ci saranno delle lezioni aperte, con scene, frammenti, spunti nati dal lavoro durante lâ€(TM)anno. Questo per non gravare sui bambini ed i ragazzi con lâ€(TM)idea di un risultato a tutti costi. I corsi sono pensati nel rispetto dei ritmi creativi, possiedono un respiro che da modo ad ognuno di sentirsi libero e non oppresso dal risultato. Questo è il teatro. Uno strumento di conoscenza di sé e degli altri che trascende il concetto di risultato ma preferisce il percorso e lâ€(TM)obiettivo. Obiettivo che si fissa insieme durante il viaggio lungo un anno di lavoro, di gioco e di scelte.
Milano (Lombardia)

EDUCATRICE INSEGNANTE SCUOLA MATERNA NIDO

Offriamo: • Consulenza gratuita per la presentazione dei documenti necessari per la domanda di impiego • Dopo i colloqui di presentazione, Le cerchiamo gratuitamente un posto di lavoro • Ci assumiamo i costi di viaggio sostenuti per i colloqui di lavoro e per le giornate di prova • Assistenza nelle prime fasi in caso di assunzione Requisito: • avere una conoscenza della lingua tedesca almeno di livello B2, KDS e GDS – Niveau (Kleines e Großes Deutsches Sprachdiplom - Goethe) e • una formazione equivalente a quella svolta in Germania per gli educatori • farci pervenire la documentazione completa per la domanda di impiego (informazioni personali, curriculum, fotografia), se possibile già con diplomi tradotti e autenticati. Per avere ulteriori informazioni siamo a disposizione. La invitiamo a scrivere la lettera in tedesco. La nostra procedura: • Dopo che ci avrà inviato la documentazione faremo un colloquio tramite WhatsApp, telefono altro. • In base al suo curriculum, redigeremo un dossier che invieremo ai nostri clienti. • Non appena un cliente ci comunica il proprio interesse a conoscerla, fisseremo con lei un appuntamento per una settimana di presentazione e di prova a Monaco • Se i colloqui avranno esito positivo, La assisteremo all'inizio della sua esperienza di educatrice o educatore a Monaco.
Milano (Lombardia)

DEMO LESSON: CORSI DI INGLESE PER RAGAZZI DELLA SCUOLA

CORSI DI INGLESE PER RAGAZZI DELLA SCUOLA SUPERIORE. LEZIONE APERTA, E PRESENTAZIONE, PER RAGAZZI E GENITORI, MILANO (Sei alle scuole medie? Allora visita questo link --> https://www.eventa.it/eventi/milano/demo-lesson-corsi-di-inglese-per-ragazzi-della-scuola-media-586481) Studiare l’inglese al British Council sarà per i vostri figli un’occasione per sviluppare le fondamenta del proprio successo. Li aiuterà nell’approccio allo studio universitario e, più avanti, per le prospettive di carriera. Le lezioni dei nostri corsi sono dinamiche e coinvolgenti e attentamente progettate anche per rinforzare, nel tempo, anche l’autostima dei ragazzi. I corsi sono condotti dai nostri insegnanti, di grande esperienza e altamente qualificati, e sono supportati dal nostro hub digitale internazionale, sul quale gli studenti potranno affinare le proprie competenze, anche a casa. Si tratta di un approccio provato e testato con il quale potrete velocemente notare progressi in tutte e quattro li skill linguistiche: speaking, listening, reading e writing. I corsi dell’anno scolastico dedicati ai ragazzi della scuola superiore si avvieranno a inizio ottobre in due delle tre sedi in cui siamo presenti a Milano: Via Manzoni, 38 (sede centrale), Corso Magenta, 71 (presso Collegio San Carlo). Vi invitiamo ad una lezione aperta, dedicata a ragazzi e genitori, nella nostra sede per potere rispondere a tutte le vostre domande. Iscriviti al link https://www.britishcouncil.it/eventi/demo-lesson-corsi-scuola-superiore
Italia (Tutte le città)

BUSINESS ENGLISH PER AZIENDE SCUOLA LINGUE STRANIERE POMEZIA

The English Centre ‘for Business' Sono ormai alcuni anni che The English Centre fornisce servizi specializzati finalizzati al perfezionamento della lingua Inglese ad una svariata tipologia di Aziende: da quella piccola, a conduzione familiare ma comunque con attività ed interessi all'estero, alla media e grande Azienda che fa, dell'attività fuori dall'Italia, il suo business principale. Per anticipare il mercato, The English Centre ha creato la struttura denominata Business che si dedica essenzialmente al mercato delle Aziende per lo sviluppo delle competenze linguistiche specifiche dell'area professionale in cui opera l'Azienda cliente. I nostri docenti, oltre ad essere madrelingua, qualificati e certificati nell'insegnamento della lingua straniera come seconda lingua, sono anche specializzati nei seguenti settori: Medico, Finanziario, Legale, Ingegneristico, Chimico, Turistico, Informatico, Bancario, Farmaceutico, Aviazione, Militare, Pubblicitario, Marketing, Vendita. Le aree linguistiche sviluppate sono: • come scrivere lettere, rapporti, fax e memo (redazione e comprensione di varie tipologie di presentazioni e/o testi); • come interloquire al telefono: socializzazione ed intrattenimento con interlocutori stranieri; • descrizione delle responsabilità del lavoro e organizzazione dell'azienda; • organizzazione di viaggi e congressi; • presentazione della propria azienda, dei prodotti e dei servizi che offre; • partecipazione a riunioni di lavoro (terminologie specifiche da usare); • descrizione degli andamenti, del rendimento dell'azienda e dei risultati ottenuti e/o da ottenere, presentazione di grafici e dati; • negoziazione e vendita (capacità di negoziare prezzi, clausole e condizioni economiche); • marketing e pubblicità; • discussione su temi di attualità politica ed economica; • tematiche di business e management. Per informazioni: • dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle 19.00 in Via dei Colombi n° 183, 00169 Roma (vicinanze Policlinico Casilino); • Tel. 06 89016176 • email: englishcentre.rome@libero.it • http://www.englishcentrerome.it
Italia

ACCADEMIA BEATRICE BRACCO SCUOLA FORMAZIONE ATTORI

Sono aperti i colloqui di ammissione ai corsi di formazione dell’attore per l’anno accademico 2017-2018 L’Accademia Beatrice Bracco apre il nuovo anno accademico con un intensivo tenuto da Sabrina Galateri, che affronterà alcuni temi fondamentali del percorso attoriale. Per tutti i livelli. Il corso di apertura avrà luogo nei giorni 1, 2 e 3 novembre dalle 10:00 alle 17:00 Si lavorerà partendo di volta in volta da elementi diversi quali: testo, musica e oggetti, per apprendere l’importanza di essere presenti sul palcoscenico. Attraverso esercizi d’improvvisazione e tecniche di rilassamento l’attore sarà portato a “aprirsi al corpo” e a reagire agli impulsi di ciò che è nuovo, cogliendo le sollecitazioni dell’azione in scena. Al termine dell'intensivo e in caso di ulteriori posti disponibili nella scuola, sarà ancora possibile iscriversi al primo anno (scadenza iscrizione: 28 ottobre 2017) – percorso accademico triennale dal 7 novembre 2017 al 25 maggio 2018 per 20 ore settimanali dal lunedì al venerdì (orari disponibili da fine settembre 2017). Materie affrontate nel percorso di studio: rilassamento, esperienza sensoriale, improvvisazioni, scene e costruzione del personaggio, analisi del testo, dizione, voce, canto, movimento. Si prega di contattare tempestivamente l’Accademia per i colloqui di ammissione. Le classi sono a numero chiuso Inviare la propria candidatura comprensiva di foto, curriculum, lettera di presentazione motivazionale, oppure un self-tape
Italia

CERCASI SEGRETARIA PER SCUOLA DI LINGUE

Segretaria max 27 anni, esperienza ufficio, inglese C1, disponibile a viaggiare, buone doti comunicative.Tirocinio semestrale retribuito iniziale.Inviare cv e lettera di presentazione
Genova (Liguria)

ACCADEMIA BEATRICE BRACCO SCUOLA DI RECITAZIONE ROMA

Sono aperti i i colloqui di ammissione ai corsi di formazione dell’attore dell’Accademia Beatrice Bracco per l’anno accademico 2019-2020 (5 novembre 2019- 22 maggio 2020) Percorso accademico triennale dal 5 novembre al 22 maggio dal lunedì al venerdì per 22 ore settimanali. Materie affrontate nel percorso di studio: rilassamento, esperienza sensoriale, studio e costruzione del personaggio, improvvisazioni, scene, dizione, canto, drammaturgia del gesto, analisi del testo. Laboratorio Dal 5 novembre 2019 al 10 aprile 2020 tutti i martedì 10-13 (rilassamento, memoria sensoriale) e tutti i venerdì 10-13 (improvvisazioni, scene) Prima sessione dal 5 novembre 2019 al 7 febbraio 2020 Seconda sessione dall’11 febbraio 2020 al 10 aprile 2020 Il laboratorio è all’interno delle classi e nelle ore dell’anno accademico Per accedere ai colloqui di ammissione: Inviare la propria candidatura comprensiva di foto, curriculum, lettera di presentazione motivazionale, oppure un self-tape a info@beatricebracco.it Le classi sono a numero chiuso Scadenza iscrizioni 20/10/19 Si prega di contattare tempestivamente l’Accademia per i colloqui di ammissione. Per informazioni 3392299133 www.beatricebracco.it
Roma (Lazio)

SCUOLE E CORSI SCUOLA DI RECITAZIONE ROMA RM

Sono aperti i i colloqui di ammissione ai corsi di formazione dell’attore dell’Accademia Beatrice Bracco per l’anno accademico 2019-2020 5 novembre 2019 - 22 maggio 2020 Percorso accademico triennale dal 5 novembre al 22 maggio dal lunedì al venerdì per 22 ore settimanali. Materie affrontate nel percorso di studio: rilassamento, esperienza sensoriale, studio e costruzione del personaggio, improvvisazioni, scene, dizione, canto, drammaturgia del gesto, analisi del testo. Laboratorio Dal 5 novembre 2019 al 10 aprile 2020 tutti i martedì 10-13 (rilassamento, memoria sensoriale) e tutti i venerdì 10-13 (improvvisazioni, scene) Prima sessione dal 5 novembre 2019 al 7 febbraio 2020 Seconda sessione dall’11 febbraio 2020 al 10 aprile 2020 Il laboratorio è all’interno delle classi e nelle ore dell’anno accademico Per accedere ai colloqui di ammissione: Inviare la propria candidatura comprensiva di foto, curriculum, lettera di presentazione motivazionale, oppure un self-tape Le classi sono a numero chiuso Scadenza iscrizioni 20 ottobre 2019 Si prega di contattare tempestivamente l’Accademia per i colloqui di ammissione.
Italia (Tutte le città)

CORSI TANGO ARGENTINO MILONGA E VALZ A PISA

PRESENTAZIONE CORSI E LEZIONI DI PROVA PER I NUOVI ALLIEVI PISA: LUNEDI 30 SETTEMBRE presso la Scuola di ballo PROSCAENIUM in via Fiorentina 216 (zona Putignano) Principianti ore 19.45 – 20.45; Intermedi ore 20.45 - 22.00; Intermedi/Avanzati ore 22.00 - 23.30 PONTE A EGOLA: MARTEDI 1 OTTOBRE presso la PALEXTRA in via G. Giolitti 26 Principianti: 20.30-21.30 Intermedi/Avanzati: 21.30 – 23.00 Principianti: Chiedere per informazioni In più il VENERDI A PISA: LEZIONI TEMATICHE + PRATICA Per tutte le info BOLIVARTANGO Non è necessario presentarsi in coppia; Prima lezione di prova GRATUITA per tutti i nuovi allievi! Il Tango Argentino, dichiarato dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità, rappresenta oggi una delle attività artistiche e ricreative più innovative nella riscoperta della tradizione. Il tango non è solo un’espressione coreografica, bensì un modo d’essere, un incontro di energie, una forma di comunicazione.... un codice che si balla con l'anima. Durante la lezione sarà possibile avvicinarsi a questo mondo e capire le basi di questo ballo così espressivo. I maestri Alessandro Cipolla e Lara Foschi della Scuola di tango Argentino "Bolivar518" seguiranno tutti i presenti in questo percorso di avvicinamento. OBIETTIVI DEL CORSO: Il Tango che insegniamo non ha finalità agonistiche o di spettacolo, il nostro obiettivo è di avvicinare gli allievi al mondo del Tango Argentino inteso come ballo sociale, come un incontro tra due persone (anche sconosciute) accomunate dal desiderio di esprimere se stessi attraverso la danza, senza costrizioni, senza coreografie, senza meccanicismi, così come avviene a Buenos Aires da più di 100 anni! Nei nostri corsi ci concentriamo soprattutto nel rendere l'abbraccio di ogni allievo(a) pronto ad accogliere il corpo del partner e a stabilire una connessione con questo e con la musica, evidenziando che i passi e le figure sono solo i vocaboli di un linguaggio che ha, come fine, quello di comunicare con l'altro. Per far questo, forniamo gli strumenti tecnici necessari perché gli allievi acquisiscano padronanza del proprio corpo, consapevolezza del corpo altrui e ricchezza stilistica, cercando di stimolare ognuno a trovare il proprio personale modo di ballare il TANGO. Nei corsi vengono trattate le tre tipologie di ballo comprese nel termine "Tango Argentino": il tango, la milonga e il tango-vals. I maestri dell’Associazione sono coinvolti nell’organizzazione di importanti manifestazioni nel panorama tanguero nazionale e internazionale: la Tosca Tango Marathon, la Colegiala Tango Marathon e lo Spring break party.
Italia (Tutte le città)

SCUOLE E CORSI BO

Scuola La Milonga di Annalisa di Luzio e Tobias Bert Entra nel magico mondo del TANGO ARGENTINO … e dopo poche settimane sarai in grado di gustarti l’emozione di una serata in una tangueria, una “milonga”, dove uomini e donne si invitano a ballare con un cenno di intesa, si abbracciano e per tre minuti, la durata di un tango, condividono spazio, musica, anima, emozione. MERCOLEDI’ 12 SETTEMBRE ore 20.30 FESTA INIZIO CORSI E PRESENTAZIONE e LEZIONE GRATUITA LEZIONI TUTTI I MERCOLEDI’ E VENERDI’
Italia (Tutte le città)

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE MECCANICO AUTORIPARATORE

NUOVA SESSIONE PERCORSO FORMATIVO “MECCANICO AUTORIPARATORE” A Settembre 2018 cominceranno le nuove sessioni del percorso formativo Meccanico Autoriparatore di Movento® â€" Scuola di Meccanica a Cagliari (CA), ad Oristano (OR) e Sassari (SS). Pre-iscrizioni aperte anche a Iglesias (SU). Movento®, scuola leader del settore automotive in Sardegna, forma tecnici delle auto in modo professionale e qualitativo, trasferendo competenze specializzanti, specifiche e artigianali. Passando per tre livelli (base, medio e avanzato) lâ€(TM)allievo sarà in grado di gestire efficacemente il processo dellâ€(TM)autoriparazione a 360°: dalla messa in fase allâ€(TM)accettazione del cliente, dal reperimento delle parti di ricambio al miglioramento delle prestazioni. â?' Dai unâ€(TM)occhiata al programma formativo completo! In questo modo Movento® ottimizza lâ€(TM)accesso al lavoro dei tecnici e la loro realizzazione professionale, trasformando passione in lavoro. Pur avendo a disposizione ampie officine, le classi dei nostri corsi di formazione sono a numero chiuso, per garantire ad ogni allievo un adeguato livello di preparazione professionale, puntando sulla qualità e non sulla quantità. Ecco i posti disponibili attualmente per questo corso: posti-disponibili-corso-meccanico Per ottenere lâ€(TM)accesso al corso da meccanico non è necessario aver frequentato alcuna scuola specializzata. Le lezioni sono tenute da docenti meccanici esperti e qualificati, con un eccellente curriculum professionale, che affiancano alla loro esperienza pluriventennale supporti didattici allâ€(TM)avanguardia. Lâ€(TM)ACCELERATORE MOVENTO® Dopo aver terminato i livelli e superato i relativi esami, lâ€(TM)allievo riceverà regolare attestato siglato dalla Scuola e firmato dai docenti. Non solo, riceverà anche un CV apposito, una lettera di referenza firmata dai docenti ed una cover letter. Tutto questo fa parte del nostro servizio “Acceleratore Movento”, incluso nel percorso formativo: acceleratore movento Si tratta di una strategia che mira appunto a velocizzare e supportare lâ€(TM)accesso al lavoro dei corsisti. Lâ€(TM)acceleratore si avvale di 5 strumenti: Trasferimento di competenze pratiche a 360°: non solo meccanica, ma tutto ciò che permette di essere preparato al lavoro in officina (preventivazione, fatturazione, reperimento ricambi, ecc.); Ottimizzazione CV, lettera di presentazione e preparazione/simulazione colloquio; Canalizzazione offerte di lavoro: nella community Facebook (con aziende, meccanici e professionisti del settore), nel gruppo e privatamente ai corsisti; Presentazione degli allievi alle aziende che cercano lavoro direttamente come Scuola di Meccanica Movento®; Esercitazioni pratiche in officina per rafforzare lâ€(TM)esperienza e la velocità nellâ€(TM)eseguire i lavori. corso meccanico sardegna auto Per qualsiasi ulteriore info sul corso siamo disponibili anche telefonicamente al 3290706279! Scrivici per ulteriori info e commenta se ritieni che lâ€(TM)argomento possa essere di interesse pubblico ðŸ~? â-¶â-¶â-¶ Lascia un Like per essere sempre aggiornato sulle ultime novità della scuola! Movento® â€" Scuola di Meccanica AIR IN MECHANICAL MOTION Formiamo professionisti delle auto. â(TM)|â(TM)|â(TM)| Condividi lâ€(TM)articolo su Facebook!
Oristano (Sardegna)

TI ASPETTIAMO PER LA LEZIONE DI PROVA GRATUITA!

Il Genio della Lampada ti invita alla lezione di prova gratuita Martedì 2 ottobre alle ore 20.00 al Genio della Lampada, Lo Scantinato (Via San Domenico, 51 - Firenze) Perché un corso di teatro non è solo lo studio di una grande arte, ma anche è anche un'esperienza profonda, nella ricerca di sé e nell'incontro con gli altri. Corsi di Recitazione 2018-19 SCUOLA DI RECITAZIONE PER GIOVANI E ADULTI 1° anno: Recitazione su testi di Shakespeare, e altri classici. Improvvisazione teatrale. Espressione corporea. Dizione e tecnica vocale. Il ritmo del comico. 2° anno: Costruzione del personaggio secondo il metodo delle azioni fisiche di Stanislavskij. Il Monologo drammatico. 3° anno: Il metodo mimico di Orazio Costa. Il monologo comico. Ogni corso prevede la messa in scena di un brano breve dopo i primi 4 mesi di corso ed uno spettacolo conclusivo di proporzioni più importanti. Ogni corso si articola in un incontro a cadenza settimanale. Per la frequenza ai corsi del primo anno è possibile scegliere fra le seguenti possibilità Le prossime lezioni di presentazione saranno - Martedì 9 ottobre, orario 20.00 - 22.00 in Via San Domenico, 51 - Firenze Lezione di presentazione gratuita Ogni corso di primo anno inizia con una lezione di presentazione gratuita; Per partecipare è sufficiente telefonare in segreteria e lasciare il proprio nominativo e recapito telefonico. (tel. 055.57.38.57 dal lunedì al venerdì dalle 16.30-19.30). I corsi si rivolgono a giovani (da 16 anni compiuti) e adulti Sede dei Corsi LO SCANTINATO Via San Domenico, 51 - FIRENZE bus n.7 – fermata Via San Domenico 3 LE CANTINE Via Erbosa, 32/c – FIRENZE bus.23 INFO E PRENOTAZIONI 055.57.38.57 da lunedì a venerdì 16.30-19.30 info@ilgeniodellalampada.it Quota per Corso Giovani Adulti Iscrizione €.30 da versare insieme alla quota del primo bimestre primo anno: quota bimestrale - €.100 - (durata della lezione 2 ore) secondo anno: quota bimestrale - €.110 - (durata della lezione 2 ore e mezza) terzo anno: quota bimestrale - €.120 - (durata della lezione 3 ore) per bimestre si intende 8 settimane effettive di lezione svolte dalla scuola. Diploma La scuola al termine dei tre anni rilascia un diploma, valido come certificazione del lavoro svolto, con attestazione dei risultati ottenuti
Italia (Tutte le città)

CORSO DI FORMAZIONE SULLO STRESS LAVORO CORRELATO

Lo stress lavoro-correlato è la percezione di squilibrio avvertita dal lavoratore le cui capacità individuali non riescono a fronteggiare le richieste dell'ambiente professionale. Il 31 dicembre 2010 è entrato in vigore l'obbligo a carico dei datori di lavoro di effettuare la valutazione del rischio da stress lavoro-correlato, come previsto dal Dlgs 81/2008 - Testo Unico per la sicurezza sui luoghi di lavoro. Il corso di formazione sullo stress lavoro-correlato organizzato dalla scuola di formazione Koro Studio fornisce le competenze e le metodologie necessarie per eseguire la valutazione e la riduzione del rischio stress negli ambienti lavorativi: per tale ragione si rivolge a RSPP, RLS, datori di lavoro, ingegneri, psicologi, medici, consulenti del lavoro e a tutti i professionisti nel campo della sicurezza sul lavoro. Il corso si svolgerà a Bari presso la scuola di formazione KORO STUDIO (via G. Capruzzi 240 - a 3 minuti dalla stazione centrale e dalla fermata dei bus interregionali/provinciali) a partire da MARZO 2018 e si articolerà in 10 incontri di 3 ore ciascuno (30 ore totali), ogni martedì dalle ore 17.30 alle ore 20.30. Le lezioni saranno tenute da psicologi del lavoro con esperienza di valutazione e gestione dello stress lavoro-correlato. Qui di seguito il programma del corso: 1° MODULO rivolto a: RSPP, RLS, datori di lavoro, ingegneri, psicologi, medici, consulenti del lavoro e a tutti i professionisti nel campo della sicurezza sul lavoro. 1° lezione: ASPETTI DEFINITORI DELLO STRESS LAVORO-CORRELATO 2° lezione: IL DECRETO LEGISLATIVO 81/08 E IL METODO INAIL 3° lezione: ANALISI DEL CONTESTO ORGANIZZATIVO 4° lezione: VALUTAZIONE PRELIMINARE E PRESENTAZIONE DI CASI 5° lezione: IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHI 2° MODULO rivolto a: laureandi e laureati in discipline psicologiche. 6° lezione: LA VALUTAZIONE APPROFONDITA 7° lezione: PIANIFICAZIONE ED ADOZIONE DI INTERVENTI CORRETTIVI E TECNICHE DI ANALISI 8° - 9° lezione: PROGETTAZIONE DI UN INTERVENTO DI RIDUZIONE DELLO STRESS CON PRESENTAZIONE DI UN CASO (PROJECT WORK) 10° lezione: PRESENTAZIONE DI UN CASO AZIENDALE (su richiesta è possibile ricevere il programma dettagliato) SCONTO 20% PER CHI SI ISCRIVE AD ENTRAMBI I MODULI FORMATIVI KORO STUDIO - VIA G. CAPRUZZI 240 BARI - 080 5574228 - 393 5491429
Bari (Puglia)

CORSO PIZZAIOLO PROFESSIONALE

Inizierà sabato 5 ottobre il nuovo corso per pizzaioli organizzato dalla International Pizza School Margherita 2000” nella sede di ad Abano Terme (PD). 60 ore di laboratorio, corso a numero chiuso con obbligo di frequenza, staff altamente competente, oltre 14 tipi di farine, 200 mq di laboratorio didattico, 3 tipi di forno, 90% di pratica e attestato finale nella lingua prescelta. Il corso pizzaioli gode del patrocinio della Provincia di Padova, Provincia di Venezia, Provincia di Rovigo, Camera di Commercio Industria ed Artigianato di Padova, Comune di Padova, Città di Abano Terme e del Comune di Montegrotto Terme. ATTREZZATURA AGGIORNATA La stretta e fattiva collaborazione con le ditte Agugiaro e Figna, Marana Forni, e G Metal, che sono parte integrante del Comitato Tecnico Scientifico della Scuola, consente di sostenere la formazione tecnica degli studenti grazie all'apporto di consulenti e tecnici. In questo modo gli allievi hanno l'opportunità di formarsi con l'attrezzatura più recente utilizzando macchinari di prima scelta tra cui il Forno a Legna turbo rotante Marana, l'impastatrice F2 e la paletteria G Metal. IL METODO DIDATTICO Il metodo didattico è brevettato in oltre 90 corsi pregressi e ha raggiunto il 90% di inserimento lavorativo. Il programma del corso prevede 50 ore di lezione essenzialmente pratiche, durante le quali i docenti mettono a disposizione degli allievi la loro professionalità e le loro competenze nel nuovo laboratorio di 200 mq dove ogni allievo ha la propria postazione di lavoro. GLI ORARI: Sabato dalle 10:00 alle16:00 Domenica dalle 09:00 alle15:00 Lunedì dalle20:00 alle 23:00 STRUTTURA DEL CORSO • Teoria: cenni storici, merceologia, ingredienti (caratteristiche, scelta, preparazione), presentazione, economia gestionale. • Pratica: impasti (diretti, indiretti, integrale, soia, preparazione, personalizzazione, correzione, ottimizzazione), farine (tipologie e caratteristiche), lievitazione (dosaggi, tempi e temperature), maturazione, porzionamento, apertura, farcitura (metodi, abbinamenti, stile), velocizzazione, cottura (tipi di forni, tecniche e temperature), derivati della panificazione su base impasto pizza (bruschette, calzoni, panini/pizza, piadine, crescioni, pizza al taglio), decorazione. KIT OPERATIVO, ATTESTATO E SAGGIO FINALE • Kit/Divisa: ad ogni corsista verrà fornito un kit didattico individuale e operativo della scuola (maglietta, cappellino etc.) • Saggio finale: Alla fine di ogni corso gli studenti presentano una loro pizza creata. Impasto, farcitura e presentazione sono poi valutate da un giuria composta da esperti e appassionati del mestiere. Ogni saggio si chiude con un vincitore per le varie categorie, presentazione, cottura e gusto. • Attestato finale: al termine del saggio, previo superamento del corso, l'allievo pizzaiolo otterrà l'attestato finale del corso
Italia (Tutte le città)

IL GIORNO DELLA MEMORIA PER NON DIMENTICARE

L'Autore Il Prof. Giorgio Giannini, nato a Roma nel 1949, è docente di discipline giuridiche nelle Scuole Superiori di Roma. È autore di altri 8 libri e di un centinaio di articoli, essenzialmente a carattere storico, sulla obiezione di coscienza al servizio militare e sulla Resistenza popolare non armata, ha inteso dare un contributo concreto per la conservazione della Memoria delle tragedie compiute nel secolo scorso dal nazifascismo, affinchè non siano dimenticate e restino come monito per le nuove generazioni, come dispone la Legge 20 luglio 2000 n. 211, che ha istituito il Giorno della Memoria, celebrato il 27 gennaio di ogni anno, soprattutto nelle scuole. RETROCOPERTINA vari-triangoli-viola-300 INTRODUZIONE Perché il "Giorno della Memoria" La Legge 20 luglio 2000 n. 211 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31.7.2000) prevede la Istituzione del Giorno della Memoria in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei Campi nazisti, che si celebra il 27 gennaio di ogni anno. In questo giorno, nel 1945, furono abbattuti i cancelli del Lager di Auschwitz, il più grande di quelli creati dai nazisti per la "soluzione finale" del problema ebraico1, da parte dei soldati sovietici dell'Armata Rossa, che liberarono alcune migliaia di deportati, sopravvissuti allo sterminio Lo scopo principale della Legge è quello di ricordare non solo la Shoah (lo sterminio del popolo ebraico nell'Europa occupata dai nazisti) e la discriminazione dei cittadini italiani di religione ebraica, dopo l'emanazione delle Leggi Razziali da parte del regime fascista nel 1938, e la loro deportazione nei Campi di sterminio, ma anche la deportazione nei Lager del Terzo Reich degli oppositori politici durante l'occupazione nazista del nostro Paese e dei soldati italiani catturati dopo l'Armistizio dell'8 settembre 1943. Inoltre si vuole ricordare «coloro che, anche in Campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati» (Art. 1). A questo scopo, la Legge prevede che il 27 gennaio di ogni anno siano organizzati «cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione» (anche con protagonisti e testimoni di quelle tragiche vicende), «in modo particolare nelle scuole», allo scopo di «conservare nel futuro dell'Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese ed in Europa, affinché simili eventi non possano mai più accadere» (Art. 2). Questa esigenza di ricordare e di riflettere è ancora più sentita oggigiorno sia perché cresce l'indifferenza della popolazione, soprattutto delle nuove generazioni, che tende a non voler ricordare quei tragici fatti sia perché si vanno diffondendo i tentativi di revisionisrno storico, tendenti addirittura a negare anche quei fatti ampiamente documentati, come la Shoah. La discussione alla Camera dei Deputati Il 10.2.1997 è presentata alla Camera dei Deputati una Mozione, firmata da 138 Deputati di Partiti diversi, con la quale si chiede al Governo di istituire un Giorno della Memoria per non dimenticare l'orrore dello sterminio razziale e per condannare le ragioni che hanno ispirato quei tragici eventi, affinché non si ripetano più. Si propone anche di ricordare quegli italiani, come Giorgio Perlasca, che si sono prodigati per cercare di salvare il maggior numero possibile di vittime, o Primo Levi, che invece si è attivato, con i sui scritti, per tramandarne il ricordo, soprattutto alle nuove generazioni. Nella Mozione si indica come Giorno della Memoria il 16 ottobre, giorno in cui nel 1943 i nazisti attuarono la "razzia degli ebrei romani", poi deportati il 18 ottobre, con un treno merci partito dalla Stazione Tiburtina, al Lager di Auschwitz, dal quale solo in 15 ritornarono. Il 20.1.2000 (XIII Legislatura) è presentata alla Camera dei Deputati (con il numero 6698 degli Atti Parlamentari) la Proposta di Legge per l'istituzione del Giorno della Memoria dagli On. Furio Colombo (primo firmatario, ex giornalista della RAI, corrispondente dagli USA), Palmizio, Gnaga, Acciarini e Voglino, appartenenti a Partiti di opposti schieramenti politici. La Proposta ha un procedimento parlamentare rapido. Infatti, nel mese di febbraio 2000 è esaminata preliminarmente nella competente Commissione Cultura, che accoglie la proposta di promuovere le iniziative «nelle scuole di ogni ordine e grado»; poi riceve il parere favorevole delle Commissioni Bilancio (che accerta l'assenza di oneri a carico dello Stato) ed Affari Costituzionali. Quindi, il 23 marzo è presentata la Relazione da parte del Relatore, l'On. Diego Novelli. La proposta è discussa in Aula nelle Sedute del 27 e del 28 marzo 2000, con gli interventi dell'On. Novelli, che illustra la sua Relazione, e di altri Deputati. In p arcicofare, il Rclatore, sottolinea che lo scopo della Legge è quello di rimuovere la «frequente e diffusa assenza di memoria storica tra i cittadini, soprattutto tra i giovani», riguardo ai tragici fatti della Shoah e della deportazione di milioni di persone nei Campi di sterminio, che si manifesta «in fatti brutali che avvengono anche nelle manifestazioni sportive e nel mondo della scuola». Infatti, le cronache riferiscono spesso di «efferati episodi di razzismo ... nei confronti di coloro che sono diversi da noi». Il Relatore conclude facendo riferimento a quanto detto dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, pochi giorni prima, al sacrario delle Fosse Ardeatine, a Roma, durante la commemorazione delle 335 vittime, barbaramente trucidate dai nazisti il 24.3.1944 come rappresaglia per l'azione partigiana di Via Rasella: «La memoria dell' abisso, nel quale la superbia e l'odio hanno precipitato l'uomo, ci dia la forza e la fede di costruire la pace. Mai più Shoah, mai più eccidi».2 L'On. Palmizio afferma che «larghi strati della cittadinanza, specie giovani, non conoscono minimamente i fatti gravissimi accaduti anche in Italia a causa delle leggi razziali emanate nel 1938» e ricorda che anche il Papa Giovanni Paolo II, nel suo recente viaggio in Israele, ha visitato il Museo dell'Olocausto (Yad Yasbemi) ed ha infilato tra le pietre del Muro del Pianto (muro residuo del Tempio di Gerusalemme, fatto costruire dal mitico Re Salomone nel X sec. a.c.) una «richiesta di perdono per le sofferenze inflitte al popolo ebraico, vittima di un feroce pregiudizio anti-giudaico, che solo recentemente è stato superato». Afferma inoltre che «la deportazione degli ebrei e la loro eliminazione nelle camere a gas non sarebbero state possibili senza la complicità di molti». Infine ricorda che molte persone si sono opposte alle deportazioni ed allo sterminio degli ebrei e quindi meritano di essere ricordate. L'On. Colombo (primo firmatario della Proposta di Legge) ricorda quando, dopo la promulgazione delle Leggi Razziali fasciste nel 1938, nelle classi delle scuole italiane veniva «l'ispettore della razza per misurare i volti, i crani ed i profili dei bambini», per individuare i tratti somatici degli appartenenti alla "razza ariana" ed alle "altre razze". Ricorda inoltre che "tanti" sono stati i complici dei nazisti e dei fascisti nelle operazioni dello sterminio. Infatti, «perché queste cose possano accadere ci vuole un mare di silenzio, di acquiescenza, di opportunismo e persino il tornaconto di coloro che si sono impossessati delle cattedre dei docenti ebrei che venivano eliminati dalle scuole, delle loro proprietà e della titolarità di uffici e funzioni a cuiforse non avrebbero mai avuto accesso sulla base dei loro meriti...». Ricorda inoltre che nella stessa aula parlamentare, nel 1938, quando furono approvate le Leggi Razziali, tutti i presenti, ben 351 Deputati, votarono a favore e l'esito della votazione fu accolto con un prolungato applauso. Pertanto, per cancellare quella vergogna, auspica che la Proposta di Legge sia approvata all'unanimità. Infine afferma l'opportunità di ricordare, nel Giorno della Memoria, i "giusti" che si sono prodigati per salvare gli ebrei e gli altri perseguitati. A favore della Proposta si esprime il rappresentante del Governo, l'Ono Morgando, Sottosegretario di Stato per l'Industria, il Commercio e l'Artigianato. Nella Seduta del giorno seguente, 28 marzo, si procede all'esame dei vari Ordini del giorno presentati sull'argomento. Intervengono numerosi Deputati. In particolare, l'Ono Manzione ricorda l'angoscia di «non essere creduto», che assillava Primo Levi, come forse tutti i sopravvissuti alla deportazione ed alla Shoah. Sottolinea inoltre che «se non vi fosse stata la condiscendenza del popolo tedesco, l'Olocausto non sarebbe mai stato possibile o, per lo meno, non avrebbe avuto le dimensione che poi ha auuto". Allora «c'è da chiedersi cosa abbia portato questa gente comune ad indossare l'abito degli assassini, se non l'ignoranza, il pregiudizio, la non conoscenza della propria storia e della storia dell'altro». L'On. Voglino (altro firmatario della Proposta) ricorda l'impegno di Nuto Revelli, espresso nei suoi scritti, per far ricordare la tragedia della guerra affinché «i giovani sapessero, capissero, aprissero gli occhi ... perché la libertà è un bene immenso: senza libertà non si vive, ma si vegeta». Posta in votazione la Proposta di Legge è approvata all'unanimità, con 443 voti favorevoli e 4 astenuti.3 L'approvazione al Senato della Repubblica La Proposta di Legge, nel testo approvato dalla Camera dei Deputati, è subito trasmessa al Senato della Repubblica e riceve il n. 4557 degli Atti Parlamentari. È discussa preliminarmente nella Prima Commissione Permanente" Affari Costituzionali" il5 aprile 2000, congiuntamente con i Disegni di Legge n. 2232 (presentato il 17.3.1997 da 48 Senatori, primo firmatario il Seno Athos De Luca.) e n. 4450 (presentato il 3.2.2000 da tre Senatori, primo firmatario il Seno Terracini), relativi entrambi alla Istituzione di una giornata nazionale dedicata a tutti i deportati nei Campi di concentramento nel corso della guerra del 1939-1945. La Relatrice, Seno Bucciarelli, nella Seduta del 5 aprile, illustra brevemente il Disegno di legge n. 4557, che contiene il testo approvato dalla Camera il 28 marzo e propone che sia assunto dalla Commissione come testo base per la discussione.4 Il Seno Villone, Presidente della Prima Commissione, recependo la richiesta di alcuni Senatori, propone il trasferimento alla Sede Deliberante dell'esame dei tre Disegni di Legge n. 2232, n. 4450 e n. 4557 e di assumere come testo base per la discussione il Disegno di Legge n. 4557, proponendo un brevissimo termine (fino alle ore 14 dello stesso giorno) per la presentazione degli emendamenti. La sua proposta è accolta all'unanimità. L'esame congiunto dei tre Disegni di legge è rinviato al pomeriggio, quando il Presidente Villone decide, su richiesta di vari Senatori, di spostare la presentazione degli emendamenti al giorno 18 aprile. Vengono così presentati numerosi emendamenti al Disegno di Legge n. 4557, assunto come testo base, la maggior parte dei quali chiedono, compreso quello presentato all'art. 1 del Disegno di Legge n. 4557 dalla Relatrice, Seno Bucciarelli, di ricordare, nel Giorno della Memoria, «tutte le violenze e le stragi perpetrate in nome di ideologie oppressive prima, durante e dopo la guerra 1939-1945 per motivi razziali, etnici, religiosi, politici». Il 5 luglio 2000 riprende nella Prima Commissione la discussione congiunta dei tre Disegni di Legge e si procede all' esame del Disegno di Legge n. 4557 e degli emendamenti presentati, i quali però sono tutti ritirati dai rispettivi proponenti. Intervengono alcuni Senatori. In particolare, il Sen. Besostri illustra il suo Ordine del Giorno con il quale si impegna il Governo ad attivarsi affinché nelle iniziative del Giorno della Memoria siano ricordate «le persecuzioni razziali in tutta Europa, le repressioni politiche, le vittime del lavoro forzato sotto le dittature di ogni genere e le stragi perpetrate in nome di ideologie oppressive per motivi etnici, religiosi o politici». Il Sottosegretario di Stato, On. Cananzi, in rappresentanza del Governo, accoglie l'Ordine del Giorno che pertanto non è posto in votazione. Quindi, il Presidente Villone, dopo aver formalmente accertato il ritiro di tutti gli emendamenti, pone in votazione, separatamente, i due articoli del Disegno di Legge n. 4557, che sono approvati senza modifiche nel testo trasmesso dalla Camera. Infine è approvato nel suo complesso il Disegno di Legge n. 4557, che è promulgato dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi il 20 luglio 2000 con il n. 211 ed è pubblicato il 31 luglio sulla Gazzetta Ufficiale n. 177. Il Giorno della Memoria negli altri Paesi Il Giorno della Memoria è stato istituito in altri Paesi europei: - in Germania, Gran Bretagna e Svezia è il 27 gennaio; - in Belgio è 1'8 maggio, giorno della fine della seconda guerra mondiale; - in Danimarca ed Olanda è il4 maggio, giorno dell'invasione tedesca nel 1940; - in Francia è il 16 luglio, giorno della deportazione, nel 1942, di circa 13.000 ebrei, catturati e rinchiusi nel Velodromo d'inverno a Parigi (cosiddetta razzia del "velodrome d'hiver"); - in Polonia è il 19 aprile, giorno dell'insurrezione nel 1943 degli abitanti nel ghetto di Varsavia, crudelmente repressa dalle truppe naziste. NOTE 1Nel Lager di Auschwitz, il più grande dei Campi di sterminio nazisti, furono trucidati nelle camere a gas e bruciati nei forni crematori oltre due milioni di persone (ebrei, prigionieri russi, oppositori politici, provenienti da tutti i Paesi europei occupati dai nazisti), la metà delle quali ebrei. 2 Gli interventi del Relatore e degli altri Deputati sono tratti dagli Atti Parlamentari della Camera dei Deputati, XIII Legislatura, Resoconto Stenografico delle Sedute dell' Aula del 27 e del 28 marzo 2000. 3 Le astensioni non inficiano l'unanimità. In verità vi è un voto contrario. Però l'Ono Giuseppe Giulietti, chiesta la parola, afferma di essersi sbagliato nel votare per cui il suo voto contrario è annullato. 4 Gli interventi della Relatrice e degli altri Senatori sono tratti dagli Atti Parlamentari del Senato della Repubblica, XIII Legislatura, Resoconto Stenografico delle Sedute della Prima Commissione (Affari Costituzionali) del 5 aprile 2000 (in Sede Referente ed in Sede deliberante) e del 5 luglio 2000 (in Sede Deliberante). INDICE Introduzione 7 - Perché il Giorno della Memoria 8 - L'approvazione della Legge n. 211 del 2000 8 La discussione alla Camera dei Deputati 8 L'approvazione al Senato della Repubblica 10 - Il Giorno della Memoria negli altri Paesi 12 Note 13 DOCUMENTI 15 La Legge 20 luglio 2000 n. 211 PARTE I DALL' ANTISEMITISMO ALLA SHOAH 17 L'antisemitismo in Europa 18 - Le origini dell'antisemitismo 18 Le prime ostilità contro gli ebrei 18 L'antigiudaismo cristiano 19 - Le prime leggi discriminatorie contro gli ebrei 20 - La discriminazione degli ebrei nell'Impero Romano 23 - La discriminazione degli ebrei negli altri Paesi 25 - La discriminazione degli ebrei nel Medio Evo 26 - Le accuse infamanti contro gli ebrei 28 - L'espulsione degli ebrei dai Paesi europei 29 - I nuovi provvedimenti discriminatori 30 - L'emancipazione degli ebrei 32 - La diffusione dell'antisemitismo nel XIX secolo 33 - L'antisernitismo in Europa all'inizio del Novecento 35 L'antisemitismo nazista 38 - L'antisemitismo in Germania prima del nazismo 38 - La supremazia della razza ariana nell'ideologia nazista 39 - I nazisti conquistano il potere 42 - I Campi di rieducazione 45 - I primi provvedimenti contro gli ebrei 46 - L'eliminazione dei disabili e dei malati di mente 47 - Il "Lebensborn" 48 - Le Leggi di Norimberga 48 - L'emigrazione degli ebrei tedeschi 49 - La notte dei cristalli 51 - L'Operazione T4 per la "purificazione" del Reich 52 - La guerra e la costituzione dei ghetti ad Est 53 - La vita nei ghetti 56 - Il ghetto di Lodz 58 - Il ghetto di Varsavia 59 - Il Piano Madagascar 61 La Shoah 62 - Le uccisioni di massa degli Einsatzgruppen 62 - La deportazione degli ebrei nei ghetti dell'Est 63 - Verso la "soluzione finale del problema ebraico": La conferenza di Gross Wannsee 65 - Le deportazioni degli ebrei del Reich nei Campi di sterminio 66 - Le deportazioni degli ebrei degli altri Paesi europei 67 - I Campi di sterminio 70 Il Campo di Chelmo 72 Il Campo di Belzec 73 Il Campo di Sobibor 75 Il Campo di Treblinka 76 Il "Campo misto" di Auschwitz-Birkenau 77 Il Campo di Auschwitz I 77 Il Campo di Auschwitz II - Birkenau 79 Il Campo di Auschwitz IlI-Monowiz 81 Il Campo misto di Lublino-Maidanek 82 - La vita dei deportati 82 - Lo sfruttamento del lavoro dei deportati 84 - Gli esperimenti pseudoscientifici 86 - Le modalità del genocidio 87 - Le fughe e le rivolte nei Campi 89 - Lo sterminio: chi sapeva? 93 - Il Processo di Norimberga 97 - L'opposizione delle Chiese al N azismo 99 - La posizione della Chiesa Cattolica sulla Shoah 100 Note 104 Cronologia della Shoah 130 DOCUMENTI 143 - Mappa dei centri di sterminio - Pianta dell' ex Campo di concentramento di Auschwitz I - Il verbale della conferenza di Gross Wansee - Il decreto "Notte e Nebbia" PARTE II IL GENOCIDIO DIMENTICATO DEI ROM 155 - Introduzione 156 - L'arrivo dei Rom in Europa 158 - La diffusione dei Rom in Europa 159 - Le cause delle migrazioni 161 - La persecuzione secolare dei Rom 162 - La persecuzione dei Rom all'inizio del Novecento 167 - La persecuzione da parte dei nazisti 168 - La normativa nazista contro gli zingari 170 - La soluzione finale della questione zingara 172 - L'internamento e lo sterminio dei Rom negli altri Paesi 173 - La politica fascista verso i Rom 175 - Le condizioni dei Rom dopo la guerra 176 Note 178 DOCUMENTI 187 PARTE III LE VITTIME DIMENTICATE DEL REGIME NAZISTA 193 I testimoni di Geova 194 - Introduzione 194 - La repressione prima del nazismo 195 - La persecuzione da parte del nazismo 196 - Si intensifica la repressione 199 - La persecuzione dei testimoni di Geova durante il fascismo 203 Le origini e la diffusione del Movimento in Italia 203 Inizia la repressione 204 La distruzione del Movimento 207 Gli omosessuali 210 - Introduzione 210 - La persecuzione prima del nazismo 211 - La persecuzione durante il regime nazista 215 - L'internamento nei Lager 217 - La condizione degli omosessuali in Italia durante il fascismo 218 Note 220 PARTE IV IL FASCISMO E LE LEGGI RAZZIALI 233 - La diffusione degli ebrei in Italia 234 - La discriminazione secolare degli ebrei 235 - li ghetto di Roma 237 - L'emancipazione degli ebrei 239 - L'antisemitismo prima del fascismo 240 - La prima normativa fascista antiebraica 242 - La campagna antisemita sulla stampa 243 - li "Manifesto della razza" 246 - La Rivista "La Difesa della Razza" 248 - L'espulsione degli ebrei dalle scuole 248 - I provvedimenti nei confronti degli ebrei stranieri 251 - La "Dichiarazione della razza" 253 - I nuovi provvedimenti antiebraici per la scuola e l'Università 255 - "I provvedimenti per la difesa della razza italiana" 256 - L'approvazione in Parlamento delle Leggi Razziali 259 - L'esclusione definitiva degli ebrei dalla società 260 - I Campi di concentramento per gli ebrei 264 - La posizione della Chiesa Cattolica 266 - La caduta del fascismo e l'occupazione nazista 267 - Inizia la deportazione degli ebrei italiani 269 La "razzia" degli ebrei romani 270 Continua la deportazione degli ebrei 272 - I Lager nazisti in Italia 273 Il Lager di Fossoli 273 Il Lager di Gries 274 La Risiera di S. Sabba 275 Conclusioni 276 Note 278 Cronologia dell'antisemitismo in Italia 296 DOCUMENTI 305 - Vignette antisemite 306 - Alcune tra le principali leggi "Per la difesa della razza italiana" 308 - Manifesto degli scienziati razzisti 315 - Pianta della Risiera di S. Sabba 318 PARTE V GLI INTERNATI MILITARI ITALIANI IN GERMANIA 319 - Le disfatte militari 320 - La caduta del fascismo 321 - li Governo Badoglio 322 - Le trattative per l'Armistizio 325 - La firma dell' armistizio a Cassibile 327 - La proclamazione dell'Armistizio l'otto settembre 1943 329 - La fuga da Roma del Re e di Badoglio 332 - La dissoluzione dell'Esercito 333 - La resistenza dei reparti italiani contro i tedeschi 334 - La resa della Marina e dell'Aeronautica 336 - L'occupazione militare tedesca dell'Italia 337 - La costituzione della Repubblica Sociale Italiana 338 - L'internamento di militari italiani 339 I militari internati nei Lager 339 L'organizzazione dei Lager 340 Le modalità dell'internamento 341 Lo status di internato militare 342 Lo status di lavoratore civile 343 L'assistenza sanitaria 344 Il rifiuto di aderire alla RSI 345 La resistenza nei Lager 346 Note 347 DOCUMENTI 367 - Manifesti e volantini di propaganda nazifascista - Gli inviti agli internati ad aderire alla RSI Appendice 374 - Gli Schindler Italiani: 374 Giorgio Perlasca 374 Giovanni Palatucci 375 - I simboli antisemiti 377 - Gli emblemi etnici nazisti 378 - I simboli nazisti 379 - Le divise naziste 381 - Motti, inni e saluti nazisti 382 - I simboli fascisti 383 - Organizzazioni fasciste 384 - Le organizzazioni giovanili fasciste 384 - Le uniformi fasciste 385 - Le festività fasciste 385 Note 387 Bibliografia 389 In vendita a 18,00 euro+3,65 spese postali
Italia

18 €

CORSO PATENTE EUROPEA COMPUTER ECDL EURO 350

Aspetti principali corso patente europea del computer - ecdl prezzo totale fino a conseguimento esami: euro 350,00 frequenza: 2 ore, 2 volte a settimana (orari e giorni li decide il gruppo di corsisti), la classe sarà composta da massimo 6 alunni. per ulteriori informazioni può contattarci gratis al numero verde 800.03.51.41. la european computer driving licence (ecdl) - patente europea del computer - attesta la capacità di usare il personal computer a diversi livelli di approfondimento e di specializzazione. interessa gli utilizzatori, e cioè chi usa il computer nei contesti più vari, dalla scuola agli ambienti di lavoro. il programma ecdl si articola su vari livelli: e-citizen, core, 4ps, advanced, specialised. ecdl core è la certificazione che attesta la capacità di utilizzare il pc nelle applicazioni più comuni. per ottenere la certificazione completa (ecdl full) occorre superare sette esami: concetti di base dell'ict uso del computer e gestione dei file elaborazione testi foglio elettronico uso delle basi di dati strumenti di presentazione navigazione e comunicazione in rete superando quattro esami a scelta, si può avere il diploma intermedio ecdl start. ecdl for problem solving (ecdl4ps) questa certificazione è rivolta agli studenti della scuola media superiore. attestando la capacità di risolvere problemi nell'ambito della materie curricolari usando il computer, costituisce un logico completamento della formazione informatica di base. e' previsto un test di certificazione, collegato ai programmi delle varie discipline degli ultimi tre anni di corso. come prerequisito, si richiede l'ecdl start (comprensivo del modulo 4 - foglio elettronico). ecdl advanced questa certificazione attesta una conoscenza più approfondita di quattro moduli dell'ecdl core: elaborazione testi, foglio elettronico, basi di dati, strumenti di presentazione. webediting, per la creazione di siti web imageediting, per l'elaborazione di immagini digitali.
Salerno (Campania)

IMPARA CON INSEGNANTE MADRELINGUA INGLESE

Inglese per affari, obiettivi accademici e professionali - o solamente per piacere! Sono britannico, ex preside della scuola internazionale con molta esperienza e molti studenti contenti! Offro lezione per i studenti dagli 11 anni in su e agli adulti, a domicilio (solo in Milano) o online; -'General English' e conversazione da principiante ad avanzato. -'Business English' e inglese giuridico -Preparazione per esami di inglese (Cambridge, Trinity, IELTS, TOEFL). -Preparazione di presentazione personale per l'ammissione a corsi universitari. -Supporto con i compiti per studenti della scuola media/superiore; supporto/tutoraggio nello sviluppo linguistico delle materie umanistiche e scientifiche in lingua inglese. -Miglioramento di testi, tesi/dissertazioni accademiche in lingua inglese. -Saggi di scrittura e progetti (inc. TOK, 'Extended Essay' per l'IB). -Traduzione e miglioramento dei CV, lettere di presentazione per l'impiego, l'università etc. Per informazioni ulteriori rispondi a questo annuncio o inviare un sms al 345 2231438.
Milano (Lombardia)

IMPARA CON INSEGNANTE MADRELINGUA INGLESE, A DOMICILIO O

Salve a tutti. Sono britannico, ex preside della scuola internazionale con molta esperienza e molti studenti contenti! Offro corsi per i studenti dagli 11 anni in su e agli adulti, a domicilio o online; 'General English' e conversazione da principiante ad avanzato. 'Business English' e inglese giuridico. Miglioramento di testi, tesi/dissertazioni accademiche in lingua inglese. Saggi di scrittura e progetti (inc. TOK, 'Extended Essay' per l'IB). Preparazione di presentazione personale per l'ammissione a corsi universitari. Preparazione per esami di inglese (Cambridge, Trinity, IELTS, TOEFL).. Supporto con i compiti per studenti della scuola media/superiore. Traduzione e miglioramento dei CV, lettere di presentazione per l'impiego, l'università etc. Per informazioni ulteriori rispondi a questo annuncio o inviare un sms al 345 2231438 (WhatsApp disponibile).
Milano (Lombardia)

N. 4 POSTI DISPONIBILI PER UN ANNO DI SERVIZIO CIVILE IN

SERVIZIO CIVILE IN TELEFONO ROSA - raccolta domande aspiranti volontarie entro il 28 settembre 2018 ore 18:00 4 posti disponibili per il svolgere un anno di Servizio Civile presso il TELEFONO ROSA PIEMONTE di TORINO! Il termine per la presentazione della domanda è il 28 settembre 2018 ore 18:00. RETRIBUZIONE MENSILE: €uro 433,80 netti Per informazioni: Associazione Volontarie del Telefono Rosa Piemonte di Torino: Via Assietta 13/A Torino tel. 011530666 - tel. 011530666 nei seguenti giorni e orari: • lunedì dalle ore 9,30 alle 15,30 • martedì dalle ore 14,00 alle ore 18,00 • venerdì dalle ore 14,00 alle ore 18,00 Oppure telefonare dal lunedì al venerdì dalle ore 20 alle ore 23.30 al 327.3275692 email: telefonorosa@mandragola.com Istruzioni su come presentare la propria candidatura (si ricorda che è possibile presentare domanda solo per un progetto): http://www.comune.torino.it/torinogiovani/volontariato/come-candidarsi Progetto e requisiti: Titolo progetto: INTERACTION Settore, area di intervento ed ente Assistenza – Donne con minori a carico e donne in difficoltà Associazione di volontariato che svolge attività di accoglienza, ascolto, accompagnamento per donne vittime di violenza di genere. Obiettivi del progetto Offrire spazi e occasioni di ascolto, accoglienza e accompagnamento, in campo legale (civile e penale), psicologico e psicosociale, a donne vittime di violenza di genere. Trasmettere la conoscenza dei servizi di rete e delle risorse del Centro di Coordinamento Cittadino contro la Violenza alle Donne. Realizzare una presenza attiva, dissuasiva, preventiva con esempi concreti di cittadinanza e di appartenenza, al fine di contrastare i fenomeni di marginalità, devianza e difficoltà che sono spesso elementi aggravanti i conflitti familiari. Sintesi attività d'impiego dei volontari e delle volontarie Ampliare i servizi • Conoscere, acquisire e implementare la propria competenza nelle accoglienze, affiancandosi agli operatori in servizio ed ai coordinatori di Presenza Amica, con attività prima in affiancamento e poi autonome; • Saper progressivamente operare in autonomia nelle accoglienze e negli ascolti in servizio, previo percorso di accompagnamento specifico e abilità nell’uso della scheda di orientamento; • Acquisire autonomia nell’orientamento verso le reti di opportunità, avendone specifica conoscenza; • Partecipare, condividere e gestire i percorsi di tutela e le forme di presa in carico dell’Associazione o della rete cittadina, conoscendo e favorendo le azioni di rete ottimali per azioni territoriali e prese in carico competenti; • Utilizzare al meglio gli indicatori di autonomia personale, attraverso attività di riflessione su di sé e sulle capacità di essere motivatori efficaci; • Acquisire e implementare la conoscenza della rete, usando nel modo più efficace anche le risorse del web; • Saper operare in autonomia operativa nel servizio Presenza Amica, anche con la capacità, legata non solo al servizio, di attivare i principi di cittadinanza attiva, di prevenzione e dissuasione; • Avere la capacità di condividere realtà e criticità del servizio, con attività sottoposte al vaglio critico personale e del gruppo; • Saper gestire in autonomia l’individuazione delle priorità dell’accoglienza, anche attraverso un utilizzo ragionato della rete; • Saper operare un monitoraggio autonomo dei percorsi usando la scheda di accoglienza in modo non solo rilevativo ma come vera e propria guida verso le azioni più opportune; • Possedere specifiche competenze nelle interazioni con le realtà professionali dell’associazione, utili a proporre anche alla fine del servizio una utile integrazione con le professionalità delle reti sanitarie e psicosociali esterne; • Partecipare a riunioni di coordinamento di equipe portando il proprio contributo, le esperienze, le intuizioni personali; • Coordinarsi in modo autonomo e in gruppo per azioni specifiche, in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino, cooperando ad attività di ricerca-azione. Contrastare le condizioni di marginalità e emarginazione • Acquisire, mantenere e gestire una personale autonomia operativa, favorendo una attività che non sia solo quella di servizio ma di personale condivisione sociale dei problemi che emergono; • Operare secondo competenze personali e realtà dei percorsi di affrancamento, con riflessione autocritica e capacità di utilizzare al meglio le risorse gruppali; • Saper operare nelle assistenze in emergenza, in particolare in orari serali, pur potendo contare (e sapendo condividere) sulla presenza costante di due coordinatrici in servizio, finalizzata alla gestione ottimale delle attività di servizio; • Acquisire e saper operare con una adeguata capacità di gestione del rischio; • Saper usare in modo adeguato gli indicatori che evidenziano rischi di vittimizzazione e di recidiva; • Possedere e operare secondo principi di autonomia delle competenze nel proporre/saper proporre forme di autotutela sostenibile; • Acquisire e operare capacità critiche nell’uso delle check list, attuando una riflessione personale sugli elementi che contribuiscono a tratteggiare la specifica situazione accolta; • Acquisire e operare capacità critica di uso dei materiali presenti in letteratura, anche al fine di promuovere un autoaggiornamento costante nel tempo; • Acquisire e operare competenze nel proporre e sostenere modifiche e integrazioni alle check list, intervenendo soprattutto nei momenti formativi e di gruppo; • Partecipare a riunioni di equipe e attività di supervisione, nelle quali non si è soggetti passivi di apprendimento ma cooperatori e cooperatrici per un reale cambiamento e implementazione delle risorse tecniche utilizzate. Facilitare la consapevolezza • Conoscere e saper valutare la violenza subita; • Conoscere e saper valutare la violenza assistita interpretando nel modo più corretto il significato che la violenza ha per i minori; • Operare secondo i principi della violenza vista dalla parte dei minori; • Conoscere e utilizzare gli effetti a breve, medio e lungo termine della violenza; • Conoscere i percorsi interni all’associazione sulla genitorialità sostenibile e le opportunità della rete, sapendo orientare al meglio le donne accolte in difficoltà nel ruolo genitoriale; • Saper proporre percorsi di rafforzamento delle competenze genitoriali, portando le proprie personali competenze e intuizioni nel confronto operativo; • Saper modificare un approccio sulla genitorialità sostenibile vs. sostegno alla genitorialità, al fine di salvaguardare il ruolo materno; • Conoscere operativamente la realtà dei minori vittime di violenza; • Acquisire e operare capacità di creare specifici e competenti percorsi di rete, in particolare sapendo operare con i servizi del territorio, quelli di NPI o il Tribunale dei Minori; • Acquisire e operare competenze sulla genitorialità sostenibile; • Analizzare criticamente i casi accolti; • Predisporre report delle attività trasformando le proprie esperienze in un report basato su dati ma anche su input di miglioramento/cambiamento negli approcci; Favorire la diffusione • Utilizzare le proprie competenze informatiche e i linguaggi giovanili per promuovere materiali sul web e sui social network; • Conoscere le pregresse esperienze dell’Associazione dedicate al mondo giovanile (metodo e strumenti, analisi degli esiti); • Leggere criticamente e revisionare gli stessi e promozione di testi specifici per le giovani generazioni (usando anche un linguaggio iconografico); • Monitorare le azioni più urgenti nel settore delle relazioni tra i generi e nell’uso dei mezzi tecnologici nelle giovani generazioni • Saper ipotizzare, predisporre e realizzare un piano significativo di intervento; • Realizzare un percorso adeguato con un monitoraggio attento e significativo; • Saper organizzare e rendere funzionali interventi nei confronti delle giovani generazioni, sia nel mondo scolastico sia nelle aggregazioni esterne; • Progettare e co-partecipare alla realizzazione degli incontri nelle scuole; • Progettare e realizzare interventi con testi, foto, video sui social network; • Aggiornare le pagine dei siti internet; • Raccogliere materiali informativi esistenti e ideazione di nuovi; • Raccogliere materiale fotografico delle iniziative; • Raccogliere dati degli interventi realizzati; • Stesura di un report di valutazione degli interventi; • Acquisire e operare capacità di saper interagire nel servizio Presenza Amica con le giovani generazioni, motivandole non solo nel caso di disagi personali ma anche ad azioni orientate ai diritti di cittadinanza, al valore dell’attenzione e della solidarietà, ai principi generali del volontariato; • Acquisire e operare capacità e competenza ad operare per attività a fini di ricerca con il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino. Iter di selezione La selezione dei volontari avverrà secondo il Sistema di Reclutamento e Selezione della Città di Torino accreditato dall’Ufficio Regionale per il Servizio Civile, in sintesi la selezione prevede: • una valutazione curriculare dei candidati; • un primo colloquio di gruppo volto a verificare il possesso delle informazioni di base relative al Servizio Civile Nazionale Volontario e alle peculiarità del progetto; • un secondo colloquio individuale per comprendere le motivazioni e la corrispondenza tra il candidato e il profilo del volontario richiesto dal progetto. L'assenza anche a uno solo dei colloqui sarà considerata rinuncia; l'esito della valutazione curriculare e il punteggio attribuito nel corso del colloquio serviranno a formare la graduatoria. Condizioni di servizio e requisiti Numero ore di servizio dei volontari: 30 ore settimanali Giorni di servizio a settimana dei volontari: 5 Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio: Flessibilità oraria (da concordare) con disponibilità ad orari del servizio serale di Presenza Amica (dalle ore 19.30 alle ore 23,30 dal lunedì al venerdì). Requisiti I requisiti richiesti ai candidati per la partecipazione al progetto oltre a quelli previsti dal bando sono i seguenti. Obbligatori: Età candidati: da 21 a 28 anni di età (28 anni e 364 giorni) Diploma di scuola media superiore Preferenziali: • Istruzione e formazione Laureati o laureandi in scienze legali, psicologiche, giuridiche o sociali, oppure in ambito umanistico, in subordine diploma di scuola superiore in ambito sociosanitario o scienze sociali. • Esperienze Precedenti esperienze di volontariato nei settori: sociosanitario, psicosociale, solidarietà e promozione sociale • Competenze linguistiche Conoscenza di una lingua straniera • Competenze informatiche Conoscenza di pacchetti Access o buona conoscenza di Office • Conoscenze tecniche Formazioni specifiche su attività di accoglienza, orientamento e accompagnamento Sedi di svolgimento e posti disponibili • Sede di attuazione del progetto: Associazione Telefono Rosa - Sede Comune: Torino Indirizzo: via Assietta 13 Cod. ident. sede: 8581 Numero volontari per sede: 4 posti senza vitto e alloggio Caratteristiche conoscenze acquisibili Nell’ambito del presente progetto, è previsto il rilascio delle seguenti dichiarazioni valide ai fini del curriculum vitae: 1. Attestato di partecipazione al progetto di Servizio Civile rilasciato dall’ente proponente Città di Torino 2. Attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento corso di formazione sulla sicurezza. 3. Dichiarazione delle capacità e competenze acquisite rilasciato dall’ente Cooperativa Sociale O.R.So. (ente terzo certificatore, accreditato presso la regione Piemonte per i servizi formativi ed orientativi) a seguito della partecipazione dei volontari al percorso di “Bilancio dell’esperienza”. Formazione dei volontari e delle volontarie Formazione generale Consiste in un percorso obbligatorio i cui contenuti sono dettati dalla normativa nazionale per una durata complessiva pari a 42 ore. La Città di Torino organizza un percorso formativo comune a tutti i giovani avviati, che si svolgerà presso sedi della Città stessa. Formazione specifica La durata totale sarà di 104 ore, così come dettagliato: • Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile. • Presentazione dell’ente e azioni connesse alla operatività in sede e sul territorio. • Le norme civili e penali. • I servizi di rete nel settore psicosociale. • La violenza di genere: strategie di ascolto, counselling, gestione delle emergenze, ottimizzazione delle azioni in sede ed esterne. • La violenza di genere dal punto di vista dei minori vittime di violenza diretta e/o assistita • La genitorialità sostenibile. Per consultare il testo completo del progetto: http://www.comune.torino.it/torinogiovani/sites/default/files/documenti/18_interaction-ass_telefono_rosa.pdf
Italia (Tutte le città)

CORSO STRESS LAVORO-CORRELATO

Lo stress lavoro-correlato è la percezione di squilibrio avvertita dal lavoratore le cui capacità individuali non riescono a fronteggiare le richieste dell'ambiente professionale. Il 31 dicembre 2010 è entrato in vigore l'obbligo a carico dei datori di lavoro di effettuare la valutazione del rischio da stress lavoro-correlato, come previsto dal Dlgs 81/2008 - Testo Unico per la sicurezza sui luoghi di lavoro. Il corso di formazione sullo stress lavoro-correlato organizzato dalla scuola di formazione Koro Studio fornisce le competenze e le metodologie necessarie per eseguire la valutazione e la riduzione del rischio stress negli ambienti lavorativi: per tale ragione si rivolge a RSPP, RLS, datori di lavoro, ingegneri, psicologi, medici, consulenti del lavoro e a tutti i professionisti nel campo della sicurezza sul lavoro. Il corso si svolgerà a Bari presso la scuola di formazione KORO STUDIO (via G. Capruzzi 240 - a 3 minuti dalla stazione centrale e dalla fermata dei bus interregionali/provinciali) e si articolerà in 10 incontri di 3 ore ciascuno (30 ore totali), ogni martedì dalle ore 17.30 alle ore 20.30. Le lezioni saranno tenute da psicologi del lavoro con esperienza di valutazione e gestione dello stress lavoro-correlato. Qui di seguito il programma del corso: 1° MODULO rivolto a: RSPP, RLS, datori di lavoro, ingegneri, psicologi, medici, consulenti del lavoro e a tutti i professionisti nel campo della sicurezza sul lavoro. 1° lezione: ASPETTI DEFINITORI DELLO STRESS LAVORO-CORRELATO 2° lezione: IL DECRETO LEGISLATIVO 81/08 E IL METODO INAIL 3° lezione: ANALISI DEL CONTESTO ORGANIZZATIVO 4° lezione: VALUTAZIONE PRELIMINARE E PRESENTAZIONE DI CASI 5° lezione: IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHI 2° MODULO rivolto a: laureandi e laureati in discipline psicologiche. 6° lezione: LA VALUTAZIONE APPROFONDITA 7° lezione: PIANIFICAZIONE ED ADOZIONE DI INTERVENTI CORRETTIVI E TECNICHE DI ANALISI 8° - 9° lezione: PROGETTAZIONE DI UN INTERVENTO DI RIDUZIONE DELLO STRESS (PROJECT WORK) 10° lezione: PRESENTAZIONE DI UN CASO AZIENDALE (su richiesta è possibile ricevere il programma dettagliato) SCONTO 20% PER CHI SI ISCRIVE AD ENTRAMBI I MODULI KORO STUDIO - Via G. Capruzzi 240 - 080 5574228 - 393 5491429
Bari (Puglia)

PREPARAZIONE ALL'ECDL - PATENTE EUROPEA DEL PC

ASPETTI PRINCIPALI CORSO PATENTE EUROPEA COMPUTER - ECDL Prezzo TOTALE FINO A CONSEGUIMENTO ESAMI: euro 390,00 Frequenza: 2 ore, 2 volte a settimana (orari e giorni a scelta) I corsi possono svolgersi online "in diretta" con uno de nostri Docenti sia a livello individuale sia in gruppi da max 2 Corsisti. Useremo Teamviewer e Skype per la comunicazione e la condivisione del desktop così Corsista e Docente avranno la possibilità di comunicare e di avere davanti al proprio PC la stessa schermata quindi è come se fossero seduti uno accanto all'altro; diamo questa opportunità per assegnare ai nostri Corsi un taglio pratico in modo che l'insegnante corregge il Corsista durante ogni esercitazione. Prenota gratis la prima lezione di prova al Numero Verde 800/03.51.41 Sono possibili anche corsi presso le aziende: l'offerta è riservata ad un minimo di due Corsisti e va richiesto un preventivo al Numero Verde 800/03.51.41 La European Computer Driving Licence (ECDL) – Patente Europea del Computer – attesta la capacità di usare il personal computer a diversi livelli di approfondimento e di specializzazione. Interessa gli utilizzatori, e cioè chi usa il computer nei contesti più vari, dalla scuola agli ambienti di lavoro. Il programma ECDL si articola su vari livelli: e-Citizen, Core, 4PS, Advanced, Specialised. ECDL Core è la certificazione che attesta la capacità di utilizzare il PC nelle applicazioni più comuni. Per ottenere la certificazione completa (ECDL Full) occorre superare sette esami: Concetti di base dell’ICT Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Foglio elettronico Uso delle basi di dati Strumenti di presentazione Navigazione e comunicazione in rete Superando quattro esami a scelta, si può avere il diploma intermedio ECDL Start. ECDL for Problem Solving (ECDL4PS) Questa certificazione è rivolta agli studenti della scuola media superiore. Attestando la capacità di risolvere problemi nell’ambito della materie curricolari usando il computer, costituisce un logico completamento della formazione informatica di base. E' previsto un test di certificazione, collegato ai programmi delle varie discipline degli ultimi tre anni di corso. Come prerequisito, si richiede l’ECDL Start (comprensivo del modulo 4 - Foglio elettronico). ECDL Advanced Questa certificazione attesta una conoscenza più approfondita di quattro moduli dell’ECDL Core: Elaborazione testi, Foglio elettronico, Basi di dati, Strumenti di presentazione. ECDL Specialised È la certificazione per chi utilizza il computer per applicazioni specialistiche, quali: Computer Aided Design (CAD 2D e CAD 3D) Health, per gli addetti al Servizio Sanitario Geographic Information Systems (GIS), per chi si occupa dei Servizi di Informazione Territoriale WebEditing, per la creazione di siti Web ImageEditing, per l'elaborazione di immagini digitali.
Italia (Tutte le città)

MASTER DI SPECIALIZZAZIONE IN STUDI EUROPEI

ISTITUTO DI STUDI EUROPEI “ALCIDE DE GASPERI” www.ise-ies.org SCUOLA POST-UNIVERSITARIA DI STUDI EUROPEI 65° ANNO ACCADEMICO 2019-2020 CORSO MASTER DI SPECIALIZZAZIONE IN STUDI EUROPEI Il programma, dedicato alle istituzioni e politiche dell’Unione europea, verte sui seguenti moduli: Giornata introduttiva: I contenuti e le finalità del Master, attraverso la presentazione dei moduli. I - Le grandi tappe dell’Unione Europea e i principi istituzionali II - Mercato interno, libera circolazione merci e capitali, Unione Monetaria Europea, Banca Centrale Europea ed Euro III - Politiche del lavoro e sociali IV - Attività finanziarie e finanze dell’Unione Europea V - Diritti fondamentali e cittadinanza dell’Unione VI - Immigrazione, asilo e cooperazione giudiziaria VII - Politica estera e di sicurezza comune (PESC) VIII - Altre politiche europee IX - Cooperazione multilaterale dell’Unione Europea X - Bioetica generale/Bioetica speciale TITOLI DI AMMISSIONE - DURATA DEL CORSO Al Master possono accedere i dirigenti e funzionari delle Amministrazioni pubbliche, coloro che hanno partecipato al I Corso della Scuola e conseguito il “Diploma di Perfezionamento in Studi Europei” nonchè coloro che, in possesso di laurea, abbiano maturato, a giudizio della Direzione della Scuola, una specifica esperienza di studio e/o professionale. Le ammissioni avverranno in base ad una valutazione dei titoli posseduti e ad un eventuale colloquio. I Corsi sono rivolti a dirigenti e funzionari delle Amministrazioni Pubbliche, agli interessati alle tematiche europee ed a coloro che necessitano di una preparazione adeguata per partecipare ai concorsi generali periodicamente indetti dalle Istituzioni Europee e ai Concorsi pubblici nazionali. I moduli saranno integrati da conferenze di studio di settore. Per conseguire il Master gli iscritti dovranno discutere una tesi di ricerca finale entro le due sessioni previste di maggio e luglio 2020. Nel mese di ottobre è possibile un appello straordinario dietro il pagamento della tassa di fuoricorso di €300,00. La docenza è svolta da professori universitari, alti funzionari ed esperti. L’attività didattica inizia il 21 novembre 2019 e termina nel successivo mese di marzo 2020. Le lezioni si svolgeranno martedì e giovedì, dalle 15.30 alle 19.30. La frequenza è obbligatoria (è consentito un limite massimo di assenze pari al 20% sulle ore totali del corso pari a 70 ore). ISCRIZIONI Le domande, redatte su apposito modulo, dovranno pervenire alla Segreteria della Scuola entro il 05 novembre 2019, unitamente alla relativa documentazione ed all’attestazione del versamento effettuato sul c/c BNL IBAN: IT64 D010 0503 3820 0000 0200086, intestato all’Istituto di Studi Europei “Alcide De Gasperi”, Via delle Quattro Fontane, 29 - 00184 Roma. La quota di partecipazione (comprensiva di immatricolazione, frequenza e materiale didattico di base) è di €1.500,00 (esente da IVA). Tale somma potrà essere così ripartita: €750,00 all’atto dell’iscrizione e €750,00 entro il 10 gennaio 2020. La tassa annuale di “fuori corso” è di €300,00. Per le iscrizioni al Master a titolo personale potrà essere stabilita la rateizzazione in tre rate da €500,00. La Segreteria della Scuola è aperta dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 19.00 (tel. 06.6784262 - fax 06.6794101; e-mail: info@ise-ies.org o kipsc@tin.it).
Roma (Lazio)


Pubblicare Annunci Gratuiti - comprare e vendere usato in Italia | CLASF - copyright ©2019 www.clasf.it.